Festa di San Giuseppe. Pro Loco: soddisfatti per l’affluenza e l’accoglienza Il pubblico apprezza, ma la manifestazione inciampa in alcuni imprevisti

La chiesa San Giuseppe di Santa Marinella.

La locandina dell’evento.

La festa di San Giuseppe si è conclusa pochi giorni fa e giungono i primi bilanci di un evento nato con nubi all’orizzonte: dopo la questione dei marciapiedi dell’area dove sarebbe stata allestita parte della manifestazione, ci sono stati imprevisti tecnici che hanno fatto saltare la serata del venerdì e sono sorti problemi perfino con i fuochi d’artificio finali. Ciò nonostante la manifestazione targata Pro Loco ha riscosso un discreto apprezzamento del pubblico che ha seguito volentieri gli spettacoli allestiti sul palco in Piazza Trieste.

Una manifestazione iniziata sotto pessimi auspici a causa di un disguido con l’ENEL che ha impedito di erogare l’energia elettrica il venerdì, necessaria a far funzionare per tempo le attrezzature del palco di Piazza Trieste e conclusasi con le polemiche attorno ai fuochi d’artificio. Scongiurato, almeno in parte, il problema del rifacimento dei marciapiedi dopo la grave situazione sorta con l’abbandono del cantiere da parte della prima società appaltante, poche settimane prima dell’evento. La nuova società è però riuscita a concludere per tempo i lavori di tutto il lato mare del tratto di Aurelia interessato dall’appalto, ma i problemi alla viabilità non si sono fatti attendere, soprattutto a Piazza Civitavecchia.

Soddisfatti gli organizzatori per l’affluenza e l’accoglienza. Raffaele Salerno, presidente della Pro Loco, si è detto contento “per la riuscita della manifestazione” e ha ringraziato “Sindaco e Assessori, Don Salvatore e le forze dell’ordine locali e tutte le associazioni di volontariato locali che hanno contribuito alla buona riuscita dell’evento”. La Pro Loco ha cercato di dare un taglio diverso alla manifestazione coinvolgendo artisti, artigiani e società sportive di Santa Marinella: l’associazione Santa Marinella Viva ha allestito una mostra fotografica sulla storia della città, arricchita da abiti dipinti da Teresa Venuto Riccardi, pitture di Marina Ugolini e Ornello Parpaglioni, auto d’epoca di Daniele Padelletti, Timido Pompili, Claudio Banin e Alessandro Martini, con l’allestimento in stile country chic curato dalla wedding planner Daria Ridolfi della Angel’s Event. La mostra è stata allestita grazie all’interessamento dell’Amministrazione comunale e della preside Velia Ceccarelli, all’interno degli spazi dell’Istituto del Monte Calvario.

Molto partecipata e sentita la processione e la messa nella Chiesa di San Giuseppe tenuta dal parroco Don Salvatore Rizzo.

Anche la musica e la danza hanno avuto il loro spazio: oltre al memorial in omaggio a Giovanni Boelis, realizzato presso la Sala Flaminia Odescalchi, organizzato dal figlio Daniele, sul palco di Piazza Trieste si sono alternate le esibizioni della Millenium Band e della Sweet Faces hip hop school Show, la performance di sabato di Francesca Borrelli con la scuola di Lorena Scaccia coadiuvata da Marcello Cirillo e, in conclusione, l’esibizione di domenica del gruppo di cabarettisti “I sequestrattori”. Proprio con quest’ultimo spettacolo, a detta del pubblico, si è avuto qualche problema di tempistica per quanto riguarda i fuochi d’artificio in Passeggiata: qualche malcontento per il fatto che lo spettacolo si sia concluso troppo a ridosso dell’inizio di quello pirotecnico, costringendo anche quest’anno molti di coloro che hanno assistito al cabaret in Piazza Trieste a perdere i fuochi d’artificio o a sentirli esplodere durante il percorso, non certo breve a piedi, che divide le due location. Altro piccolo inconveniente a causa del vento, che ha spinto i razzi contro la spiaggia alzando nuvole di fumo che hanno investito la folla: gli operatori presenti della Pro Pyrgi hanno fatto arretrare dalle balaustre le persone, per metterle in sicurezza. Per il resto uno spettacolo piacevole con alcune fontane in mare che non hanno mancano di affascinare gli spettatori.

Un ringraziamento all’Associazione Santa Marinella Runner presieduta da Gianluigi Gravanago per l’organizzazione della gara podistica dei più piccoli e alla società calcistica del Santa Marinella Calcio per la collaborazione.

“Complimenti alla Pro Loco di Santa Marinella – afferma la consigliera comunale Patrizia Befani con delega al turismo – a tutte le varie associazioni di volontariato e ai rappresentanti di tutte le categorie per la riuscita della festa patronale di San Giuseppe. Da oggi si pensa già al cartellone estivo”.