La risposta del Governatore della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

GIAMPIERO BALDI

regione - lazio
regione – lazio

SANTA MARINELLA – E’ arrivata ieri la risposta da parte della segreteria del Governatore della Regione Lazio Nicola Zingaretti, alla richiesta fatta dal sindaco Roberto Bacheca di un incontro con i rappresentanti della dell’ente sovraccomunale teso a programmare un tavolo tecnico utile ad affrontare un problema enorme come quello del rischio idrogeologico, impossibile da risolvere definitivamente con le sole risorse comunali. Il primo cittadino ha deciso di chiedere un confronto con il presidente della Regione, per concordare con lui l’opportunità di ottenere i fondi per provvedere alla messa in sicurezza dei fossi cittadini, principale causa delle due alluvioni dell’81 e del ’94. “Ringrazio Zingaretti per aver accettato il mio invito – dice Bacheca – ma è bene che il presidente sappia che in città ci sono nove corsi d’acqua e tutti vanno curati per essere sempre pronti a far defluire le acque piovane qualora intervenga un evento calamitoso come quello accaduto in Liguria e in Toscana. Purtroppo però questo Comune non ha i soldi necessari per poter provvedere alla manutenzione di tutti i corsi d’acqua, considerando anche il Patto di Stabilità che non ci consente di sforare il bilancio ma soprattutto i tagli del Governo che invece di venire incontro alle esigenze degli enti locali si distingue per prelevare ai Comuni virtuosi, i fondi da destinare al Fondo di Solidarietà che vanno a quegli enti locali che sono in dissesto. Quest’anno abbiamo dato allo Stato sei milioni di euro, tre in più rispetto all’anno precedente. Noi non cerchiamo aiuti da nessuno, ma quantomeno non ci vengano tolte dalle casse comunali risorse che avremmo potuto destinare al rischio idrogeologico. Da anni facciamo continui monitoraggi sul territorio attraverso i dipendenti comunali, la Protezione Civile e le altre associazioni di volontariato. Per ora abbiamo stanziato 40 mila euro per la ripulitura dei fossi, quelli più pericolosi, poi abbiamo in programma un incontro per cercare una collaborazione con le città limitrofe su questo importante problema”.