Anniversario della nascita del Comune di Santa Marinella.

GIAMPIERO BALDI

I SINDACI DI SANTA MARINELLA
I SINDACI DI SANTA MARINELLA

SANTA MARINELLA – 4 Ottobre 1949 – 4 Ottobre 2014. Si festeggia domani il 65° anniversario della nascita del Comune di Santa Marinella ed intanto spunta una lettera autografa di Papa Pio XII° cittadino onorario della Perla del Tirreno. Domani, quindi, nelle grotte Vaticane di fronte alla tomba dell’Apostolo Pietro, si celebrerà una messa solenne in memoria di Papa Pio XII, officiata dal Cardinale Raymond Leo Burke. Questa data coincide con il 65° anniversario della nascita del Comune di Santa Marinella e grazie a Suor Margherita Marchione spunta una missiva autografa del futuro Papa Pacelli con la quale nel 1918 rassicurava la famiglia Carmignani di Santa Marinella che il loro giovane figliolo, prigioniero di guerra, godeva di buona salute. “A Santa Marinella, negli anni ‘20 – ricorda il professor Livio Spinelli – c’era già stato un primo proposito di istituire il Comune da parte dell’ingegner Ettore Angelelli, quando Santa Marinella era ancora parte del territorio di Tolfa e parte di Civitavecchia, ma dovettero passare tre decenni e ci volle una guerra prima che le due frazioni riuscissero nell’intento. Nel dopoguerra, Civitavecchia, era una delle città più rosse d’Italia, Pio XII° aveva lanciato una scomunica nei confronti dei comunisti e la città di Santa Marinella stava particolarmente a cuore a questo Pontefice che da ragazzo scriveva poesie a Lungomare Marconi dove risiedeva la sua famiglia e dove tutt’ora risiedono alcuni suoi parenti”. “A Santa Marinella, tra il 1946 e il 1947 si respirava un’aria di scontro – continua Spinelli – i contadini avevano occupato i terreni del Pio Istituto Santa Spirito, ci furono degli arresti e addirittura un processo a Roma. Da Civitavecchia c’era stato un tentativo di assalto alla sede della Dc di Santa Marinella. In questo clima rovente l’uomo della provvidenza fu l’avvocato Carlo D’Amelio che, di concerto con l’allora presidente dell’Associazione Combattenti e Reduci Franco Squaglia, si adoperò per la raccolta delle firme e per il lento e tortuoso iter burocratico che si concluse il 4 ottobre del 1949 col il Decreto del Presidente della Repubblica Luigi Einaudi, il cui primo effetto fu quello di far decadere la Giunta comunale di Civitavecchia”. “L’amministrazione del Comune di Santa Marinella ebbe inizio alle ore zero del 16 dicembre 1949 – conclude il professore – il 26 aprile del 1950 la Prefettura di Roma certificò che la popolazione presente a Santa Marinella era di 4.804 residenti, il 30 agosto del 1950 invece veniva stilato il verbale di consegna dei beni mobili e immobili delle due frazioni e di fatto nasceva il Comune di Santa Marinella”.