Il Castello di Santa Severa riapre al pubblico

Il Castello di Santa Severa.
Il Castello di Santa Severa.

Il castello di Santa Severa riapre i battenti. Dopo il grande afflusso di visitatori registrato lo scorso anno, da domani mattina alle 9,30 alla presenza del sindaco Roberto Bacheca e dell’assessore regionale Lidia Ravero e fino al 13 settembre, sarà possibile visitare nuovamente questa vera perla del litorale a nord di Roma. Una vittoria per le associazioni del territorio da sempre impegnate contro la privatizzazione del castello e a favore dell’apertura. Erano i primi giorni del 2015 quando, numerosi volontari, riuniti sotto un unico obiettivo, alcune settimane dopo, convocati in Regione, hanno ricevuto la notizia della riapertura del castello. “Siamo estremamente soddisfatti che anche quest’anno, per il secondo anno consecutivo, la Regione abbia deciso di riaprire le porte del castello – dichiara Francesco Veneziano, Presidente dell’associazione capofila T.A.T. – sarà una straordinaria opportunità per il nostro territorio di attirare turisti, ma anche un’occasione per gli studenti di tutto il litorale, di conoscere un patrimonio storico e artistico di inestimabile valore”. “Per noi di Scuolambiente la gioia è ancora più grande – aggiunge Beatrice Cantieri – in tanti anni di attività nel territorio, abbiamo realizzato ogni anno moltissimi laboratori formativi nelle scuole del territorio per il castello. Grazie ai tanti esperti, che volontariamente offrono la propria disponibilità e professionalità, abbiamo avuto la gioia di accompagnare migliaia di ragazzi in questo fantastico viaggio nella storia, che deve rimanere pubblico e a disposizione di tutti”. “Si ricorda – afferma  Santino Mauro Segretario di Incontro e Territorio – che il servizio di prenotazione delle visite guidate via internet è attivo 24 ore su 24 e con ciascuna prenotazione sarà possibile riservare un numero massimo di quattro posti, con un costo del biglietto di tre euro. Il sito per prenotarsi è www.regione.lazio.it/santasevera/. Potranno entrare gratis i portatori di handicap e i loro accompagnatori e i ragazzi fino a 18 anni. Per tutti l’entrata sarà gratis la prima domenica di ogni mese. Nelle giornate di venerdì, per scolaresche e docenti accompagnatori delle scuole o dei centri di formazione professionale è prevista la possibilità di usufruire gratuitamente delle visite guidate all’interno del castello e agli scavi archeologici. Noi metteremo in campo le attività più variegate, dalle mostre d’arte, alle conferenze, dalle  rassegne corali, agli stand, ai laboratori e ai concerti, per un’estate appassionante”.