A Castrum Novum i progetti dalle fonti alla storia e scuola lavoro In essi saranno impegnati gli studenti della Scuola Media “ Giosuè Carducci” e del Liceo Scientifico “Galileo Galilei” di Santa Marinella

RESTAURO BALNEUM DOMUS QUADRATA CASTRUM NOVUM 014È Iniziato il 6 aprile in mattinata il bel Progetto “Dalle fonti alla storia”, progetto di divulgazione e conoscenza che vede impegnati gli studenti delle classi prime della Scuola Media “Giosuè Carducci” di Santa Marinella nell’area dell’antica città fortificata romana di Castrum Novum  risalente al III° secolo a.C.  posta in prossimità di Capo Linaro. Civis romana che, da oltre un lustro, viene riportata alla luce dai volontari specializzati del GATC (Gruppo Archeologico del Territorio Cerite-onlus) insieme alle due Università francesi di Amiens e Lille 3 ed all’Università di South Boemia della Repubblica Ceca con il coordinamento dell’archeologo dr. Flavio Enei direttore del Museo Civico (Museo del Mare e della Navigazione Antica) di Santa Marinella, la cui Amministrazione Comunale ha avuto anche l’autorizzazione alle ricerche da parte della Soprintendenza Archeologia del Lazio e dell’Etruria Meridionale che, da par suo, sorveglia ogni anno i lavori.

RESTAURO BALNEUM DOMUS QUADRATA CASTRUM NOVUM 008 Il Progetto “Dalle fonti alla storia”  vedrà presenti  sul luogo, nello specifico nella zona della domus a pianta quadrata (con relativo balneum) anche recentemente ripulita, restaurata e consolidata dai volontari del GATC appunto i ragazzi della Scuola Media “Giosuè Carducci”. Le sette classi impegnate saranno singolarmente in quel di Castrum Novum fino al 18 maggio incluso per tre ore al mattino. Il Progetto ha lo scopo di introdurre gli studenti alla conoscenza dell’antica città di Castrum Novum e delle sue pertinenze e conseguenzialmente all’introduzione allo studio dell’archeologia ed alla sensibilizzazione alla materia anche per un eventuale futura scelta di indirizzo scolastico. Ma il Progetto “Dalle fonti alla storia” non si esaurisce sul “campo” in quanto le medesime classi, nello stesso ordine in cui sono state a Castrum Novum, dall’8 al 20 maggio assisteranno (ad integrandum)  pure a delle lezioni in classe sempre su Castrum Novum ed in generale sull’archeologia. Spiegazioni in loco e lezioni in classe che saranno effettuate dagli archeologi d.ri Flavio Enei ed Andrea Santarelli. Il Progetto vede presenti il Comune di Santa Marinella, la Scuola Media  “Giosuè Carducci” con la sua preside e la prof.ssa Silvia Fantozzi (applicatasi nello specifico progettuale), il GATC che, come di consueto, opera a titolo assolutamente gratuito, il Museo Civico e non ultima la  Soprintendenza Archeologia del Lazio e dell’Etruria Meridionale. Invece dal 2 maggio fino all’8 maggio  si svilupperà l’altro Progetto dal titolo “Scuola Lavoro” che vede in questo caso impegnato il Liceo Scientifico  “Galileo Galilei” sempre di Santa Marinella oltre ai già succitati  interlocutori. Liceo Scientifico che, come ha fatto già la Scuola Media, prima di recarsi operativamente a Castrum Novum per “ l’introduzione all’archeologia sul campo” da parte dei suoi studenti, visiterà il bel Museo Civico al castello di Santa Severa. Museo di cui è direttore il dr. Flavio Enei  che è anche il coordinatore di entrambi i progetti. Museo del Mare e della Navigazione Antica che, come è noto,  loca nel bel castello di Santa Severa là dove sorgeva l’antico porto etrusco e poi romano di Pyrgi con tutte le sue dipendenze fra cui i due templi (l’etrusco ed il fenicio) ove furono rinvenute le famose lamine d’oro bilingue.

Arnaldo Gioacchini