Movimento noi cielo azzurro, lancia un duro attacco

IMG_1192Il Movimento Giovanile Noi Cielo Azzurro capitanato da Pino Galletti sferza un duro attacco al Sindaco Bacheca e all’attuale maggioranza riguardo la situazione stabilimento Perla Del Tirreno. ” E’ incredibile” – esordiscono dal movimento-“ come questi assessori e consiglieri di maggioranza guidati dal sindaco Bacheca possano ancora regnare indisturbati sulle loro poltrone”. “La stagione estiva – proseguono- in tutte le localita’ balneari e’ iniziata da tempo,ma probabilmente il sindaco Bacheca ha un altro calendario tra le sue mani e nella sua mente. Il suo calendario forse porta soltanto le date delle prossime elezioni regionali a cui vorrebbe candidarsi come gia’ da tempo aveva ventilato”. “Beh – aggiungono- qualora fosse sua intenzione di certo i nostri voti non li prendera’, in quanto se non riesce a risolvere i problemi di Santa Marinella da Sindaco, figuriamoci in che modo li potra’ risolvere da consigliere regionale” . “E’ noto a tutti – continuano dal movimento- il totale abbandono della nostra cittadina balneare. Esempio eclatante e’ il tratto di spiaggia comunale, trascurato da parte dei nostri governanti che non curanti del degrado continuano a sedere su quelle poltrone pagate profumatamente da noi cittadini”.

 

“Crediamo – proseguono dal Movimento- che in alcun luogo balneare si giunga a gestire una spiaggia con corrispondente bando a ridosso della stagione estiva. Il sindaco Bacheca avrebbe fatto piu’ bella figura se quest’anno la spiaggia fosse rimasta libera senza correre verso una destinazione di bando approssimata”. “E’ ben noto che soltanto chi e’ gia’ dotato di attrezzatura balneare puo’ partecipare ad un bando per due mesi, altrimenti chi altro investirebbe per questo arco di tempo? Non vogliamo essere maliziosi, ma di certo per noi e’ vero il proverbio che dice chi esce dalla porta poi entra dalla finestra se la trova aperta. E la finestra e’ sicuramente aperta” . “Per noi – affermano i giovani del movimento-il sindaco Bacheca avrebbe dovuto fare un’ordinanza di chiusura con rete dell’area cabine mantenendo libera la spiaggia con relativa pulizia ordinaria giornaliera attraverso la GESAM, che si sarebbe dovuta anche prestare gratuitamente verso tale servizio, invece ancora una volta il Sindaco Bacheca e’ arrivato in ritardo e appartenendo al carrozzone della vecchia politica non ha saputo gestire a tempo debito la situazione spiaggia comunale”. Per questo – concludono- e per tante altre situazioni ordinarie incompiute, chiediamo ancora una volta le dimissioni di questa inconcludente maggioranza e del suo Sindaco Bacheca”.