Giorno: 25 Gennaio 2016

Scuolambiente: incontro a scuola “la natura a tavola”

LOGO LA NATURA A TAVOLAIl giorno lunedì 11 gennaio le classi 1M 1N e 1H si sono recati nella sala teatro dell’Istituto comprensivo ”Corrado Melone” per assistere ad un incontro sull’agricoltura biologica tenuto da un agricoltore e direttore di un azienda agricola di nome Massimo Bistacchia.

L’ esperto per prima cosa ha spiegato ai ragazzi che cosa significa il termine agricoltura biologica dicendo che è un agricoltura senza sostanze nocive (insetticidi, pesticidi, concimi chimici) per i prodotti coltivati e per l’ambiente e da dove si ricavano ortaggi e frutta sani.

Poi ha parlato dell’agricoltura convenzionale, che ovviamente lui non pratica, dove si usano le sostanze chimiche prima elencate che inquinano perfino il mare! Invece in agricoltura biologica si asseconda il ciclo della sostanza organica: si fa decomporre la sostanza organica per farla trasformare in humus. L’humus ha tutte le sostanze necessarie per far crescere i vegetali.  Dopodiché   l’esperto ha spiegato come si riesce a fare questa agricoltura biologica e come evitare i concimi chimici: si possono usare il letame come concime e i sovesci che consiste nel ricreare l’habitat della sostanza organica invece di usare sostanze chimiche per mantenere in vita le piante e poi inoltre bisogna creare la sostanza organica mettendo delle erbe speciali per farla crescere e trasformarsi in humus, nutrimento per le piante. Invece in agricoltura convenzionale per creare le sostanze organiche si usa il petrolio che è estremamente inquinante e inoltre queste sostanze costano moltissimo invece in agricoltura biologica si usa la tecnica del riciclo cioè che le piante infestanti vengono utilizzate come sovesci

Infine Massimo ha fatto dire ai ragazzi perché si usa l’agricoltura biologica e loro hanno risposto:

.  Per il nutrimento

.  Contro le malattie

.  Non inquinare

.  Salvaguardare il terreno

. Economia

.  Abituarsi al biologico

.  Futuro

L’incontro si è concluso  con un grande insegnamento per tutti noi e per le nostre famiglie: mangiamo biologico!!!

Anche questo incontro è stato molto interessante e coinvolgente, e ha dimostrato a noi ragazzi che si può imparare in tanti modi, non solo dai libri, ma anche grazie agli esperti che ci spiegano benissimo ciò che sanno.

 

ALESSANDRO SILVESTRI –I M

Consiglio Comunale convocato in data Mercoledì 27 gennaio alle ore 10.00 presso la Sala Flaminia Odescalchi

Un momento del consiglio comunale
Un momento del consiglio comunale

Consiglio Comunale convocato in data Mercoledì 27 gennaio alle ore 10.00 presso la Sala Flaminia Odescalchi (Via della Libertà 19):

 l’O.d.G.
1) Comunicazioni del Sindaco;
2) Linee guida per approvazione del piano anticorruzione 2016-2018 – esame ed approvazione;
3) Approvazione programma degli incarichi e collaborazioni anno 2016;
4) Approvazione convenzione guardie zoofile – associazione Fare Ambiente.

Oncologia Oculare: a Palidoro un nuovo macchinario per la diagnosi del retinoblastoma

ONCOLOGIA OCULARE: AL BAMBINO GESU’ DI PALIDORO NUOVO MACCHINARIO PER LA DIAGNOSI DEL RETINOBLASTOMA Mercoledì 27 gennaio 2015, alle ore 13,30, presso la sede di Palidoro dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, verrà inaugurato un nuovo macchinario diagnostico di ultima generazione per la diagnosi del retinoblastoma. Interverranno Luca Buzzonetti, responsabile di Oculistica del Bambino Gesù, Cynthia Russo, responsabile del Fundraising e della Comunicazione Sociale della Fondazione Bambino Gesù Onlus, Daniele Vita, presidente dell’Associazione Italiana per la Lotta al Retinoblastoma e l’attrice Maria Grazia Cucinotta, testimonial dell’associazione. Saranno inoltre presenti le famiglie dei pazienti in cura

Cinema, Famiglia Gelardini: Morte dell’attrice Loredana Padoan semplicemente conosciuta con il nome di “Loredana”

Roma 25 Gen – L’attrice Loredana, al secolo Loredana Padoan, si è spenta serenamente lunedì 18 Gennaio alle ore 23.00 all’età di 91 anni.  Protagonista di pellicole degli anni ’40 come: “La signorina”, “Il re si diverte”, “La Fornarina”, “Grandi magazzini”, “Emigrantes” e tanti altri, recitando con  attori del calibro di Alberto Sordi, Vittorio De Sica, Aldo Fabrizi per la regia di Maestri come Righelli, Campogalliani e Guazzoni.  Aveva raggiunto notevole popolarità nel cinema post-bellico per poi ritirarsi dalle scene all’inizio degli anni ’50.

Ne danno il triste annuncio i figli, i nipoti e i familiari tutti.

 

Asd Monterosi – Santa Marinella Volley 2000 0-3 nona vittoria consecutiva sempre per 3 set a 0 per le schiaccia sassi santamarinellesi

foto di Mauro Lausdei
foto di Mauro Lausdei

Nuova vittoria per le ragazze della Santa Marinella Volley 2000, impegnate nel campionato di Prima Divisione. La compagine Santamarinellese era impegnata ieri nell’ottava giornata di campionato, in trasferta, sul campo del fanalino di coda della classifica il Monterosi. Partita senza storia già dalle prime battute, troppa la differenza tra i 2 medi, questo ha permesso al coach Guidozzi, di far ruotare tutte le ragazze in campo e provare nuovi assetti tattici. Adesso per l’ultima giornata di andata, la capolista riceverà il Tarquinia in casa, squadra non fortissima tecnicamente, ma molto tenace, sevirà un’altra bella vittoria, per poi prepararsi al meglio per il girone di ritorno e a due big match dove la squadra santamarinellese dovrà lottare contro il Bracciano e il San Giorgio,che probabilmente decideranno la stagione.

Asd Monterosi – Santa Marinella Volley 2000 0-3 — i parziali sono primo set 13/ 25 secondo set, 8/25 terzo set 9/25-

Vittoria complessa per la Basket Pyrgi Santa Severa Santa Severa strappa l’ultima vittoria del girone d’andata ai danni di Alatri

11698934_1099701046706818_3771747290103055852_oSanta Severa strappa l’ultima vittoria del girone d’andata ai danni di Alatri che, come prevedibile, nonostante la classifica la ponesse come ultima, forte anche di nuovi arrivi e recuperi rispetto ai precedenti impegni, si batte con assoluta tenacia e cade solo dopo un tempo supplementare sul campo avversario. Un avvio abbastanza scialbo con il Pyrgi che sembra prendere il sopravvento, ma giocando spesso senza convinzione, non riesce mai a scrollarsi di dosso gli avversari, i quali con ordine e merito restano sempre attaccati al match, che così viaggia sui binari di un equilibrio che nessuno riesce a rompere, con il punteggio che a metà gara si ferma sul 36-36. Nel terzo quarto ed accelerando un po’ di più all’inizio dell’ultimo periodo, i padroni di casa riescono ad accumulare un vantaggio che li porta sul +8, sul 64-56, ma è proprio qui che ancora una volta invece di affondare il colpo decisivo, il Pyrgi si rilassa e viene pian piano riavvicinato da un Alatri mai domo, che addirittura riesce prima con una tripla di tabellone ed infine a fil di sirena ad infilare un altro tiro da 3 punti decisivo per pareggiare i conti sul 75-75 e mandare la sfida all’overtime.

Per il Pyrgi si profila così lo spettro dell’ultima partita in casa con il Fonte Roma che ha sostanzialmente avuto le stesse modalità nei minuti finali e nell’epilogo verso l’overtime. Fortunamente però si conclude in maniera differente, perché con estrema veemenza finalmente il Pyrgi tira fuori gli artigli (un po’ tardi però), e piazza un parziale di 18-0 nei 5 minuti finali che non lascia scampo agli avversari ormai visibilmente stanchi per lo sforzo profuso; qualche scaramuccia di troppo in campo inoltre allunga oltremodo la contesa, ma di fatto non sposta gli equilibri, con la partita che si chiude sul 93-75.

Si chiude con questo match un giorne di andata in cui il Pyrgi è riuscito ad ottenere oltre il 50% di vittorie, che lo pone in classifica esattamente a metà, ma più vicino alla zona plyoff che a quella playout: questo però deve essere più che un plauso, un avvertimento a non ripetere gli errori dell’anno passato ed a pensare esclusivamente all’obiettivo prefissato che è quello della salvezza senza passare dai playout, cominciando dal delicatissimo scontro diretto contro Vigna Pia di sabato 30 a Roma.

Pyrgi S.Severa 93 – Nuovo Bk Alatri 75 (dts)

Parziali: 17-15; 19-21; 22-17; 17-22; 18-0
Pyrgi S.Severa: Polozzi 2, Bezzi 10, D’Emilio 8, Di Iorio 8, Selis 24, Galli 15, Duca, Marrero 9, Feligioni 2, Sileoni 6, Fontana 9, Nanu. All. Rinaldi Ass. Ciprigno
Nuovo Bk Alatri: Frusone 14, Costantini 7, Retrosi 6, Verrillo 6, Cerica 3, Fiorini 23, Matera, Giansanti, Marini 8, Celani 8. All. Caporilli

Le proposte della minoranza non sono state considerate Dichiarano ACP “ Non ne abbiamo dato pubblicità fino ad ora, per rispettare la richiesta di non diffondere notizie sul bando avanzate dalla Maggioranza

E’ giunta in redazione una lettera protocollata a novembre 2015 e indirizzata a tutti gli organi competenti ed alcuni esponenti della Maggioranza, redatta da gran parte dell’opposizione. Le proposte, sono state avanzate, a finché fossero inserite nel bando, o per lo meno discusse in modo di trovare una formula migliore sotto alcuni aspetti. Come dichiarano ACP “ Non ne abbiamo dato pubblicità fino ad ora, per rispettare la richiesta di non diffondere notizie sul bando avanzate dalla Maggioranza, ma dopo la conferenza stampa di quest’ultima crediamo che sia giunto il momento di renderli noti. Nel documento che troverete qui sotto ci sono indicati anche i suggerimenti nostri e della minoranza in generale che la maggioranza ha accolto dopo una prima riunione di settembre”. Della minoranza, in quella riunione erano presenti: Bianchi per il PD, Ferullo per Progetto Centro, Vincenzi – ACP con Rocchi e Massera. I vertici di ACP dichiarano inoltre “Non ci sembra che siano stati invece accolti i suggerimenti che noi di ACP abbiamo inviato a novembre, che si riferivano a questioni non marginali, come la durata del contratto che secondo noi dovrebbe essere di 5 anni e non di 7, poi l’esternalizzazione del controllore, ed infine la questione delle nuove assunzioni ”. Di seguito vi alleghiamo la lettera protocollata a novembre dalla gran parte della minoranza, con testo integrale.

 

OGGETTO: Note e proposte sul nuovo bando per la raccolta differenziata e l’igiene urbana PREMESSO che la lettura della bozza di bando avrebbe costituito occasione di maggiore conoscenza, e puntualità nella proposta, rispetto all’ascolto della bozza, così come questa è stata esposta durante l’incontro di lunedì 9 novembre, in qualità di rappresentante della lista civica Un’altra città possibile, sintetizzo in queste note le nostre osservazioni, con l’auspicio che possano costituire un contributo fattivo. a. Riteniamo positivo da parte dell’Amministrazione l’aver accolto il suggerimento di riservare il 70% del punteggio alla proposta tecnica e il 30% a quella economica; b. riteniamo positivo l’accoglimento della proposta dello spazzino di quartiere; c. riteniamo positiva una rimodulazione della raccolta per quanto riguarda i condomini ; d. condividiamo l’intenzione di strutturare i controlli in modo puntuale e di indicare nel bando la modalità e l’importanza di tali controlli CHIEDIAMO ALL’AMMINISTRAZIONE DI VALUTARE CON ATTENZIONE PERPLESSITA’ E PROPOSTE CHE QUI INDICHIAMO 1) L’esperienza ci ha insegnato che la raccolta dei rifiuti e l’igiene urbana sul territorio comunale di Santa Marinella risultano essenziali per l’immagine di cittadina turistica e nel contempo elementi di forte criticità. In considerazione di ciò, e dopo aver approfondito la materia con specialisti del settore, non riteniamo opportuna né saggia la durata di 7 anni per l’appalto. Crediamo che una durata di 5 anni sia congruente con i periodi di ammortamento degli investimenti iniziali e garantisca la partecipazione di soggetti più strutturati e con migliore capacità tecnica. Non è del resto interesse del nostro Comune porsi il problema di far partecipare società di diversa tipologia, ma assicurare qualità al servizio e soprattutto ricambio ove questo, nonostante le premesse, non dovesse risultare soddisfacente. Non ci sembrano inoltre opportuni né sensati i confronti con altre realtà, così come ci sono stati proposti. Noi tutti conosciamo il territorio, e noi tutti dovremmo sapere che 7 anni di appalto possono diventare un tempo molto lungo nel caso che alla prova dei fatti i risultati non siano quelli che si aspettavano. Come già ripetutamente sperimentato. In via prudenziale, per il bene della città, chiediamo di prevedere per l’appalto una durata di 5 anni. 2) Chiediamo che il bando, e quindi il successivo contratto, diano al Comune la massima garanzia che siano spazzate TUTTE le vie cittadine e che sia possibile multare con severità la ditta nel caso sia inadempiente. Ci auguriamo di non dover più apprendere dalla persona del responsabile del servizio che la ditta non si può multare perché c’è una cartografia dello spazzamento che non indica tutte le vie, ma sole le principali. 3) Ci rende molto perplessi la necessità di ricorrere ad un soggetto esterno per il controllo (KPI) , visto che tale modalità avrebbe chiaramente dei costi aggiuntivi, quantificabili in 100mila euro annuali. Poiché gli uffici comunali avrebbero poi il compito di controllare il controllore, perché “esternalizzare” di nuovo un servizio? Chiediamo razionalizzazione e responsabilizzazione dell’ufficio ambiente, in modo che non ci siano intermediari a controllare la ditta. Si potrebbe agire in modo diverso, riducendo i costi: cioè commissionare ad un soggetto esterno la redazione delle procedure di controllo interno che il committente dovrà mettere in atto nei confronti dell’impresa appaltatrice. Lo stesso soggetto dovrà effettuare solo due audit semestrali di seconda parte i cui esiti dovranno essere messi a disposizione del sindaco e della forze politiche. 4) Il tetto minimo di percentuale per il riciclato è stato stabilito al 65% al terzo anno. Chiediamo di alzarlo di almeno 3 punti percentuali, ritenendo auspicabile il raggiungimento del 70% di riciclato come già si verifica in Comuni virtuosi. 5) Poiché il bando prevede maggiori assunzioni da parte della nuova ditta (oltre agli operai attuali che sarebbero tutti reintegrati nella nuova gestione) , chiediamo che nel bando sia specificato che a tali nuove assunzioni la società che gestirà l’appalto dovrà riservare la massima pubblicità, con offerte di lavoro pubbliche, visibili sul sito e nei canali di chi cerca lavoro; che siano inoltre esplicitati i criteri di selezione ed assunzione, al fine di rassicurare i cittadini sulla trasparenza di queste assunzioni, in un momento congiunturale in cui la ricerca di lavoro è una vera e propria emergenza. Santa Marinella, 17 novembre 2015