Arrestato per Stalking, perseguitava da mesi una Donna.

 ARRESTO STOLKER
Lo stalker viene condotto all’interno della locale caserma dei Carabinieri

SANTA MARINELLA – E’ stato tratto in arresto ieri sera, dopo una lunga serie di indagini, l’operaio civitavecchiese che da mesi commetteva atti persecutori nei confronti di una donna di 35 anni di Santa Marinella. Gli uomini del Maggiore Ceccarelli, comandati dal Maresciallo Roberto Bernardini, sono entrati in azione nella serata di ieri, dopo l’ennesimo episodio di stalking subito dalla donna. Una pattuglia dei Carabinieri si è diretta nell’abitazione di A.B. e lo ha arrestato e trasportato al supercarcere di Borgata Aurelia. La storia inizia nel mese di agosto quando il B. conosce, in occasione di un incontro avuto sul treno, la giovane di Santa Marinella che lavora nella città portuale ma ha la residenza nella Perla del Tirreno. Dopo aver capito che colui che aveva davanti non era solo un ragazzo dal bell’aspetto ma un uomo con qualche problematica possessiva nei suoi confronti, ha cercato di scaricarlo. Da quel momento è iniziato un vero e proprio calvario per la ragazza che per quattro mesi ha dovuto subire pressioni psicologiche dovute a pedinamenti sul posto di lavoro e sotto la sua abitazione, continue telefonate e Sms a qualsiasi ora del giorno e della notte. Dopo una prima denuncia della ragazza, i Carabinieri hanno convocato lo stolker, ammonendolo a non continuare la sua ossessiva presenza nei posti frequentati dalla donna, ma tutto ciò non è servito a nulla tanto che ha continuato a perseguitare la ragazza. Alla seconda denuncia, all’uomo sono stati imposti gli arresti domiciliari da scontare dopo l’orario di lavoro ed il divieto di avvicinare la ragazza sia nel luogo della sua attività professionale sia nei pressi della sua abitazione. Nonostante ciò, ha evaso i domiciliari per perseguire il suo obiettivo e cioè continuare a molestare la giovane che per la terza volta è andata dai Carabinieri. Questa volta, dopo una serie di appostamenti e di controlli effettuati dai Militi, l’uomo è stato tratto in arresto su ordine della Procura della Repubblica di Civitavecchia con le accuse di atti persecutori, stalking e evasione dai domiciliari. Entro domani si terrà l’interrogatorio per la conferma del fermo. Rischia fino ad otto anni di carcere.