Due arresti per spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti

Carabinieri

Mercoledì sera, nell’ambito di controlli antidroga svolti nel territorio i Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia hanno arrestato, in distinte operazioni, due persone per spaccio e detenzione  di sostanze stupefacenti. La prima operazione  è stata effettuata dai militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Civitavecchia che, sempre nel corso di specifici servizi antidroga, hanno sottoposto a controllo un marocchino, R.I. 31enne, domiciliato a Santa Marinella. I militari, dopo averlo notato in atteggiamenti sospetti mentre si aggirava per le vie del centro di Santa Marinella, hanno deciso di eseguire un controllo, trovandolo in possesso di una modica quantità di stupefacenti. I Carabinieri pertanto hanno esteso la perquisizione all’abitazione del giovane, rinvenendo e sequestrando complessivi 10 grammi di cocaina e 60 grammi di hashish. Dopo l’arresto il giovane è stato condotto  agli arresti domiciliati presso la sua abitazione, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria alla quale dovrà rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il secondo arresto è stato  eseguito dai militari delle Stazioni Carabinieri di Cerveteri e di Ladispoli  che hanno notato un giovane conosciuto alle forze dell’ordine uscire da un’abitazione in atteggiamento sospetto e  hanno deciso di sottoporlo a controllo trovandolo in possesso di circa 1 grammo di eroina. A quel punto i militari hanno individuato l’abitazione dalla quale il soggetto era uscito, in uso a T.M.Y, 47enne algerino con  precedenti per reati inerenti gli stupefacenti, e hanno eseguito una perquisizione locale, nel corso della quale sono stati rinvenuti 10 grammi di eroina, un  bilancino di precisione, materiale per il confezionamento delle dosi e la somma di 3.300 euro, verosimilmente provento dell’ attività illecita  di spaccio, il tutto sottoposto a sequestro. Al termine degli accertamenti T.M.Y. è stato arrestato con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti ed è stato accompagnato presso la casa circondariale di Civitavecchia dove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, mentre l’acquirente è stato segnalato amministrativamente alla Prefettura di Roma quale assuntore di sostanze  stupefacenti.