MECENATE TV: RISCHIO CHIUSURA, SI CERCANO INVESTITORI Ieri il primo incontro tra Sindacati e Fondazione Cariciv: escluse le fusioni, si punta sull'acquisizione dell'emittente

Mecenate tv – fonte Google

Ancora incerto il futuro lavorativo dei giornalisti di Mecenate TV. Il primo incontro tra i vertici del Cda dell’emittente civitavecchiese della Fondazione Cariciv e una delegazione sindacale della CGIL si è infatti svolto proprio ieri; l’unica cosa accertata è che rimangono escluse eventuali fusioni “che non garantirebbero un futuro certo per Mecenate TV”.
Il rischio licenziamento per i dodici giornalisti non sembra arginato quindi,anche perché l’ipotesi di costituirsi in cooperativa e, di conseguenza, rispondere di tutti i costi dell’emittente come proposto dalla Fondazione, al momento non risulta praticabile, visto che se non riesce più a sostenere i costi l’ente, rimane difficile credere che potrebbero riuscirci i dipendenti di Mecenate TV, e di conseguenza si cercano altre soluzioni. Una situazione complicata e spiacevole, che giornalisti ed operatori stanno affrontando nella maniera più professionale: continuando a lavorare e a svolgere il loro dovere garantendo il servizio informativo alla cittadinanza.
Nell’incontro dopo “un articolato scambio di valutazioni”, la Cgil ha dettato il percorso da intraprendere; ovvero quello di “una riunione in Lega Coop tra la delegazione sindacale, la rappresentanza di Mecenate e della Lega (divisione emittenza); e la verifica a tutto campo per individuare eventuali altri investitori interessati all’acquisizione totale o parziale di Mecenate Tv, sia nell’ambito della Fondazione Cariciv che esterna”.