Consiglio Comunale, chiarimenti e mozioni discusse

Lo stemma del Comune di Santa Marinella
Lo stemma del Comune di Santa Marinella

SANTA MARINELLA – Si sono discusse, nel consiglio comunale che si è tenuto oggi, alcune interrogazioni presentate dalle minoranze inerenti diverse tematiche che hanno lasciato scettici i consiglieri che le hanno presentate. Quella che ha trovato concordi sia la maggioranza che l’opposizione, è indubbiamente il problema che si è venuto a creare il primo giorno di scuola, coinciso con il primo giorno di servizio degli scuolabus dati in appalto ad una ditta privata che, a causa della poca conoscenza da parte degli autisti del percorso e delle fermate da fare, hanno generato allarme tra i genitori che hanno visto tornare a casa i propri figli dopo alcune ore. L’assessore ai servizi sociali Rosanna Cucciniello ha ammesso le difficoltà giustificando il problema come errore dovuto alla giornata di esordio, ma ha poi sottolineato che dal giorno successivo ad oggi il servizio viene espletato splendidamente. Molto dibattuta invece l’interrogazione relativa alla macrostruttura dell’Ente nel quale sono state assegnate delle cariche professionali all’interno della macchina amministrativa che le minoranze hanno fortemente contestato in quanto sono andate a premiare più i responsabili di settore assunti a contratto attraverso l’articolo 110, che non il personale dipendente che ha maturato negli anni un’esperienza maggiore. L’assessore ai Lavori Pubblici Raffaele Bronzolino ha relazionato invece sui lavori di somma urgenza che sono stati effettuati nelle ore immediatamente successive all’alluvione del 27 novembre scorso. “Colgo l’occasione ancora una volta – ha detto Bronzolino – per ringraziare il personale dipendente, i volontari della protezione civile, le forze dell’ordine, le ditte interessate e tutti coloro che quel giorno si misero a disposizione per intervenire immediatamente e riportare la situazione alla normalità”. L’Assise, dopo un ampio dibattito, ha anche deliberato l’affidamento in concessione, da effettuare tramite apposito bando, del servizio di accertamento e riscossione coattiva per il recupero dell’evasione fiscale. Questa iniziativa prevede anche la realizzazione di una banca dati tributaria dal quale il Comune potrà eseguire eventuali verifiche. Discusse infine le tre mozioni, sempre presentate dai gruppi consiliari di minoranza, circa la ventilata cessione della farmacia comunale, smentita in modo categorico dal Sindaco Roberto Bacheca. “Non c’è alcuna volontà da parte di questa amministrazione di cedere o privatizzare la farmacia comunale – dichiara Bacheca – per cui non capisco i motivi di tale preoccupazione. Anzi, faremo il possibile per cercare di migliorare il servizio alla cittadinanza”. Ampio dibattito anche sulla mozione relativa alla dichiarazione di volontà da parte dei cittadini alla donazione degli organi e dei tessuti da trascrivere sulla carta di identità e quella di istituire un servizio, stabilendone modi e tempi, per le riprese video dei Consigli Comunali da inserire sul sito web del Comune.