Biblioteca comunale. Bacheca: “Fiducioso che ora andrà tutto per il verso giusto” Il sindaco e l'assessore Bronzolino in un sopralluogo alla struttura

La biblioteca comunale "Alessandro Capotosi"
La biblioteca comunale “Alessandro Capotosi”

Finalmente hanno ripreso il via i lavori di ristrutturazione della biblioteca comunale “Alessandro Capotosti”. Il Sindaco Roberto Bacheca e l’assessore ai lavori pubblici Raffaele Bronzolino, prima che riaprisse il cantiere, si erano recati sul posto per verificare di persona lo stato dei lavori da effettuare che saranno completati, così come garantito dalla società esecutrice, entro la fine del mese di giugno. Pochi giorni dopo infatti gli operai della società che ha vinto l’appalto per completare le opere, hanno fatto ingresso nella struttura comunale per iniziare le fasi finali di restyling dei locali che ritorneranno ad ospitare i tantissimi volumi che ora sono stati sistemati nella famosa Casina Rosa.

“Dopo una serie incredibile ed infinita di ostacoli tecnici e burocratici – ha dichiarato il Sindaco – abbiamo finalmente risolto positivamente la situazione e riaffidato i lavori a questa società che completerà i lavori entro l’inizio della stagione estiva. Sono fiducioso – ha concluso il Sindaco – che andrà tutto per il verso giusto, cosicché la biblioteca comunale sarà nuovamente a disposizione dei tanti fruitori della struttura”. Ci vorranno oltre 250 mila euro per chiudere le opere da realizzare visto che, dopo il blocco del cantiere da parte della vecchia società che era fallita, il costo dei lavori è lievitato. Nel progetto infatti è previsto che il piano terra diventi il front office con un’ampia sala di circa novanta metri quadrati che sarà utilizzata anche come sala convegni e dove continueranno a svolgersi le sedute del consiglio comunale. Il primo piano ospiterà un’altra ampia sezione bibliotecaria per lo studio e la lettura e sarà inoltre recuperata e messa in sicurezza anche la copertura dell’edificio, la quale potrà essere utilizzata per conferenze esterne e la presentazione di libri. I tre piani saranno collegati da un’unica scalinata e da un ascensore.