Giorno: 24 Maggio 2017

Nuova iniziativa per la Book Faces In occasione de "Il Maggio dei Libri" l'associazione presenterà "Il racconto è Servito"

locandina evento

L’associazione culturale Book Faces sarà presente presso la Coop di Civitavecchia in occasione de “Il Maggio dei Libri 2017” il prossimo sabato 27 maggio alle 17.30 presso la UniCoop Tirreno di Civitavecchia, località Boccelle. Nell’ambito dell’iniziativa nazionale “Il Maggio dei Libri 2017”, l’associazione culturale avrà una nuova occasione per presentare a tutti gli intervenuti il libro strenna “Il Racconto è Servito”. Trattasi di un libro di racconti che spaziano dal genere noir al giallo, all’umoristico, allo storico e aventi in comune il tema “Cuochi e Cucina”, scritto da vari soci dell’associazione. Alla presentazione saranno presenti alcuni autori tra cui Claudia Tisselli, Patrizia Arcioni, Ernesto Berretti, Danilo Catalani e Marco Salomone. Al termine della presentazione, è previsto un aperitivo con prodotti Coop.

Grande festa di fine anno per l’I.C. Piazzale della gioventù Per salutare l'anno scolastico mostre, stand e giochi aperti a tutta la cittadinanza

Genitori, insegnanti e bambini insieme per le feste di fine anno con l’Istituto comprensivo “Piazzale della Gioventù, 1”  che apre le porte alla cittadinanza di S.Marinella ed organizza una giornata all’insegna della condivisione e del divertimento.

Sabato 27 maggio, infatti, tutto l’istituto sarà occupato per concludere l’anno scolastico: all’interno dei vari plessi, infatti, verranno allestite mostre, giochi e stand per far sì che tutta l’utenza della scuola possa ammirare quanto è stato fatto durante l’anno scolastico.

Si comincerà dalla scuola media Carducci, dove verrà allestita una mostra riguardante tutti i progetti e le attività didattiche svolte durante l’anno. Stessa modalità di condivisione è stata scelta dal Plesso Centro (Infanzia e Primaria) e dal Plesso Vignacce (Infanzia), mentre la scuola primaria di Vignacce, oltre alla consueta mostra, delizierà i visitatori con stand in cui potranno ammirare i manufatti degli alunni e festeggiare insieme a loro con canti e balli.

I plessi Montefiore e Monte Calvario invece saranno i protagonisti della consueta festa di fine anno con stand, giochi per tutti i bambini e l’ormai famoso “Tombolone”, che da anni caratterizza la festa dei suddetti plessi. Oltre a tanta buona musica, le insegnanti assieme ai genitori, organizzeranno una sorta di Luna park, dove i bambini potranno giocare a pescare le paperelle, provare a vivere un pesciolino rosso, tirare ai barattoli e sparare al tiro a segno.

“Sono soddisfatta del lavoro svolto da tutte le docenti”, afferma il dirigente scolastico Velia Ceccarelli. “E’ la dimostrazione che quando un team è coeso e lavora per il bene comune, tutto è possibile. Tutte le insegnanti si sono prodigate nel mantenere la nostra scuola ad un alto livello di qualità, raggiungendo traguardi ed obiettivi. Vorrei anche ringraziare anche tutte le famiglie: grazie per aver creduto in questa scuola ed averla sostenuta”

Appuntamento quindi per sabato 27 settembre per una giornata all’insegna dell’allegria. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare

“Signor Sindaco, fino a quando?”

Pubblichiamo la lettera del Professor Luciano Pranzetti in merito al decoro urbano della città:

Il Professor Luciano Pranzetti

“Gent.ma Redazione, desidero rivolgere ai locali Rangers d’Italia il mio plauso per la bonifica del fontanile della Quartaccia, operazione che ha permesso ai pesci rossi, ivi presenti, di godere di un habitat idoneo alle proprie necessità di vita. Ciò detto, volto pagina e scrivo di un altro fontanile, quello del  cosiddetto ‘lavatoio’, posto a lato della Via Aurelia e il sottovia FF.SS. di Via Valdambrini: Il cittadino avrà notato che questo, a regolare cadenza, tracima per l’occlusione del condotto scolmatore e ciò non sarebbe grave danno se, con tempestività, fosse riparato. L’inconveniente si è ripetuto ché, da oltre un mese, l’acqua del getto fuoriesce dalla conca riversandosi con abbondanza sulla strada, con grave pericolo dei passanti e per il continuo degrado del manto d’asfalto già assai compromesso. Quanto tempo si dovrà attendere perché i responsabili si allertino alla riparazione? Piccoli problemi, certamente, ma che, sommati agli altri piccoli, concorrono a disegnare un volto della cittadina niente affatto decoroso e attraente quale la sua storia e la sua bellezza naturale esigono. Ma sembra che ciò non interessi particolarmente dato che, come osservai tempo fa’, anche l’arredo del verde, ad esempio, è piuttosto trascurato del che è modello negativo l’aiuola di Piazza Civitavecchia, nell’aera dove insiste un chiosco-bar. Sarebbe troppo chiedere all’autorità comunale in nome e in virtù di quale canone estetico è stato consentito, al gestore del prefato chiosco, di occupare le aiuole con cassette, vasi, panchine, cumuli di sassi? La bellezza dei giardini e delle aiuole consiste nel loro essere semplici, puliti, decorosi e ridenti di fiori e rispettati. Ma Santa Marinella, sulle aiuole, è permesso sostare, passeggiare, gettare rifiuti vari.

Signor Sindaco, fino a quando?

Viva cordialità”.

Prof. Luciano Pranzetti

Al Museo arrivano le visite guidate dagli studenti Giovani ragazzi del liceo scientifico linguistico Galileo Galilei alla scoperta dell’antica Castrum Novum

Gli studenti del Liceo Scientifico Linguistico Galileo Galilei – sede staccata di S. Marinella – eseguiranno delle visite guidate alla cittadinanza alla scoperta “dell’antica Castrum Novum a bordo della propria pelle”. L’evento, che si terrà nei giorni di venerdì 2,sabato 3 e domenica 4 giugno, dalle ore 10:00 alle 16:00, si terrà direttamente presso il Museo Archeologico Nazionale di Civitavecchia – largo C. Benso Conte di Cavour, 1.

La classe 4G salpa all’esplorazione del tratto costiero di Santa Marinella, per approdare al ritrovamento di se stessi: questo il suggerimento del progetto “NuovaMente per l’Antico”, che ha affiancato l’attività di alternanza scuola-lavoro presso il Museo Archeologico Nazionale di Civitavecchia, promuovendo la convenzione tra il Liceo “Galileo Galilei” di Civitavecchia ed il Polo Museale del Lazio. Favorire una conoscenza più diretta e approfondita del patrimonio storico-artistico è un obiettivo del Direttore del Polo Museale, Edith Gabrielli, che ha permesso lo sviluppo di un’importante rete di rapporti tra le diverse sedi museali e le scuole del territorio. Diretti dall’archeologo Flavio Enei, gli studenti hanno prima fatto esperienza nello scavo archeologico di Castrum Novum e poi, nel corso di quest’anno scolastico, hanno rielaborato le antiche tecniche scultoree, basandosi sulle eccezionali opere provenienti da questo importante sito archeologico, molte custodite all’estero e nei musei del territorio nazionale, tra cui la splendida collezione marmorea di Civitavecchia. Protagonista della mostra è l’arte, come attività armonicamente complementare alla scoperta e all’indagine del proprio passato, fino all’introiezione al fondo di se stessi. La storia e l’archeologia del territorio, condotte studiando e riapplicando le conoscenze tecnico-plastiche delle civiltà antiche, sono diventate l’occasione per sviluppare un proprio linguaggio espressivo. La neo-direttrice Lia Di Giacomo ha illustrato ai ragazzi un modo nuovo di intendere il Museo, che ha accolto gli studenti agendo da “organismo vivo” nei confronti della formazione del loro bagaglio culturale. Il risultato di questo dialogo attivo con il passato è che il proprio “io”, indagato attraverso lo strumento artistico, fa da ponte tra il reperto archeologico e il pubblico, tra l’Antico e il Contemporaneo, a dimostrazione che l’arte è la chiave di volta tra la capacità di indagine sulla realtà e di riflessione su un soggetto. Una separata e particolare sezione della mostra “fonde” il ritratto fotografico degli studenti con l’opera di grandi artisti, invitando il pubblico a ragionare sulla natura storica della bellezza e, di nuovo, sulla forza dell’espressione emotiva: è importante possedere strumenti espressivi universali che valorizzino le differenze di ognuno come valore per tutti, questo il messaggio di una scuola inclusiva, per il Liceo Galilei. Il percorso seguito nel corso della mostra viene illustrato in lingua italiana ed inglese dai ragazzi della 4 G e si avvarrà anche della partecipazione dei ragazzi della classe 4AL nel ruolo di interpreti in lingua francese e spagnola. La Dirigente Scolastica, prof.ssa Maria Zeno, è particolarmente orgogliosa dei docenti e alunni coinvolti e fa presente che “l’attività è parte integrante del Partenariato sottoscritto presso il MIUR lo scorso 27 aprile con il Liceo Bergson di Parigi”. L’evento è stato promosso dal Polo Museale del Lazio – Museo Archeologico Nazionale di Civitavecchia – in convenzione con il Liceo Scientifico Linguistico di Civitavecchia “Galileo Galilei”; con il prezioso contributo scientifico del Museo del Mare e della Navigazione Antica insieme al patrocinio dei Comuni di Civitavecchia e Santa Marinella.