Comune di Santa Marinella: ricorso alla fascia II B per la Segreteria Generale Lo stesso accadde nel 2005 con la giunta Tidei

La villa comunale di Santa Marinella

Foto del Comune di Santa Marinella.

Lavori in corso per il reclutamento del nuovo segretario generale dell’ente. La giunta Bacheca infatti, dopo lo scioglimento della convenzione con il Comune di San Cesareo, è alle prese con l’individuazione di una nuova figura che possa garantire la legalità degli atti della pubblica amministrazione.

La procedura che in questo caso si dovrebbe attivare è quella di attendere che l’agenzia dei Segretari pubblichi un nuovo avviso per la copertura del posto vacante a Santa Marinella, in modo che i candidati possano far pervenire le domande direttamente al Comune richiedente. Nel  mezzo, però, esiste un problema sostanziale, la classificazione dei comuni in base al criterio demografico.

Tale suddivisione è finalizzata ad individuare la fascia professionale minima a cui deve appartenere il segretario comunale titolare della sede stessa. Attualmente le classi previste vanno dalla IV per comuni fino a 3000 abitanti, fino alla IA, per i territori con popolazione oltre i 250 mila abitanti.

Santa Marinella, con i suoi 20 mila abitanti, appartiene, di fatto alla fascia IIB, che racchiude le città fino a 65 mila abitanti, tuttavia, grazie allo sviluppo turistico ed economico che la perla ha acquisito nel corso degli anni, ha richiesto ed ottenuto di poter accedere alle professionalità iscritte alla fascia di IB.

Dall’analisi logica giuridica ed analitica delle normative, si intenderebbe che il Comune potrebbe accedere ad entrambe le fasce, salvo che, per poter retrocedere è necessario un atto in cui la giunta chieda all’agenzia di  ampliare il bacino dei segretari dai quali scegliere, fermo restando che resta la classe di 1b e che i candidati debbono possedere il requisito della fascia demografica di appartenenza del Comune. Dunque, sembrerebbe che sia proprio questa la scelta della squadra Bacheca 2.0.

Una procedura, d’altronde, già utilizzata nelle precedenti amministrazioni, quando, ad esempio, il posto di segreteria era ricoperto dal Dott. Pietro Lucidi, segretario generale prima con l’amministrazione Tidei e poi con Bacheca.1.  Anche in quel caso, la sede di segreteria fu declassata, per poi riacquisire il titolo in I fascia successivamente alla sostituzione della successore. Da ciò potremmo dedurre che potrebbe essere un declassamento temporaneo e che, in ogni caso, si riflette sulla professionalità del Segretario. Per quanto concerne la possibilità di accedere a contributi e sovvenzioni comunali, non sembrerebbe che questa debba inficiarne il risultato, ma sarà un tema che approfondiremo senz’altro come anche la nomina del nuovo segretario che verrà scelto dal Sindaco Bacheca.