Giorno: 23 Novembre 2015

L’epigenetica della violenza: le risposte del territorio per le donne.

Riceviamo e pubblichiamo. In Italia quasi 7 milioni di donne tra i 16 e i 70 anni hanno subito almeno una volta, all’interno o all’esterno della famiglia, una violenza fisica o sessuale, o entrambe. Le conseguenze di queste violenze possono perdurare per tutto l’arco della vita, affliggere anche le persone che circondano la vittima, in particolare i figli, e avere seri effetti negativi sulla salute fisica e mentale, sulla formazione scolastica, sull’occupazione e sull’economia generale del paese. I servizi di Pronto Soccorso degli ospedali sono i luoghi ai quali le donne vittime di violenza si rivolgono, quando decidono di chiedere aiuto o quando il livello di violenza rende assolutamente necessario un intervento sanitario.

Il 25 novembre, giornata mondiale per il contrasto alla violenza sulla donna, vorremmo condividere con voi le iniziative messe in campo nel nostro presidio territoriale (ASL- RMF) grazie al progetto nazionale del Ministero della Salute per la prevenzione e il contrasto della violenza di genere. Durante questo incontro, che si svolgerà dalle ore 20.00 presso la libreria “Il Filodisofia”, cercheremo di illustrare il percorso di riconoscimento della violenza e della presa in carico della donna, l’importanza dell’approccio multidisciplinare e della rete territoriale. Saranno fornite tutte le informazioni necessarie e sarà illustrato il percorso che, una donna vittima di violenza fisica, sessuale, psicologica certa o presunta, effettua in PS. Inoltre parleremo del progetto di ricerca che prevede l’identificazione della violenza anche a livello molecolare, presenza di  modificazioni epigenetiche, per prospettare interventi terapeutici più mirati e efficaci.

Vi invitiamo a partecipare a questa iniziativa per iniziare con noi un percorso volto al  contrasto della violenza contro le donne, e non solo.

 

 

Agnese Testoni, Eloise Longo, Simona Gaudi

“Banzai Surf Challenge 2015” Tutto pronto per il gran finale del campionato italiano di surf categoria open uomini e donne.

locandina DEFINITIVA DEL 22-11Riceviamo e pubblichiamo. Dopo la terza tappa disputata in Sicilia i migliori surfisti italiani sono chiamati a contendersi gli ultimi punti disponibili per scalare la classifica fino a raggiungere il primo posto ed innalzare il trofeo di campione italiano di surf per l’anno in corso. Teatro dello scontro finale sarà Banzai Beach a Santa Marinella in provincia di Roma. Banzai è a detta di tutti gli appassionati una delle più belle onde d’Italia ed è per questo che la cittadina balneare di Santa Marinella si è da tempo abituata ad ospitare eventi di tale portata. Il Banzai Surf Club, grazie alla ventennale esperienza maturata nell’organizzazione di competizioni nazionali ed internazionali garantirà, come sempre, i migliori standard organizzativi offrendo anche per l’edizione 2015 uno spettacolo da non perdere. La Fisurf, Federazione Italiana Surfing, continuerà a sostenere tutto il movimento surf italiano garantendo il rispetto dei regolamenti e la presenza di giudici qualificati ISA (International Surfing Association), per la migliore riuscita dell’evento. Il Banzai Challenge 2015 è reso possibile grazie all’impegno di: Main Sponsor: – Banzai Surf Shop – X surfboards – Ocean & Earth – Free Lens Sunglasses System – Kalufa Surf Camp & School Lanzarote – Surfmaldive.com Con la collaborazione di: – Oak Movie Studio – Angels Clean – Pizzeria i Peperoncini – GI.MA. – Sicurezza sul lavoro – Leonardo2000 Graphics & Print – Banzai Surf & Sup School Staff: – Banzai Surf Club Patrocinio: – Fisurf Media partner: – surfcorner.it – surftotal.it – surfers.it – 4actionsport.it – Idea radio – banzaisurfarea.eu Ai vincitori, un montepremi in denaro di € 600 e premi in per un controvalore di € 2000. Gli atleti sono tenuti ad effettuare la preiscrizione inviando una mail a mofspirit@yahoo.it indicando gli estremi della tessera Fisurf, il Nome, il Cognome la data ed il luogo di nascita, il numero di cellulare ed il codice fiscale che servirà per il pagamento dei premi in denaro. L’iscrizione è fissata in € 25,00. Dovrà essere esibito all’atto dell’iscrizione o spedito via mail copia del certificato medico di idoneità alla pratica sportiva agonistica. Gli atleti attualmente presenti nel ranking avranno priorità di iscrizione sugli altri atleti. Le segnalazioni saranno pubblicate primariamente sul sito federale www.fisurf.net con il consueto semaforo che girerà al verde almeno 48 ore prima del giorno di gara. L’organizzazione, per gli atleti che avessero la necessità di pernottare, segnala le seguenti strutture convenzionate: – Hotel L’isola e B&B Residenza Isola (a circa 6km dal campo gara) – Piazza Trieste, 6 – 00058 Santa Marinella (RM) – Tel. 0766 512875 – info@hotelisola.com ( € 30,00 a pax obbligatorio camera Doppia incluso prima colazione ) – B&B Rosemary – Via Aurelia, 38 – 00058 Santa Marinella (Rm) – tel. 0766 510019 ( a circa 500mt dal campo gara ) ( € 60,00 una camera doppia 1 notte , la prima colazione è dalle ore 9,30 ) Contatti: mofspirit@yahoo.it Info-line 393 915 90 25 Raggiungere Banzai a Santa Marinella Autostrada Roma-Civitavecchia: Uscita Santa Severa/Santa Marinella, proseguire sulla statale Aurelia verso santa Marinella e dopo circa un km girare a sinistra in Via Umberto Nobile. Con la nave, sbarcare al porto di Civitavecchia e prendere l’autobus Co.Tra.L direzione Santa Marinella/Roma, vi aspettano circa 25 min. di strada, chiedere all’autista la fermata, sicuramente saprà indicarvela, altrimenti tenete d’occhio la strada e preparatevi a scendere in prossimità dell’Hotel Portofina. Con l’aereo, atterrati all’aeroporto internazionale di Fiumicino un Taxi potrebbe costarvi troppo (Fiumicino Banzai sono più di 50km) quindi potreste raggiungere Roma con il treno speciale Fiumicino Aereoporto/Roma Termini o con il Pulman. Arrivati a Roma potreste prendere il Treno e scendere alla Stazione di Santa Marinella, dalla Stazione prendere un Autobus e seguire le indicazioni riportate per il tragitto via nave.

Castrum Novum: storia e archeologia di una città romana nel territorio di S. Marinella i recenti scavi, le scoperte, il progetto di valorizzazione Conferenza pubblica sabato 28 novembre 2015 ore 16:30 Sala Flaminia Odescalchi

 

Locandina castrum novum x il 28Riceviamo e pubblichiamo.  Il 28 novembre p.v.  a Santa Marinella, presso la Sala Flaminia Odescalchi  in via della Libertà 119/A, con inizio alle ore 16,00 si terrà una importante Conferenza, ad ingresso libero e gratuito, dal titolo: “ Castrum Novum storia e archeologia di una città romana nel territorio di Santa Marinella”. La conferenza verterà sui recenti scavi, le scoperte ed il progetto di valorizzazione del sito archeologico appartenente  alla città fortificata romana risalente all’epoca della prima guerra punica. Il chairman della conferenza sarà l’archeologo dott. Flavio Enei direttore del Museo del Mare e della Navigazione Antica – Museo Civico di  Santa Marinella – che è anche il coordinatore, fin dall’inizio, delle ricerche  effettuate nella località suddetta che  sorge a ridosso di Capo Linaro. All’evento parteciperanno, fra gli altri, anche la Soprintendente Archeologia del Lazio e dell’Etruria Meridionale d.ssa Alfonsina Russo, la responsabile della Zona Archeologica, sempre per la Soprintendenza, d.ssa Rossella Zaccagnini, il presidente del GATC (Gruppo Archeologico del Territorio Cerite – onlus)  Renato Tiberti  ed il  “padrone di casa”, nella persona del sindaco di Santa Marinella, dott. Roberto Bacheca. Interverranno inoltre il dott. Stefano Giorgi responsabile del Centro Studi Marittimi del GATC, l’ing. Albino Bartolini ed il dott. Alessandro Grapeggia responsabili delle prospezioni georadar, l’arch. Enza Evangelisti ed il consigliere comunale Andrea Passerini per il progetto del Parco Archeologico di Castrum Novum. Nel corso della conferenza sarà anche presentato, a cura dell’arch. Carlo Pisacane vice sindaco di Santa Marinella e del consigliere comunale Patrizia Befani, il video di promozione e marketing del Patrimonio Territoriale e Storico-Archeologico del Comune di Santa Marinella. Fra l’altro durante la conferenza sarà proiettato, oltre a tutta una serie di foto degli scavi, anche un filmato ripreso dall’alto con un drone. A Castrum Novum le ricerche archeologiche sono in corso da un lustro  (dopo un primo anno di fondamentale preparazione) ed ad esse partecipano, oltre ai volontari specializzati del GATC,  anche  due università francesi quelle di  Amiens e Lille 3 ed una ceca quella di South Boemia, con il tutto,  ovviamente, supervisionato dalla suddetta Soprintendenza. Quest’anno, durante l’ accurata campagna di scavo, sono emersi, fra l’altro, anche i resti di un teatro, di varie fondamenta di case risalenti a differenti epoche ( a partire dal III secolo a.C.) e di una piazza pedonale in basoli. Tutte situazioni queste (insieme ad altre) che saranno illustrate, con dovizia di particolari, nella suddetta importante conferenza che si svolgerà, come detto, il 28 p.v. alla Sala Flaminia Odescalchi di Santa Marinella. Vogliamo ricordare che, con una relazione di Flavio Enei, di Castrum Novum si è parlato anche durante  il  secondo Convegno Internazionale concernente  il Mediterraneo e la Storia; convegno, organizzato dal prestigioso  Institutum Romanum Finlandiae, che, in questa occasione, si è svolto  ai primi di ottobre ad Ischia (la Pithekoussai  greca- la più antica colonia greca d’occidente- poi Pithecusae  romana -) ed il quale ha avuto il titolo: “Nautae Longe a Patria Sua Vivunt” (I marinai vivono lontani dalla loro patria). Ad esso hanno partecipato studiosi finlandesi, statunitensi, canadesi, francesi, svedesi ed italiani che hanno accolto la relazione di Enei,  supportata dalle relative immagini, con estremo interesse  scientifico.

a.g.

Lettera aperta al Segretario provinciale del PD Rocco Maugliani e agli elettori e simpatizzanti del PD S.Marinella

Riceviamo e pubblichiamo. Gentile Sig. Maugliani, Il 9 ottobre u.s. noi tre membri di minoranza del direttivo del circolo PD di Santa Marinella – Santa Severa (Marina Fornaro, Irene Pisani e Giancarlo Ricci) Le abbiamo scritto una lettera in cui La mettevamo al corrente di un’evidente mancanza di democrazia all’interno del nostro circolo (dove, sin dal congresso, la minoranza è stata palesemente esclusa non solo dalle decisioni, ma anche dal dibattito interno), della quasi totale assenza di attività  (non solo politica)  del circolo e del distacco totale dai suoi iscritti e simpatizzanti (che più volte hanno richiesto un’assemblea aperta per poter condividere le problematiche locali),   chiedendoLe di intervenire. A tutt’oggi Lei, Segretario Provinciale, non ha ritenuto di rispondere alla nostra lettera in modo ufficiale: ha risposto, però, (se pure dopo quasi un mese) alla stessa lettera inviataLe per errore da Emanuele Piendibene, altro iscritto al circolo PD di Santa Marinella. In questa Sua lettera, cito testualmente, Lei scrive: “mi corre l’obbligo di informarti che la vostra permanenza nel PD non è compatibile con le iniziative da voi intraprese insieme a soggetti politici diversi dal nostro partito. Pertanto non capisco il senso delle vostre richieste avendo con tutta evidenza scelto voi strade politiche diverse  non compatibili con la nostra”. Circa un anno fa noi tre e qualche altro iscritto abbiamo fondato l’associazione politica “E’ Possibile”. L’associazione è nata dall’esigenza di dare un contributo di idee e proposte su tematiche importanti per il territorio, vista l’impossibilità di farlo all’interno del circolo PD.  In seguito, a questa associazione hanno aderito altre persone, alcune delle quali non iscritte ad alcun partito politico. Il  confronto concreto sulle cose ci ha portato a contatto con persone di varie e diverse sensibilità politiche, con il circolo SeL di Santa Marinella e con la lista civica di ACP con cui  abbiamo collaborato in modo significativo. Insieme, infatti, abbiamo dato corpo al progetto per il Castello di S.Severa, acquisito in Regione e fatto proprio dal Consiglio Comunale; redatto la mozione per inserire nella C.I la Dichiarazione di volontà per la Donazione di  Organi e Tessuti Organici; ci siamo impegnati per la raccolta firme a sostegno della Gestione, Tutela e Incremento del Verde nella nostra città, dei Piani per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche, della revisione del ‘progetto piazza’ e ci siamo occupati anche  dell’annoso problema dei parcheggi a pagamento di S. Severa. Sicuramente per mancanza di visione politica non riusciamo a vedere come queste iniziative possano essere incompatibili con la nostra permanenza nel partito, né quali siano “i soggetti politici diversi” e, e tanto meno, quali siano queste strade politiche diverse e “non compatibili con  la nostra”. Però, forse, a ben riflettere sul quadro politico locale e sul contributo ad esso fornito dal PD locale (sempre fermamente seduto in seconda fila, forse per non disturbare) si cominciano a intravedere i contorni di un  possibile disegno politico diverso e comincia ad avere senso la resistenza cieca (e, per noi, ottusa) di discutere le nostre proposte che, sempre secondo noi, l’avrebbero messo a capo dell’opposizione e di un’eventuale futura coalizione; comincia ad avere senso l’opposizione del consigliere comunale  Andrea Bianchi, che nel caso migliore si può definire tiepida e intermittente; comincia ad avere senso il rifiuto di prendere iniziative che radicassero maggiormente il circolo sul territorio e che aggregassero chi – pur esprimendo il proprio voto di opinione per il PD –  poco o nulla conosce della realtà di una città in cui ha scelto di vivere, ma nella quale non lavora e non ha alcun radicamento familiare. A guardare gli ultimi accadimenti in città, ad osservare riunioni e  incontri più o meno clandestini che hanno avuto e stanno avendo luogo, a prendere in considerazione – se pure ’con un grano di sale’-  le voci e i ‘si dice’ e constatare che chi nulla ha mai fatto  per aggregare consensi attorno al partito si sta già muovendo a livello personale usando qualsiasi pretesto per contattare  persone e famiglie   quasi si fosse già in campagna elettorale… non si può fare a meno di sospettare che qualcosa ‘bolla in pentola’. Magari qualcosa di politicamente ambizioso, qualcosa che si allinea con la nuova politica del PD che rientra nell’idea di Partito della Nazione e dell’alleanza di cui si parla tanto per Roma con Forza Italia. Magari si potrebbe pensare a qualcosa di analogo anche per Santa Marinella, utilizzando, se mai, una lista civica che possa servire da ‘camera di compensazione’ per filtrare e mettere assieme voti di provenienza opposta per sostenere la futura amministrazione e le ambizioni di chi, eventualmente, voglia andare in Regione e poi  quelle di chi, sempre eventualmente, voglia essere (ri)eletto al Parlamento o chissà dove. E, naturalmente, alla luce di queste ipotesi, bene ha fatto Lei, Segretario Maugliani, con la lungimiranza e la responsabilità dettate dal Suo ruolo, a intuire/capire che noi non saremmo stati adatti  a realizzare un progetto politico del genere, che non avremmo voluto seguire una strada che va esattamente nella direzione opposta a quella del progetto politico per il quale il PD ha avuto mandato dai suoi elettori nelle ultime elezioni, che la nostra idea era di restare nel partito sicuramente fino al prossimo congresso per cercare di cambiarne la linea dall’interno, almeno a livello locale. Quello che bisogna sottolineare e che ci teniamo a ribadire, però, Segretario, è che è evidente che non siamo stati noi a “scegliere strade politiche diverse”: pensiamo che lo dovrebbe riconoscere, almeno per correttezza, ma pensiamo anche che se pure non lo fa questo non modifica la realtà. Salutiamo il Segretario del circolo PD di Santa Marinella – Santa Severa Aldo Carletti, che non è mai stato il Segretario di tutti; e poi i membri del Direttivo rimasti: Paola Fratarcangeli e Luca Giallatini (che pur non avendo partecipato quasi mai ai direttivi non hanno fatto mai mancare il loro sostegno morale e psicologico),  Francesco Benci (che con infaticabile coerenza continua da anni a dare il suo contributo, sempre nuovo, alla politica del circolo),  Stefania Nicolai  (flessibile e insostituibile factotum senza la quale l’organizzazione del circolo e i suoi bilanci sarebbero nel caos) e Pierluigi D’Emilio e Biagio Di Bella (che hanno profuso impegno e speso energia nel contribuire con idee e azioni).

Salutiamo anche lei, Segretario. Lasciamo questo PD di Santa Marinella senza rimpianti e  facciamo gli auguri  a noi e al nostro gruppo  che con la correttezza e l’impegno che ci hanno sempre contraddistinto continuerà a dare il proprio contributo di idee e partecipazione sul territorio.

Comune di S. Marinella: Workshop gratuito per tutte le “coppie”

Comune di Santa MarinellaRiceviamo e pubblichiamo. Si porta a conoscenza della cittadinanza,  ed in particolare delle giovani coppie sposate o conviventi e di quelle in procinto di contrarre matrimonio, che l’Amministrazione comunale  di Santa Marinella ha inteso promuovere un ciclo di incontri finalizzati all’analisi delle dinamiche giuridiche, psicologiche ed amministrative legate alla vita di coppia e genitoriale, con particolare riguardo ai reciproci diritti e doveri nascenti sul piano normativo, delle più probabili cause di crisi, e delle possibili soluzioni. Una  equipe interdisciplinare, formata da qualificati professionisti, metterà a disposizione delle coppie interessate  un metodo di “aiuti integrati” con lo scopo di offrire loro  risposte  a dubbi e curiosità. Il primo appuntamento  è previsto per il giorno 2 dicembre 2015 alle ore 18:00 presso l’ufficio separato di stato civile al Castello Odescalchi di Santa Marinella, in Via Roma, 11.
La partecipazione al WORKSHOP è gratuita ed è aperta a tutta la cittadinanza.
L’iscrizione è obbligatoria.
Il modulo di adesione è scaricabile sul sito del Comune: http://www.santamarinella.rm.gov.it
Per informazioni: Ufficio stato civile Lungomare G. Marconi, 101 TEL. 0766671601  0766671608 – 0766671609

Cerimonia per la consegna dei nuovi gradi agli agenti del Comando di Polizia Locale di Santa Marinella

DSC05237Si è svolta questa mattina, alla presenza del Comandante della Polizia Locale dott. Mario Adinolfi e del Consigliere Comunale Massimiliano Calvo, la cerimonia per la consegna dei nuovi gradi agli agenti del Comando di Polizia Locale di Santa Marinella.
“Abbiamo voluto riconoscere – hanno commentato il Sindaco Bacheca ed il Consigliere Calvo – un avanzamento di grado ai nostri agenti di Polizia Locale , visto e considerato che le posizioni orizzontali sono bloccate da diversi anni, così da gratificare l’impegno che gli agenti dimostrano quotidianamente attraverso le prevenzione ed il controllo del nostro territorio.
Auguriamo al Comandante e a tutto il Corpo di Polizia Locale un proficuo lavoro”.

Roma: Terrorismo e Giubileo Domani Martedi 24 novembre 2015 ore 11 Palazzo Valentini, Sala Peppino Impastato Città Metropolitana di Roma, Via IV Novembre, 119/a

Riceviamo e pubblichiamo.La minaccia terroristica incombe su Roma, descritta dai massimi esperti di antiterrorismo internazionale come uno dei principali obiettivi sensibili italiani. Una condizione con la quale devono convivere ogni giorno milioni di semplici cittadini, siano essi abitanti della Capitale o turisti. Nel corso della conferenza stampa “TERRORISMO E GIUBILEO: ROMA SI MOBILITA”organizzata dal movimento DIFENDIAMO L’ITALIA DAL TERRORISMO e con il contributo tecnico-scientifico dell’ECOLE UNIVERSITAIRE INTERNATIONALE sarà illustrato nel dettaglio un importante accordo chiuso con alcune realtà della Capitale in termini di prevenzione e sicurezza e stilato un decalogo, rivolto ai cittadini, di cose utili da sapere in questo nuovo clima di tensione. Si tratta di un attività mai realizzata per nessuna capitale internazionale che di fatto mette a disposizione i cittadini e le realtà pubbliche e private per la sicurezza della collettività. Tramite le indicazioni, i suggerimenti e gli accorgimenti di alcuni dei massimi esperti nazionali di sicurezza verranno affrontate le tematiche del terrorismo attuale con il cambiamento di strategia che si è delineato a Parigi. Come si muoveranno i terroristi? Come prevenire le loro mosse? Dove realmente si finanziano? Come si riconoscono? Alla conferenza stampa interverranno:

Stefano Scaini, esperto in materiali esplodenti ed energetici. Docente presso la Marina Militare italiana. Docente universitario. Docente Eurojust. Consulente a disposizione per la Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Alessandro Montanari, esperto in sicurezza aeroportuale e siti sensibili. Formatore ENAC per la security aeroportuale e Trasporto Aereo. Certificato operatore della sicurezza ENAC.
Pietro Scuricini, Già Capo sezione cooperazione bilaterale con i Paesi dell’Africa, Stato Maggiore dell’Esercito.
Francesca Fanti, sociologa. Ricercatore École Universitaire Internationale. Autrice del libro di ricerca “The Lone Wolf – Il lupo solitario nell’evoluzione terroristica”
Sabrina Magris, presidente École Universitaire Internationale. Già docente COTIPSO-UN in Antiterrorismo e Nuove facce della comunicazione. Già docente incaricato NATO in negoziazione ostaggi. Psicologo investigativo.
Fabrizio Santori, Consigliere Regione Lazio già Presidente Commissione Sicurezza Comune di Roma

Per info e accrediti stampa
Ufficio Stampa Difendiamo L’Italia dal Terrorismo
Michele Ruschioni – ruschionimichele@gmail.com – 3289551503

Roma, 23 Novembre 2015

Bruxelles, la voce dell’europa della società civile 14esimo meeting europeo “Persone in Povertà”: creare lavoro non basta, per combattere la povertà è indispensabile la tutela di tutti i diritti.

 

Riceviamo e pubblichiamo. Bruxelles, 21 novembre 2015 (dai nostri inviati*)– “Creare lavoro non basta: per combattere la povertà serve che i cittadini vengano trattati con dignità e che tutti i diritti come il cibo, l’istruzione, la salute, il lavoro, la casa, un reddito minimo adeguato non siano un opzione, ma una realtà concreta” – queste le conclusioni del quattordicesimo meeting europeo “Persone in Povertà”, organizzato da European Anti Poverty Network (EAPN), tenutosi a Bruxelles il 19 e 20 novembre. Due giornate cariche di emozioni, condivisione di idee, storie ed esperienze in cui trenta delegazioni, circa 150persone, provenienti da tutta Europa, e composte da persone che vivono in condizioni disagiate, ma anche da persone dedite alla solidarietà, si sono riunite per confrontarsi e affrontare, al fianco di funzionari e politici della Commissione Europea, il tema della lotta alla povertà e delle politiche sociali. Con l’obiettivo di portare all’attenzione dei politici soluzioni concrete mirate all’ottenimento di una maggiore convergenza sociale nell’Unione Europea. In una Bruxelles militarizzata per la lotta al terrorismo, con coraggio. Quest’anno i workshop hanno giocato un ruolo fondamentale nella ricerca di risposte concrete nella lotta alla povertà. Cinque laboratori, divisi in gruppi di sei delegazioni. I punti chiave emersi: la richiesta di ottenimento del reddito minimo adeguato, la necessità di avere accesso ai servizi primari come casa, salute, cure, servizi sociali, istruzione ecc, l’accesso a una buona qualità dell’educazione, la possibilità, per i cittadini, di partecipare attivamente alle scelte politiche riguardanti questioni sociali e non, il coinvolgimento dei politici e dei media per monitorare e rendere più visibili le attività delle associazioni o dei singoli cittadini, e politiche di accoglienza per i migranti. Il Vicepresidente di EAPN Saviour Grima (Malta) in conclusione dei lavori ha commentato: “Abbiamo bisogno di un’Europa consapevole del proprio patrimonio, capace di difendere e costruire, orgogliosamente, una comunità unita dalla sicurezza sociale e dal funzionamento dei servizi adeguati al tempo in cui viviamo. I leader europei devono affrontare una sfida importante per unire un’Europa divisa, un’Europa colpita da crescenti disuguaglianze e da notevole aumento di povertà, un’Europa che rischia, a lungo andare, di voltare le spalle ai più esclusi”

Ogni delegazione ha avuto inoltre la possibilità di allestire uno spazio per presentare i propri progetti e il proprio territorio di provenienza. Foto e messaggi che raccontavano, da una parte, la bellezza dei luoghi di provenienza, dall’altra, quello che molti occhi non vedono: storie di povertà, esclusione e degrado. Verità che spesso vengono celate agli occhi dei cittadini, troppo spesso messi da parte e trattati come semplici spettatori di una storia che invece, dovrebbero scrivere in qualità di attori protagonisti per avere il diritto di essere parte integrante e cosciente del cambiamento. Ma anche il diritto di essere rispettati in qualità di esseri umani e cittadini del mondo. Il diritto di vivere, non di sopravvivere, questo l’assioma fondamentale che riassume, in poche parole, quello che è emerso durante questi due giorni di lavoro, un fondamento che cela, tra le proprie righe, la necessità di continuare a lavorare per la costruzione di un’Europa in cui il diritto di vivere, di lavorare, di avere accesso a tutti i servizi, ai saperi e alla cultura, non sia negato a nessuno, e in cui, inoltre, ci sia pari dignità, uguaglianza e democrazia per tutti, un’Europa, insomma, che sia realmente vicina ai cittadini. L’iniziativa è stata realizzata con il sostegno della Commissione Europea e della Presidenza lussemburghese del Consiglio dell’Unione europea e del fondo EAPN.

* (dai nostri inviati a Bruxelles Francesca Emilio e Nicola Perrone)

 

Ufficio Stampa Cilap, Nicola Perrone, ufficio.stampa@cilap.eu – M 329.0810937

 

Progetto Itinerando:  le bellissime Vasche di Maccarese

il tramonto alle vasche
il tramonto alle vasche

Riceviamo e pubblichiamo. A grande richiesta domenica 29 novembre ultima imperdibile occasione dell’anno per visitare le bellissime Vasche di Maccarese in compagnia di un esperto ornitologo. Una passeggiata all’interno di questa bellissima zona umida, alla scoperta della bellezza che la contraddistingue nel momento più suggestivo della giornata: il tramonto. Al termine della visita un caldo saluto con un buon sorso di tè e dolci!

Grazie mille
www.programmanatura.it

 

Scuolambiente organizza anche quest’anno la Festa dell’Albero

Festa dell'Albero 2015
Festa dell’Albero 2015

Venerdì 20 novembre 2015 Scuolambiente con il suo Forum Giovani ha organizzato insieme alla sezione D infanzia della maestra Lucia Marfella dell’ Istituto Comprensivo Salvo D’acquisto di Cerveteri, la messa a dimora nei giardini della scuola materna Tyrsenia di una pianta d’albicocca offerta gentilmente dal Vivaio Top Garden,  che da anni è uno degli sponsor più attivi di Scuolambiente. E’ stato molto bello poter vivere una mattinata  insieme a questi piccoli bambini, ma già molto attenti all’ambiente partendo dal semplice scavo della buca nel terreno fino alla messa a dimora della pianta. Per concludere i bambini insieme alla maestra, alla presidente di Scuolambiente Maria Beatrice Cantieri e il coordinatore del Forum Giovani Davide Mattolin hanno fatto un girotondo tutti insieme dedicato a tutti i bambini del mondo con un bacio verso il cielo a tutte le vittime degli attacchi dell’ISIS. La giornata ideata per celebrare “La Giornata internazionale dell’infanzia” è stata dedicata al diritto alla pace per  tutti i bambini del mondo… e  infatti  ha avuto come  simbolo un  albero da frutto, con la speranza che a Primavera  si possano raccogliere frutti di pace!

 

FORUM GIOVANI SCUOLAMBIENTE

Violenza sulle donne e mutilazioni genitali femminili in Italia Incontro - dibattito a Cerveteri il 25 Novembre 2015

 

Locandina 25 nov 2015 SNOQRiceviamo e pubblichiamo. In occasione della Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza sulle Donne, l’Associazione “SENONORAQUANDO-Cerveteri” organizza un incontro-dibattito per affrontare il tema delle Mutilazioni Genitali Femminili in Italia. L’appuntamento si terrà il prossimo 25 Novembre, alle ore 20,30, presso la Sala Ruspoli in Piazza Santa Maria, a Cerveteri. Ogni anno si stima che nell’Unione Europea i casi di mutilazioni genitali femminili siano circa 300mila, e di questi circa 20mila solo in Italia. “Il tema è di estrema attualità proprio in virtù dei flussi migratori che interessano il nostro Paese – dichiara Maria Grazia Sfregola, Presidente di SENONORAQUANDO-Cerveteri – Si tratta di un’emergenza umanitaria che colpisce un gran numero di donne immigrate in Italia ed in Europa, oltre che milioni di donne nel mondo. Un rituale sotterraneo e violento attuato da donne, madri e nonne, sulle proprie figlie e nipoti. Nello stesso tempo è anche un’emergenza sanitaria a cui dovremmo trovarci preparate/i e sulla quale oggi è importante sensibilizzare le istituzioni e la cittadinanza”. All’incontro, patrocinato dal Comune di Cerveteri, interverranno la medica volontaria di “Bambini nel Deserto” Ong Onlus Assunta Santonati, l’antropologa Erica Eugeni ed il Presidente dell’AMSI (Associazione Medici Stranieri in Italia) Prof. Foad Aodi. A seguire, letture di testimonianze di donne infibulate tratte dal libro “La Valigia dei Ventagli. Percorsi creativi per la conoscenza delle mutilazioni genitali femminili” e dibattito con il pubblico. Ingresso libero.

Per info

Associazione di Promozione Sociale SENONORAQUANDO-Cerveteri

snoq.cerveteri@gmail.com

 

Calcio S.Marinella – Virtus Bolsena 4-2

12270591_788565027921494_84128195_nCAMPIONATO PROMOZIONE GIRONE A S.MARINELLA – VIRTUS BOLSENA 4-2 Vittoria interna per la santa contro la Virtus Bolsena, squadra cenerentola del campionato che si presentava all’incontro con parecchie defezioni, dal canto loro i locali si presentavano in campo con gli attaccanti Ferro e Bastianelli non al meglio della loro condizione fisica. Partono a razzo i ragazzi di Dominici che al quarto minuto sono già in vantaggio grazie a Marco D’orinzi, il gol e la facile vulnerabilità della retroguardia ospite sprona i locali a cercare constantamente la rete, infatti nel giro di 4 minuti tra il 27° e il 31° trovano la rete con Simone Ferro prima e GianMarco Bastianelli dopo. Con la partita in ghiaccio i rossoblu cominciano a giochicchiare e i lacuali accorciano al minuto 42 con Steskovic. Nella ripresa il Santa Marinella forte del vantaggio, invece di amministrare comincia a giocare e a sprecare con facilità tanto è che al 79° la Virtus Bolsena si ritrova in partita grazie alla marcatura di Miceli. Tuttavia non è giornata per gli ospiti perchè mentre tutti si aspettano un finale di sofferenza, invece con tutta la Virtus Bolsena riversata nella metà campo santamarinellese , una micidiale ripartenza all’81° del velocissimo Giorgio Bevacqua, permette al centrocampista di arrivare al limite dell’aria esterno e con un preciso cross a porgere la palla del 4 a 2 a D’orinzi che con un bel pallonetto scavalca l’estremo viterbese. La gara in pratica finisce qui con i rossoblu che possono gioire per una vittoria importante ai fini della classifica.