Cronaca

Monello Mare. Dionisi: “sono spariti i profili Facebook delle accusatrici” "Stanno emergendo continui nuovi fatti che avvalorano la nostra tesi"

L'avvocato Vincenzo Dionisi.
L’avvocato Vincenzo Dionisi.

“Perché sono spariti da Facebook i profili delle due ragazze che avevano denunciato i responsabili della casa famiglia Il Monello Mare?” A chiederselo è l’avvocato Vincenzo Dionisi, il difensore del dottor Fabio Tofi, titolare della struttura di Santa Marinella che fino a qualche settimana fa ospitava ragazzi disagiati e chiusa per mano della Polizia di Stato di Roma intervenuta dopo la confessione di una giovane ex ospite che denunciava gravi abusi nei confronti dei ragazzi dati in affido allo psicologo. In una nota, l’avvocato Dionisi, porta a conoscenza gli inquirenti che “in ordine alla vicenda il Monello Mare stanno emergendo continui nuovi fatti che avvalorano sempre con più forza della vendetta ordita nei confronti della stessa e di tutti coloro che vi operano con il preciso fine di danneggiarla e di azzerarla – dice il legale – il dottor Tofi il 7 maggio del 2014 comunicava al Tribunale dei Minorenni, al Tutore e all’assistente sociale che in quel periodo si interessavano di una delle ragazze che avevano rilasciato le dichiarazioni poi utilizzate nella stesura dei capi di imputazione di cui alla notizia di reato, di un immediato allontanamento dalla struttura in quanto la ragazza frequentava uomini non di conoscenza degli operatori e per minacce agli stessi”.

(altro…)

Santa Marinella: la ASL e i Vigili mettono i sigilli al negozio di frutta

La volante della Polizia Locale al negozio di frutta e verdura
La volante della Polizia Locale al negozio di frutta e verdura

SANTA MARINELLA – L’Azienda Sanitaria Locale, ha provveduto ieri mattina a mettere i sigilli al negozio di frutta e ortaggi sito sulla Statale Aurelia all’altezza del distributore di benzina della Erg, per il mancato rispetto delle leggi che regolamentano l’esposizione e la protezione delle merci agli agenti inquinanti. La Polizia Locale infatti da tempo è a caccia degli operatori commerciali che non rispettano le regole. E’ consuetudine che, dall’approssimarsi della stagione estiva, alcuni negozianti mettano in mostra la merce all’esterno del proprio locale senza osservare le norme relative all’igiene.

(altro…)

le dichiarazioni della signora Emanuela Monti, moglie del dottor Fabio Tosi

SANTA MARINELLA – “E’ stata una cosa che non ci saremmo mai aspettati. Ritrovarci su tutte le testate giornalistiche come mostri sbattuti in prima pagina ci ha fatto veramente male”. A parlare in una intervista esclusiva a “La Provincia” è la signora Emanuela Monti, moglie del dottor Fabio Tosi, lo psicologo gestore della casa famiglia Il Monello Mare, ancora agli arresti domiciliari dopo il blitz fatto dalla Squadra Mobile di Roma nella struttura di via Raffaello a seguito di una denuncia presentata da un’assistente sociale di Roma che aveva raccolto le confidenze di una minorenne che era stata ospite della casa famiglia di Santa Marinella.

 

(altro…)

Forzati i sigilli alla casa famiglia Il Monello Mare, indagini in corso una storia senza fine

SANTA MARINELLA – La Squadra Mobile di Roma, sta indagando su un fatto misterioso che si è verificato nella notte tra mercoledì e giovedì. Ignoti, hanno forzato i sigilli alla casa famiglia Il Monello Mare messi la scorsa settimana dopo il blitz effettuato nella struttura dalla Polizia di stato e il conseguente provvedimento restrittivo degli arresti domiciliari emesso dalla Procura al gestore il dottor Fabio Tofi. Ad accorgersi dell’intrusione, sono stati alcuni residenti che abitano al confine con la villetta di via Raffaello che ieri mattina, vedendo porte e finestre aperte, hanno avvertito i gestori della casa famiglia.

 

(altro…)

Casa Famiglia Monello Mare: confermati i domiciliari. Dionisi: "Non impugneremo la decisione perché vogliamo collaborare con la procura"

La villa sede della casa-famiglia Monello Mare
La villa sede della casa-famiglia Monello Mare

SANTA MARINELLA – Confermati gli arresti domiciliari per il responsabile della casa famiglia “’Il Monello Mare”, chiusa la scorsa settimana per presunti abusi e maltrattamenti ai danni degli ospiti minorenni. La decisione del gip Chiara Gallo di respingere la richiesta dell’avvocato difensore del dottor Fabio Tofi, non ha colto di sorpresa il legale, considerato che, alla vigilia della decisione del giudice per le indagini preliminari, l’avvocato aveva esplicitamente detto che, se la conferma dell’atto restrittivo per il suo assistito fosse stato utile per dare agli inquirenti la possibilità di fare con più tranquillità le indagini, lui lo avrebbe accettato ben volentieri.

(altro…)

Parla l’Avvocato Dionisi ,il legale dei cinque indagati della casa famiglia Io Monello Mare,

L'avvocato Vincenzo Dionisi.
L’avvocato Vincenzo Dionisi.

Passa al contrattacco, l’avvocato Dionisi, legale dei cinque indagati della casa famiglia Io Monello Mare, che accusa apertamente chi ha fatto la denuncia per violenze sessuali e maltrattamenti, di aver ordito una vendetta nei confronti di chi gestiva la struttura. L’avvocato infatti, dopo che le ragazze allontanate dalla comunità di Santa Marinella, avevano riconfermato le accuse nelle audizioni di gennaio e di febbraio, intende chiarire alcuni fatti importanti a discolpa dei suoi assistiti dimostrando, con prove, che le giovani si incontravano spesso e parlavano attraverso facebook. (altro…)

“Non è vero nulla, io ci sono stata” parla una ragazza

La villa sede della casa-famiglia Monello Mare
La villa sede della casa-famiglia Monello Mare

SANTA MARINELLA – “Non è vero che in quella casa famiglia succedevano tutte quelle cose, perché io ci sono stata per sette anni e non ho assolutamente visto scene di violenza, di maltrattamenti o di atti sessuali”. A dichiararlo al nostro giornale è Valentina Piermartini, una ragazza di Civitavecchia e mamma di un bambino, che la casa famiglia Il Monello Mare la conosceva molto bene in quanto dal 2008, prima con il servizio civile e poi come volontaria, l’ha frequentata fino al giorno in cui è stata chiusa. La ragazza racconta di essere rimasta molto scossa per le accuse infamanti che sono state catapultate nei confronti del gestore della struttura, il dottor Fabio Tofi, della moglie e dei suoi collaboratori ed in particolare dei ragazzi ospiti del centro che avrebbero parlato, davanti al Tribunale dei minori di Roma, di atti violenti e pratiche sessuali consumati, confermando le accuse rivolte ai titolari della struttura. 

(altro…)

la zona a ridosso dell’Isola Ecologica è stata sigillata l'inciviltà di alcuni cittadini sta creando disagi seri alla comunità

la discarica chiusa
la discarica chiusa

SANTA MARINELLA – Su delega della Procura della Repubblica di Civitavecchia, la Guardia Forestale nel 2013 aveva posto sotto sequestro tre mega discariche abusive presenti sul territorio cittadino. Gli uomini del comandante della stazione di Civitavecchia Salvatore Verzilli, avevano individuato un enorme accumulo di rifiuti di ogni tipo, proprio a ridosso dell’Isola Ecologica della Perazzeta dove erano state transennate due zone completamente invase da rifiuti speciali, pericolosi e residui di giardini ed edilizi. L’area, dunque, era stata sigillata e vietata a chiunque e cioè fino a quando il Comune non avesse provveduto a liberare la zona degli indifferenziati. Sono passati quasi due anni e tutto è rimasto come allora, anzi la situazione è peggiorata.

(altro…)

A ritmo serrato continuano le indagini per fare chiarezza.

SANTA MARINELLA – Non si ferma l’attività investigativa delle istituzioni titolate a seguire la vicenda della casa famiglia Io Monello Mare di via Raffaello, per arrivare a capire cosa effettivamente sia successo all’interno di quella villetta negli ultimi anni. Per avere un quadro della situazione di ciò che accadeva nella struttura protetta diretta dallo psicologo Fabio Tofi, il Tribunale dei Minori di Roma, ha convocato questa mattina tre degli otto ragazzi che erano ospiti della casa famiglia ora sigillata. I tre giovani, che erano stati trasferiti dalla sede di via Raffaello alla comunità di via Dei Fiori, accompagnati dalle due assistenti sociali del Comune di Santa Marinella, hanno raggiunto la Capitale a bordo di un’auto della Polizia Locale.

 

(altro…)

Annalisa Tofi: “non riesco a darmi pace” Parla la sorella del titolare della casa famiglia

SANTA MARINELLA – Annalisa Tofi, sorella del titolare della casa famiglia il dottor Fabio Tofi, reagisce con disperazione alle accuse che gli sono state rivolte. Lei, persona che è sempre vissuta tra il mini basket e la struttura di via Raffaello dove aveva stretto una sorta di amicizia fortissima con tutti. Lei, separata e da poco andata a vivere in affitto in una casa più grande rispetto a quella in cui era abituata a vivere da anni, non sa darsi pace. Ricorda quando aveva la responsabilità di quei ragazzi e che trattava con i guanti bianchi. L’unica cosa che la far stare male è che per colpa di una giovane che per due anni ha creato grosse difficoltà all’interno della casa famiglia anche ai suoi amici, è stato gettato il mostro in prima pagina. Lei giura di non essersi mai permessa di mettere le mani addosso a nessuno e di aver sempre rispettato gli ospiti.

 

(altro…)

Molta confusione e tante chiacchiere, la vertità verrà a galla. l’avvocato Dionisi – io la reputo una vera e propria vendetta messa in atto nei suoi confronti-.

SANTA MARINELLA – Si è protratto per oltre quattro ore, l’interrogatorio dei cinque indagati, per la vicenda della casa famiglia Il Monello Mare. I responsabili della struttura e i collaboratori, sono entrati in Tribunale intorno alle 12 con il loro avvocato Vincenzo Dionisi e dopo aver risposto alle domande del Gip Chiara Gallo, sono usciti intorno alle 16,30 accompagnati sempre dal loro legale. Non è dato sapere ufficialmente cosa abbiano detto i gestori della struttura protetta al Giudice per le Indagini Preliminari, ma le dichiarazioni dell’avvocato Dionisi rilasciate a fine interrogatorio sono esplicite. Al termine dell’incontro, inoltre, il legale del dottor Fabio Tofi ha presentato al giudice la richiesta di revoca del provvedimento restrittivo degli arresti domiciliari, ma su questa tematica la dottoressa Gallo si è riservata la facoltà di dare una risposta nei prossimi giorni, forse oggi stesso.

 

(altro…)

Il Sindaco interviene sul dramma di questi giorni.

Roberto Bacheca
Roberto Bacheca

SANTA MARINELLA – Sulla questione relativa al blitz della Polizia di Stato nella casa famiglia Il Monello Mare sita in via Raffaello e posta sotto sequestro dalle autorità, interviene il sindaco Roberto Bacheca. “Dalle prime indiscrezioni sembrano fatti preoccupanti – dice il primo cittadino – su vicende delicate come questa, è bene attendere per sapere cosa effettivamente sia accaduto. Io quella struttura la conoscevo molto bene perché ero solito passare tutti i giorni di Natale a fare gli auguri ai ragazzi e sinceramente non ho mai riscontrato nulla di grave o cose che potessero lasciar pensare che succedevano episodi di questa gravità. Prima però di dare giudizi – sottolinea Bacheca – è bene attendere che le indagini facciano il loro corso”.

(altro…)

Blitz alla casa famiglia. L’avvocato difensore Dionisi: “ci vuole molta cautela” Anche i figli del gestore della casa famiglia si dicono sopresi dell'operazione di polizia

SANTA MARINELLA – E’ lo stesso avvocato Vincenzo Dionisi, legale di F.T. il titolare della casa famiglia di via Raffaello accusato di gravi reati nei confronti di una ragazza ospite della struttura protetta, a comunicare ai cronisti che l’interrogatorio del suo assistito avverrà questa mattina alle 12 davanti al Gip Chiara Gallo. Il legale, dopo il primo momento di clamore causato dalle notizie che rapidamente hanno fatto il giro della città e dell’intera nazione, ci tiene a descrivere il gestore del Centro Residenziale Educativo terapeutico come persona molto conosciuta e incapace di commettere reati simili. “Le accuse vanno trattate con molta delicatezza – dice l’avvocato Dionisi – perché bisogna anche valutare da chi vengono esternate. Per cui vanno visti i riscontri, analizzati i fatti e poi fatte le giuste considerazioni. Ci vuole molta cautela perché è facile distruggere una persona, sia professionalmente che fisicamente, per poi riscontrare che la realtà può essere diversa. Davanti al Gip porteremo documentazione che dimostrerà che le dichiarazioni di chi lo accusa sono infondate. Purtroppo a volte le case famiglia vengono interpretate come luoghi di restrizione per i ragazzi che sono costretti a frequentarle e quindi non accettano la situazione prendendosela con chi le gestisce”. Sicuramente, anche i figli di F.T. si dicono sorpresi dell’operazione di polizia. “La denuncia se non sbaglio – dice V.T. – risale ad un anno fa quando io ero fuori Italia – sinceramente non capisco cosa sia successo e le cose le ho lette questa mattina sul giornale”.

Blitz alla casa famiglia: 5 misure cautelari per violenza aggravata su minori Trovati cibo scaduto e psicofarmaci senza alcuna prescrizione medica

La villa sede della casa-famiglia Monello Mare
La villa sede della casa-famiglia Monello Mare

SANTA MARINELLA – La Squadra Mobile della Questura di Roma, ha eseguito questa mattina cinque misure cautelari, di cui una agli arresti domiciliari e quattro divieti di dimora, nei confronti di altrettanti indagati ritenuti responsabili a vario titolo dei reati di maltrattamenti aggravati, violenza sessuale aggravata e lesioni aggravate. I reati sarebbero stati commessi all’interno della casa famiglia Monello Mare sita in via Raffaello, che ospita otto ragazzi sottoposti a tutela da parte del Tribunale di Roma e gestita da F.T. di 55 anni un professionista psicologo e nominato giudice tutelare dal Tribunale di Roma che inviava giovani ragazzi dai 14 ai 17 anni con disagi comportamentali dovuti a gravi situazioni familiari.

(altro…)

Orrore nella Casa Famiglia.

SANTA MARINELLA – La Squadra Mobile della Questura di Roma ha eseguito cinque misure cautelari, di cui una agli arresti domiciliari e quattro divieti di dimora, nei confronti di altrettanti indagati ritenuti responsabili a vario titolo dei reati di maltrattamenti aggravati, violenza sessuale aggravata e lesioni aggravate. I reati sono stati commessi all’interno della Casa Famiglia Monello Mare sita in via Raffaello che ospita otto ragazzi sottoposti a tutela da parte del Tribunale di Roma. La vicenda, secondo quanto riportato, risalirebbe a circa un anno fa quando una ragazza, ospite della struttura, secondo il suo racconto sarebbe stata sottoposta a violenze. Nel blitz, gli agenti, hanno dapprima perquisito l’abitazione del titolare della struttura e poi hanno portato via tutti gli incartamenti presenti nella casa famiglia. L’abitazione, un villino a due piani sito tra via Raffaello e la Statale Aurelia, è stata posta sotto sequestro e chiusa. Gli ospiti sono stati trasferiti tre in un’altra casa famiglia di Santa Marinella, due al Villaggio del fanciullo e quattro in strutture della provincia.

La Prefettura chiede di ospitare altri rifugiati politici a Santa Marinella Bacheca: "Pochi soldi per gestire la situazione". Fratturato: "Se ne discuta in consiglio comunale"

SANTA MARINELLA – La circolare emessa dal Prefetto di Roma Gabrielli, che assegna a diversi Comuni del comprensorio, compresa Santa Marinella, una serie di profughi aventi diritto di asilo politico, sta mettendo in difficoltà le amministrazioni locali. La Perla del Tirreno, da oltre sette anni, ospita già 35 rifugiati che, sotto l’egida dell’Arci di Civitavecchia, vivono nella nostra città e fanno numerose attività collaterali che gli consentono una completa integrazione nel territorio. Un progetto che va avanti senza alcun problema per la popolazione, che praticamente neppure conosce chi sono le persone protette. Questo grazie alla discrezionalità delle forze politiche cittadine e di coloro che gestiscono questi ospiti. La nuova circolare della Prefettura, chiede ai Comuni di ospitare altri rifugiati, anche se, a Santa Marinella, ce ne sono già 35.

(altro…)

Trovati rifiuti di ogni genere al parco degli Eucaliptus durante la pulizia degli spazi verdi

 

I rifiuti trovati durante la pulizia del parco degli Eucaliptus.
I rifiuti trovati durante la pulizia del parco degli Eucaliptus.

Che belle sorprese che offrono i spazi verdi quando vengono ripuliti. Ieri l’altro, i dipendenti della società Multiservizi, impegnati in una intensa attività di ripulitura del Parco degli Eucaliptus in zona Valdambrini, hanno estratto dall’erba un paio di quintali di rifiuti di ogni genere. Computer rotti, decine di buste di plastica contenenti rifiuti urbani, portafiori di plastica e di coccio, materiale edile, lattine di metallo e elettrodomestici arrugginiti. Una sorta di discarica a cielo aperto celata sotto un metro di erba e alla portata di bambini e genitori. (altro…)

Gravissimo incidente sul lavoro in via dei Fiori

La foto dell'operaio soccorso.
La foto dell’operaio soccorso.

In un grave incidente sul lavoro, accaduto questa mattina intorno alle 12 nel quartiere Fiori, un operaio di una ditta che ha in appalto i lavori per la realizzazione di un tratto fognario in via Delle Magnolie, ha subito la tranciatura di un piede a causa di una scavatrice in funzione. Il fatto si è verificato in via Delle Magnolie, dove si stavano effettuando i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria della rete di fognatura e dei collettori da parte della Anthea Srl Hydragas di Roma, una ditta specializzata nei grandi lavori di manutenzione. (altro…)

Santa Marinella: multa di 600 euro ad un cittadino per abbandono di rifiuti speciali sul territorio

 E’ costata cara, ad un residente romano che ama passare le giornate di festa e il periodo estivo nella nostra città nel suo appartamento di Lungomare Marconi, una bella partita di beach tennis che lo ha visto protagonista il 1° Maggio ai campi sportivi del Sumbay Park Hotel. Il tizio, infatti, dovrà sborsare 600 euro al Comune per aver disatteso la normativa sul rispetto dell’ambiente. Ma perchè questo momento di svago si è trasformato in un boomerang per l’atletico signore capitolino? Semplicemente perché, dopo aver effettuato la sua partitina in acqua, ha trascorso la giornata a potare le alberature e ad effettuare una radicale pulizia del suo appartamento di Santa Marinella, riversando materiali da risulta da giardino, rifiuti organici, vetro, plastica, pentolame e calcinacci vari nei pressi del condominio, proprio accanto alla strada che si interseca con il Lungomare.

(altro…)

Discarica abusiva: nuovo sopralluogo a Rio Fiume Luca Astori: "purtroppo la situazione non è cambiata"

foto discarica 5Era il 14 marzo quando un gruppo di Rangers, nel corso di un sopralluogo sulle colline di Santa Marinella, scoprivano una enorme discarica a cielo aperto portata alla luce dall’alluvione dello scorso novembre e che per mesi ha scaricato attraverso i fosso Rio Fiume i liquami in mare. Venne definito il più grave disastro ambientale degli ultimi anni, una vera e propria bomba ecologica che da tempo produce danni alla fauna e alla flora marina. Si tratta di una ex discarica utilizzata sia dal Comune di Tolfa che da quello di Santa Marinella per conferire i rifiuti negli anni che vanno dal 1950 al 1980 e poi tombata e rimasta ferma per decenni.

(altro…)