Giorno: 15 Maggio 2017

ACP: il disinteresse per il campo sportivo costringe gli atleti ad allenarsi fuori città "Il Santa Marinella è stato costretto ad allenarsi a Civitavecchia"

Il campo sportivo di Santa Marinella.

La vittoria del Santa Marinella nel campionato di Calcio Promozione è stata un bel risultato sportivo dell’undici uomini cittadino, ma l’amaro di essere stati costretti a giocare di fatto, sempre fuori casa su campi presi in prestito in questi anni da altre squadre del comprensorio ha riacceso le polemiche politiche sulla situazione delle strutture sportive santamarinellesi.

“Un’altra città è possibile”, lista civica d’opposizione all’attuale maggioranza, sottolinea proprio il fatto che la squadra che rappresenta la città è stata costretta ad allenarsi a Civitavecchia, nel silenzio dell’amministrazione comunale che sorvola sulla situazione degli impianti di Santa Marinella e in particolar modo del campo sportivo.

“Ricordiamo che il campo è chiuso dal 2014 – scrivono da ACP in un comunicato – e che la sua ristrutturazione è già costata 85mila euro, almeno altri 30mila vanno ancora pagati, mentre ce ne potrebbero volere altri per rendere il campo nuovamente fruibile. La ditta incaricata di rifare il manto erboso, gli impianti e alcuni lavori in tribuna e spogliatoi, ha consegnato il cantiere ultimato lo scorso dicembre. A quanto ci risulta l’erba è stata tagliata una sola volta, e irrigata talmente poco e male da farla nuovamente deteriorare, oltre a far proliferare erbacce ovunque. Abbiamo chiesto al Sindaco perché l’erba non venga tagliata e i motivi di questo scriteriato comportamento con un’interrogazione appena protocollata. Lo chiediamo anche da queste righe, qualora non fossimo stati abbastanza espliciti”.

ACP si domanda “perché non sono stati ultimati i lavori per sistemare gli spogliatoi, con porte sfondate e divelte; chi deve svolgere questi lavori? E perché non sono stati stanziati fondi in tal senso?”. Vengono chieste risposte ufficiali, dal Sindaco e dagli assessori e delegati competenti, ma soprattutto si chiedono atti formali.

“Siamo andati a vedere il campo e la nostra impressione è che persistano degli avvallamenti: che siano ancora le conseguenze della decisione presa dagli assessori e dal Sindaco nel maggio 2015 di permettere la disputa di una gara di motocross sul campo impiegando camion, terra da riporto e ruspe sullo stesso? Ci chiediamo quindi se il rifacimento del campo è riuscito a riparare i danni, che non siamo noi a citare, ma il progetto di variante approvato dalla giunta del 2016”.

Una dura critica poi all’idea che il Comune possa dare in gestione il campo con l’obbligo nel bando di effettuare le migliorie: una soluzione definita da ACP come un

 “‘giochetto’ che avrebbe lo scopo di evitare di dover controllare l’effettivo andamento dei lavori”.

“La squadra di calcio merita il suo campo e gli atleti meritano la loro pista per allenarsi. – conclude il comunicato – La città intera merita i servizi che paga con le tasse, ma ciò che non merita un’amministrazione che in sol colpo ha devastato, mantenuto chiusi o non a norma tutti, ma proprio tutti i suoi impianti sportivi”.

Santa Marinella: siglato un protocollo di sostenibilità con l’ENEL

Un accordo tra il Comune di Santa Marinella e l’ENEL è stato siglato con l’obbiettivo di generare valore condiviso collaborando con associazioni del territorio. Un comunicato stampa ufficiale spiega scopi e associazioni beneficiarie.

“Generare valore condiviso collaborando con associazioni del territorio per rispondere alle esigenze della comunità: è l’obiettivo del Protocollo di Sostenibilità tra Enel e Comune di Santa Marinella, presentato questa mattina nella sede dell’Amministrazione.

Attraverso l’ascolto del territorio e dei suoi bisogni, Azienda e Comune hanno individuato sei associazioni già attive a Santa Marinella che opereranno, con il sostegno di Enel, per realizzare interventi definiti in tre ambiti: resilienza delle comunità, assistenza alle fasce più deboli, educazione e formazione.

Con le associazioni “Protezione Civile Propyrgi”, “Rangers d’Italia”, “Misericordia di Santa Marinella Onlus” e “Nucleo Sommozzatori Santa Marinella” intendiamo migliorare l’attitudine alla resilienza della comunità, con l’obiettivo di contribuire a costruire un sistema urbano in grado di resistere nel lungo periodo alle sollecitazioni ambientali. Puntiamo a costruire una maggiore consapevolezza e capacità di reazione agli eventi critici grazie ad una capillare attività di sensibilizzazione sui rischi insiti nel territorio comunale, come ad esempio quello idrogeologico, e di formazione circa i più opportuni comportamenti da tenere in caso di emergenza, attingendo anche al “Piano di Emergenza Comunale”. Saranno effettuati incontri e azioni per mantenere informata la popolazione, in particolare i giovani, per coniugare le esigenze di sicurezza con l’importanza di avere approccio allo sviluppo della città sostenibile.

Insieme all’associazione “Stella Polare” invece si lavorerà per migliorare ulteriormente la fruibilità del parco “Martiri delle Foibe”, che verrà dotato di un’area giochi attrezzata per persone diversamente abili e sarà attivato un servizio di doposcuola.

Infine, attraverso “Cinefantasy”, sarà realizzato un corso di formazione sul tema del “3D” mirato a fornire ai giovani di Santa Marinella gli strumenti di base delle nuove tecnologie di modellazione, scultura, visualizzazione in VR e stampa 3D. Questo settore, in costante e rapida crescita, può rappresentare un importante ambito per lo sviluppo imprenditoriale di Santa Marinella, valorizzando sia le competenze tecniche che quelle artistiche dei ragazzi del territorio.

L’iniziativa presentata oggi si inserisce in un percorso più ampio che vede Enel impegnata nei territori in cui è presente a mettere in campo azioni concrete in grado di generare, nel tempo, benefici misurabili e durevoli per le comunità attraverso le competenze e le risorse aziendali, in una logica di crescita inclusiva e sostenibile e nell’ottica di creare valore condiviso.

“Siamo estremamente felici di questa proficua collaborazione con Enel – ha dichiarato il Sindaco di Santa Marinella Roberto Bacheca – che permetterà di sostenere e supportare alcune associazioni del territorio, da sempre impegnate in progetti rivolti ai più deboli, alla valorizzazione e tutela del territorio e alla formazione dei giovani e degli studenti alla vita pubblica, attraverso la partecipazione a progetti culturali, ambientali e di Protezione Civile. Un lavoro certosino, che ha portato al raggiungimento di questo importante traguardo. Ringrazio vivamente i vertici ed i responsabili dell’azienda energetica, che ancora una volta ha dimostrato la propria attenzione alle esigenze del territorio e vicinanza alle realtà che si adoperano per il sociale. Un in bocca al lupo alle associazioni per i progetti futuri”.