Si è conclusa l’esercitazione della Protezione civile con grande successo.

Foto intervento fiume Mignone massaggio cardiaco
Foto intervento fiume Mignone massaggio cardiaco

SANTA MARINELLA: si è svolta per tutte le associazioni di volontariato del territorio una esercitazione denominata “ Ex     “  organizzata dal C.o.i Centro Operativo Intercomunale per testare e preparare al meglio i volontari in tutti i tipi di fenomeni atmosferici o scenari catastrofici che ultimamente hanno creato non pochi problemi al nostro territorio, tutto questo tenendo conto dei tempi di arrivo e termine degli interventi. Una tre giorni dove si è cercato di mettere a dura prova tutti i volontari che hanno dovuto affrontare prove davvero particolari come queste, il sabato già alle prime ore del mattino alle 8:30 è partita la chiamata dal C.o.i che ha avvertito la regione Lazio dopo di che ha allertato il C.o.c. Santa Marinella che ha allertato la Pro Pyrgi, Ranger D’Italia, l’intervento riguardava un figurante caduto accidentalmente nel fosso Cupo sito a Nord di Santa Marinella al km 66 questo

foto intervento "Sciatalone"
foto intervento “Sciatalone”

intervento si è risolto in quindici minuti e si è simulato estrazione dal fosso con ancoraggi e spinale dopo dopo di che consegnato ai sanitari della Croce Rossa di Santa Severa, il secondo intervento è stato una esondazione del fosso del Ponton Castrato in zona Alibrandi alle ore 10:20 con un figurante disperso e poi recuperato dal Nucleo Sommozzatori che si sono calati nel fiumiciattolo per le ricerche del ferito e in collaborazione con il Corpo dei vigili urbani, la Pro Pyrgi e la Croce Rossa di Santa Severa hanno messo in sicurezza la zona e la viabilità sia civile sia per i mezzi di soccorso.

foto soccorso in mare alla foce del Marangone.
foto soccorso in mare alla foce del Marangone.

Dopo poche ore tutti i volontari rientrati in sede hanno ricevuto la chiamata improvvisa di un allagamento con 4 feriti nel l’aula magna del “Liceo Scientifico G. Galilei” durante un giorno normale di scuola, anche in questo caso sono state allertate dal Comando Operativo Centrale istituito appositamente per affrontare e coordinare tutte le emergenze dell’esercitazione come in questo caso, allo sgombro delle aule e la ricerca dei dispersi nell’aula magna allagata, è toccata al Nucleo Sommozzatori, Ranger e Protezione Civile al controllo degli alunni raccolti tutti in Palestra insieme ai professori, alla Croce Rossa di Santa Severa il controllo sanitario e trasporto in ambulanza dei 4 feriti e in esterno al plesso scolastico la viabilità è stata controllata dal comando dei Vigili Urbani ed il tutto si è risolto e messo in sicurezza in non più di una quindicina di minuti. Pensando che la giornata di esercitazione fosse finita nel primo pomeriggio a tutte le associazioni arrivò un’altra chiamata dal C. O. C. e anche questa volta per affrontare un problema di carattere idrogeologico ovvero una macchina in panne nel fosso “ Sciatalone “ dove all’interno 2 persone anziane erano intrappolate e in panicate, sul posto la Protezione Civile Pro Pyrgi e i Ranger D’Italia hanno fermato l’auto ancorandola e il Nucleo Sommozzatori

Foto intervento Fosso Sciatalone.
Foto intervento Fosso Sciatalone.

ha estratto le persone e consegnate alla Croce Rossa di Santa Severa per il controllo medico e il trasporto alle postazioni mobili ospedaliere allestita a Civitavecchia presso il parcheggio al porto turistico di Riva di Traiano, questo intervento ha concluso la giornata di esercitazioni del Sabato incentrate per lo più sugli eventi idrogeologici.

Domenica mattina invece tutt’altra storia perché da Civitavecchia alle 10.05 circa al Comando Operativo Centrale parte la richiesta di aiuto di due pescatori dispersi nel fiume Mignone, zona Sant’Agostino, da quel momento sono state   inoltrate le richieste di intervenire al Nucleo Sommozzatori di Santa Marinella che ha partecipato in questo soccorso perlustrando la parte a nord del fiume e in costante contatto radio con i sommozzatori di Civitavecchia che hanno iniziato le ricerche dalla foce andando incontro ai volontari di Santa Marinella, trovati i due dispersi e caricati a bordo del gommone uno dei figuranti va in arresto cardiaco e arriva al punto di incontro dove era possibile effettuare il trasbordo nelle ambulanze della Croce Rossa di Civitavecchia in un punto stabilito via radio sulla via Litoranea, il volontario Medico del Nucleo Sommozzatori di Santa Marinella essendo unico Sanitario presente in quell’intervento ha coordinato tutti i soccorsi affrontando per prima il codice rosso arrivando ad usare anche il defibrillatore e poi l’assistenza e la ospedalizzazione di entrambe i figuranti, anche qui è stata una prova ardua per i volontari santamarinellesi che si sono trovati a lavorare con altre associazioni di volontari delle città limitrofe e in un territorio non famigliare. Anche questo complesso intervento congiunto è stato terminato successivamente alla chiamata in non più di 45 minuti, un risultato più che buono visto le distanze e la lunghezza del percorso fluviale da battere.

Foto intervento recupero auto
Foto intervento recupero auto

Rientrata l’emergenza alle ore 12,00 dal C.O.C è arriva un’altra chiamata per tutte le associazione di volontariato di Santa Marinella per un soccorso a mare difronte alla foce del fosso del Marangone riguardante uno scuffiamento di una barca e vela con tre persone a bordo di cui una inabissata e anche qui i volontari del Nucleo Sommozzatori sono stati protagonisti dell’esercitazione con il recupero in circa 12 minuti dei 2 naufraghi e del terzo inabissato trasportandoli tutti a terra e lasciandoli nelle mani della Croce Rossa di Santa Severa che hanno pensato al trasporto in ospedale dei naufraghi. Alle 16.00 di Domenica l’esercitazione si è conclusa con un incontro nell’aula Pucci di Civitavecchia dove sono stati resi noti gli interventi e la loro buona riuscita anche in tempi brevi, quindi una grande soddisfazione arriva da tutti i presidenti delle associazioni di volontariato che all’unanimità hanno dichiarato di essere felici di effettuare queste esercitazioni che servono per la formazione dei nostri volontari affinché ogni qual volta ce ne sarà bisogno si conosceranno meglio le procedure e le azioni da fare durante le emergenze, alla sala operativa del C.o.i. erano presenti, il Vice Sindaco Carlo Pisacane, l’ Architetto Marianna Cerillo oltre al Capitano Keti Marinangeli responsabile del settore della Protezione Civile e il Comando Locale. Questa è l’ennesima dimostrazione della sinergia tra le Associazione di Protezione Civile e il responsabile dell’ufficio tecnico di Santa Marinella Domenico Giudoni ( Pro Pyrgi, Nucleo sommozzatori , Misericordi , Croce Rossa e Rangers D’Italia) che stanno già collaborando interagendo tra di loro con ottimi risultati e quello che speriamo che l’amministrazione possa aiutare ancora di più queste associazioni di volontari più tosto che creare altri organi che potrebbero alterare gli equilibri già funzionanti e oleati.

 

Alessandro Fiorucci