Santa Marinella. Rocchi: “Evitare di abbattere gli alberi” Da Un'Altra Città è Possibile una lettera per scongiurare l'inutile abbattimento di piante sane

L'ulivo che rischia di essere abbattuto
L’ulivo che rischia di essere abbattuto

SANTA MARINELLA – Il consigliere comunale di Un’Altra Città è Possibile Paola Rocchi, scrive al responsabile comunale del servizio Grandi opere e verde pubblico per invitarlo ad evitare l’abbattimento degli alberi siti in via Delle Colonie e di procedere al loro trapianto. “Alcuni abitanti della zona hanno fatto una segnalazione sul pericolo che alcune alberature di via Delle Colonie rischiano di essere abbattute – scrive la Rocchi all’architetto Maia – in attesa che il raddoppiamento dell’importante arteria venga completato, i residenti del quartiere temono per gli alberi di alto fusto cresciuti spontaneamente sul ciglio della strada. In particolare, segnalano un ulivo di grandi dimensioni, rigoglioso e in salute, che si trova davanti al giardino pubblico denominato “Piazza 2 ottobre”.

Crediamo che tale timore possa essere facilmente scongiurato evitando di abbattere gli alberi e attivando tutte le procedure opportune e accorte per corretti trapianti, ad esempio lungo il tratto della strada già completato. Se eseguiti a regola d’arte e su piante sane, i trapianti consentiranno di salvare esemplari adulti degli alberi spontanei di via Delle Colonie, preservando il patrimonio verde del quartiere. In particolare, si richiede di salvare l’ulivo cercando di trapiantarlo nella piazzetta 2 Ottobre. Oltre tutte le considerazioni possibili, quel giardino è dedicato alle vittime dell’alluvione del 1981 e salvare un albero sarebbe un bel gesto simbolico. Nel caso ciò non fosse possibile, si chiede che comunque l’albero non venga abbattuto, ma trapiantato sul suolo comunale”.