Giorno: 18 Febbraio 2016

Acp, Massera: Passeggiata? si può fare di più con un bando pubblico Stefano Massera interviene in merito alla questione che si è creata questi giorni attorno al Project Financing che ruota attualmente intorno alla passeggiata a mare e la sua rivalutazione

886_1069340055481_7616_nSulla ristrutturazione della passeggiata in via Aurelia, interviene Stefano Massera di ACP, esprimendo le sue perplessità:”In merito alla questione che si è creata questi giorni attorno al Project Financing della passeggiata a mare e la sua rivalutazione, crediamo che ci si poteva guadagnare molto di più come collettività, -dichiara- abbiamo un Project che è stato istituito senza bando pubblico e invece crediamo che con una grande sponsorizzazione del bando, e quindi aprirlo a nuove realtà, si potevano attirare nuove idee e magari più produttive, o quanto meno innovative e magari a costo zero”. Gli esempi da prendere in considerazione di città che hanno adottato una progettualità simile sono molti in Italia, visto la vocazione turistica naturale che il nostro paese gode. Proseguendo Massera, aggiunge: “ Il Project è uno scambio tra pubblico e privato, e la regola vorrebbe che ci guadagnassero entrambi, noi crediamo che dalla passeggiata potremmo invece attivare un mutuo e fare noi da soli. Se invece procederemo con l’attuale Project daremo in concessione per 20 anni un ristorante e una spiaggia, è un impegno importante e sapendo che raccogliamo solo 160, mila euro all’anno da questo posto così importante, si potrebbe ottenere qualcosa di più, se ristrutturiamo e ammoderniamo tutta l’intera struttura da soli”. Questo ammesso e concesso che il contenzioso tra la società che ha attualmente incarica la spiaggia vada a buon fine , cioè che venga interamente pagato, perché ancora oggi è in atto una causa proprio tra la ditta che gestisce l’arenile e il Comune, per i tanti ritardi dei lavori di messa insicurezza dell’’anno 2014 da parte del Comune, il canone annuale pagato parzialmente con un acconto da parte della ditta, botte e risposte scritte tra la società e l’amministrazione che sembra una telenovela. ”Abbiamo in mente di preparare un piano economico dettagliato e di presentarlo all’amministrazione -prosegue l’esponente Massera – per fargli capire che in un solo anno si potrebbe gestire e tamponare per la nuova stagione che incombe e preparare tutto per il bando da far partire e attuare una volta conclusa la stagione estiva”. In fine Massera conclude: ” siamo convinti realmente che si possa fare meglio e presenteremo tutto anche alla cittadinanza per far capire che ci sono alternative a quello che vediamo e viene proposto”. L’intervista integrale potete trovarla nel nostro Tg7 numero 6 di questa settimana.

Calcio a 8 : il Santa Marinella pareggia ma rimane imbattuto

Calcio a 8 Amatori Santa Marinella
Calcio a 8 Amatori Santa Marinella

Brusca frenata quella del calcio amatori a 8 Santa Marinella che pereggia 1-1 contro un’ottima “Pecora Nera”, non approfittando della sconfitta delle altre pretendenti al titolo Hellas Verona e Lions. La partita si mette subito bene per il C.Amatori che, dopo aver fallito un paio d’occasioni, si porta in vantaggio su azione costruita dal roccioso Gasparri C. il quale, dopo aver strappato palla agli avversari, serve Presutti che sfonda a destra per poi servire il rientrante Baffioni tutto solo davanti al portiere. Dopo pochi minuti, l’episodio chiave del match vede bomber Baffioni sbagliare un rigore concesso per fallo su Presutti. Da qui la Pecora Nera prende possesso della partita e il Calcio Amatori inizia ad innervosirsi agevolando ancora di più la manovra dei neri che vengono bloccati sull’1-0 da due super interventi di Nardini. Il secondo tempo la Pecora Nera inizia subito a spingere, fino a quando su lancio lungo trova impreparata la difesa del Calcio Amatori che con un brutto rinvio regala palla a Benci che non sbaglia da pochi metri. Poco più si vedrà da li alla fine per un risultato finale che anche grazie alle due ottime difese rimane sull’1-1 regalando un punto ad entrambe le squadre.

Il Pyrgi Basket – St Charles 79 a 65, Under 20

11698934_1099701046706818_3771747290103055852_oDopo aver conquistato la vetta della classifica il Pyrgi U20 si trova ad affrontare in quel di St. Charles la ultima in classifica.

Coach Ciprigno non vuole che i ragazzi sottovalutino la partita, ma il primissimo approccio non è dei migliori. Nei primi minuti la difesa bianconera non è concentrata e concede troppi punti al St. Charles. A circa metà quarto però, dopo il primo time-out si inizia a difendere e il risultato schizza subito in avanti, gli avversari vanno in bonus e continuano a commettere molti falli, i punti dalla lunetta aiutano il Pyrgi a chiudere il primo quarto sopra di dieci punti.

Al ritorno in campo però i ragazzi tornano a concedere troppo nella propria metà campo, nonostante in attacco i molti contropiedi consentono di aumentare comunque il distacco.
Nella seconda metà di gara la colpa del Pyrgi è di correre troppo invece di mantenere il risultato con calma, azioni troppo affrettate conducono a diverse palle perse, trasformate da St. Charles in contropiede. Il Pyrgi comunque rimane in costante vantaggio per tutta la gara, che si chiude con il risultato di 65 – 79 per i bianconeri.

Martedì prossimo alla Carducci il Pyrgi ospiterà la Fox, penultima in campionato.

Parziali: 15-25/17-19/15-21/18-14

St. Charles: Balzamonti, Santacroce, Macrì 5, Di Carluccio 4, Diano 1, Faedda T. 1, Casotto 6, Carlotta 12, Galli 30, Faedda M., Benedetto 6. All. Marietti.

Pyrgi S.Severa: , Bianchi 5, Celestini 2, Marrero 28, Kulovic 2, Nanu 18, Fontana 22, Amendola 2, Popescu, Iacopini, Soppelsa, Zizi. All. Ciprigno.

Adi Kulovic

Nascono i Caschi Blu della Cultura

La foto dell'evento.
La foto dell’evento.

Si è svolto ieri,alle Terme di Diocleziano,un evento culturale internazionale per la presentazione dei Caschi Blu della Cultura, un’iniziativa tutta italiana di cui essere orgogliosi. Saranno pronti ad intervenire nelle prossime settimane i  30 specializzatissimi carabinieri del Nucleo Tutela del Patrimonio a cui si uniranno, a secondo delle circostanze, altre 30 figure professionali provenienti dall’Istituto Centrale del Restauro e dell’Opificio delle Pietre Dure di Firenze, insomma come a dire tre nostre grandi eccellenze nazionali che godono di grande stima e considerazione internazionale. (altro…)