Orrore nella Casa Famiglia.

SANTA MARINELLA – La Squadra Mobile della Questura di Roma ha eseguito cinque misure cautelari, di cui una agli arresti domiciliari e quattro divieti di dimora, nei confronti di altrettanti indagati ritenuti responsabili a vario titolo dei reati di maltrattamenti aggravati, violenza sessuale aggravata e lesioni aggravate. I reati sono stati commessi all’interno della Casa Famiglia Monello Mare sita in via Raffaello che ospita otto ragazzi sottoposti a tutela da parte del Tribunale di Roma. La vicenda, secondo quanto riportato, risalirebbe a circa un anno fa quando una ragazza, ospite della struttura, secondo il suo racconto sarebbe stata sottoposta a violenze. Nel blitz, gli agenti, hanno dapprima perquisito l’abitazione del titolare della struttura e poi hanno portato via tutti gli incartamenti presenti nella casa famiglia. L’abitazione, un villino a due piani sito tra via Raffaello e la Statale Aurelia, è stata posta sotto sequestro e chiusa. Gli ospiti sono stati trasferiti tre in un’altra casa famiglia di Santa Marinella, due al Villaggio del fanciullo e quattro in strutture della provincia.