Giorgia Mulargia: attendere settembre con strutture per i giovani in degrado

Giorgia Mulargia

La giunta comunale di Santa Marinella, dopo le reazioni infuocate degli ultimi giorni alla situazione dei conti non proprio rosea della città, continua ad attirare critiche su critiche: gli strascichi della vicenda del cartellone estivo ritirato con un mese di anticipo non si sono ancora attenuati che un comunicato di Giorgia Mulargia, ex delegato di questa giunta, tra i primi ad abbandonarla, tuona contro il degrado cittadino frutto di dieci anni di questa classe dirigente. “Settembre, andiamo. È tempo di migrare’ è il primo verso di una delle più note poesie di Gabriele D’Annunzio, “I Pastori”: il Vate sembra descrivere perfettamente la realtà in cui viviamo oggi in questa città. Un autunno all’insegna della decadenza – esordisce la Mulargia – . Questi ultimi tre anni hanno cambiato l’esistenza di chi già c’era e hanno condizionato in negativo quella di chi vi è nato e lotta nelle disuguaglianze cittadine che si sono venute a creare”. Dopo un invito a ripartire da una neutralità assoluta, continua ricordando che “Un punto, a me sempre molto caro, sono le giovani leve: tutti quei ragazzi che non credono possano essere rappresentati da una politica brutalizzata e brutalizzante come quella creata da questa amministrazione. Si deve ripartire dai giovani e per loro, con un modo diverso di gestire settori importanti come i lavori pubblici; sport e scolastici, non come viene svolto da fantomatici politici e amministratori nostrani, investendo in un futuro prossimo anche con aiuti concreti, spostando il peso economico che soffoca i cittadini con continui balzelli di tasse dirette e indirette (purtroppo argomento molto attuale viste le ultime vicende sulle casse comunali) e che non permette di dare fiato alle nostre famiglie  ai nostri commercianti e professionisti e in genere a chi dovrebbe contribuire al benessere di una “matura economia” in una città come la nostra”. Infine conclude, dopo una stoccata alla situazione del turismo cittadino, sottolineando che “Essere arrivati quasi a metà Agosto e pensare che a Settembre i ragazzi torneranno a scuola a fare attività sportive con impianti sportivi inesistenti,  troveranno le macerie nella scuola “Vignacce” che anche quest’anno con molta probabilità rimarrà chiusa, un campo comunale di patate anziché di calcio e una piscina ancora chiusi!Questa è l’amara sensazione che abbiamo noi cittadini di Santa Marinella e Santa Severa come i pastori di D’Annunzio, aspettiamo Settembre per veder tornare a casa questa classe dirigente, con largo anticipo”. La giunta Bacheca ha attirato sugli stessi temi l’attenzione anche di Rocco Maugliani, segretario del Partito Democratico della federazione della Provincia di Roma, che ha voluto aggiungere la sua voce al coro di critiche per la situazione delle casse comunali, con una breve nota stampa.