Tornano gli incendi estivi: quattro solo a Santa Marinella in poche ore

L’estate è ormai prossima, ma ad introdurla è una delle piaghe più pericolose del nostro territorio: gli incendi stagionali. Uno, impressionante e particolarmente preoccupante a causa della vicinanza all’abitato, ha costretto a ore di dure lavoro i Vigili del Fuoco della Compagnia di Civitavecchia che hanno richiesto l’ausilio della ProPyrgi, a Santa Marinella, in via della Perazzeta.

L’incendio, con fiamme altissime, ha divampato quasi a ridosso delle case e oltre alle sterpaglie, ha divorato anche una piccola rimessa, con un mezzo agricolo lì costudito. Per spegnere le fiamme sono dovute intervenire ben due squadre dei Vigili del Fuoco, un’autobotte e una squadra della Protezione Civile di Santa Marinella che hanno lavorato per quasi quattro ore.

Ma i Vigili fanno sapere che nella sola giornata di domenica 28 maggio sono intervenuti in tutto il comprensorio in ben 70 casi, di cui il 70% proprio per spegnere incendi di sterpaglie.

Intervistato sull’accaduto, Mauro Guredda della ProPyrgi ha sottolineato come in molti sottovalutino il pericolo di dare fuoco a cumuli di paglia e sterpi per ripulire i terreni, lasciando poi i focolari incustoditi, senza valutare il rischio che le fiamme si propaghino a causa del vento, proprio come quello che spirava domenica scorsa.

Guredda ha ricordato che è vietato accendere fuochi vivi per bruciare le sterpaglie e ha comunque consigliato tutti, vista la stagione, di tenere a disposizione i numeri per le emergenze, dal 115 dei Vigili del Fuoco, al numero verde gratuito della Protezione Civile, 803 555.