Polemiche sui mancati interventi di ristrutturazione nelle scuole cittadine

La scuola elementare Centro
La scuola elementare Centro

Le scuole cittadine soffrono di una certa carenza di ristrutturazione, almeno per quel che riguarda i vecchi plessi presenti in città. Tra questi, c’è indubbiamente la struttura che ospita la scuola Centro che, a detta dell’ex candidato a sindaco per il movimento 5 Stelle Massimo Padroni, fa acqua da tutte le parti. Lo stesso Padroni, in un post sui social network, ha reso noto una lettera inviata della Presidente del Consiglio d’Istituto ai genitori degli alunni che frequentano il plesso scolastico. Nella lettera si afferma che “il tempo inclemente, l’incuria da parte del Comune che non ha mai i soldi per sistemare la scuola a cui io avevo proposto di destinare l’otto per mille, ma purtroppo la mia lettera protocollata al sindaco per ricordargli di fare la richiesta è stata considerata zero – si dice nella nota – hanno portato alla situazione attuale e cioè che ci sono infiltrazioni di acqua nelle scuole, in particolare in quella del Centro con i pannelli del controsoffitto che cadono a causa delle infiltrazioni per un tubo rotto. I pannelli sono stati trovati in terra, e i collaboratori, che fanno sempre il controllo aule prima che entrino i bimbi, hanno dirottato i ragazzi in un’altra classe al piano terra. Purtroppo il disagio è stato causato dal fatto che non sono riusciti a capire subito il motivo dell’infiltrazione d’acqua. Gli operai del Comune erano intervenuti già dopo la prima segnalazione, ma pensavano si trattasse di una infiltrazione esterna. Quando sono stati trovati i pannelli in terra insieme al muro intriso d’acqua, si è capito che c’era una tubazione che perdeva. Il danno è stato riparato ma prima di riutilizzare l’aula bisognerà attendere che il muro si asciughi e che si rifaccia la tinteggiatura”. Una lettera presa sul serio dai genitori ed in particolare dal papà di un bambino.“Siamo a conoscenza della non felice situazione dell’edilizia scolastica – dice Pierluigi D’Emilio – e francamente siamo stanchi di tollerare una situazione che per quel che mi riguarda vede decisamente trascurato un settore importante come quello della scuola, mentre questa amministrazione sembra concentrarsi sulle grandi opere che poi puntualmente rimangono cantieri per anni. Per questo, insieme al consigliere comunale Andrea Bianchi, abbiamo preparato una interrogazione dove poniamo domande all’amministrazione per avere chiarimenti in merito alla situazione. Questa azione vuole essere propedeutica ad un controllo ancora più incisivo nella risoluzione degli innegabili problemi che affliggono la scuola a Santa Marinella”