Tecnici a lavoro per mettere in sicurezza i fossi cittadini

LAVORI AL FOSSO VIGNACCE
LAVORI AL FOSSO VIGNACCE

SANTA MARINELLA – Continua senza sosta il lavoro dei tecnici per mettere in sicurezza i fossi cittadini. Dalla scorsa settimana sono iniziati i movimenti delle ruspe all’interno dei torrenti cittadini per liberarli dalle piante e dai rifiuti ingombranti. Dopo aver concluso le opere al fosso Ponton del Castrato in località Alibrandi, considerato il più pericoloso corso d’acqua di Santa Marinella perché in alcuni tratti costeggia le cose e la strada rionale, i mezzi meccanici si sono spostati in zona Baia di Ponente per fare il restyling al fosso delle Guardiole che molti danni causò nelle due alluvioni dell’81 e del ’96 distruggendo diverse imbarcazioni e causando l’allagamento degli scantinati del vicino residence. Da qualche giorno intanto sono iniziati i lavori al fosso Santa Maria Morgana al porto turistico, al fosso dello Sciatalone e al fosso Vignacce. In quest’ultimo corso d’acqua, le opere che si stanno realizzando, sono particolarmente consistenti. L’impresa che sta effettuando gli scavi sta utilizzando una ruspa ad una profondità di circa quattro metri per interventi di ampliamento e messa in sicurezza del letto del torrente che attraversa via IV novembre e via Rucellai. Un’opera compresa nel progetto generale di riqualificazione di tutta l’area che ha visto la realizzazione del nuovo sottopasso ferroviario a doppio senso di marcia e del famoso Ponte dei Carabinieri riservato solo ai pedoni. Quest’ultimo, in particolare, riveste un’importanza fondamentale perché consente  l’incanalamento delle acque piovane che provengono da via IV Novembre, via Delle Colonie e dalle strade limitrofe. Il fosso infatti passa sotto il livello stradale e va a terminare la sua corsa al lato nord della Passeggiata al Mare. Sopra lo stesso c’è il sottopasso pedonale che, nei giorni di forte pioggia, si allaga. Si era pensato quindi di realizzare una fessura della stessa larghezza del ponte per consentire all’acqua di finire direttamente all’interno del fosso.