Aldo Carletti: Al Consiglio Comunale solo risposte approssimative alle opposizioni

– L’ultimo consiglio comunale, si è caratterizzato perché sono state discusse solo alcune interrogazioni delle minoranze. Il segretario del Pd Aldo Carletti critica la maggioranza perché, secondo lui, non è stata capace a dare risposte concrete alle richieste fatte dalle opposizioni. “Un consiglio che ha fatto emergere complessivamente l’approssimazione dell’amministrazione nel dare risposte e nell’affrontare le situazioni più spinose e urgenti – dice il segretario – la giunta Bacheca non ha potuto dare spiegazioni esaurienti su alcuni capitoli importanti della vita sociale dei cittadini, ad esempio sulle certificazioni necessarie per abilitare le scuole a svolgere in tranquillità la loro funzione.

L’assessore Bronzolino, a fatica, ha dipinto un quadro dello stato odierno dell’edilizia scolastica, ammettendo che per quello che riguarda la situazione sismica e l’antincendio è tutto ancora da definire. Per il campo sportivo si sta cercando di lavorare sull’impianto fognario per adeguarlo al regolamento CONI, con l’intento anche di recuperare fondi per manifestazioni. Invece, per quanto concerne la situazione precaria del sottopasso del Ponte dei Carabinieri, Bronzolino ha comunicato che i lavori riguardano i sotto servizi e gli allagamenti avvenuti sono dovuti all’intasamento delle griglie e delle caditoie causato da foglie e detriti. Da qui è nata l’ipotesi di esternalizzare il servizio. E’ stato sollevato anche il problema sull’iter burocratico e tecnico sul progetto della costruzione della nuova piazza comunale. L’amministrazione ha ribadito l’intenzione di andare avanti, di credere poco alla commissione consigliare”. La maggioranza – continua Carletti – si è trovata in forte difficoltà anche sulla problematica relativa al problema del cimitero, i ritardi per l’utilizzo dei nuovi loculi sono da imputare agli aspetti burocratici. Ne sono stati completati 240, quasi tutti occupati e si prevede la costruzione di altri 200”. “Un quadro, dunque, complessivamente desolante – conclude l’esponente del Pd – e nonostante le opposizioni, anche attraverso interrogazioni, cercano di sollecitare questa amministrazione, l’immobilismo la fa da padrone”.