Sisma Centro Italia: ancora aperti i centri di raccolta a Santa Marinella

Sabato mattina da Santa Marinella è partita una delegazione di Volontari della Misericordia con un consistente carico di aiuti umanitari per la popolazione del Centro Italia colpita dalla doppia emergenza di neve e sisma. Tanti i paesi toccati dalla delegazione, sopratutto hanno cercato di destinare gli aiuti alla popolazione in modo mirato, consegnando personalmente alle persone più bisognose e più difficilmente raggiungibili.  Moltissimi viveri e beni di primaria necessità come si evince dalle immagini che ci sono state donate e pubblicate presso le nostre pagine social . Tante associazioni  e civili hanno aderito a questa iniziativa come: Gruppo Angeli di Ladispoli;Gruppo crd 29 Roma; la Misericordia di Santa Marinella; Aranova;  Cave; gruppo di Rocchetta di Amatrice; Avis comunale di Santa Marinella; Vola nel Cuore di Ferrara e tantissime altre associazioni locali, che insieme ai cittadini stanno donando presso i vari punti di raccolta. A Santa Marinella le sedi per la raccolta di beni da destinare alle popolazioni del centro Italia sono due: la sede della Misericordia in via Rucellai e la sede dell’ Avis Santa Marinella.

“Occorrono ancora molto cose” ci fanno sapere, “alimenti a lunga scadenza e cibo per animali. Le consegne future saranno per la provincia di Macerata”. Tante le storie da raccontare al ritorno, soprattutto di umanità e di quanto sia difficile poter reagire difronte questo genere di catastrofi naturali. Ma il cuore diventa grande e fiero quando si consegna qualcosa di necessario, di utile. Ad alcuni di loro è capitato di consegnare del materiale e scoprire che la persona con cui si sta parlando è nata proprio Santa Marinella. Oppure che grazie ai beni donati da alcuni santamarinellesi, ora dei bambini potranno andare a scuola con penne, zaini, astucci o fazzoletti. Ed è altrettanto bello vedere come gli agricoltori, autonomamente e con i loro mezzi stanno portando aiuto ai tanti allevatori in serie difficoltà. Come si esprime nel video il volontario della Misericordia “ questa è l’Italia che ci piace, questo ci deve rendere orgogliosi”