Via delle Colonie come la Salerno Reggio Calabria Andrea Bianchi PD dichiara: “Questa volta la scusa è che c’è stato il ritrovamento dei resti di una villa romana"

VIA DELLE COLONIE
VIA DELLE COLONIE

SANTA MARINELLA – Il blocco dei lavori in via Delle Colonie, hanno creato polemiche tra la maggioranza e le opposizioni. L’ennesimo fermo del cantiere, costringe la giunta Bacheca a essere oggetto delle contestazioni delle minoranze, che ravvisano in questo stop il rischio di un allungamento dei tempi per la conclusione dei lavori. “Questa volta la scusa è che c’è stato il ritrovamento dei resti di una villa romana – dice il consigliere Andrea Bianchi – ma se la scoperta è avvenuta due anni fa, che è stato fatto nel frattempo? Allora si parlava di una variante per la realizzazione di un parcheggio all’altezza dei ruderi.

 

Oggi si accampa la stessa scusa per giustificare l’eterno ritardo di un’opera di vitale importanza per la viabilità della città. L’assessore dice che la rotatoria e la porzione della via, fino al Cantinone è completata, sia per quanto riguarda i servizi che i marciapiedi. E a proposito di marciapiedi, vorremmo sapere se l’interruzione degli stessi nella parte a ridosso della rotonda è momentanea, in attesa dell’allargamento del ponticello sul fosso esistente o se il progetto nasce in quel modo. Sarebbe veramente deprecabile che una via a doppio senso, ad alto scorrimento, in prossimità di un plesso scolastico, di una concentrazione di attività sportive e dove insistono molte abitazioni, sia priva di marciapiedi costringendo così ragazzi e mamme con i passeggini ad invadere la strada per poter percorrere l’arteria con tutti pericoli del caso”. “Ma chi è l’autore di tale progetto? – si domanda Bianchi – di chi la responsabilità di tale svista. Guardando con occhi da semplice cittadino non si vedono impedimenti tecnici all’allargamento del ponticello, ma se così non fosse quali sono i motivi che hanno portato a una siffatta scelta? Abbiamo due vie parallele, a monte della ferrovia, nel punto più centrale della città e cioè via IV Novembre e via delle Colonie impraticabili e a rischio incolumità per gli autoveicoli. In via delle Colonie bisogna essere bravi ad evitare le tante buche, via IV Novembre invece è soggetta a voragini quindi impraticabile quando piove, sia dagli automobilisti che dai pedoni, quasi bloccata all’altezza dell’ex Ponte dei Carabinieri nella totale noncuranza degli organi comunali preposti a lenire le evidenti difficoltà della circolazione”. “Eppure – conclude il consigliere – nonostante ciò, c’è ancora è in piedi il cartellone che annunciava l’ampliamento di via delle Colonie”.