Canile. I Volontari: “il Comune ci ha assicurato che interverranno” Cittadini e associazioni si mobilitano per portare cibo agli ospiti a quattro zampe

L’attenzione della cittadinanza alla situazione del canile municipale è stata alta in questi giorni, con articoli sui giornali e movimenti spontanei di cittadini che hanno cercato di raccogliere beni per aiutare gli animali ospitati dalla struttura di Furbara creata tanti anni fa dalla Lega del Cane per salvare il maggior numero possibile di animali abbandonati.

Annarita Papi, presidente dell’associazione “Volontari del Rifugio Antonio Huete-y-Aranda” ONLUS e che attualmente gestisce il canile ha diffuso un comunicato nel quale ringrazia “tutta la cittadinanza del comprensorio, le associazioni e le parti sociali che si sono dimostrate solidali e sensibili nei confronti degli amici a quattro zampe in questo momento di grave difficoltà, donando grandi quantità di cibo”.

La Papi spiega che la situazione di emergenza “si è verificata a causa delle ormai note difficoltà economiche in cui versa il comune di Santa Marinella: questo ha comportato la mancata erogazione delle quote dovute per la gestione ordinaria del canile”.

Il Consigliere Emanuele Minghella, da sempre interessato e vicino alle vicende gestionali del canile ha rassicurato l’Associazione promettendo un impegno concreto dell’Amministrazione a normalizzare la situazione: “Auspichiamo – conclude la Papi –  che il comune risolva nel più breve tempo possibile questa spiacevole situazione per il benessere dei già sfortunati cani presenti nella struttura”.