Terremoto. Arillo: “Punto della situazione: serve contributo al soccorso coordinato e mirato” "Invitiamo le associazioni a coordinarsi con la P.C. per la raccolta degli aiuti". Servono coperte e pigiami all'ospedale di Rieti

14054218_1762647627307550_8245518565016841421_nValentino Arillo, coordinatore dell’unità unità di crisi della Protezione Civile di Civitavecchia, in una intervista a Civitavecchia Informa dichiara che “La macchina dei soccorsi comunale giunta sul posto con le unità cinofile e con gli esperti di logistica e di coordinamento a fine giornata ha fatto il punto della situazione insieme ai referenti del dipartimento nazionale e l’agenzia regionale di Protezione Civile.

Nell’immediato non c’è bisogno né di derrate alimentari né di altro materiale. Bisogna, questo è il mio appello, dare il proprio contributo con un soccorso coordinato e mirato. Questa è la volontà anche dei Sindaci del comprensorio che insieme a me si stanno coordinando per un soccorso anche a medio e lungo termine oltre all’ASL, ATER e Fondazione Cassa di Risparmio che hanno messo a disposizione della Protezione Civile Locale il proprio contributo.

Invitiamo le associazioni che si stanno muovendo a coordinarsi con noi perché sul posto ci sono solo macerie, non ci sono né magazzini né container in cui stipare il materiale. È quindi opportuno non intasare la macchina dei soccorsi sul posto ma attendere disposizioni da quei luoghi.

Ciò che ci è stato richiesto al momento dall’ospedale di Rieti sono coperte, tute, pigiami e ciabatte, possibilmente nuovi.

Il numero di telefono della Protezione Civile Locale è 076619422“.

Con l’occasione ricordiamo che il punto di raccolta della Protezione Civile di Santa Marinella è presso la sede del Nucleo Sommozzatori in Piazza Baden Powell (svincolo per il liceo scientifico G. Galilei).