Tolfa: le Olimpiadi della Cultura e del Talento sbarcano al Salone del Libro di Torino.

Olimpiadi della Cultura e del Talento – Salone del Libro di Torino Torna l’appuntamento culturale con le Olimpiadi della Cultura e del Talento, già iniziate da qualche mese con competizioni svolte sia a Tolfa che a Civitavecchia. Ma oltre al meritato successo riscosso in tutte le scuole d’Italia, arriva ora un altro prestigioso riconoscimento. Infatti, grazie all’ottimo lavoro svolto dalla neonata divisione “nord” dello staff, gli organizzatori sono stati invitati a presentare la X edizione del concorso in una delle più importanti manifestazioni culturali in Europa: il Salone del Libro di Torino.

Molto soddisfatto il Responsabile dell’Area Nord delle Olimpiadi Andrea Miccoli “Siamo orgogliosi come staff di prendere parte al Salone del Libro il prossimo 12 maggio a Torino. Un importante riconoscimento frutto dell’intenso lavoro svolto in questi mesi in sinergia con la Regione Piemonte e il Comune di Torino per l’organizzazione delle semifinali 2019 delle Olimpiadi. Siamo felicissimi, dopo aver vinto le Olimpiadi da studenti e terminato gli studi liceali, di essere entrati nel comitato organizzativo e collaborare con i ragazzi dello staff del centro-sud per fare crescere maggiormente questo concorso. Tanti sono i progetti che abbiamo in ballo e io non posso che ringraziare i miei colleghi, prima amici, Domiziana Loiacono, la presidente nazionale del concorso, e Daniele Ceccarelli, il fondatore”

L’appuntamento è dal 20 al 22 aprile a Tolfa per la finale internazionale dalla 9^ edizione e poi il 12 maggio al Salone del Libro di Torino, dove sarà presentata ufficialmente, insieme all’autore Luca Bianchini, la 10^ edizione del concorso che, visto la ricorrenza del decennale, sarà ricca di importanti novità a partire appunto dalle semifinali nord-italia che si svolgeranno a Torino.

Conclude Miccoli: “ringraziamo di cuore i nostri partner storici Comune di Civitavecchia, Comune di Tolfa e Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia senza il quale questo evento non sarebbe mai potuto arrivare fino alle IX edizione”