Salute e Servizi sociali

Alfè in risposta a Liberi Cittadini: “demagogia su temi delicati” Dura presa di posizione dell’assessore alle politiche di integrazione

santa-marinellaSANTA MARINELLA – “A chi pensa che, con un articolo di giornale, si possa fare demagogia politica accorpando, peraltro, un tema così delicato qual’ è quello dell’immigrazione, con la scelta dei temi della sfilata dei carri allegorici, dico che interventi su tale vicenda devono essere opportuni e valutati per il loro contenuto”. A dirlo è l’assessore alle politiche di integrazione Marcella Alfè, dopo aver subito l’attacco da parte del Comitato Liberi Cittadini che l’hanno accusata di scarsa coerenza. “Voglio ricordare – continua la Alfè – che sul territorio è attivo dal 2011 il progetto Sprar, che seguo costantemente interloquendo con il Ministero dell’Interno ed il servizio centrale per la delicata gestione dei richiedenti asilo politico e rifugiati.

(altro…)

Santa Marinella. Attivo il servizio sanitario di assistenza turistica

SANTA MARINELLA – Il delegato alle politiche sanitarie Gaetano Borriello del Movimento L’Ancora, fa sapere che anche quest’anno, da oggi fino al 15 settembre, è attivo il servizio sanitario di assistenza turistica. A questo servizio possono accedere tutti coloro che necessitano di prestazioni mediche quali visite, prescrizione di farmaci, richieste di visite specialistiche, certificazioni mediche. Inoltre, si potranno ricevere consigli ed informazioni per la prevenzione delle più comuni malattie e in caso di comprovata impossibilità a recarsi in ambulatorio, gli utenti potranno concordare, telefonicamente, le visite domiciliari”. “Devo ricordare – dice il delegato – che nei casi più gravi e per evitare accessi impropri, è giusto ricorrere ai servizi di emergenza come il Pronto Soccorso o ai servizi erogati dalla Asl quali il Consultorio Familiare o il Servizio Tossicodipendenze.

(altro…)

Monello Mare: intervista al dottor Fabio Tofi Terminati gli arresti domiciliari per il gestore della casa famiglia

Il dottor Fabio Tofi
Il dottor Fabio Tofi

SANTA MARINELLA – Dopo 45 giorni di detenzione presso la sua abitazione, il dottor Fabio Tofi è stato rimesso in libertà. La revoca degli arresti domiciliari, firmata dal gip dottoressa Chiara Gallo del Tribunale di Civitavecchia, è stata notificata nel pomeriggio di giovedì all’avvocato Dionisi. Il gestore della casa famiglia Il Monello Mare, era stato raggiunto dal provvedimento restrittivo il 13 maggio, subito dopo il blitz compiuto dagli agenti della Questura di Roma nella struttura di via Raffaello a seguito di una denuncia presentata da un’assistente sociale di Roma che aveva raccolto le confidenze di una minorenne che era stata ospite della casa famiglia di Santa Marinella e che aveva rivelato violenze sessuali, maltrattamenti e lesioni.

(altro…)

Migranti. Tre proposte dalla riunione di maggioranza per risolvere la crisi Marco Maggi: "I santamarinellesi sanno cosa significa accoglienza e integrazione: è la storia della nostra città"

La manifestazione contro l'alloggiamento dei migranti nell'Hotel Miramare
La manifestazione contro l’alloggiamento dei migranti nell’Hotel Miramare

SANTA MARINELLA – Nella riunione di maggioranza che si è tenuta ieri l’altro, a cui hanno partecipato tutti i consiglieri comunali della giunta Bacheca, è uscita una linea comune su come tentare di risolvere il problema degli immigrati. Tre sono state le proposte. La prima è quella di fare un cambio di destinazione d’uso dell’immobile turistico per convertirlo in commerciale, destinare la struttura ai senza tetto della città e la terza soluzione è quella che se comunque gli immigrati debbano per forza essere ospitati in un residence nel centro città, che li facciano venire dopo l’estate. I tecnici comunali, inoltre, stanno verificando se l’hotel abbia tutte le carte in regola sotto l’aspetto urbanistico. Qualora così non fosse il sindaco potrebbe bloccare l’arrivo dei migranti fino a quando la struttura non verrà a norma. Sulla questione comunque a dire la posizione della maggioranza di governo è il suo capogruppo Marco Maggi.

(altro…)

Migranti. Manifestazioni e sit-in a Santa Marinella a confronto: pro e contro in strada

La manifestazione contro l'alloggiamento dei migranti nell'Hotel Miramare
La manifestazione contro l’alloggiamento dei migranti nell’Hotel Miramare

SANTA MARINELLA – Il tema dell’immigrati è stata l’occasione per dare alla forze politiche locali il modo per tornare a scendere in piazza con i propri slogan. In previsione dell’arrivo di una cinquantina di rifugiati che la Prefettura vuole ospitare all’Hotel Miramare, ieri ci sono state due manifestazioni contrapposte, l’una a favore dei migranti, l’altra ovviamente contro. La prima si è tenuta sulla terrazza della Passeggiata al Mare. Un centinaio di simpatizzanti del centro sinistra hanno lanciato slogan e esposto striscioni a favore dell’integrazione e all’ospitalità di queste persone. Poco dopo invece, nei pressi dell’albergo Miramare, altrettante persone, ma di colore politico opposto, hanno indetto un sit in per evitare l’arrivo dei profughi in città. Con il motto “Santa Marinella che accoglie: welcome” i partecipanti alla manifestazione della Passeggiata al Mare hanno voluto far capire ai presenti, ma soprattutto ai tantissimi villeggianti, che che le notizie date nei giorni precedenti non tutte erano vere.

(altro…)

Santa Marinella. Alessandra Incoronato inizia lo sciopero della fame "La vera schifezza di questa storia è quella che la legge non fa il suo percorso"

Alessandra Incoronato
Alessandra Incoronato

SANTA MARINELLA – Costretta ancora una volta a dover intraprendere iniziative clamorose pur di farsi ascoltare dai servizi sociali del Comune, la disabile Alessandra Incoronato ha deciso di iniziare lo sciopero della fame. “Questa mattina ho deciso di dire basta – dice Alessandra Incoronato – e visto che da una vita lotto per la giustizia, per gli abusi e i soprusi verso i disabili e gli anziani, da questo momento la lotta contro la burocrazia la faccio per me stessa. La vera schifezza di questa storia è quella che la legge non fa il suo percorso e quindi ho deciso, ancora una volta, di iniziare lo sciopero della fame perché mi sia ridata l’assistenza adeguata e mai verificata dai servizi sociali di Santa Marinella.

(altro…)

Migranti. Aria di tempesta nella maggioranza: Bacheca incontra il comitato CRI Bacheca: "ho provato a far capire che per noi non è un problema ideologico, ne tantomeno di mancanza di solidarietà"

La locandina del sit-in contro il trasferimento dei migranti all'Hotel Miramare che circola per Santa Marinella
La locandina del sit-in contro il trasferimento dei migranti all’Hotel Miramare che circola per Santa Marinella

SANTA MARINELLA – C’è aria di tempesta all’interno della maggioranza di governo, per la vicenda dell’arrivo dei migranti. Nonostante i segnali che davano per imminente il trasferimento di 78 rifugiati nella Perla del Tirreno che avrebbero trovato ospitalità all’Hotel Miramare, il sindaco Roberto Bacheca ha sempre considerato remota questa eventualità. Pressato però dai suoi stessi compagni di cordata, ieri mattina ha incontrati i vertici della Croce Rossa Italiana a Roma e subito dopo la riunione ha rilasciato delle dichiarazioni. “Mi sembra doveroso fare alcune precisazione sull’andamento della vicenda migranti che sta preoccupando la collettività – dice il Sindaco – successivamente all’incontro con il Comitato Provinciale della Croce Rossa, risultata vincente di un bando della Prefettura per accogliere 50 migranti presso il Miramare.

(altro…)

Amnesty International interviene sulla questione dei migranti a Santa Marinella

Amnesty-InternationalSANTA MARINELLA – Non ha mancato a far sentire la sua voce anche Amnesty International che, attraverso un quotidiano nazionale, chiama tutti all’unità sull’ospitalità ai rifugiati e per un motivo importante. “C’è chi li chiama profughi, migranti o anche clandestini – dice l’organizzazione mondiale che difende queste persone – è solo un buon sistema per mettere tutti nello stesso mucchio, aumentare i numeri ed alimentare le paure. Gli eritrei che fuggono dal loro paese-gulag e molti di loro in queste ultime settimane hanno popolato le scogliere di Ventimiglia e le stazioni ferroviarie di Roma e Milano in cerca di un modo per uscire dall’Italia, sono richiedenti asilo che necessitano di protezione internazionale.

(altro…)

Migranti a Santa Marinella: l’amministrazione assicura, ma sorgono domande Un nuovo comitato cittadino pone quesiti specifici e solleva dubbi

santa-marinellaSANTA MARINELLA – Secondo il neo “Comitato Lotto 5”, appositamente costituito per contrastare l’arrivo dei migranti a Santa Marinella, sono in corso le fasi preliminari per convogliare in città un’ottantina di stranieri che verranno ospitati all’albergo Miramare, noto ormai per essere stato inserito tra le strutture che hanno i requisiti per dare soggiorno a queste persone. E’ lo stesso Comitato che annuncia che da oggi, la società che ha in gestione la mensa scolastica e che prepara qualcosa come 500 pasti in media giornalieri per gli studenti di tutti i plessi cittadini, la Bioristoro, è stata incaricata per confezionare 78 portate che dovrebbero soddisfare l’esigenza di altrettanti rifugiati che potrebbero fare il loro ingresso in città proprio oggi. Lo stesso comitato ha anche organizzato per sabato una manifestazione di protesta proprio sotto l’ingresso dell’Hotel Miramare.

(altro…)

La sede locale di Casa Comune 2000 perquisita dalle Fiamme Gialle Controllati i computer e la documentazione relativa ai lavori svolti in città

santa-marinellaSANTA MARINELLA – Anche la sede cittadina della cooperativa Casa Comune 2000 è stata perquisita dal nucleo della Guardia di Finanza. Questa mattina, due esponenti delle Fiamme Gialle, hanno fatto il loro ingresso nei locali di Via Antonio Gramsci, siti in un palazzo a pochi metri dal Municipio, ed hanno identificato tutti i presenti. Nell’ufficio erano in servizio due impiegati e alcuni avventori. I finanziari hanno controllato i computer e la documentazione relativa ai lavori svolti in città. Da anni, la cooperativa, effettua servizi per conto dell’amministrazione comunale, molti dei quali riservati ai servizi sociali ed altri relativi alle scuole.

(altro…)

l’assessore ai servizi sociali: “non avrei mai potuto pensare che potessero accadere cose del genere”.

L'ASSESSORE CUCCINIELLO
L’ASSESSORE CUCCINIELLO

SANTA MARINELLA – Una parte importante in questa triste vicenda, l’hanno rivestita i servizi sociali comunali. Sin dal mattino, su segnalazione della stessa Squadra mobile di Roma, due assistenti sociali del Comune sono intervenute nella struttura di via Raffaello, per sostenere psicologicamente gli otto giovani ospiti della casa famiglia e poi, in collaborazione con l’assessore competente, gli hanno trovato una sistemazione alternativa. “Una vicenda triste che mi ha colpito profondamente – commenta l’assessore ai servizi sociali di Santa Marinella Rosanna Cucciniello – perché non avrei mai potuto pensare che potessero accadere cose del genere.

(altro…)

Blitz alla casa famiglia. L’avvocato difensore Dionisi: “ci vuole molta cautela” Anche i figli del gestore della casa famiglia si dicono sopresi dell'operazione di polizia

SANTA MARINELLA – E’ lo stesso avvocato Vincenzo Dionisi, legale di F.T. il titolare della casa famiglia di via Raffaello accusato di gravi reati nei confronti di una ragazza ospite della struttura protetta, a comunicare ai cronisti che l’interrogatorio del suo assistito avverrà questa mattina alle 12 davanti al Gip Chiara Gallo. Il legale, dopo il primo momento di clamore causato dalle notizie che rapidamente hanno fatto il giro della città e dell’intera nazione, ci tiene a descrivere il gestore del Centro Residenziale Educativo terapeutico come persona molto conosciuta e incapace di commettere reati simili. “Le accuse vanno trattate con molta delicatezza – dice l’avvocato Dionisi – perché bisogna anche valutare da chi vengono esternate. Per cui vanno visti i riscontri, analizzati i fatti e poi fatte le giuste considerazioni. Ci vuole molta cautela perché è facile distruggere una persona, sia professionalmente che fisicamente, per poi riscontrare che la realtà può essere diversa. Davanti al Gip porteremo documentazione che dimostrerà che le dichiarazioni di chi lo accusa sono infondate. Purtroppo a volte le case famiglia vengono interpretate come luoghi di restrizione per i ragazzi che sono costretti a frequentarle e quindi non accettano la situazione prendendosela con chi le gestisce”. Sicuramente, anche i figli di F.T. si dicono sorpresi dell’operazione di polizia. “La denuncia se non sbaglio – dice V.T. – risale ad un anno fa quando io ero fuori Italia – sinceramente non capisco cosa sia successo e le cose le ho lette questa mattina sul giornale”.

Blitz alla casa famiglia: 5 misure cautelari per violenza aggravata su minori Trovati cibo scaduto e psicofarmaci senza alcuna prescrizione medica

La villa sede della casa-famiglia Monello Mare
La villa sede della casa-famiglia Monello Mare

SANTA MARINELLA – La Squadra Mobile della Questura di Roma, ha eseguito questa mattina cinque misure cautelari, di cui una agli arresti domiciliari e quattro divieti di dimora, nei confronti di altrettanti indagati ritenuti responsabili a vario titolo dei reati di maltrattamenti aggravati, violenza sessuale aggravata e lesioni aggravate. I reati sarebbero stati commessi all’interno della casa famiglia Monello Mare sita in via Raffaello, che ospita otto ragazzi sottoposti a tutela da parte del Tribunale di Roma e gestita da F.T. di 55 anni un professionista psicologo e nominato giudice tutelare dal Tribunale di Roma che inviava giovani ragazzi dai 14 ai 17 anni con disagi comportamentali dovuti a gravi situazioni familiari.

(altro…)

La Prefettura chiede di ospitare altri rifugiati politici a Santa Marinella Bacheca: "Pochi soldi per gestire la situazione". Fratturato: "Se ne discuta in consiglio comunale"

SANTA MARINELLA – La circolare emessa dal Prefetto di Roma Gabrielli, che assegna a diversi Comuni del comprensorio, compresa Santa Marinella, una serie di profughi aventi diritto di asilo politico, sta mettendo in difficoltà le amministrazioni locali. La Perla del Tirreno, da oltre sette anni, ospita già 35 rifugiati che, sotto l’egida dell’Arci di Civitavecchia, vivono nella nostra città e fanno numerose attività collaterali che gli consentono una completa integrazione nel territorio. Un progetto che va avanti senza alcun problema per la popolazione, che praticamente neppure conosce chi sono le persone protette. Questo grazie alla discrezionalità delle forze politiche cittadine e di coloro che gestiscono questi ospiti. La nuova circolare della Prefettura, chiede ai Comuni di ospitare altri rifugiati, anche se, a Santa Marinella, ce ne sono già 35.

(altro…)

Allarme dell’UNICEF: rischio di malattie per i bambini in Nepal Pericolo per 15 mila bambini gravemente malnutriti

UNICEFRICEVIAMO E PUBBLICHIAMO – Il terremoto dello scorso 25 aprile ha distrutto più di 130.000 case; 3 milioni di persone hanno bisogno di assistenza alimentare. Circa 24.000 persone attualmente si trovano 13 campi a Kathmandu. In un paese dove oltre il 40% dei bambini soffre di malnutrizione cronica, cresce la preoccupazione per la loro alimentazione. Almeno 15.000 bambini con malnutrizione acuta grave hanno bisogno di alimenti terapeutici; a questi si aggiungono 288.000 bambini con segni di malnutrizione acuta moderata che necessitano di cure per prevenire le forme più gravi di malnutrizione. Inoltre, per i bambini che si trovano nei 12 distretti maggiormente colpiti è necessario tornare alla normalità con la possibilità di accedere a “spazi a misura di bambino” , a tornare a scuole e poter usufruire dei servizi di base.

Ad una settimana dal terremoto in Nepal, secondo l’UNICEF il benessere e le condizioni di salute dei bambini sono a rischio – molti sono rimasti senza casa, sono sotto shock e non hanno accesso a cure mediche di base. La stagione delle piogge comincerà tra poche settimane, i bambini saranno esposti a grandi rischi di contrarre malattie come il colera o infezioni legate a malattie diarroiche e saranno più vulnerabili a minacce di frane o alluvioni.

(altro…)

Scaffali vuoti nella farmacia comunale di Santa Marinella C'è il rischio chiusura?

Gli scaffali vuoti della farmacia comunale di Santa Marinella
Gli scaffali vuoti della farmacia comunale di Santa Marinella

Per la farmacia comunale si prospetta un futuro nebuloso. Ieri mattina, infatti, la notizia che l’esercizio commerciale medico rischia di chiudere i battenti, ha creato una serie di polemiche che sono state esternate dai residenti del quartiere Valdambrini, luogo dove è situata la farmacia. A far sentire la loro voce sono stati gli abitanti della zona, ma non solo loro perché all’esterno del centro commerciale, si è sentito un unico coro “la farmacia comunale non si tocca”, anche da chi non ha la propria abitazione nel “rione verde”. Ma perché c’è chi teme che questo servizio medico possa abbassare le serrande?

(altro…)

Agevolazioni tariffarie per gli abbonamenti al trasporto pubblico.

Lo stemma del Comune di Santa Marinella
Lo stemma del Comune di Santa Marinella

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: L’assessore alla mobilità e trasporti Marcella Alfè, comunica che la Regione Lazio anche per il 2015 ha previsto agevolazioni tariffarie per gli abbonamenti al trasporto pubblico. La nuova campagna ha modalità diverse della vecchia iniziativa denominata Me lo merito.

Con questa nuova campagna viene ampliato il bacino di utenti che potranno usufruire delle agevolazioni per l’anno 2015.

La Regione Lazio metterà a disposizione di tutti i cittadini con reddito ISEE al di sotto dei 23.000 euro uno sconto del 30%. Inoltre è previsto un ulteriore sconto del 20% per situazioni più gravi. (altro…)

L’amara storia della signora Alessandra lncoronato

La Presidente durante l'audizione
La Presidente durante l’audizione

SANTA MARINELLA – Dopo aver raccontato la sua storia davanti alla Commissione Senatoriale per i diritti dei disabili, dove evidenziava il grave disagio dei portatori di handicap e la mancanza di sensibilizzazione da parte del Governo verso i problemi di chi soffre di malattie invalidanti progressive, la signora Alessandra Incoronato ha voluto esternare il suo disappunto anche verso i servizi sociali del Comune di Santa Marinella, che non proteggono chi vive in un forte stato di disagio. “I servizi sociali – racconta la Incoronato – dicono di non aver soldi per le assistenze gravi, mentre io ho la certezza che almeno per il Comune di Santa Marinella la Regione Lazio i soldi li ha mandati, ma che sono bloccati al distretto di Civitavecchia. (altro…)

Partiti i lavori di risistemazione dell’ascensore della Scuola Centro spiega il sindaco Bacheca – perché la burocrazia danneggia anche chi vuole fare le cose in tempi brevi

L'ASCENSORE ROTTO
L’ASCENSORE ROTTO

SANTA MARINELLA – Sono in corso proprio in questi giorni, i lavori di risistemazione dell’ascensore della Scuola Centro che da circa un anno non è più utilizzabile. Il montacarichi, infatti, è riservato ai ragazzi disabili che frequentano il plesso scolastico che per il blocco del sistema di trasporto elettrico hanno avuto enormi difficoltà nel frequentare la scuola. La vicenda era stata portata all’attenzione dell’opinione pubblica, in quanto, nonostante erano trascorsi sei mesi dal blocco dell’ascensore, nessuno aveva provveduto a ripararlo, neppure durante il periodo estivo quando le scuole erano chiuse. Il problema era stato posto dai genitori degli alunni che chiedevano un pronto intervento da parte dell’azienda che ha in appalto la manutenzione dell’impianto. (altro…)

La Delegata al Randagismo, un vero esempio di amore per i nostri amici a quattro zampe.

Il Delegato al Randagismo
la Delegata al Randagismo

SANTA MARINELLA – La chiamano la “gattara che graffia”, lei Dania Corogher, delegata comunale al randagismo, ride e spiega che non sopporta chi maltratta gli animali, i gatti in particolare. Due anni fa ha ricevuto dal sindaco Bacheca l’incarico di occuparsi dei gatti malati e abbandonati. Ha sette colonie feline legalmente riconosciute che custodisce a sue spese. Spende molti soldi ma preferisce comprare una scatoletta in più per loro che non un pacco di biscotti per lei. Per cercare di aiutare il più possibile quelle povere bestiole, ha deciso di mettersi nei pressi di un negozio per animali, chiedendo agli avventori un aiuto in solido e cioè una scatoletta di carne. “Non ho contributi da nessuno per cui tutto è sulle mie spalle – dice Dania – però sono felice lo stesso perché sto con i miei migliori amici. Mi piacerebbe realizzare un rifugio per i gatti che hanno subito operazioni dovute a incidenti o maltrattamenti e spero che il sindaco mi dia una mano. (altro…)