Furto di materiale cinematografico d’epoca: denunciato un ventisettenne romano Il Presidente dell'associazione Amici di Santa Marinella ringrazia i Carabinieri ed il Comandante Bernardini per la grande professionalità.

La foto.

La foto.

Brillante operazione investigativa  del Comando dei Carabinieri di Santa Marinella condotta dal Capitano Orlando e dal Comandante Bernardini , che nel giro di 48 ore hanno recuperato del materiale cinematografico sottratto indebitamente ad un’associazione di Santa Marinella. In supporto dei militari dell’arma, sempre presenti ,il Nucleo Sommozzatori e  la Propyrgi  di Santa Marinella, che con il loro aiuto logistico hanno collaborato attivamente alla riuscita dell’operazione. I Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia hanno  denunciato  in stato di libertà un 27enne romano per furto aggravato. L’operazione è scaturita  a seguito della denuncia di furto presentata dal responsabile di una locale associazione culturale, il quale aveva denunciato la sparizione, avvenuta nel mese di marzo, di copioso materiale cinematografico d’epoca –  locandine di film, riviste e libri -custodito dalla stessa associazione. Sulla base degli elementi forniti dal denunciante, i Carabinieri hanno avviato una serrata attività di indagine che ha consentito di individuare l’autore del furto, il quale, approfittando dell’attività di volontariato svolta all’interno della citata associazione, aveva rubato il materiale cinematografico d’epoca con l’intento di rivenderlo e guadagnare illecitamente del denaro. Messo davanti all’evidenza, il 27enne ha confessato il gesto, riferendo però di aver già rivenduto tutta la refurtiva. Così i militari hanno eseguito una mirata attività di ricerca che ha consentito di rintracciate tutti gli acquirenti del materiale asportato che, ignari del fatto che quanto da loro acquistato provenisse da un furto, hanno provveduto immediatamente a restituire gli oggetti in loro possesso. I Carabinieri, al termine dell’attività, hanno rinvenuto e restituito tutta la refurtiva, per un valore di circa 4.000 euro.  Il “volontario infedele” dell’associazione è stato denunciato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria e dovrà rispondere del reato di furto aggravato.Il Presidente dell’associazione Amici di Santa Marinella- Amisma, Alfio Ciciotti ha commentato:” voglio innanzitutto ringraziare i Carabinieri di Santa Marinella e il Comandante Bernardini che con efficienza,professionalità e tempestività ha gestito la soluzione di questo spiacevole episodio e il recupero del materiale che era già arrivato nelle mani di acquirenti milanesi.E’ importante precisare che alcune delle anticipazioni diffuse non sono corrette: l’ autore del furto non è e non è mai stato un volontario della nostra associazione o del progetto CAASM, ha solo tratto vantaggio da alcune informazioni in suo possesso.Va aggiunto inoltre che il valore dei reperti trafugati e recuperati dal lavoro dei Carabinieri e che è stato riportato nell’articolo è inesatto. E’ nostra opinione che il valore degli oggetti non possa essere facilmente calcolabile, mentre è bene ricordare a tutti che il loro potenziale culturale e storico è  per la città e per gli appassionati del cinema veramente grandissimo”.