Palazzo Valentini: porte sbarrate  per sindacalisti e parlamentari Le Città della Metropoli: "Piena solidarietà ai Sindacati, che difendono il salario dei dipendenti. Questi sono i risultati della gestione a 5 Stelle"

Palazzo Valentini

 
Duro attacco del gruppo “ Le città della metropoli” facente parte del Consiglio Metropolitano,

Palazzo Valentini

dopo la decisione del Vicesindaco Fucci di non concedere una sala all’interno di Palazzo Valentini anche ai sindacalisti interni all’Ente, oltre che ai parlamentari che avevano aderito all’iniziativa e la stampa: “Il Vicesindaco Fucci ha negato ai Sindacati di tenere un attivo dei delegati, aperto alla stampa ed ai parlamentari, a Palazzo Valentini”, spiegano dal gruppo. “CGIL, CISL e UIL sono preoccupati per i tagli ai Bilanci alle Province ed alle Città Metropolitane e stanno cercando di sensibilizzare i parlamentari e la stampa  su questo delicato tema. Ma la richiesta di avere una sala nella sede della Città metropolitana ha avuto il niet del Vice Sindaco, senza alcuna motivazione. Così – proseguono- stamane anche ai sindacalisti interni dell’Ente è stato vietato l’ingresso alla sede, la porta d’ingresso alle sale è stata sbarrata e sono stati schierati a difesa del palazzo gli stessi colleghi della Polizia Provinciale. Fuori anche i parlamentari che avevano aderito all’iniziativa e la stampa”. Scene mai viste; ma d’altronde il Regolamento per l’uso delle sale lascia ampia discrezionalità al Vicesindaco, e questi sono i risultati della gestione a 5 Stelle”.

“Da parte nostra piena solidarietà ai Sindacati, che stanno difendendo tra l’altro il  salario dei dipendenti . Riteniamo non più eludibile la necessità di mettere mano al Regolamento per la concessione delle sale,-concludono-  per stabilire criteri che escludano la pura discrezionalità da parte del soggetto politico che in quel momento siede sulla poltrona di Palazzo Valentini”.