Archivio Categorie: Arte e Cultura

Marlene Kutz e l’orchestra Renzo Rossellini in concerto al Castello

Con alla nuova gestione del Castello di Santa Severa, l’antico borgo medievale è tornato a ospitare nomi di alto livello del panorama artistico musicale, teatrale e cabarettistico del momento e del passato, con nuove iniziative che si affiancano a quelle culturali organizzate già l’anno passato.

Questa settimana sono due gli eventi artistici proposti: il 9 agosto dalle ore  21:00, nell’ambito della kermesse l’Estate della Regione Lazio, CoopCulture propone il concerto multimediale “Il Castello e il Mare – Colonne sonore”, eseguito dall’orchestra sinfonica Renzo Rossellini per la direzione del M° Gianluigi Zampieri, con musiche tratte da film come Nuovo Cinema Paradiso, Mission, La leggenda del pianista sull’oceano, Romeo e Giulietta, Braveheart, Trono di spade, Il sorpasso, Roma città aperta, La nave bianca, Montecarlo. Il biglietto è di 10 euro e i ragazzi fino ai 12 anni potranno entrare gratuitamente.

Il 10 agosto alle ore 21:00, per Sere d’estate al Castello di Santa Severa, organizzato da LazioCREA, CoopCulture, Regione Lazio e Comune di Santa Marinella, MIBACT e Sevensounds, si esibiranno sul palco uno dei più importanti gruppi rock italiani degli anni ’90: i Marlene Kuntz. La formazione di Riccardo Tesio, con Luca Bergia alla batteria, vedrà alla voce  Cristiano Godano dei Jack On Fire. Il concerto  fa parte di un tour della band che riprende un loro disco di inizio carriera, del 1996: Il Vile, dalle connotazioni attualissime per la recente evoluzione “ social” dei cosiddetti leoni da tastiera:

 “Quando scrivemmo la canzone che dette il titolo anche al disco, il comportamento della viltà era ascrivibile all’io narrante e alla sua incapacità di assumersi determinate responsabilità. L’urlo “Onorate il vile” era il gesto estremo e disperato del vile stesso, in cerca di assoluzione. Con pari enfasi, glaciale e ironica, l’urlo che usiamo ora per dare il titolo al tour è il gesto patetico dei vili di oggi, che in epoca di schermi luminescenti dietro i quali ringhiare come leoni non visti, non hanno il coraggio di dire vis a vis ciò che realmente si pensa di chi (non) si affronta.”

Per maggiori informazioni contattare il numero 06.3996.7999 oppure visitate il sito www.castellodisantasevera.it 

Si è conclusa ieri sabato 5 agosto la XIII edizione del Santa Marinella film festival

Dopo i ringraziamenti a quanti hanno contribuito al successo del festival e la proiezione della commedia Orecchie di Alessandro Aronadio, conclusasi con un applauso fragoroso, è stata la volta della proclamazione dei premiati.

 

Catello Masullo ed Ernesto Nicosia, hanno invitato il sindaco della cittadina tirrenica, Roberto Bacheca, a consegnare i premi mentre Rossella Pozza, organizzatrice di tanti notevoli eventi, ha letto le motivazioni.

 

Premio al miglior film a  

 

Angelo Bassi produttore, per la Mediterranea productions, di

My Italy di Bruno Colella

con la seguente motivazione:

«per aver prodotto un film che dedica la sua attenzione al mondo dell’arte in Italia al di la dei confini nazionali grazie ai sicuri consigli di un critico rigoroso quale Achille Bonito Oliva. La originalità del racconto e la sottile ironia distribuita con saggezza in tutta l’opera, cattura la simpatia degli spettatori svolgendo così la meritoria opera di avvicinare il pubblico delle sale cinematografiche a queste diverse espressioni artistiche.»

 

 

Premio per la miglior regia a

Marco Segato  per  La pelle dell’orso

con la seguente motivazione:

«un’opera prima di alta drammaturgia, sulla tradizione dei grandi miti greci, realizzata in modo esemplare con una scelta degli interpreti, protagonisti e no, e una direzione che meglio non si sarebbe potuto.

Un tributo reso manifestamente, da un amante di quell’ambiente, alla cultura delle montagne ed ai suoi uomini.»

 

 

Premio per la miglior sceneggiatura, in ricordo di Maria Pia Fusco a

Andrea De Sica, Mariano Di Nardo e Gloria Malatesta per

I figli della notte  di Andrea De Sica

con la seguente motivazione:

«per  una sceneggiatura di rara precisione per un film di genere che va oltre i generi, li ibrida, li usa con disinvoltura e li imbriglia, domandoli alla sua idea originale di cinema. Con un grande finale, agghiacciante.

Che “progetta” musiche tragiche ed inquietanti, come i luoghi fisici del film e come i luoghi dell’anima dei suoi protagonisti. »

 

Premio per la miglior colonna sonora, in ricordo di Manuel De Sica a

Roberto Ulino per

L’esodo di Ciro Formisano

con la seguente motivazione:

«per aver composto una colonna sonora capace di potenziare il significato delle situazioni rappresentate con un linguaggio rarefatto, e di punteggiare il racconto cinematografico con interventi pregnanti e mai stereotipati.»

 

Premio per la miglior interprete maschile a

Mirko Frezza per

Il più grande sogno di Michele Vannucci

con la seguente motivazione;

«per aver saputo imprimere al protagonista, di pirandelliana memoria, una carica di controllata possanza e di statuaria presenza  che nobilitano la sua azione anche nella quotidianità della vicenda.»

 

 

Premio per la miglior interprete femminile  a

Daniela Poggi per

L’esodo  di  Ciro Formisano

con la seguente motivazione:

«per aver saputo esprimere, con controllata intensità il dramma di una donna divisa tra le esigenze del quotidiano e l’insopprimibile esigenza di salvaguardare la propria dignità.»

Indubbio grande successo tra il pubblico e i fotografi dei due attori Daniela Poggi e Mirko Frezza, per la notorietà e presenza anche sul piccolo schermo.

arrivederci alla prossima edizione

Alfè: servizi bibliotecari al centro dell’attività amministrativa L’Assessore Marcella Alfè commenta positivamente la programmazione fin qui svolta in Biblioteca

Marcella Alfè

Mostre, incontri culturali, corsi di lingue  e tanto altro ancora  hanno fatto diventare la nuova biblioteca di Santa Marinella, riaperta al pubblico poco più di un anno fa dopo la ristrutturazione , un polo culturale della città. Continua a leggere

Castello di Santa Severa: musica, cultura e artisti d’eccezione per l’estate 2017 Minghella: un calendario che rappresenta la rivincita turistica della città

La foto del Castello di Santa Severa.

Si è conclusa stamattina, presso la Casa della Legnaia, la conferenza stampa di presentazione di “Art One Shot”, aperitivi contemporanei al castello e incontri con gli artisti. Ad intervenire Romana Guidelli, curatore dell’evento, Favio Enei, direttore del Museo Civico del Mare e della Navigazione Antica,Emanuele Minghella, Consigliere delegato al Castello e Danilo Grossi, responsabile Progetto Castello di Santa Severa per LAZIOcrea, mentre per la Coop Culture sono intervenute Federica Scala ed Irene Pignatelli. Presenti gli artisti Carlo Grechi e Carola Masini e, per Antonio Del Donno, è intervenuto Alberto Molinari, presidente dell’Archivio Antonio Del Donno, che commenta: “Quello che davvero “brilla” nelle opere dell’artista è l’arancio che parla di fuoco della ricerca, sono i blu divini, i neri che tracciano segni come cardini per eroi moderni divisi tra sacro e profano, rivoluzioni interiori e battaglie terrene: rosso e ocra. Del Donno ci racconta la vita degli “angeli con una sola ala”.

“Sono estremamente soddisfatto – commenta il consigliere Minghella – dell’incessante lavoro svolto in sintonia con Coop Culture, Lazio Crea e la Regione, finalmente presenteremo alla città un calendario che rappresenta una rivincita non solo per noi organizzatori ma soprattutto per i cittadini di Santa Marinella e Santa Severa, da troppo tempo accusati di vivere in un paese che non offre nulla a livello turistico, il tutto, a costo zero per il nostro Ente. Solo il Comune di Santa Marinella, fino ad oggi, ha organizzato diversi eventi all’interno del Castello, tra i quali Auto Storiche Santa Marinella, la mostra marconiana – premio dolce vita, Spettacolo spettacolare a cura di CAM Dance e Melting Spot organizzato dall’associazione Sinfonicamente e Obelix Danza con i ragazzi della Stella Polare, poi ancora, i racconti in blu e la conferenza stampa di promo Tolfarte ospitando il Comune di Tolfa”.

Conclude Minghella: “Tra qualche giorno invece sarà presentata la brochure dedicata agli artisti che saliranno sul palco a partire da fine luglio. Tanti nomi importanti come Ascanio Celestini e Daniela Murgia, completamente offerti dal Comune di Santa Marinella e ad ingresso gratuito, poi ancora, i Marlene Kunz, Gino Paoli, i Baustelle ed i Gipsy King. Ampia scelta anche per i comici da Biagio Izzo a Maurizio Battista oltre allo spazio dedicato alla cultura con la rassegna “Cose, Uomini e paesaggi del mondo antico” . Per questo invito tutti a rivivere il bellissimo Castello di Santa Severa che tanto sarà in grado di dare negli anni futuri”.

A Santa Marinella la Mostra “Toto’Genio” Dal 23 luglio - 17 settembre 2017 la mostra del principe della risata presso la Biblioteca Comunale, Via Aurelia 310

Una foto della Biblioteca Capotosti.

La Città di Santa Marinella si appresta ad ospitare, a partire da sabato 22 luglio 2017, la mostra Totò Genio, a cinquant’anni dalla scomparsa, avvenuta il 15 aprile 1967, di uno degli artisti più popolari della Storia del Cinema del nostro Paese. L’esposizione, promossa e organizzata dall’Associazione Antonio de Curtis in arte Toto’, con il patrocinio e contributo della Regione Lazio, dei Comuni di Santa Marinella e di Napoli, dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo, della Pro Loco di Santa Marinella, dell’Associazione Culturale Santa Marinella Viva e Luce Cinecittà, sarà allestita presso la Biblioteca Comunale di Via Aurelia 310, dal 23 luglio al 17 settembre 2017.Decine di documenti e materiale inedito, lettere, oggetti personali, interviste e filmati d’epoca, fotografie e costumi, manifesti, locandine e tanto altro ancora appartenenti ad uno degli attori più autorevoli del panorama cinematografico italiano, Antonio de Curtis, in arte Totò. Continua a leggere

Santa Marinella:L’evento “Archeologia al chiaro di luna” nella splendida cornice dell’Hotel delle Palme

La locandina dell’evento.

Dopo il successo della serata di venerdì scorso, un nuovo appuntamento aspetta  gli appassionati dell’ archeologia del nostro territorio. Venerdì  21 luglio alle ore 21:15 , Massimo Sonno ,nella splendida cornice dell’Hotel delle Palme di Santa Marinella, parlerà delle sue ricerche subacquee  lungo il litorale tra Centumcellae e Castrum Novum. Continua a leggere

La Casetta Rosa ospita Mosaico di Luce Una manifestazione dedicata agli autori del montaggio cinematografico

La Casa degli Autori del Cinema – CAASM dal 13 fino al 20 luglio ospiterà la manifestazione Mosaico di Luce, dedicata agli autori del montaggio cinematografico con un calendario di ben 14 tra incontri, laboratori e proiezioni e l’apertura di una mostra di inediti.

L’iniziativa promette di animare le giornate della città con la presenza di attori, registi e i più importanti critici e storici del settore, tra i quali Stefano Masi, Plinio Perilli e Vito Zagarrio.

Una foto della Casetta Rosa

Il montaggio è un aspetto fondamentale dell’arte cinematografica, che vede nel nostro territorio un importante e spesso dimenticato contributo alla storia della cinematografia mondiale. È qui infatti, che Leo Catozzo, già montatore straordinario dei film di Fellini, Mattoli, Soldati, Lattuada, Clèment, come Le Notti di Cabiria, 8 e ½, La Dolce Vita, si trasferisce dopo il successo della sua invenzione, la “pressa Catozzo”, ed apre la sua piccola fabbrica: saranno prodotti centinaia di migliaia di esemplari che rivoluzioneranno la tecnica del montaggio cinematografico, e gli varranno un Oscar per la tecnologia nel cinema nel 1990.

Mosaico di Luce, vuole offrire ai cittadini e ai visitatori un’opportunità di incontro con “gli addetti ai lavori” e si propone di far conoscere oltre all’opera e alle intuizioni di questo maestro del montaggio ed inventore straordinario, anche la storia, l’evoluzione in atto, e le prospettive future di questo settore così importante per quei giovani che vorrebbero fare dell’audiovisivo il loro futuro.

“Si tratta di un evento di particolare eccezionalità e qualità” – ha detto Angelo Fanton, direttore della CAASM – “possiamo solo augurarci che oltre ai molti che già frequentano le nostre iniziative, ci siano ancora più giovani pronti a scoprire questo mondo: l’evento è stato pensato anche per loro”.

Promossa da l’Associazione Amici di Santa Marinella – AMISMA, “Gli archivi del ‘900”, su un progetto di Angelo Fanton, con il supporto della famiglia Catozzo, grazie ad un finanziamento della Regione Lazio curato dal Consigliere Andrea Passerini.

Street Food, artisti di strada e archeologia, i protagonisti di questo week-end E all'orizzonte le serate dell'Italian Surf Expo

Un altro week-end estivo è alle porte e anche questa settimana gli occhi sono puntati sul parcheggio dell’ex fungo e sulla vicina Piazza Gentilucci: in concomitanza con il Summer Village 2017, l’azienda Buongiorno Italia ha allestito l’International Street Food.

Per quattro giorni in città, dal 13 al 16 luglio sarà possibile esplorare 30 stand da tutta Italia per degustare cibo espresso da passeggio: “Si tratta di un’esperienza culinaria a 360 gradi: dall’hamburger gourmet di chianina, alle specialità della tradizione siciliana, dall’immancabile tigella modenese fino all’american barbecue” – dichiara Buongiorno Italia.

“E poi ancora: bombetta di Cisternino, Puccia pugliese, Gnocco fritto, Arrosticini Umbri, Piadina Romagnola, Lampredotto, Schiacciata, Focaccia Ligure e tanto altro. Tutti i menù degli operatori presenteranno il giusto connubio tra il gusto dei sapori di una volta e la curiosità di provare pietanze rivisitate in chiave moderna, preparate sapientemente da autentici gourmet su ruote”.

Sul palco del Summer Village 2017, domenica 16, salirà il comico Marco Tana, preceduto da una tribute band di Renato Zero e a concludere le serate sia di sabato che di domenica, il DJ set di Geppo e Biglia.

All’insegna della cultura invece le serate al Castello di Santa Severa: domenica 16 si terrà la presentazione del Tolfarte 2017 alle 17:30, seguita da una cena di beneficenza per raccogliere fondi per Amatrice, dove sarà proposta la tipica pasta all’amatriciana, simbolo della città appenninica. Un’occasione importante che avvicina una delle manifestazioni più note internazionalmente del nostro territorio alla nostra città, grazie all’interessamento della Regione Lazio, dei comuni di Tolfa e Santa Marinella e delle società che gestiscono il Castello di Santa Severa.

Per il ciclo di conferenze “Cose, uomini e paesaggi del mondo antico”, sempre al Castello di Santa Severa, in accordo con il Museo del mare e della navigazione antica, il 14 luglio, Sarà il dr. Fiorenzo Catalli , già Direttore del famoso Monetiere del Museo Archeologico Nazionale di Firenze, ad aprire venerdì prossimo 14 luglio con “La moneta imperiale romana come strumento di propaganda” la XVI edizione delle Conferenze scientifico-divulgative che si svolgeranno dal 14 luglio al 29 settembre 2017 presso lo splendido Castello di Santa Severa sempre con inizio alle ore 21.15.

Infine, l’Italia Surf Expo si annuncia con le sue date, dal 21 al 23 luglio con grandi e strepitose novità, dalla partecipazione esclusiva di Lamborghini, all’allestimento di una ruota panoramica e un’onda di legno per skaters dove si terrà il “Rougue Wheels Surf/Skate Contest”. Infine sarà presentato in anteprima il documentario “Shredding Monster” che racconta la grande avventura surfistica di Nazaré, in portogallo, a cui ha partecipato lo storico patron della manifestazione sportiva, Alessandro Marcianò. 

Iniziano gli eventi estivi in città Carri allegorici, cabaret e conferenze

Primo week-end di luglio e la stagione estiva entra nel vivo degli eventi cittadini: la manifestazione principale, la più attesa, quella dell’annuale sfilata dei carri allegorici, giunta alla sua diciannovesima edizione.

La sfilata, a causa delle nuove disposizioni di sicurezza sugli eventi pubblici, avrà un percorso più breve del solito: da Via Punico fino al porticciolo di Santa Marinella. Parteciperanno cinque carri allegorici che con le loro coreografie rallegreranno la serata di domenica 9 dalle ore 19:00.

Anche la Pro Loco di Santa Marinella avrà il suo spazio in questo fine settimana assolato. Sabato 8 inizia il Summer Village 2017: un cartellone di spettacoli di cabaret e musica dal vivo presso il parcheggio dell’ex-fungo in centro, che allieteranno i week-end estivi fino a metà agosto. La prima serata sarà aperta da Alberto Farina, comico di Colorado. Lo spettacolo avrà un costo di 3€, mentre l’abbonamento a tutte le serate potrà essere ottenuto con soli 10€.

L’estate cittadina però offre anche occasioni culturali: presso il Castello di Santa Severa sta per iniziare l’annuale ciclo di conferenze scientifico-divulgative organizzato dal locale Museo del mare e della navigazione antica, in collaborazione con la Regione Lazio, LazioCREA e CoopCulture. Venerdì 14 si inizia con una conferenza del Dottor Fiorenzo Catalli sul tema “La moneta imperiale romana come strumento di propaganda”.

Infine, per gli amanti della natura e dello sport all’aria aperta, Giovedì 13 è possibile partecipare alla seconda edizione di un tour in bicicletta tra il Castello di Santa Severa e la riserva di Macchiatonda, organizzato dall’ASD Rafaraiders: per tutte le informazioni è possibile scrivere a sdepiccoli@gmail.com oppure chiamare il numero 333.930.6368. 

AFAP: grande soddisfazione per il successo della giornata dedicata alla legalità

Fanfara a Cavallo

Sabato all’insegna della Legalità quello del 24 Giugno scorso, in cui ha spiccato la manifestazione realizzata dall’Associazione Nazionale AFAP, Amici delle Forze Armate, all’interno del Porticciolo Turistico Marina di Santa Marinella.

Un evento a cui hanno partecipato in tanti, curiosi ed appassionati, un ‘occasione da non perdere per visitare da vicino i mezzi della Polizia di Stato, presenti anche con una unità di Polizia Scientifica visitabile al pubblico. A fare da cornice la auto storiche della Polizia di Stato e quelle moderne, mentre nel pomeriggio è stata la volta della Polizia che a bordo di moto d’acqua, ha realizzato una esibizione approdando da mare, all’interno del porto. A sorvolare la manifestazione, infine, gli operatori dell’avio superficie di Santa Severa Nord, che hanno aperto e chiuso l’evento.

“L’emozione più grande”, commenta il Presidente Antonio Capuozzo, “è stata sicuramente quella di poter ascoltare la Fanfara a Cavallo della Polizia di Stato, per la prima volta a Santa Marinella – e conclude – ringrazio il Commissariato di Civitavecchia, la Polizia Stradale di Cerveteri Ladispoli, Carabinieri , Guardia Costiera ,Polizia Locale, Protezione Civile e la Misericordia per essere stati presenti durante l’evento.

 

Appuntamento dal non perdere alla Casa degli Autori del Cinema: ospite Enzo Castellari

Continuano le attività in calendario nella sede liberty della Casa degli Autori del Cinema – Caasm a Santa Marinella, la storica Casetta Rosa sita in Via Aurelia, 363.

Questa sera l’appuntamento è dedicato ad un incontro di grande interesse per i cinephìles: Enzo Castellari, autore dei primi western all’italiana, e punto di riferimento artistico per Quentin Tarantino.

L’appuntamento è per le ore 18.00, Castellari, fanno sapere gli organizzatori in un comunicato stampa, incontrerà il pubblico per parlare del suo lavoro e del suo recente libro, “il Bianco spara!” L’autore sarà introdotto da  Lorenzo De Luca, noto autore di cinema, e accompagnato da  Mirella Casini, già allieva del maestro Leo Catozzo. Al termine dell’incontro è prevista la visione del film: Quel maledetto treno blindato. L’ingresso come sempre è gratuito, e garantito per gli iscritti.

Per seguire tutti gli appuntamenti e gli eventi della Casa degli Autori del Cinema è semplicissimo, basta mettere il like sulla pagina facebook dedicata.

Torna il Festival della giovane cultura russa. In scena al Castello di Santa Severa.

Anche quest’anno la giovane delegazione russa torna a Santa Marinella per offrire il proprio spettacolo danzante, nella bellissima cornice del Castello di Santa Severa. Ad andare in scena la sera del 10 Giugno alle 21.00 è il complesso di danze giovanili popolari “Raggio di Sole” proveniente dalla Repubblica dell’Ossezia del Nord – Alania, diretto da Zhanna Kochisova, artista del popolo della Repubblica dell’Ossezia del Nord.

 Ci spiega l’organizzatore, Alexander Gololobov: “Nel 2004 nel mondo di balli dell’Ossezia è apparso il collettivo artistico giovanile dal nome “Khurj Tyn” che nella lingua osseta significa “Raggio di sole”. Il nome deriva dal fatto che i giovani artisti, uscendo danzanti sul palco, ricordano raggi di sole. Il complesso è composto in totale da 80 giovani ballerini che durante l’anno è impegnato a partecipare a diversi programmi culturali e concorsi per poi concludere, alla fine di ogni anno, esibendosi in un recital. In questi anni il collettivo ha preso parte a diversi festival internazionali incluso il festival “Il mercato slavo”, “Giorni della cultura della Russia nella Francia”. Il complesso ha vinto inoltre svariati premi prestigiosi, e si è esibito tante volte in Italia, Francia, Bulgaria, Turchia, Svizzera conquistando i cuori degli spettatori. A marzo 2016 il complesso “Raggio di sole” ha vinto la coppa dei campioni nelle danze popolari giovanili e  – conclude Alexander – nel repertorio del collettivo ci sono le danze antiche e contemporanee del Caucaso”.

“Il comune di Santa Marinella è da sempre vicino alla cultura russa, ospitando il festival in Città, come anche il Comune di Tolfa ed altri comuni limitrofi” queste le parole dell’Assessore Cucciniello che da qualche anno segue l’evento. “Con Alexander è nato un buon rapporto di stima e collaborazione – prosegue Cucciniello – perciò è stato un piacere per me accogliere gli artisti che già da qualche giorno sono in Città”. Conclude l’Assessore: “ci siamo attivati insieme al Consigliere Minghella per portare il festival all’interno del Castello baciato dal mare e per questo invitiamo tutti i cittadini a partecipare alla serata del 10 giugno alle 21.00 presso il Castello di Santa Severa, lo spettacolo è veramente emozionante e offre un bellissimo spunto per conoscere culture e tradizioni diverse dalle nostre, grazie alla bravura di questi ballerini professionisti”

 

GATC: tra Cerveteri e Santa Severa, l’impegno dei volontari per due perle della storia

Tomba a camera n.290, dipinta, nella necropoli del Laghetto a Cerveteri

Il nostro territorio è ricco di reperti archeologici e storici che abbracciano un arco di tempo millenario e che dimostra l’importanza di queste zone per la storia della cultura umana: non per nulla, la nostra provincia vanta un’area archeologica che per importanza è riconosciuta dall’UNESCO quale patrimonio dell’umanità. Parliamo della necropoli del “Laghetto” di Cerveteri.

Poco più di un campo di calcio, per dimensioni, con ben 500 tombe etrusche, alcune risalenti all’VIII secolo a.C., e che da tempo non era più accessibile al pubblico: finalmente questo gioiello dell’architettura del passato torna ad essere visitabile.

La denominazione di “Laghetto” è data, a questa interessantissima realtà di archeologia etrusca, dal piccolo lago formato da acque sorgive e di impluvio già esistente al tempo dei Rasenna (Etruschi) di Caisra, l’antico nome di Cerveteri, che, da grandi esperti di idraulica quali erano, al fine di tenerne le acque sempre regimentate avevano scavato un condotto di deflusso semi-sotterraneo passante sotto la necropoli e scaricante in quello che, attualmente, è chiamato fosso del Manganello.

Notevole è pure il fatto che alcune tombe del “Laghetto” fossero dipinte e che, a distanza di oltre 2.000 anni, le tracce dei dipinti siano ancora ben visibili.

L’impegno sistematico, sempre sotto l’occhio vigile della Soprintendenza, messo in campo dai 25 volontari, molto attenti ed appassionati, del GATC (Gruppo Archeologico del Territorio Cerite) per rendere fruibile ai visitatori, in sicurezza, tutta l’area si è protratto per un anno ed è stato coordinato, con grande scrupolo e perizia, per la parte scientifica dall’archeologo Stefano Giorgi e per quella operativa dal sig. Gianfranco Pasanisi. È stato importante anche l’aiuto del Dott. Flavio Enei, archeologo coordinatore scientifico del Gruppo Archeologico del Territorio Cerite e direttore del Museo del Mare e della Navigazione Antica presso il Castello di Santa Severa.

Proprio il Dott. Enei, è stato in questi giorni ospite di una speciale trasmissione televisiva di Canale 10, realizzato da Fabio Nori, dedicata al Castello di Santa Severa che, da quest’anno, dopo un accordo tra Regione, Comune e la società LazioCrea è tornato ad essere aperto al pubblico, in tutte le sue parti. I volontari del GATC, grazie alla coordinazione di Enei, sono riusciti a trasformare il famoso maniero, in una grande area museale multimediale per attrare ancora più l’interesse del pubblico.

Due luoghi culturalmente importanti che grazie ad impegno e professionalità impreziosiscono il territorio e che non mancheranno di attrarre la curiosità di molti per una gita estiva all’insegna della storia.

Casa degli Autori del Cinema: l’iniziativa per far rivivere la Casina Rosa

La Casina Rosa

La Casina Rosa di Santa Marinella, luogo storico della città che tanti in città hanno scelto soprattutto come luogo per il proprio matrimonio, torna a nuova vita, dopo essere stata la sede provvisoria della biblioteca comunale: AMISMA e Gli Archivi del ‘900, dopo aver vinto il bando promosso dal Consigliere comunale Andrea Passerini, inaugureranno al suo interno la Casa degli Autori del Cinema, con la collaborazione dell’AFAP e del management del Dott. Angelo Fanton.

Continua a leggere

Nuova iniziativa per la Book Faces In occasione de "Il Maggio dei Libri" l'associazione presenterà "Il racconto è Servito"

locandina evento

L’associazione culturale Book Faces sarà presente presso la Coop di Civitavecchia in occasione de “Il Maggio dei Libri 2017” il prossimo sabato 27 maggio alle 17.30 presso la UniCoop Tirreno di Civitavecchia, località Boccelle. Nell’ambito dell’iniziativa nazionale “Il Maggio dei Libri 2017”, l’associazione culturale avrà una nuova occasione per presentare a tutti gli intervenuti il libro strenna “Il Racconto è Servito”. Trattasi di un libro di racconti che spaziano dal genere noir al giallo, all’umoristico, allo storico e aventi in comune il tema “Cuochi e Cucina”, scritto da vari soci dell’associazione. Alla presentazione saranno presenti alcuni autori tra cui Claudia Tisselli, Patrizia Arcioni, Ernesto Berretti, Danilo Catalani e Marco Salomone. Al termine della presentazione, è previsto un aperitivo con prodotti Coop.

Al Museo arrivano le visite guidate dagli studenti Giovani ragazzi del liceo scientifico linguistico Galileo Galilei alla scoperta dell’antica Castrum Novum

Gli studenti del Liceo Scientifico Linguistico Galileo Galilei – sede staccata di S. Marinella – eseguiranno delle visite guidate alla cittadinanza alla scoperta “dell’antica Castrum Novum a bordo della propria pelle”. L’evento, che si terrà nei giorni di venerdì 2,sabato 3 e domenica 4 giugno, dalle ore 10:00 alle 16:00, si terrà direttamente presso il Museo Archeologico Nazionale di Civitavecchia – largo C. Benso Conte di Cavour, 1.

La classe 4G salpa all’esplorazione del tratto costiero di Santa Marinella, per approdare al ritrovamento di se stessi: questo il suggerimento del progetto “NuovaMente per l’Antico”, che ha affiancato l’attività di alternanza scuola-lavoro presso il Museo Archeologico Nazionale di Civitavecchia, promuovendo la convenzione tra il Liceo “Galileo Galilei” di Civitavecchia ed il Polo Museale del Lazio. Favorire una conoscenza più diretta e approfondita del patrimonio storico-artistico è un obiettivo del Direttore del Polo Museale, Edith Gabrielli, che ha permesso lo sviluppo di un’importante rete di rapporti tra le diverse sedi museali e le scuole del territorio. Diretti dall’archeologo Flavio Enei, gli studenti hanno prima fatto esperienza nello scavo archeologico di Castrum Novum e poi, nel corso di quest’anno scolastico, hanno rielaborato le antiche tecniche scultoree, basandosi sulle eccezionali opere provenienti da questo importante sito archeologico, molte custodite all’estero e nei musei del territorio nazionale, tra cui la splendida collezione marmorea di Civitavecchia. Protagonista della mostra è l’arte, come attività armonicamente complementare alla scoperta e all’indagine del proprio passato, fino all’introiezione al fondo di se stessi. La storia e l’archeologia del territorio, condotte studiando e riapplicando le conoscenze tecnico-plastiche delle civiltà antiche, sono diventate l’occasione per sviluppare un proprio linguaggio espressivo. La neo-direttrice Lia Di Giacomo ha illustrato ai ragazzi un modo nuovo di intendere il Museo, che ha accolto gli studenti agendo da “organismo vivo” nei confronti della formazione del loro bagaglio culturale. Il risultato di questo dialogo attivo con il passato è che il proprio “io”, indagato attraverso lo strumento artistico, fa da ponte tra il reperto archeologico e il pubblico, tra l’Antico e il Contemporaneo, a dimostrazione che l’arte è la chiave di volta tra la capacità di indagine sulla realtà e di riflessione su un soggetto. Una separata e particolare sezione della mostra “fonde” il ritratto fotografico degli studenti con l’opera di grandi artisti, invitando il pubblico a ragionare sulla natura storica della bellezza e, di nuovo, sulla forza dell’espressione emotiva: è importante possedere strumenti espressivi universali che valorizzino le differenze di ognuno come valore per tutti, questo il messaggio di una scuola inclusiva, per il Liceo Galilei. Il percorso seguito nel corso della mostra viene illustrato in lingua italiana ed inglese dai ragazzi della 4 G e si avvarrà anche della partecipazione dei ragazzi della classe 4AL nel ruolo di interpreti in lingua francese e spagnola. La Dirigente Scolastica, prof.ssa Maria Zeno, è particolarmente orgogliosa dei docenti e alunni coinvolti e fa presente che “l’attività è parte integrante del Partenariato sottoscritto presso il MIUR lo scorso 27 aprile con il Liceo Bergson di Parigi”. L’evento è stato promosso dal Polo Museale del Lazio – Museo Archeologico Nazionale di Civitavecchia – in convenzione con il Liceo Scientifico Linguistico di Civitavecchia “Galileo Galilei”; con il prezioso contributo scientifico del Museo del Mare e della Navigazione Antica insieme al patrocinio dei Comuni di Civitavecchia e Santa Marinella.

Macchiagrande da record: 1127 visitatori in un giorno Presente anche RAI News per servizi in diretta dall’Oasi WWF

Ci sono traguardi che danno un piacere tutto particolare nell’essere tagliati: per l’Oasi WWF di Macchiagrande di Fregene e chi ci lavora con amore e passione da sempre, il traguardo migliore è rappresentato sicuramente dall’apprezzamento dei pubblico.

Ben 1127 visitatori in un giorno è il traguardo raggiunto dal parco naturale, cuore della Riserva Naturale Statale Litorale Romano: un nutrito numero di persone attratte dal ricco programma di visite guidate naturalistiche, laboratori didattici, mostre d’arte e momenti di approfondimento con esperti, oltre all’intrattenimento e a tante altre attività offerte.

Una giornata che ha visto anche la presenza di una troupe di RAI News per una diretta e per la realizzazione di servizi e collegamenti dall’Oasi, oltre alla partecipazione degli studenti dell’Alternanza Scuola-Lavoro che hanno svolto per un giorno l’attività di guide naturalistiche.

Tra le persone presenti Dante Caserta, esperto in diritto e procedure ambientali con particolare esperienza nel settore dei rifiuti, vicepresidente del WWF Italia.

Soddisfatto Riccardo Di Giuseppe, direttore delle Oasi WWF Litorale Romano per il successo ottenuto, una giornata “nel segno del lupo” sottolinea, che si può proteggere con un sms al 45524 fino al 22 maggio.

Arte, Amicizia, Amore: i tre valori basilari della vita, in un libro di Enzo Dall’Ara

Il libro come strumento di memoria collettiva, oltre che di apprendimento e di piacere: a Santa Marinella per la conclusione della mostra-evento “Incontro con gli Etruschi” della pittrice e scultrice Lorenza Altamore, già ospitata nella Sala Ruspoli a Cerveteri, viene presentato il libro “3 A: Arte, Amicizia, Amore” dell’autore Enzo Dall’Ara, critico e storico dell’arte.

Interverrà la direttrice della Biblioteca, dott.ssa Cristina Perini. Presenterà il libro l’autore stesso, che intercalerà letture di brani tratti dal testo col Maestro Agostino De Angelis, attore e regista.

L’opera si articola in tre parti incentrate su ipotetici dialoghi onorati dalla voce di personaggi illustri, a cui l’autore ha concesso la sua parola e il suo sentire. Egli ha cercato di parlare di loro e con loro tramite presunti colloqui creati dall’emozione e dalla memoria. Ma attraverso questi dialoghi ha voluto esprimere e confermare quali sono, secondo lui, le basi fondamentali della vita, del nostro vissuto e del nostro futuro.

Arte, Amicizia, Amore sono, quindi, i tre basilari valori di ogni vita, coniugati in una trilogia, individuata dalla sintetica sigla “3 A”, capace di giungere ad una positiva riflessione esistenziale.

Al riguardo, l’autore afferma: «In una società permeata soprattutto da un effimero materialismo e da una cultura prevalentemente virtuale, è tempo di dare spazio ad un grande respiro di verità spirituale… Non c’è presunzione alcuna nelle mie parole: queste sono sgorgate come acqua di fonte e come impulso poetico di un pensiero dionisiaco alla ricerca di una bellezza che sia verità di vita».

L’incontro è ad ingresso libero.

International Marconi Day 2017: nasce l’idea di uno spazio tematico a Torre Chiaruccia

Nell’epoca della comunicazione di massa, delle reti telematiche e dei collegamenti senza fili, nessun personaggio storico è più rappresentativo di Guglielmo Marconi: una figura legata in modo particolare con il nostro territorio e con Santa Marinella e Civitavecchia in particolar modo.

Anche quest’anno si è svolto il consueto convegno dedicato a questo personaggio del nostro tempo: l’International Marconi Day 2017, patrocinato dal Ministero della Difesa e dedicato all’ottantacinquesima celebrazione del primo radio telefono a micro onde, realizzato da Marconi per le comunicazioni di Papa Pio IX tra Castelgandolfo e la Città del Vaticano, e gli avveniristici esperimenti sull’impiego delle micro onde nel campo dei radar e della radiotelefonia, è stato aperto dal Sindaco di Santa Marinella, Roberto Bacheca.

“Raggiungiamo oggi un traguardo che definirei storico – ha dichiarato il Sindaco Bacheca – ovvero quello di istituire in questo luogo, il “Museo Marconiano”, impegno solenne preso nel 1974 dal Comune di Santa Marinella, in occasione del centenario della nascita di Marconi. Questo impegno si è trasformato in realtà grazie all’Aeronautica Militare Italiana nella persona del Generale Salvestroni e di tutto lo staff che ci ha accolto con disponibilità e competenza ed è stato disponibile sin da subito ad intraprendere con noi questo cammino, al Ministero della Difesa, il Gen. Caravelli, la Principessa Elettra e suo figlio Guglielmo”.

Tante le iniziative correlate al convegno, dalla presentazione del libro “Il mio papà ha inventato la radio”, realizzato dagli studenti della Scuola Media “Giosuè Carducci” di Santa Marinella sulla vita del Premio Nobel, all’inaugurazione della mostra fotodocumentaria sulle ricerche e le sperimentazioni di Marconi alla presenza della Principessa Elettra Marconi, figlia dell’illustre scienziato.

Interessante l’intervento dei rappresentanti degli studenti del progetto CLIL Lingua Inglese – Scienze, che insieme a Marco Faraglia, 14 anni, il più giovane radioamatore d’Italia, giunto appositamente dal Trentino, hanno rivolto un appello per la realizzazione di un Parco della Scienza nel sito di Torre Chiaruccia: un luogo pensato sia per gli studenti, ma anche per i cittadini e i turisti.

L’Ing. Rocchi, di RAINEWS24 e RAI CULTURA, è intervenuto proponendo una collaborazione congiunta tra la RAI, il Ministero della Difesa, l’Aeronautica e il Comune di Santa Marinella, finalizzato alla realizzazione di documentari e di un docufilm con i nuovi standard TV di altissima definizione a 4 e 8K.

Per tutta la giornata i radioamatori della Sezione ARI Civitavecchia hanno effettuato collegamenti radio con il nominativo speciale di Torre Chiaruccia.

Premio Cuffaro 2016 non pagato: la protesta di un genitore

Come ogni anno, anche lo scorso 2016 è stato premiato il vincitore del premio Cuffaro, premio letterario dedicato ai ragazzi piu meritevoli di Santa Marinella e frequentanti le scuole cittadine e del comprensorio realizzato presso la Biblioteca Comunale Capotosti e concluso con una cerimonia presso la Sala della Chiesa del Carmelo, alla presenza della Vedova Cuffaro, della Preside Maria Zeno e di rappresentati dell’amministrazione comunale.

Continua a leggere

1 2 3 19