Arte e Cultura

Una Rosa per Norma – Santa Marinella, 5 Ottobre 2020

Riceviamo e pubblichiamo.

Grande partecipazione e momenti emozionanti alla commemorazione per Norma Cossetto, presso il Monumento ai Caduti

Nella giornata di lunedì 5 Ottobre, anche Santa Marinella ha offerto il suo omaggio a Norma Cossetto, contemporaneamente ad oltre centocinquanta città italiane.

Per l’occasione circa una trentina di cittadini si sono riuniti sotto il Monumento ai Caduti di tutte le guerre, nell’ambito dell’evento UNA ROSA PER NORMA patrocinato dal Comitato 10 febbraio.

Norma Cossetto, è una ragazza istriana che nella notte tra il 4 e il 5 ottobre 1943 venne gettata viva nella foiba di Villa Surani dai partigiani slavo comunisti in Istria, insieme ad altri prigionieri. Dopo immani sofferenze subite – insieme ad altre donne che vennero tutte violentate e in particolare lei, tenuta da parte e legata ad un tavolo – venne seviziata e violentata ripetutamente da 17 aguzzini.

Sulla storia di Norma però, ancora oggi, purtroppo, siamo costretti a leggere dichiarazioni negazioniste che mettono in dubbio tutto questo. Per quel che ci riguarda, lasciamo da parte questa ignoranza, noi, a 77 anni di distanza dal martirio di Norma, ricordiamo l’attaccamento ai Valori della Patria di questa ragazza che pagò, con la vita, il suo amore per l’Italia. 

All’evento – che si è svolto in maniera essenziale ma significativa, hanno partecipato membri di associazioni e organizzazioni politiche del territorio, i membri del comitato 10 Febbraio e del comitato 14 Maggio di Civitavecchia. Apprezzata anche la presenza del consigliere comunale, Gen. Francesco Settanni.

Il rappresentante del Comitato 10 Febbraio, dopo l’intervento nel quale ha illustrato la vita e le vicende legate a Norma Cossetto, dalla giovinezza fino alla barbara uccisione, oltre che ringraziare i presenti, ha poi chiamato il minuto di silenzio. Successivamente, come omaggio alla memoria di Norma e di tutte le vittime della pulizia etnica messa in atto dai partigiani comunisti di Tito, sono state deposte le rose ai piedi del monumento.

Il Comitato locale dà dunque appuntamento al 10 febbraio 2021, per la celebrazione del Giorno del Ricordo. L’augurio è che per quel giorno, l’amministrazione comunale abbia approvato la mozione per intitolare una via, una piazza, un giardino o una scuola a Norma Cossetto, come richiesto dal Comitato 10 febbraio e positivamente raccolto in un recente consiglio comunale dalla maggioranza che governa la città.

Comitato 10 Febbraio

Santa Marinella 

Carmine Costanzo: il dipendente comunale con la passione per la numismatica

Tanta soddisfazione per il concittadino Carmine Costanzo, da tutti conosciuto per la sua ventennale attività lavorativa per il comune di Santa Marinella, prima all’autoparco comunale e oggi impiegato all’ufficio protocollo, che proprio ieri ha presentato il suo primo libro sulla storia dei Baiocchi.

Carmine, dopo aver svolto durante il giorno le sue mansioni negli ultimi venti anni si è dedicato anima e corpo alla ricerca, in tutto il mondo, di materiale relativo alle monete coniate dalla zecca di Civitavecchia nel lontano 1796 e denominate I Baiocchi, nome che oltre due secoli dopo ha ispirato anche nella forma il nome di uno dei più gustosi biscotti al cioccolato prodotti da una nota azienda alimentare.

La stesura del libro è iniziata invece circa 5 anni fa, e all’interno del saggio sono state inseriti anche tanti altri eventi e aneddoti storici, davvero interessanti, come nel caso della storia che riguarda il vicino Villaggio del Fanciullo, ovvero la Repubblica di Ragazzi di Civitavecchia.
La comunità ideò nel 1955 per i suoi scambi interni la coniazione della moneta denominata “i meriti” che è stata utilizzata fino ai giorni nostri.

Parole di orgoglio da parte del sindaco Tidei che dopo l’incontro con il dipendente ha commentato: “Sono rimasto davvero entusiasta da questa opera redatta da un nostro dipendente, anche perché in tutti questi anni per seguire la sua passione Costanzo non ha mai sottratto tempo alle ore in cui svolgeva i suoi compiti per conto dell’Ente, e questo gli fa onore”

Giungono per lui tantissimi complimenti da parte dei colleghi del comune e da tanti amici che da sempre lo stimano per il suo cuore d’oro e la sua disponibilità.

Lorenzo Pellegrini debutta con “Primo”. Intervista di Chiara Pinzi

Sarà presentato domani il CD inciso da Lorenzo Pellegrini, giovane cantante santamarinellese con la passione, non solo per il canto, ma anche per la solidarietà. Appuntamento al teatro sala odescalchi alle ore 17.00, insieme a lui Fabio De Paulis, cantante e musicista e Massimiliano Passerani, scrittore e ideatore della compagnia dei Volti, un gruppo teatrale a cui aderisce anche il giovane Lorenzo con la sua voce.

A raccontarci di lui una dolcissima aspirante giornalista, Chiara Pinzi, che domani farà qualche domanda al cantante. Intanto leggiamo cosa racconta Chiara del nostro Lorenzo.

Un grande atto di generosità che viene dal cuore, è questo ciò che ha spinto il giovane ragazzo, Lorenzo Pellegrini, di appena 13 anni a pubblicare il suo primo CD. L’obiettivo del lancio di “PRIMO”, titolo del CD, è quello di raccogliere dei fondi che saranno poi devoluti alla “Casafamily Stella del cammino di Santa Severa”, per aiutare i bambini e i ragazzi che vivono lì. “Questa idea nasce per loro” dice Lorenzo “perché io e la mia famiglia siamo molto legati a quella realtà” continua “li considero come fratelli, vorrei aiutarli cantando qualche canzone”. Impegno, dedizione e altruismo sono ciò che hanno contraddistinto e aiutato il giovane cantante Santa Marinellese a combattere per una causa che ritiene sua, lanciando un messaggio di sensibilizzazione che invita chiunque a dare sempre il meglio per aiutare il prossimo. Un CD all’insegna della bontà e dei valori etici con all’interno i 6 titoli più importanti della musica leggera italiana (portami via, la notte dei miracoli, cuore a vento, dimmi a domani, grazie mille, alta marea) e uno dei brani più celebri di Armstrong (What a wonderful world) cantati dalla dolcissima e passionale voce del piccolo filantropo Lorenzo Pellegrini.
~Chiara Pinzi

Alessandro Martini, il santamarinellese diventato pellegrino sulla Via Francigena Oggi l'arrivo in Vaticano dove riceverà il "testimonium"

Alessandro Martini, il quarantottenne santamarinellese conosciuto da tanti come un ottimo sportivo, è in arrivo oggi al vaticano, dopo un lungo pellegrinaggio che lo ha visto partire, zaino in spalla, un mese, per percorrere a piedi la Via Francigena: ben 1000 km, per un totale di 45 tappe, raggiunte in soli 30 giorni, con una media di 33 km giornalieri. Una vera impresa quella di Alessandro, che ha preso inizio dal Monte Gran San Berbardo, a ECHEVENNOZ, nella Citàa di Aosta per poi procedere con le seguenti tappe: TAPPA 02 – DA ECHEVENNOZ AD AOSTA TAPPA 03 – DA AOSTA A CHATILLON TAPPA 04 – DA CHATILLON A VERRÈS TAPPA 05 – DA VERRÈS A PONT ST. MARTIN TAPPA 06 – DA PONT ST. MARTIN A IVREA TAPPA 07 – DA IVREA A VIVERONE TAPPA 08 – DA VIVERONE A SANTHIÀ TAPPA 09 – DA SANTHIÀ A VERCELLI TAPPA 10 – DA VERCELLI A ROBBIO TAPPA 11 – DA ROBBIO A MORTARA TAPPA 12 – DA MORTARA A GARLASCO TAPPA 13 – DA GARLASCO A PAVIA TAPPA 14 – DA PAVIA A SANTA CRISTINA TAPPA 15 – DA SANTA CRISTINA A ORIO LITTA TAPPA 16 – DA ORIO LITTA A PIACENZA TAPPA 17 – DA PIACENZA A FIORENZUOLA TAPPA 18 – DA FIORENZUOLA A FIDENZA TAPPA 19 – VARIANTE BREVE PER FELEGARA TAPPA 20 – DA FORNOVO A CASSIO TAPPA 21 – DA CASSIO AL PASSO DELLA CISA TAPPA 22 – DAL PASSO DELLA CISA A PONTREMOLI TAPPA 23 – DA PONTREMOLI AD AULLA TAPPA 24 – DA AULLA A SARZANA TAPPA 25 – DA SARZANA A MASSA TAPPA 26 – DA MASSA A CAMAIORE TAPPA 27 – DA CAMAIORE A LUCCA TAPPA 28 – DA LUCCA AD ALTOPASCIO TAPPA 29 – DA ALTOPASCIO A SAN MINIATO TAPPA 30 – DA SAN MINIATO A GAMBASSI TERME TAPPA 31 – DA GAMBASSI TERME A SAN GIMIGNANO TAPPA 32 – DA SAN GIMIGNANO A MONTERIGGIONI TAPPA 33 – DA MONTERIGGIONI A SIENA TAPPA 34 – DA SIENA A PONTE D’ARBIA TAPPA 35 – DA PONTE D’ARBIA A SAN QUIRICO TAPPA 36 – DA SAN QUIRICO A RADICOFANI TAPPA 37 – VARIANTE PER PROCENO TAPPA 38 – DA ACQUAPENDENTE A BOLSENA TAPPA 39 – DA BOLSENA A MONTEFIASCONE TAPPA 40 – DA MONTEFIASCONE A VITERBO TAPPA 41 – VARIANTE PER PONTE CAMILLARIO TAPPA 42 – DA VETRALLA A SUTRI TAPPA 43 – VARIANTE 1 – L’USCITA DA SUTRI TAPPA 44 – DA CAMPAGNANO A LA STORTA TAPPA 45 – DA LA STORTA A ROMA.
Ebbene, un percorso arduo e faticoso che è considerato la variante italiana del cammino di Santiago de Compostela e che terminerà oggi a La Storta. Un percorso che papà Alessandro ha deciso di terminare con la figlia Elettra. Saranno gli ultimi 17 km, forse quelli più emozionanti per il nostro pellegrino che camminerà con un bagaglio di emozioni sicuramente immenso, accanto alla sua ragazza, l’amore della vita di un padre. Ad aspettarlo in Vaticano ci saranno amici e parenti che assisteranno alla consegna del “Testimonium”, un documento che certifica l’avvenuto pellegrinaggio a Roma devotionis causa. Si ricorda, nella storia, che tale titolo veniva concesso dalla Chiesa al pellegrino che, tornato a casa, poteva dimostrare che il pellegrinaggio era compiuto e il voto sciolto.

Facciamo i complimenti ad Alessandro per questa grande avventura che approfondiremo con lui molto presto.

Nasce il Comitato delle Associazioni culturali: Cultura, Arte e solidarietà unite Presentato un programma di 5 serate nell’ambito del Summer Festival

Un programma di 5 serate all’interno del Summer Festival di Santa Marinella con l’intento di promuovere la cultura, l’arte e anche la solidarietà: con questo progetto si presenta il nuovo Comitato delle Associazioni culturali.

Il Comitato presenta 5 serate all’insegna del cinema, della danza, della poesia, dell’archeologia, della musica, della creatività e della solidarietà con il forte sostegno dell’amministrazione comunale.

“Un gesto doveroso nei confronti delle nostre associazioni culturali e non solo, che sono parte integrante dello sviluppo e della crescita di questa città, nonché realtà sempre presenti e collaborative. Da parte di questa amministrazione vi è l’impegno di creare una stretta sinergia per promuovere e rilanciare attività degne della cultura cittadina, che vengano apprezzate anche in una futura collaborazione intercomunale”, riferisce il Consigliere Comunale Andrea Amanati anche delegato delle associazioni.

Il programma delle 5 serate sinteticamente:

20 agosto: Storie di Tanto a cura dell’associazione Blu Tango. Presentazione del libro “La verità del Tango” di Maria Grazia Adamo coadiuvate da alcune letture dell’associazione LE VOCI e con la partecipazione del bandeonionista argentino Ricardo Badaracco.

24 agosto: conferenza “il patrimonio storico-archeologico di Santa Marinella, un bene comune da conoscere e valorizzare a cura dell’associazione GATC, relatore dott. Flavio Enei

26 agosto: Reading le stelle stanno in cielo i sogni non lo so, a cura dell’associazione culturale Le Voci e dell’associazione musicale Sinphonicamente

27 agosto: Ingrid Bergman, un uccello migratore a cura dell’associazione culturale Santa Marinella Viva con il critico cinematografico e giornalista della Radio Vaticana Rosario Tronnolone e la partecipazione dell’attore e regista Agostino De Angelis. Performance di danza con coreografie sul cinema a cura dell’associazione Danzero. Intervento sulla solidarietà a cura dell’associazione Amici di Flavia Onlus. Allestimenti a cura dell’associazione Mis Flores Gatos.

30 agosto: la scuola di cinema di Santa Marinella presenta TROLL, l’ultimo cortometraggio realizzato con gli allievi della scuola. A cura dell’associazione culturale Santa Marinella Viva. Con la partecipazione dell’attore e regista Agostino De Angelis e dell’associazione Archeotheatron di Desireè Arlotta.

Il Comitato è pronto ad accogliere tutte le associazioni che vorranno aderire in futuro con l’impegno di lavorare insieme PER SANTA MARINELLA.

Mercato Santa Marinella: al via il mercato unico Pirgus

Riapre da oggi, giovedì 11 giugno il mercato rionale di Santa Marinella nella nuova location individuata dall’amministrazione comunale tra via Giulio Cesare e via Pirgus (Parco Kennedy).

La scelta di questa sede che riunisce gli operatori del Mercato Pirgus e quelli del Centro di Piazza Trieste è frutto di diversi incontri tra il Comune e la categoria.

Riparte oggi – afferma il sindaco TIDEI – il mercato cittadino di Santa Marinella, con soddisfazione nostra e degli operatori.

Questa area, più ampia e con possibilità di parcheggio, ci ha consentito di riunire tutti gli operatori dei due mercati in totale sicurezza e rispetto delle normative a prevenzione del COVID-19.

La delocalizzazione del Mercato Centro dove erano rimasti davvero pochi banchi, consentirà ai commercianti di piazza Trieste di poter ampliare l’occupazione di suolo pubblico e di avere quindi la possibilità di più tavoli e sedie.

I nostri cittadini ed i tanti fruitori provenienti dai Comuni limitrofi, troveranno ora  un’offerta commerciale più ampia, banchi più distanziati  ed ordinati e finalmente una sede unica.

Il tutto – prosegue Tidei –  sotto il controllo della Polizia Locale e dei volontari dell’ass.ne Nature Education.

Per i cittadini del Centro e per le persone anziane oggi privati del loro piccolo mercato, abbiamo pensato di istituire, in collaborazione con la SAP una navetta  dedicata (al momento gratuita), con partenza da Piazza Trieste e più giri durante la giornata.

L’unione del mercato – conclude Tidei – rappresenta un’altra svolta epocale per Santa Marinella ed un grande risultato per questa amministrazione per il quale ringrazio l’Assessore Emanuele Minghella che ha svolto al riguardo un lavoro lungo e difficile.

MINGHELLA – già prima della pandemia stavamo lavorando e studiando diverse soluzioni per unificare il mercato e tutti gli operatori adeguandoci alle normative europee.

La pandemia ci ha costretto ad intervenire nel breve tempo per consentire la riapertura del mercato ed in totale sicurezza. Abbiamo fatto tantissime riunioni con gli operatori e le associazioni del settore , unanimi nel voler trovare una soluzione unica e sicura.

Sono fermamente convinto che spostare il mercato nella zona “Parco Kennedy” sia una scelta vincente , in termini commerciali , di spazi e di sicurezza.

A parte le condizioni metereologiche di oggi, sono certo che questa unione si rivelerà una scelta vincente , in considerazione dello spostamento di tutti gli uffici comunali nell’immobile delle Benedettine e di una facilità di collegamenti con l’intensificarsi di corse dedicate da parte del trasporto pubblico locale.

CORIPET – Santa Marinella: insieme ai supermercati PAM per il riciclo del Pet.

Coripet, il consorzio volontario, autonomo, senza fini di lucro che opera nella gestione del riciclo delle bottiglie Pet, ha siglato una collaborazione con tre supermercati affiliati PAM per la raccolta selettiva degli imballaggi in plastica.
A partire da oggi, presso tre punti vendita PAM situati nella regione Lazio, precisamente a Civitavecchia, in Via Pietro Nenni 32, a Santa Marinella, in Via Etruria 70 e a Tolfa, in Viale Italia 60, sono a disposizione della clientela ecocompattatori per la raccolta dei contenitori in Pet per liquidi alimentari.
Il meccanismo di raccolta, funzionale al sistema di filiera del cd “bottle to bottle” ossia generare da bottiglie usate un RPet idoneo al diretto contatto alimentare per poter realizzare nuove bottiglie, è molto semplice: il cliente, attraverso la APP Coripet o con una card, che può essere ritirata gratuitamente presso il punto vendita, accede alla macchina e inserisce le bottiglie, che devono essere vuote, non schiacciate e con l’etichetta leggibile. Più si riciclano contenitori più si accumulano punti, che danno diritto a buoni sconto sulla spesa: ogni venti bottiglie conferite, un euro di sconto su una spesa di almeno venti euro; con duecento bottiglie si ha diritto a cinque euro di sconto, su una spesa minima di cinquanta euro.
Ad inaugurare ieri la macchina il vice sindaco Andrea Bianchi che ha commentato: “Siamo contenti che verrà posizionato un altro mangia plastica nel nostro Comune poiché questo è lo strumento giusto per incentivare il riciclo del Pet. I nostri concittadini hanno sposato sin da subito questa bella iniziativa che l’amministrazione comunale sta portando avanti.” Soddisfazione anche per l’assessore Emanuele Minghella che conferma l’impegno del Comune di Santa Marinella nel collaborare con le attività commerciali per la campagna lanciata già a gennaio 2020.


“Questa collaborazione – afferma Corrado Dentis, Presidente CORIPET – sancisce il nostro approdo nel Lazio con la GDO, che, per Coripet, è interlocutore di primaria importanza per garantire i risultati nella raccolta e nel riciclo del PET sull’intero territorio nazionale. Proprio grazie agli ecocompattatori Coripet, l’Italia, potrà allinearsi più velocemente agli obiettivi delle linee guida della SUP, la direttiva europea 904 del 2019 che prevede, a partire dal 2025, che ogni bottiglia contenga almeno il 25% di Pet riciclato”.

Santa Severa Futsal: è Vincenzo Di Gabriele il nuovo mister.

Sarà Vincenzo Di Gabriele a guidare il Santa Severa Futsal nel corso della prossima stagione.
L’accordo è stato formalizzato ed il mister, con un trascorso nel Santa Marinella, non vede l’ora di cominciare questa nuova avventura: “Sono molto felice e stimolato – le parole di esordio di Di Gabriele – Ringrazio presidente e ds per l’opportunità e spero di ripagarli sul campo.
Mi hanno scelto perché sanno che sono un allenatore a cui piace vincere attraverso il bel gioco e sono sicuro che riusciremo ad allestire una rosa competitiva, in grado di competere con tutti.
Porto in dote un bagaglio di esperienza che mi piacerebbe riuscire a trasmettere all’ambiente. I presupposti ci sono, perché ho visto tutti carichi e con molta voglia di fare”.
Il Presidente Daniele Guidoni e il Direttore Sportivo Pierfrancesco Luchetti sono pronti ad esaudire i desideri del tecnico ed a mettergli a disposizione un organico all’altezza, in grado di competere per obiettivi prestigiosi.
Fondamentale anche il ruolo di Emanuele Frezza, Dirigente per i rapporti con Partner e Sponsor. Il Santa Severa Futsal vuole confermarsi una realtà di spessore, un aggregatore di valori e un veicolo di promozione delle eccellenze del territorio, prima fra tutte lo splendido Castello di Santa Severa, anche fuori dal campo.

Fiori Santa Marinella, Minghella: voglia di rinascere. Sarà di nuovo Perla in fiore


Più di duemila consegne nell’ultimo weekend da parte dei floricoltori e della protezione civile. In poche ore tutte le case dei santamarinellesi si sono riempite di colorati e profumati fiori dei nostri produttori locali.

Viole, fresie, calle, campanule, margherite, astromelie, bocche di leone, confezionate con l’olivo benedetto da Don Salvatore hanno reso la domenica delle Palme ancora più speciale, seppur accolta dai balconi di casa.

L’amministrazione comunale, in collaborazione con l’Associazione Promozione e Sviluppo Santa Marinella, sta cercando di dar voce a questa iniziativa schierandosi al fianco dei floricoltori locali.

Commenta l’assessore Minghella: “In questa domenica delle palme appena trascorsa ho visto così tanti post nei social sulla bellezza dei fiori di Santa Marinella che mi preme dover dire che questa bellezza l’abbiamo avuta sempre davanti agli occhi ma troppe volte l’abbiamo accantonata vivendo solo del ricordo di un tempo che fu, che vedeva la nostra città il paese dei fiori. Ebbene, ci siamo accorti forse che quel tempo lo è ancora? Ci è successo come i bambini, che riscoprono la bellezza di un vecchio giocattolo e che magari funziona ancora benissimo”

“Dall’altra parte ho visto anche dei floricoltori – continua l’assessore alle attività produttive – che hanno avuto il coraggio di gridare di nuovo, di far sentire la loro voce, di chiedere aiuto, nonostante la grande umiltà e serietà che hanno avuto in questi anni, tirando avanti l’azienda con sacrificio e caparbietà, soffrendo senza lamentarsi con nessuno. “

“Dunque la mia riflessione – conclude –  che spero sia condivisa da tutti, è quella che entrambe la parti debbano ricostruire qualcosa. La fiducia nel nostro paese, il rispetto per le attività locali, la voglia di ripartire facendo rete. Non volendo parlare personalmente vi dico: avete una cosa che tante comunità non hanno, lo spirito di solidarietà e su questo spero che ripartiremo tutti.

L’amministrazione comunale sarà ben lieta di fungere da trade union, soprattutto ora che abbiamo un gruppo di promozione e sviluppo del territorio che funziona. Mi piacerebbe a settembre, o quando i floricoltori vorranno, organizzare la nostra prima fiera, una “Perla in fiore” che duri sempre.

Santa Marinella: il volontariato illumina la perla con il tricolore. Panico intona l’inno d’Italia

Continua l’impegno delle associazioni di volontariato per dare un segno di vicinanza alla popolazione italiana che sta attraversando una profonda crisi economica e sociale.

L’iniziativa, che conclude le tante in atto durante questa prima settimana di emergenza, è stata ideata da Bruno Bruni, dal Nucleo Sommozzatori, dalla Croce Rossa e dalla Misericordia. Ieri sera la spiaggia della Perla del Tirreno si è illuminata con il tricolore. Un’immagine che forse non siamo abituati a vedere e che ci lascia commossi. Per chi è rimasto sveglio, poi, c’è stata l’esibizione del tenore Christian Panico che ha intonato l’inno di Mameli, in segno di speranza in un sabato sera in cui i tg sono bollettini di guerra.

Le associazioni: “Abbiamo voluto regalare questo momento ai nostri cittadini che in questa settimana hanno fatto i conti con le tante restrizioni. Un modo per far capire che il futuro è ciò che facciamo adesso e adesso, voi state a casa, noi faremo il possibile. E continuano ” Grazie a Bruno Bruni, inossidabile, che oltre ad aver avuto l’idea, ha messo a disposizione gli strumenti per realizzarla. Grazie a Christian ed infine grazie alle forze dell’ordine per l’estrema fiducia che ripongono in noi.

Commercio Santa Marinella. Minghella: i fiori dell’Etruria Meridionale. Soddisfatta Valentina Fantozzi

Santa Marinella, città del fiore. Così negli anni cinquanta veniva descritta la nostra città. Un’attività che nel tempo ha subito crisi sempre più profonde, ha visto famiglie sottoposte a sacrifici enormi per non chiudere, tanti non ce l’hanno fatta e hanno lasciato i loro terreni incolti. Oggi i produttori più tenaci continuano nella tradizione familiare tramandata da padre in figlio, controllano il meteo, temono le alluvioni e le trombe d’aria, difendono le loro aziende, la sveglia sempre impostata alle tre del mattino per i mercati generali. Ma al coronavirus, anche i reduci, non erano proprio pronti e così, con la Pasqua alle porte ed in piena fioritura, hanno visto sfumare gli sforzi di un intero inverno. Tutto il raccolto invenduto. Lacrime amare.
Ma loro sono santamarinellesi, hanno il cuore grande e per questo hanno trasformato le loro lacrime in sorrisi.


Emanuele Minghella, assessore alle attività produttive e sviluppo territoriale: “L’iniziativa è nata con Valentina Fantozzi, su impulso dei produttori, proprio in questi giorni di isolamento in cui tante aziende stavano buttando al macero la propria produzione. Dovevamo fare qualcosa, sia come Comune che come associazione di promozione e sviluppo del territorio. Abbiamo quindi trasformato l’impulso in qualcosa che potesse innanzitutto risvegliare le coscienze ed attirare l’attenzione dei cittadini su questa attività, dai più dimenticata. Oggi poi, con possibilità ancora maggiori in virtù del patto dell’Etruria meridionale che abbiamo siglato con i Comuni di Cerveteri, Tolfa e Allumiere, cerchiamo di risollevare questo settore affinché riprenda fiato ed ottenga i giusti onori che merita. Grazie all’aiuto del volontariato abbiamo riempito la nostra città di fiori ma, ancor più importante, abbiamo esportato il nostro prodotto nell’Etruria meridionale. Ringrazio i sindaci Landi, Pascucci e Pasquini perché oggi hanno ricevuto i nostri fiori gratuitamente, domani contribuiranno,con noi, alla ricrescita di questo settore.

Valentina Fantozzi: “Abbiamo recuperato, in pochissimi giorni il valore della cultura più antica che abbiamo la Floricoltura, ancora prima che esistesse il comune qui si cresceva studiando le piante, manipolando la genetica creando nuove specie floreali qui a Santa Marinella la cultura era il Fiore.
La natura si difende con lentezza per adattarsi ai cambiamenti e diventare immortale“, scriveva Stefano Mancuso.
In questo stato di emergenza, la necessità ha messo all’opera i nostri Floricoltori ad unirsi ed a trovare soluzioni per rendere immortale la nostra Storia.
Prima di programmare ogni azione hanno pensato ai nostri cari defunti alle famiglie più bisognose, il rispetto per il nostro passato ed il rispetto per i più umili.
Adesso possiamo andare avanti con fiducia insieme al nostro territorio, l’Etruria meridionale”.

L’INIZIATIVA DI PROMOZIONE E SVILUPPO SANTA MARINELLA
Il progetto si chiama “Sosteniamo la nostra Floricoltura”, e vede la collaborazione delle associazioni di volontariato di protezione civile che hanno raccolto presso i floricoltori tutti i raccolti invenduti.
I primi a riceverli sono stati i cari defunti, grazie ai volontari che, con il cimitero chiuso al pubblico, hanno deposto per ogni concittadino sepolto, un omaggio; successivamente sono stati consegnati alle famiglie più bisognose che vengono seguite dal centro operativo comunale ed infine a tutte le persone che si sono recate a fare la spesa, trovando dei mazzi all’ingresso dei supermercati (gratuiti fino ad esaurimento).
Il Presidente: “Con questo gesto vogliamo dare voce al livello nazionale alla categoria che come tante
è in difficoltà, la Floricoltura è la nostra Storia difendiamola”
Abbinato all’iniziativa anche un concorso che si realizza in pochi semplici passi
1 fare una foto dei fiori ricevuti
2 postarla sulla pagina Verde Santa Marinella e Promozione e sviluppo Santa Marinella Santa Severa
3 aggiungere al vostro post degli hashtag #fioridisantanarinella #fiori #confagricoltura #cia #coldiretti #mercatodeifiori #santamarinella #visitsantamarinella #visitetruriameridionale #civitavecchia #cerveteri #tolfa #allumiere #italia #insiemepossiamofarlo

LE AZIENDE DONATRICI
Antonello D’Ascenzo
Massimo Pistola
Giancarlo Fiorucci
Fabrizio D’Ascenzo
Alberto Giganti
Luigi Ninfa

L’iniziativa è stata inoltre condivisa da Greenline Redazione, un sito web nazionale di casa e giardinaggio che ha promosso e condiviso lo spirito solidaristico.
Un sentito ringraziamento da parte di tutti va ai volontari del Nucleo Sommozzatori, della Misericordia e della Croce Rossa, a Raffaella D’Ovidio con il suo progetto “ La Ginestra Bianca”, Antonio Floris, che cura la pagina Facebook Verde Santa Marinella, i quali stanno dando aiuto per la gestione del concorso ed infine, il doveroso grazie a chi ha donato un sorriso.

Giornata mondiale della poesia: la dedica di Passerani a Santa Marinella

Nella giornata mondiale della poesia non poteva mancare il nostro scrittore Massimiliano Passerani. Annullata la serata della Compagnia dei volti di questa sera, che vedeva interpretata la raccolta di racconti ” Ogni volto sopra di me … sospiri” , il giovane scrittore ha voluto comunque unirsi allo spirito di tanti altri artisti locali lasciando una dedica per la nostra bella città che oggi accoglie l’arrivo della primavera senza corse sulla spiaggia o per le campagne.

“Mentre il sole scende e va via,
siamo lontani, ancora ,dentro e fuori.
Lontani da figli e madri.
Da emozioni e schizzi di felicità.

La Perla traballa e si raddrizza
nel male che colpisce a tradimento.
I suoi figli impauriti e stanchi
combattono una guerra senza senso.

Le spiagge,le amicizie e le passioni
devono purtroppo star lontane,
sembra un circo senza giochi né speranze.
Eppure questo serve per sognare
un domani diverso e colorato.

Colorato come noi possiamo fare,
Pieno di fiori, turisti e belle cose.
Pieno di gente serena e generosa
che per diletto scende in riva al mare.

Questo serve per battere il nemico,
un nemico bastardo e velenoso.
Eppure quando mi affaccio in finestra e vedo i canti e gli occhi della gente,
sono ancora convinto di qualcosa.

Superate ogni litigio e discussione,
chiamate chi dovete e amate.
Questo momento resterà scolpito
Di quando un sogno e una nazione
hanno battuto il virus con l’amore. MASSIMILIANO PASSERANI

Anche per lui un sentito grazie, come per tutti gli artisti che stanno contribuendo a tenere vivo il nostro paese, nonostante l’isolamento forzato.

Santa Marinella: un cuore che batte oltre il virus

Santa Marinella in questi giorni di isolamento ha riscoperto la comunità. Come? Con le tante iniziative che molti cittadini hanno “inventato” dalle loro case, attraverso il cellulare, utilizzando il social.
Tutti sono scesi in campo, sin dal primo giorno in cui proprio il Sindaco si è dichiarato positivo al covid, gli amministratori comunali e parte dei dipendenti hanno dovuto rispettare l’isolamento fiduciario, i primi servizi sono venuti a mancare.

Ci auguriamo, dunque, che tutta l’amministrazione torni presto in servizio ed al Sindaco, una pronta guarigione.

Se volessimo compilare una lista di ciò che è stato, non basterebbe di certo questa pagina di telesantamarinella, ma sicuramente qualcosa la possiamo appuntare sul nostro block notes.
Numero 1. MEDICI ED INFERMIERI. FORZE DELL’ORDINE: Non abbiamo un ospedale nella nostra città, ma quanti di noi abitano nello stesso condominio con un’infermiera del San Paolo o con il medico, l’anestesista, il radiologo? E quanti di noi sanno che al piano di sotto abita il carabiniere arrivato da poco alla Caserma di Santa Marinella, o a quella di Civitavecchia? A loro va il primo infinito grazie.
Numero 2. IL VOLONTARIATO: come sempre, d’altronde. Il nostro volontariato c’è, c’è sempre stato ed è il nostro fiore all’occhiello. Uomini che indossano ognuno i propri colori, dati dalla sintesi del colore della solidarietà e del senso del servizio per la propria città. Proprio ieri, oltre al normale servizio di pattugliamento del territorio, due diverse iniziative sono state organizzate per raccogliere fondi per l’acquisto di materiale medico, che comincia a scarseggiare. Voto? Ogni cifra sarebbe troppo poco.

Numero 3. LE IMPRESE: Tutte, quelle che hanno dovuto chiudere, quelle che stanno assicurando gli approvvigionamenti. I FIORAI che stanno donando i loro raccolti in questi giorni di inizio primavera, il momento più redditizio dell’anno. Si, perché tra poco ci sarebbero stati i matrimoni, le comunioni, le cresime. E invece no, le chiese sono chiuse, la Parrocchia del Carmelo prega in diretta da Facebook, i bambini fanno i picnic in giardino, i genitori diventano insegnanti ed i nonni sono pieni di ricordi, di qualcosa che tanto tempo fa, è già avvenuta. I Ristoranti, pronti a banchettare per le feste citate, hanno tirato giù la saracinesca: “confidiamo nel turismo di ferragosto, dicono!”

Intanto qualcuno scrive che è ora di realizzare una vera e propria unione commercianti, Valentina Fantozzi lo sta già facendo. Uno, fra tutti, non si è perso d’animo, BRUNO BRUNI, il primo ad attivare la consegna di pizza a domicilio ed a mettere delle casse su un camion per portare un po’ di musica tra le strade vuote. Voto? Eccellente, hanno capito tutti la tragica situazione e hanno cercato di pensare subito al futuro.


Numero 4. I MUSICISTI ED I CANTANTI: la lista è lunga. Loro sono stai i nostri flashmob social. Perché abbiamo esposto il tricolore sui nostri balconi ma non abbiamo ballato cosi tanto. Noi abbiamo i nostri VIP. Loro ci hanno riempito il cuore di gioia. SERGIO E TIZIANO BASILIDI hanno raggiunto oltre 60 mila visualizzazioni e sapete come? Parlando di un paese che aspetta di tornare al mare. Il mare della Perla del Tirreno. CHRISTIAN PANICO il tenore che ha cantato dalle colline di Belvedere ed il cui canto è arrivato fino al Porticciolo. I nostri musicisti: FABIO DE PAULIS, FABIO MANCIN, MANOLA BARBIERI e gli allievi delle loro scuole. Li abbiamo sentiti suonare, con gli occhi lucidi e con lo spirito tipico degli insegnanti. E così, tra una nota e l’altra ecco spuntare FABIO GASPARRI, che con il karaoke ha cresciuto centinaia di giovani nell’unico pub della città. Lui ha fatto qualcosa in più, lui ha scritto la nostra canzone. Politici, cittadini, colleghi l’hanno già decretata la canzone di Santa Marinella, con sua sorella Severa, Santa pure lei; e poi … anche ALESSIO DE PERSIO è tornato ad imitare ed ALESSANDRO FIORUCCI ha prestato la sua voce per dirci di stare a casa. Mio caro VIRUS, “beccati questa”. Voto? direi che in questo caso possono anche montarsi la testa, sono stati super!


Numero 5. I CITTADINI: primi fra tutti quelli che hanno donato il sangue e che lo faranno nei prossimi giorni. Poi, c’è chi ha capito che bisognava seguire subito le regole e chi invece, proprio non ci voleva credere alla gravità del fatto. Alla fine, dopo più di 10 giorni di isolamento,con intervento in piu riprese del Sindaco che ha dovuto vietare tanti comportamenti abituali, stiamo cominciando a capire che bisogna stare a casa. Ultimi questa mattina i runners, furiosi per il divieto di attività fisica all’aperto, ma c’è anche chi non può andare al Cimitero e un divieto di abbraccio spirituale fa male allo stesso modo, ma si resiste. Voto? meglio di no, lo rimandiamo a quando tutto sarà finito. Continuiamo a fare il nostro dovere.
Ebbene, queste sono le cose che abbiamo segnato nel nostro block notes, continuate a segnalarci questi gesti, verrà il giorno che torneremo ad incontrarci in piazza e ne parleremo, tutti insieme.
Santa Marinella Resta A Casa.

Alessandra De Antoniis

Senato della Repubblica, 6 febbraio 2020. Convegno “Elettromagnetismo e avanzamento tecnologico”.
Roberto Angeletti rappresenta Santa Marinella.

Si è tenuto a Roma, lo scorso 6 febbraio presso il Senato della Repubblica un importante convegno organizzato da “POLAB”, sul tema dell’elettromagnetismo con particolare riferimento all’innovazione ed applicazione del “5g”.Tra i relatori uno dei maggiori esperti di elettromagnetismo, responsabile di POLAB, Dott.Alfio Turco.

Il convegno incentrato sui nuovi scenari tecnologici disegnati dal 5G, in relazione alle novità che la normativa tecnica di settore introduce nel tema della pianificazione che i Comuni possono mettere in atto, ha visto la partecipazione di numerosi esperti del settore , docenti universitari, tecnici e di una forte rappresentanza dell’attuale Governo con la presenza di Sergio Costa (Min.Ambiente), Pierpaolo Sileri (Vice Min.della Salute), Mirella Liuzzi (Sottosegr.Sviluppo Economico) e dell’Istituzione Europea con Massimo Castaldo (Vice Pres.Parlamento Europeo).

A rappresentare il Comune di Santa Marinella il Consigliere Angeletti, delegato all’Innovazione Tecnologica che commenta:” La nostra presenza a questo convegno insieme ai tanti colleghi dei comuni Italiani è fondamentale.

I Comuni – prosegue Angeletti – ricoprono un ruolo decisivo per la realizzazione e l’ammodernamento delle reti poiché devono  offrire un miglioramento nella  qualità dei servizi garantendo però la salute dei cittadini. Il convegno a cui abbiamo partecipato con il dirigente comunale Arch.Claudio Gentili, fornisce,  con interventi illustri,  una seria valutazione scientifica, senza speculazioni strumentali,  su una tematica nuova e di imminente diffusione , il “5g”. Sono diverse le Amministrazioni Comunali – conclude Angeletti – che hanno vietato la sperimentazione di questa nuova tecnologia. Da parte nostra non mancherà la partecipazione a tutte le occasioni di dibattito, formazione per operare sul nostro territorio la scelta migliore

Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini: Lorenzo Borgi subito a podio nella prova inaugurale del Trttico Laziale

E’ stata una domenica ricca di buoni risultati per la Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini che ha preso parte alla gara inaugurale del 27°Trittico Laziale (nel quartiere romano di Castel di Leva) che ha coinciso con la prima gara stagionale in mountain bike per il team altolaziale valida anche come prima prova di Campionato Regionale CSI Lazio. Nella gara capitolina, il miglior risultato è arrivato da Lorenzo Borgi che è salito sul secondo gradino del podio nella sua categoria master 6, a coronamento della giornata sono arrivati anche i piazzamenti di Gabriele Faccenda (7°M2), Mauro Gori (6°M6), Claudio Albanese (7°M6), Claudio Savioli (5°M7), Federico Forti (16°M3), Massimiliano Chiavacci (13°M4) e Giuseppe Cherubini (20°M5). “I nostri atleti hanno subito dimostrato impegno – ha affermato il presidente Stefano Carnesecchi – in una competizione prestigiosa come il Trittico Laziale che rimane tra gli obiettivi primari di questo inizio di stagione”.

Giorno del ricordo – Assessore Gaetani agli alunni: se vi sentite cittadini liberi è perché altri hanno lottato per la libertà.

Celebrata questa mattina la giornata del ricordo con la deposizione di una corona d’alloro al Parco Martiri delle Foibe. Presenti le associazioni di volontariato, la autorità militari, Don Salvatore Rizzo, rappresentanti del consiglio comunale di maggioranza e di minoranza. A memoria delle vittime degli italiani infoibati è intervenuto l’assessore Roberta Gaetani che ha esortato i giovani presenti a ricordare le tristi vicende occorse ai cittadini di Istria e Dalmazia, colpevoli solo di essere italiani. ” Cari ragazzi – ha esordito la Gaetani – la nascita della Repubblica, i fondamenti delle democrazia ci ricordano che è necessario confrontarsi e condividere, collaborare. Se oggi ci sentiamo cittadini liberi d’Europa è perché prima di noi qualcuno ha lottato per questa libertà, ed è per questo che oggi commemoriamo questo “ricordo” senza dimenticarle tremende atrocità che si sono consumate negli inghiottiti carsici della Venezia Giulia. Significative anche le parole di Don Salvatore Rizzo che si è soffermato sull’importanza della preghiera di Dio nel momento del dolore e della morte.

La cerimonia, aperta con l’inno d’Italia, si è conclusa con la deposizione delle corona da parte delle volontarie della Croce Rossa e della Misericordia.

Rigorosamente “black couture” gli outfit progettati e realizzati su misura dall’atelier Franco Ciambella per Tosca al Festival di Sanremo

Sanremo, criticato e amato dai telespettatori italiani rimane sempre un appuntamento che fa parlare di sé, dalla musica alla moda.

Se tanti sono stati gli “sfottò” sugli outfit, di certo non è il caso di Tosca, vestita dallo stilista Civitavecchia Franco Ciambella, che ieri sera ha interpretato, insieme alla cantante Silvia Perez Cruz, ” Piazza Grande” di Lucio Dalla.

Questa la sua ispirazione: “Franco Ciambella interpreta in una visione transizionale, come un archivio di memorie, dei capi che nella loro essenzialità di forma  e  colore nero, rappresentano non solo il mediterraneo tradizionale  ma anche una dimensione intima strettamente legata al testo del brano “Ho amato tutto” scritto da Pietro Cantarelli, che Tosca interpreterà durante la settantesima edizione della kermesse sanremese. Gonne lunghe realizzate con tagli a ruota in doppia georgette o multistrati di pois d’esprit coordinate a camicie maschili dove per ognuna il recupero di femminilità è dato da un elemento costruttivo: che sia il taglio a kimono della manica associato ad colletto all’italiana, che sia un volant montato insieme ad un collo alla coreana, che sia una camicia maschile “vedo non vedo “, il fashion-designer non tradisce la voglia di minimalismo ed eleganza proprie di capi iconici senza tempo, connettendo il passato al presente.”

Aquae Tauri in Biblioteca: un volume in onore di Salvatore Bastianelli Cento immagini inedite faranno da cornice all’evento

Aquae Tauri

Un nuovo appuntamento culturale con l’archeologia organizzato Biblioteca Civica Capotosti di Santa Marinella è in programma venerdì 15 novembre alle ore 16.30.

L’esposizione di cento fotografie inedite farà da cornice alla presentazione del secondo quaderno su Aquae Turi dedicato a Salvatore Bastianelli e scritto a quattro mani da Odoardo Toti e Glauco Stracci.

La dottoressa Cristina Perini, direttrice della biblioteca, introdurrà l’evento.

 

Gli scatti, fino ad oggi sconosciuti, alcuni databili al 1913, sono stati casualmente ritrovati dagli eredi di Bastianelli e donati agli autori del volume.

 

Salvatore Bastianelli (1885-1975) fu un precursore della moderna archeologia e per i suoi meriti fu fregiato del titolo di Ispettore Onorario alla Soprintendenza e Cavaliere del Regno d’Italia. Fondò e fu il primo direttore del Museo Civico di Civitavecchia, oggi diventato Museo Nazionale, salvandone i reperti durante il bombardamento del 1944. Produsse vari studi pubblicati dall’Istituto di Studi Etruschi, dall’Accademia dei Lincei e dall’Istituto di Studi Romani, che ancora oggi sono un punto di riferimento nel settore. Fu amico degli archeologi Pietro Romanelli, Raniero Mengarelli e Massimo Pallottino.

 

Bastianelli, per conto dell’allora Soprintendenza ai Monumenti e Scavi diresse, negli anni antecedenti al 1942, importanti scavi nel territorio tra cui le Terme Taurine di Civitavecchia e la Castellina di Santa Marinella.

 

Il volume è edito dalla Società Storica Civitavecchiese con il patrocinio del Comune di Civitavecchia e della Soprintendenza Archeologia delle Belle Arti e del Paesaggio per l’area metropolitana di Roma, la provincia di Viterbo e l’Etruria meridionale ed è già stato inserito nel Corpus Inscriptiones Latinarum come riferimento bibliografico.

 

La partecipazione è libera.

Piro: intervista a un rapper di Santa Marinella

Dario Piroli è un ragazzo di Santa Marinella, classe 1994, e nei suoi venticinque anni ha maturato due grandi passioni: la cucina e la musica. La prima è appagata dalla sua professione di chef qualificato; la seconda trova sfogo calcando il palco.

In arte “Piro”, lo abbiamo incontrato, per parlare di lui, dei suoi progetti e del prossimo evento a cui parteciperà, proprio nella sua città, il 25 luglio al Santa Young Music Festival che, nelle ultime settimane sta dando la possibilità a giovani artisti del comprensorio di far ascoltare, in piazza, di cosa sono capaci.

Ciao Dario, anzi Piro, la prima domanda è di rito: realizzi i tuoi brani, scrivi i tuoi testi e li porti sul palco, ma questa tua passione come nasce?

Penso che sia innata: scrivo quello che vivo, ma soprattutto, mi diverto.

Il tuo genere…

Rap, pop… spero abbastanza orecchiabile per tutti…

E il sound?

Per il sound mi affido a mio cugino, Michele Manca

Il tuo primo brano è stato pubblicato da poco: secondo te, quale accoglienza gli riserverà la tua citta, Santa Marinella?

Spero buona… su Spotify, il brano ha già raggiunto le 3.000 stream nella prima settimana e su YouTube ha superato le 2.000 visualizzazioni in un mese. Essendo un giovane emergente, per me questi sono già dei traguardi.

Un verso scritto di tuo pugno che ti rappresenta…

“Resto per la strada un cane abbandonato”, tratto dal testo di “Scrivo”…

…e una canzone di altri che avresti voluto scrivere tu?

Ce ne sono tante: sceglierne una sarebbe riduttivo, ma il testo di “A te” di Jovanotti mi è particolarmente caro.

Che genere di musica ascolti?

Ovviamente, al primo posto c’è il rap, ma ascolto tutti i generi: dipende anche dallo stato d’animo del momento…

Musica e cucina: quali sono le tue passioni oltre a queste?

Viaggiare: è una delle mie più grandi passioni, al punto che mi sono fatto tatuare un aereo sul petto, proprio a sottolineare l’importanza che ha per me il viaggio e il viaggiare.

Quali sono i gli obiettivi che ti sei prefissato?

Per ora il mio obbiettivo è divertirmi con quello che faccio, ma penso anche a migliorarmi, con lo studio.

Come nascono i tuoi testi?

Di notte: penso a quello che vissuto e mi ispiro per scrivere le parole dei miei pezzi.

Dei tuoi brani quali consideri il tuo cavallo di battaglia?

Per ora ho pubblicato un solo brano, quindi direi che va considerato quello per ora: “La guerra dei sensi” accompagnata da una produzione e ascoltata su Internet.

Qual è la tua prossima uscita?

Con mio cugino Michele Manca, che è anche il mio principale collaboratore, stiamo lavorando su svariati pezzi, ma non so ancora quale sarà il prossimo che pubblicheremo. Sperò, però, che ci sia una nuova uscita a breve…

Che effetto fa salire sul palco?

Provo un’emozione fortissima che mi fa alzare al massimo l’adrenalina.

Visto che il tuo brano s’intitola “La guerra dei sensi”, riesci a descriverla con una sola frase?

Parla della delusione di una storia finita e la consapevolezza di non rivivere più determinati momenti con una persona.

Quando l’hai scritta?

Tanto tempo fa: avevo diciannove anni.

Quando potremo vederti dal vivo sul palco?

Giovedì 25 luglio, a partire dalle 21:30, mi esibirò a Piazza Trieste, qui a Santa Marinella, per il Santa Young Music Festival, insieme ad altri artisti della mia città e volevo invitare tutti a venire per supportare la nostra musica, ascoltandola. Spero che venga più gente possibile.

Grazie, Piro, e ci uniamo al tuo invito alla nuova serata di questa iniziativa estiva rivolta ad artisti emergenti come te.

Ciclo venerdi del racconto: in biblioteca con il regista Dario Albertini

Continua il successo della rassegna “ i venerdì del racconto” a cura dell’assessore alla cultura Ivana della Portella. Questo weekend, con l’arrivo della Primavera riparte nella Biblioteca di Santa Marinella la terza sessione di SMART, dedicati questa volta, al Cinema e ai registi del territorio, che con il loro sguardo hanno raccontato la Città di Santa Marinella e la realtà italiana, presente e passata.
“Gli incontri quindicinali – fa sapere Della Portella – oltre alla visione parziale o totale delle pellicole, costituiranno un fondamentale momento di approfondimento e confronto con i registi, gli attori, gli esperti. L’inizio della rassegna è alle ore 17:00. Il prossimo Venerdì 26 Aprile un appuntamento da non mancare:
Il cinema racconta i giovani, con Manuel, di Dario Albertini.

Alla proiezione saranno presenti, oltre al regista Dario Abertini, anche il regista Peter Del Monte e l’attrice Francesca Antonelli.