Giorno: 2 Ottobre 2016

Castello di Santa Severa è stata presentata la prima Residenza d’Artista Nel Tg di questa settimana troverete le interviste ai protagonisti dell'evento

14528189_10209958208539122_703925804_nIeri mattina presso il Castello di Santa Severa è stata presentata la prima Residenza d’Artista nel territorio e, per la prima volta, artisti provenienti da quattro paesi si ritrovano insieme per questi primi 15 giorni di Ottobre per creare e sviluppare arte ma allo stesso tempo anche per rappresentare un programma di unione e cooperazione che avviene  attraverso il mare, il Mediterraneo, in un luogo speciale dove proprio attraverso le lamine di Pyrgi sappiamo che chiunque fosse sbarcato sulle sue coste avrebbe avuto accoglienza e sostegno. L’Accademia di Belle Arti di Roma, già da alcuni anni svolge programma di collaborazione e di scambio con Istituzioni, Enti e Fondazioni nazionali ed europee, con lo scopo di ampliare l’offerta culturale e di realizzare un piano di formazione adeguato agli standard internazionali che permetta agli studenti più meritevoli di misurarsi – già durante il percorso di studi – con il mondo dell’arte. In questo programma le residenze rivestono una particolare importanza sia come occasione espositiva, ma soprattutto come esperienza di stimolo e di riflessione su luoghi e atmosfere diverse e sulla loro relazione con l’opera d’arte. Al Museo Civico del Mare e della Navigazione Antica nel Castello di Santa Severa, gli artisti hanno avuto l’opportunità di confrontarsi con un sito storico – e “naturale” – di grande fascino realizzando dei lavori che, pur mostrando una chiara coerenza con le linee di ricerca individuali, creano un’evidente sinergia con “l’anima del luogo”. Milica Cirovic, Ola Czuba, Meletios Meletiou e Sofia Ricciardi sono i quattro artisti, studenti dell’Accademia di Belle Arti di Roma, selezionati da Cecilia Casorati per la prima edizione del programma di Residenze d’Artista che Coopculture ha organizzato per il Museo Civico del Mare e della Navigazione Antica nel Castello di Santa Severa.

(altro…)

Croce Rossa di Santa Severa: festeggiati 20 anni di attività al servizio della collettività.

Venti anni di CRI Santa Severa - Santa Marinella
Venti anni di CRI Santa Severa – Santa Marinella

UMANITÀ, IMPARZIALITÀ, NEUTRALITÀ, INDIPENDENZA, VOLONTARIATO, UNITÀ, UNIVERSALITÀ: queste le parole che siglano l’imponente targa che questa mattina è stata inaugurata presso il Comitato della Croce Rossa di Santa Severa che festeggia venti anni di attività al servizio dei cittadini.

A fare gli onori di casa il Presidente Fabio Napolitano : “ il 3 ottobre 1996 nasceva la Delegazione della CRI a Santa Severa e non posso non ringraziare il nostro presidente onorario, il Dott. Mario Manduzio, che tanto ha dato al Comitato in termini di impegno e professionalità”

Parole ricche di significato anche da parte del Consigliere del comitato CRI, Area Metropolitana di Roma, Alessia Ranghirasci e del Vice Presidente del Comitato Regionale del Lazio, Roberto Tordi che hanno ringraziato tutti per l’operato svolto nell’ambito sanitario.

Il Sindaco Roberto Bacheca non ha mancato di ricordare il prezioso apporto della croce rossa dichiarando, con un sorriso di soddisfazione, che aver realizzato il centro polivalente di Via Antonio Zara e averne dato parte in concessione per 19 anni alla Croce Rossa è forse una delle opere più di rilievo in questi otto anni di amministrazione , mentre il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci , ha parlato di un bellissimo “ponte” quello della solidarietà e del volontariato, che la Croce Rossa è riuscita a costruire, acquisendo anche la titolarità territoriale dei comuni di Cerveteri e Ladispoli.

Presenti alla cerimonia anche il Presidente del Consiglio Comunale Marco Degli Esposti , l’Assessore al Volontariato Rosanna Cucciniello e l’Assessore del Comune di Tolfa Mauro Folli.

La cerimonia si è conclusa con la consegna di attestati e onorificenze a tutti i volontari, a partire dai neo soccorritori, a chi ha raggiunto traguardi importanti come 25, 20 e 15 anni di servizio, tra gli applausi dei cittadini e di molti rappresentanti delle altre associazioni di volontariato di Santa Marinella, coma la Propyrgi, il Nucleo Sommozzatori e la Misericordia.

Il servizio e le interviste nel prossimo tg.

I Vigili del Fuoco salvano un cane da caccia in difficoltà

14527550_10209954951137689_27435359_nStraordinaria storia che arriva dai Vigili del Fuoco di Bracciano che questa mattina sono intervenuti nel comune di Manziana in località Pozzali. Un cane da caccia era caduto in un invaso con un diametro di superficie di 25-30 m e una profondità di almeno 15 metri in zona impervia. I Vigili del Fuoco sono intervenuti nonostante la scarsa presenza d’ancoraggi (alberi presenti sul ciglio quindi non affidabili per i standard di sicurezza), sono riusciti però ad avvicinarsi con il retro dell’autopompa dalla quale veniva allestita la manovra di calata e recupero S.A.F. (tecniche di derivazione speleo alpino fluviale). I VVF quindi sono riusciti a recuperare l’animale ed affidarlo al proprietario presente sul posto. 14569224_10209954898416371_737653483_n

La Santa strappa un pareggio all’esordio in prima categoria

14551068_976741259103869_1384911447_o1a CATEGORIA GIRONE C CSL CIVITAVECCHIA – S.MARINELLA 1-1 (spirito csl – esposito sm) Finisce in parità l’esordio in 1° categoria della santa; categoria sconosciuta ai rossoblu che la lasciarono nel campionato 1989/1990. Nella prima frazione tanto gioco a centrocampo con le due squadre che si equivalgono, anche se i locali cercano di far valere la loro posizione di padroni di casa. In questa prima fase i pericoli maggiori per la santa arrivano su due calci piazzati, il primo un calcio di rigore (netto) calciato a lato dallo specialista Spirito e il secondo un palo su punizione sempre calciata da Spirito, di contro i rossoblu con perfezione chirurgica si confezionano il vantaggio al 35° grazie ad Emanuele Esposito abile a finalizzare una bella triangolazione fatta in velocità e tutta di prima, azione che ha strappato gli applausi del folto pubblico presente. Nella ripresa le squadre si allungano colpa dell’inedito caldo quasi agostano che fa sembrare la disfida piu’ un amichevole di fine precampionato. Gli ospiti oltre al caldo devono gioco forza subire l’inferiorità numerica per la giusta espulsione di Giacomo la Rosa (doppio giallo per lui) e si arriva al pareggio locale al 65° su una dormita della difesa che permette a Spirito di girarsi spalle alla porta e di realizzare il pareggio. Nei minuti finali folate solo offensive da ambo le parti dettate piu’ dalla trance agonistica che dalla freschezza atletica e mentale che non cambiano il risultato. Unica nota negativa i tanti cartellini gialli per una gara corretta. A giochi fatti un pareggio giusto, visto che la vittoria di una delle contendenti sarabbe stata un ingiustizia per l’avversaria.