Rio Fiume: la discarica della discordia. Battaglia in consiglio comunale? A distanza di mesi e dopo l'aspra polemica con Tolfa si torna a parlare della situazione rifiuti della vecchia discarica

La discarica lungo Rio Fiume
La discarica lungo Rio Fiume

SANTA MARINELLA – Nonostante le temperature africane e le vacanze ferragostane ormai alle porte, la giunta Bacheca non rallenta l’attività amministrativa. Per domani pomeriggio, infatti, è previsto un consiglio comunale che si terrà alle 17.30 presso la Sala Flaminia Odescalchi. Tra i punti all’ordine del giorno, oltre alle comunicazioni del Sindaco, ci sono le interrogazioni presentate dalle minoranze sulla revisione completa del sistema gestionale informativo ed informatico dell’ente locale, sul progetto Arte e mestieri e sulla bonifica della discarica di Rio Fiume.

Su questa ultima interrogazione è prevista una vera e propria battaglia tra i due schieramenti in quanto, nei mesi scorsi, c’è stata una forte polemica tra il Comune di Santa Marinella che una trentina di anni fa utilizzava questo sito, l’amministrazione comunale di Tolfa proprietaria del terreno e l’associazione di volontariato dei Rangers D’Italia che per prima avevano portato all’attenzione dei due Comuni il possibile inquinamento delle acque marine, dopo che l’alluvione del novembre scorso aveva riportato alla luce la discarica di rifiuti. Una vicenda che aveva creato un forte clamore tra la popolazione, in quanto l’enorme cumulo di immondizia tenuto in “naftalina” per un trentennio, era letteralmente esploso sotto la furia dell’acqua di Rio Fiume, che si era portata con se verso il litorale santamarinellese quintali di rifiuti ovviamente finiti in mare. Nei giorni scorsi, sembra abbiano preso il via le operazioni di pulizia del verde per verificare cosa celino le alberature presenti ai margini del torrente ed arginare così la caduta di rifiuti nel fosso. Si parlerà inoltre della modifica degli articoli 3 e 7 del Regolamento di Polizia Locale, si chiederà l’approvazione delle modifiche al regolamento comunale per le mostre mercato, della proposta progettuale sul futuro e la valorizzazione del castello di Santa Severa ed infine del regolamento per la detenzione e la tutela degli animali.