Controlli nel comprensorio: scattano le manette tra Civitavecchia, Ladispoli e Cerveteri. Le operazioni condotte dai Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia.

Immagini di repertorio

Un weekend impegnativo per i Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia che, nel corso di servizi di controllo del territorio, tra Civitavecchia, Ladispoli e Cerveteri, hanno individuato e arrestato 3 persone gravate da misure detentive, rispettivamente 2 a Civitavecchia e una Ladispoli mentre a Cerveteri, in un’operazione congiunta con i colleghi di Ladispoli, sono state tratte in arresto persone dedite allo spaccio di stupefacenti. Ecco i dettagli:

Civitavecchia: rintracciati un 51enne  ed un 34enne, gravati da pendenze penali dovendo espiare rispettivamente la pena di 4 anni e 6 mesi e di 3 anni e 11 mesi di reclusione per i reati di rapina e violenza sessuale in concorso, sono stati trasferiti alla Casa Circondariale di Civitavecchia per l’esecuzione dell’ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso la Corte d’Appello di Roma.

Ladispoli: a conclusione di una mirata attività investigativa, è stato arrestato un 32 enne romeno, in Italia senza fissa dimora,  gravato da pendenze penali, poiché responsabile del reato di rapina. In particolare, i militari dell’arma hanno accertato che lo stesso si era reso responsabile del reato di rapina commesso alcuni mesi fa nei confronti di un suo connazionale. L’Autorità Giudiziaria di Civitavecchia, confermando l’ipotesi della P.G., ha emesso  Ordine di Custodia Cautelare in Carcere a carico di B.D. che è stato accompagnato anch’esso presso la Casa Circondariale di Civitavecchia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mandante.

Cerveteri: nell’ambito delle attività di pattugliamento, in un’operazione congiunta con i Carabinieri della Stazione di Ladispoli, sono stati arrestati un 30enne romano domiciliato a Cerveteri, e un 37enne serbo, abitante a Cerveteri, entrambi con precedenti, poiché responsabili del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I due sono stati più volte notati in atteggiamenti sospetti tanto da ritenere necessaria la perquisizione domiciliare. Infatti. Alle’esito di quest’ultima, i militari hanno rinvenuto 100 grammi di cocaina, di cui parte già suddivisa in dosi, e il materiale per il confezionamento. La sostanza stupefacente è stata sequestrata e per i due individui la serata si è conclusa presso la Casa Circondariale di Civitavecchia, dove sono stati accompagnati in stato di arresto con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Civitavecchia.