Vandali distruggono il presepe.

DANNI AL PRESEPE
DANNI AL PRESEPE

SANTA MARINELLA – I vandali se la prendono anche con chi è impegnato, in questi giorni, ad allestire il presepe vivente al Parco Maiorca che verrà aperto per la prima volta nei giorni del 20 e del 21, per chiudere i battenti il 6 gennaio. Da tempo infatti, i volontari dell’associazione “Insieme per Divertirci” Daniele Fresilli, Simone Galli, Davide Pinzi e Andrea Amanati, stanno lavorando sodo per preparare le casette in legno che ospiteranno le piccole officine e i negozi che, com’è nella tradizione del presepe, fanno da cornice alla grotta dove si celebrerà la natività. Da giorni i ragazzi tagliano travi, incollano pannelli e inchiodano tavole per far nascere il piccolo villeggio che simboleggia la località dove è nato il Bambino Gesù. Loro di giorno lavorano, i vandali di notte distruggono tutto. Inizialmente si pensava che fosse opera di giovani senza un minimo di senso civico, che non sapendo come trascorrere il tempo, si dedicano a queste attività di disturbo. Poi però, con il trascorrere dei giorni, i vandali hanno ripetuto queste imprese e ciò ha fatto allarmare gli organizzatori che hanno deciso di presentare un esposto al Comando della Polizia Locale. I volontari infatti denunciano queste azioni squadriste con lo scopo, probabilmente, di rendere difficile il lavoro dei ragazzi dell’associazione santamarinellese che sinceramente non si spiegano il perché di questi raid notturni ai loro danni. “Abbiamo chiesto ai vigili di effettuare un pattugliamento continuo del Parco Maiorca, il posto dove stiamo realizzando il villaggio della natività – dicono i volontari – sperando che chi sta cercando di ostacolarci possa ritornare sui suoi passi. Noi non abbiamo chiesto soldi a nessuno, ne tantomeno al Comune che li sta impegnando per gli alluvionati. Non comprendiamo quindi chi è che possa avercela con noi. In fondo abbiamo occupato solo una parte del parco che solitamente è meta di chi ha un cane e lo porta li per fare una passeggiata”.