Spiaggia Perla del Tirreno: previsto anche un bar nella stagione 2020

Come ogni anno la spiaggia Perla del Tirreno si appresta ad essere affidata per i quattro mesi estivi, nonostante l’ombra del coronavirus e le tante restrizioni che riguarderanno la fase II, fino a settembre.

Mentre sullo stesso stabilimento è stata aperta una procedura di project financing che durerà venti anni, l’amministrazione comunale ha deciso comunque di provvedere nell’immediato alla stagione 2020 non senza dimenticare che proprio l’immobile e di conseguenza la soprastante passeggiata richiedano entrambe delle perizie per accertarne la stabilità.

Dunque, nella delibera di giunta comunale n. 35 del 10 aprile scorso si legge che sarà cura del concessionario provvedere a proprie spese ad incaricare un progettista che sia ingegnere strutturista, anche indicato dall’ente stesso, che dovrà sviluppare accurata perizia la quale poi segnerà l’onere per il concessionario di provvedere agli obblighi in essa riportati, prima di poter aprire.

Ma tra le novità importanti del 2020 vi è sicuramente quella di dare la possibilità al concessionario di poter svolgere attività di Bar a condizione che lo stesso si accolli interamente l’onere di adeguare la struttura esistente dal punto di vista igienico sanitario, strutturale ed urbanistico.

Tutto quanto sopra,si legge nell’atto deliberativo, ad eccezione che l’emergenza COVID imponga misure restrittive o divieto di tale attività. In questo caso infatti sarà richiesto al concessionario di accettare tali imposizioni incondizionatamente.

Resta da comprendere quale sarà l’importo del canone da versare all’ appaltante, cifra che sarà stabilita con atto del dirigente del settore tecnico preposto.