Mese: Ottobre 2020

Una Rosa per Norma – Santa Marinella, 5 Ottobre 2020

Riceviamo e pubblichiamo.

Grande partecipazione e momenti emozionanti alla commemorazione per Norma Cossetto, presso il Monumento ai Caduti

Nella giornata di lunedì 5 Ottobre, anche Santa Marinella ha offerto il suo omaggio a Norma Cossetto, contemporaneamente ad oltre centocinquanta città italiane.

Per l’occasione circa una trentina di cittadini si sono riuniti sotto il Monumento ai Caduti di tutte le guerre, nell’ambito dell’evento UNA ROSA PER NORMA patrocinato dal Comitato 10 febbraio.

Norma Cossetto, è una ragazza istriana che nella notte tra il 4 e il 5 ottobre 1943 venne gettata viva nella foiba di Villa Surani dai partigiani slavo comunisti in Istria, insieme ad altri prigionieri. Dopo immani sofferenze subite – insieme ad altre donne che vennero tutte violentate e in particolare lei, tenuta da parte e legata ad un tavolo – venne seviziata e violentata ripetutamente da 17 aguzzini.

Sulla storia di Norma però, ancora oggi, purtroppo, siamo costretti a leggere dichiarazioni negazioniste che mettono in dubbio tutto questo. Per quel che ci riguarda, lasciamo da parte questa ignoranza, noi, a 77 anni di distanza dal martirio di Norma, ricordiamo l’attaccamento ai Valori della Patria di questa ragazza che pagò, con la vita, il suo amore per l’Italia. 

All’evento – che si è svolto in maniera essenziale ma significativa, hanno partecipato membri di associazioni e organizzazioni politiche del territorio, i membri del comitato 10 Febbraio e del comitato 14 Maggio di Civitavecchia. Apprezzata anche la presenza del consigliere comunale, Gen. Francesco Settanni.

Il rappresentante del Comitato 10 Febbraio, dopo l’intervento nel quale ha illustrato la vita e le vicende legate a Norma Cossetto, dalla giovinezza fino alla barbara uccisione, oltre che ringraziare i presenti, ha poi chiamato il minuto di silenzio. Successivamente, come omaggio alla memoria di Norma e di tutte le vittime della pulizia etnica messa in atto dai partigiani comunisti di Tito, sono state deposte le rose ai piedi del monumento.

Il Comitato locale dà dunque appuntamento al 10 febbraio 2021, per la celebrazione del Giorno del Ricordo. L’augurio è che per quel giorno, l’amministrazione comunale abbia approvato la mozione per intitolare una via, una piazza, un giardino o una scuola a Norma Cossetto, come richiesto dal Comitato 10 febbraio e positivamente raccolto in un recente consiglio comunale dalla maggioranza che governa la città.

Comitato 10 Febbraio

Santa Marinella 

Carmine Costanzo: il dipendente comunale con la passione per la numismatica

Tanta soddisfazione per il concittadino Carmine Costanzo, da tutti conosciuto per la sua ventennale attività lavorativa per il comune di Santa Marinella, prima all’autoparco comunale e oggi impiegato all’ufficio protocollo, che proprio ieri ha presentato il suo primo libro sulla storia dei Baiocchi.

Carmine, dopo aver svolto durante il giorno le sue mansioni negli ultimi venti anni si è dedicato anima e corpo alla ricerca, in tutto il mondo, di materiale relativo alle monete coniate dalla zecca di Civitavecchia nel lontano 1796 e denominate I Baiocchi, nome che oltre due secoli dopo ha ispirato anche nella forma il nome di uno dei più gustosi biscotti al cioccolato prodotti da una nota azienda alimentare.

La stesura del libro è iniziata invece circa 5 anni fa, e all’interno del saggio sono state inseriti anche tanti altri eventi e aneddoti storici, davvero interessanti, come nel caso della storia che riguarda il vicino Villaggio del Fanciullo, ovvero la Repubblica di Ragazzi di Civitavecchia.
La comunità ideò nel 1955 per i suoi scambi interni la coniazione della moneta denominata “i meriti” che è stata utilizzata fino ai giorni nostri.

Parole di orgoglio da parte del sindaco Tidei che dopo l’incontro con il dipendente ha commentato: “Sono rimasto davvero entusiasta da questa opera redatta da un nostro dipendente, anche perché in tutti questi anni per seguire la sua passione Costanzo non ha mai sottratto tempo alle ore in cui svolgeva i suoi compiti per conto dell’Ente, e questo gli fa onore”

Giungono per lui tantissimi complimenti da parte dei colleghi del comune e da tanti amici che da sempre lo stimano per il suo cuore d’oro e la sua disponibilità.

Lorenzo Pellegrini debutta con “Primo”. Intervista di Chiara Pinzi

Sarà presentato domani il CD inciso da Lorenzo Pellegrini, giovane cantante santamarinellese con la passione, non solo per il canto, ma anche per la solidarietà. Appuntamento al teatro sala odescalchi alle ore 17.00, insieme a lui Fabio De Paulis, cantante e musicista e Massimiliano Passerani, scrittore e ideatore della compagnia dei Volti, un gruppo teatrale a cui aderisce anche il giovane Lorenzo con la sua voce.

A raccontarci di lui una dolcissima aspirante giornalista, Chiara Pinzi, che domani farà qualche domanda al cantante. Intanto leggiamo cosa racconta Chiara del nostro Lorenzo.

Un grande atto di generosità che viene dal cuore, è questo ciò che ha spinto il giovane ragazzo, Lorenzo Pellegrini, di appena 13 anni a pubblicare il suo primo CD. L’obiettivo del lancio di “PRIMO”, titolo del CD, è quello di raccogliere dei fondi che saranno poi devoluti alla “Casafamily Stella del cammino di Santa Severa”, per aiutare i bambini e i ragazzi che vivono lì. “Questa idea nasce per loro” dice Lorenzo “perché io e la mia famiglia siamo molto legati a quella realtà” continua “li considero come fratelli, vorrei aiutarli cantando qualche canzone”. Impegno, dedizione e altruismo sono ciò che hanno contraddistinto e aiutato il giovane cantante Santa Marinellese a combattere per una causa che ritiene sua, lanciando un messaggio di sensibilizzazione che invita chiunque a dare sempre il meglio per aiutare il prossimo. Un CD all’insegna della bontà e dei valori etici con all’interno i 6 titoli più importanti della musica leggera italiana (portami via, la notte dei miracoli, cuore a vento, dimmi a domani, grazie mille, alta marea) e uno dei brani più celebri di Armstrong (What a wonderful world) cantati dalla dolcissima e passionale voce del piccolo filantropo Lorenzo Pellegrini.
~Chiara Pinzi