In dirittura d’arrivo il progetto per la realizzazione di una zona artigianale a Santa Marinella

Foto dell'area dove sorgeranno i pip.
Foto dell’area dove sorgeranno i pip.

La delibera che istituisce i Piani di Insediamento Produttivi è giunta alla segreteria generale. Dopo aver verificato che non esistono obblighi per l’impatto ambientale, l’amministrazione comunale ha la possibilità di guadagnare circa sei mesi sul percorso stabilito, quindi il progetto sta per giungere a destinazione. Il sindaco Roberto Bacheca ha deciso di incontrare gli artigiani della città dopo di che manderà avanti l’elaborato che prevede la realizzazione di una serie di capannoni nella zona di Santa Severa, precisamente nei pressi dello svincolo autostradale. Dopo aver presentato il progetto relativo alla realizzazione della prima zona artigianale della storia di Santa Marinella, ora il primo cittadino cerca la condivisione del progetto delle aree artigianali anche agli iscritti della categoria. 

 

Il progetto è stato scelto tra i due presentati due anni fa nel corso di una riunione a cui avevano partecipato il delegato all’artigianato Emidio Mancini, l’assessore regionale alle attività produttive Pietro Di Paolantonio e l’architetto Valentina Chinese, responsabile dello studio di fattibilità. La prima proposta prevedeva l’insediamento dei Pip nei terreni ubicati in zona Perazzeta, mentre la seconda riguardava gli appezzamenti adiacenti lo svincolo autostradale di Santa Severa, già servita da una rete viaria confacente alle esigenze della futura zona artigianale, fuori dal centro urbano. Dopo un’attenta analisi dei pro e dei contro, è stato deciso di approvare la seconda proposta in quanto l’idea dell’amministrazione è quella di localizzare la zona artigianale al di fuori delle aree soggette a vincolo paesaggistico o archeologico. Il progetto prevede la realizzazione di sette capannoni di 300 metri quadri ciascuno, suddivisibili al loro interno in fasce di circa 80 metri quadrati che occuperanno una superficie totale di circa 2.100 metri quadri. “Ormai siamo quasi in dirittura d’arrivo – commenta il sindaco Bacheca – voglio comunque sentire i rappresentanti della categoria e poi andremo avanti con il progetto definitivo ed esecutivo. Faremo i Pip nella zona prevista dello svincolo autostradale perché è il posto migliore per le attività produttive”.