La Lancia Aurelia di nuovo sulle nostre strade, dopo 53 anni Domenica alle ore 12.00 l'arrivo di un corteo di auto storiche

La Lancia Aurelia B24 in produzione negli anni '50
La Lancia Aurelia B24 in produzione negli anni ’50

SANTA MARINELLA – Chi, non ricorda la bellissima scena del film di Dino Risi “Il sorpasso” dove, sul rettilineo di Ladispoli, Vittorio Gassman e Jean Louis Trintignant sbeffeggiano gli automobilisti alla guida della loro bellissima Lancia Aurelia B 24? Ebbene, quella mitica autovettura, sarà possibile rivederla dopo 53 anni, nello stesso tratto di Aurelia che è stato testimone di uno dei film cult italiani. Tutto questo grazie al Club Umbro Auto motoveicoli d’Epoca, il primo club federato A.S.I. (Automotoclub Storico Italiano) che organizza eventi tradizionalmente finalizzati alla riscoperta e alla valorizzazione delle risorse storico culturali del territorio.

Seguendo questa missione, il club, ha dato al marchio Lancia l’onore di riscoprire i tracciati delle strade consolari romane dalle quali l’ingegner Gianni Lancia, figlio del fondatore della Casa Vincenzo, trasse il nome di importanti capolavori della produzione della Lancia. Quest’anno, l’evento, è dedicato alla via Aurelia e alle mitiche Lancia che, nel percorrere questa strada consolare divenuta famosa per il celebre film di Risi, domani pomeriggio intorno alle 12, arriveranno a Santa Marinella, dove daranno vita ad un coreografico corteo che sosterà all’interno del porto turistico. Nel pomeriggio, le auto storiche, proseguiranno il loro viaggio facendo visita al castello di Santa Severa. Saranno ben 25 le Lancia d’epoca, tra cui la regina d’onore Lancia Aurelia B24 convertibile, che faranno la loro presenza nella città che ospitò il regista Roberto Rossellini e l’attrice Ingrid Bergman. L’organizzazione di questo evento, è stato reso possibile grazie alla collaborazione del Comune, del professor Livio Spinelli e dell’Associazione Santa Marinella Viva. Gli organizzatori esprimono il loro ringraziamento al Sindaco Roberto Bacheca, al suo vice Carlo Pisacane e al delegato al turismo Alessio Marcozzi, per aver permesso la riuscita di questa kermesse, sperando che in futuro si possa ripetere, coinvolgendo anche i club locali di auto e di moto d’epoca, per uno scambio culturale. “Questa parata di auto d’epoca – hanno commentato – ci farà tornare indietro nel tempo, quando Santa Marinella era frequentata da illustri personaggi del mondo del cinema e dello spettacolo, i quali hanno girato nella nostra città innumerevoli scene dei più prestigiosi e rinomati film della “Dolce Vita”.