Archivio Categorie: Politica

 Santa Marinella, Uniti per Cambiare: “ Considerare il cittadino l’elemento fondamentale della comunità”

Il logo

Nasce a Santa Marinella la lista civica Uniti per cambiare che si presenterà alle prossime elezioni amministrative  del maggio prossimo con un programma che tocca vari aspetti e problematiche della città: “La Lista Civica Uniti per cambiare, Santa Marinella,- affermano gli esponenti – è un insieme di persone, professionisti e liberi imprenditori, non legati necessariamente a movimenti o partiti Politici, Architetti, Ingegneri, Avvocati, etc… che hanno vissuto i risultati dopo troppi anni di gestioni comunali fallimentari e deludenti che hanno tralasciato l’elemento fondamentale del Comune, il cittadino, ignorandolo e non considerarlo come elemento fondamentale nella nostra comunità, soprattutto gli anziani, i meno abbienti , i poveri, i disagiati , i disoccupati che sono stati lasciati soli, e vogliono ridare dignità, rispetto, sicurezza assistenza a tutti i residenti del nostro amato Paese”. Continua a leggere

Santa Marinella: Tidei continua ad attaccare Minghella sul bilancio

L’On. Pietro Tidei (PD)

Sulla questione del bilancio del comune di Santa Marinella interviene anche l’on. Pietro Tidei :“Le festività appena trascorse hanno lasciato l’ex delegato al bilancio senza il dono più importante, quello del silenzio. Articoli su articoli –  commenta Pietro Tidei – purché se ne parli è una strategia che non funziona più, specialmente se la si usa per dispensare cialtronerie”. Continua a leggere

Cuori Santamarinellesi : “Non servono tavoli, servono programmi”

Giorgia Mulargia, “Cuori Santa Marinellesi”

 Cuori Santamarinellesi rimanda al mittente le insinuazioni  su possibili tavoli di incontro con altre forze del centrodestra: “Cuori Santamarinellesi non ha partecipato ad alcun tavolo di confronto tra le forze cittadine del centrodestra .La nostra priorità- commenta Giorgia Mulargia- è il programma elettorale: ai cittadini serve sapere cosa vogliamo fare e non se stringiamo mani”. Continua a leggere

Santa Marinella, Minghella: “L’ente è in grado di sostenere la propria spesa. Bilancio equilibrato nell’insieme”

 

 

Emanuele Minghella.

Non si fa attendere la risposta di Emanuele Minghella alle richieste  fatte alla Commissaria dal Pd  Santa Marinella di dichiarare il dissesto finanziario: “Leggo gli appelli del PD – commenta l’ ex delegato al Bilancio – che dopo essersela presa con l’ex maggioranza ora passa all’attacco con il commissario straordinario affinché dichiari il dissesto. Così mi ritornano in mente “ belli più che mai” direbbe Battisti,  quelli del PD, che questa estate non volevano che dichiarassimo il dissesto perché sarebbe stato catastrofico per la città addebitandocene le colpe”. Continua a leggere

Pd Santa Marinella: “Chiediamo alla Commissaria di dichiarare il dissesto!”

 Gli esponenti del Pd locale intervengono ancora su un argomento tristemente attuale degli ultimi mesi: il dissesto finanziario del  comune di Santa Marinella: “I nodi stanno venendo al pettine,- commentano gli esponenti del Pd Santa Marinella –  la prefettura ha inviato un sub-commissario dirigente del servizio contabilità e gestione finanziaria per coadiuvare la commissaria ed aiutarla nel difficile compito che gli si prospetta”. Continua a leggere

Il partito democratico risponde a Noi con Salvini: è scontro PD Santa Marinella :"Mentre noi facevamo opposizione voi eravate con la maggioranza"

 “Leggiamo a mezzo stampa le dichiarazioni di Noi con Salvini – commentano dal Pd Santa Marinella-che puntano il dito sul PD cittadino criticando la scelta di chiedere all’Avv. Tidei di candidarsi come Sindaco a S.Marinella. E via con il gioco più ovvio possibile, cioè: Tidei il vecchio, Tidei inadeguato, etc.. etc…”. “Dove eravate – proseguono dal Pd – quando il PD sempre dalla stessa parte lottava e svolgeva il suo ruolo di opposizione a questa amministrazione? Vero! Scusate! Eravate insieme con la maggioranza di centro destra che ha devastato la nostra città. Continua a leggere

Lega Santa Marinella: “Con Tidei si prospetta l’ennesima brutta pagina della politica cittadina”

 

Il logo.

“ Le voci che circolano in città sulla candidatura di Tidei – affermano dalla Lega Santa Marinella – sono sempre più insistenti, se così fosse  gli esponenti del circolo PD locale si sono presentati come dei riformisti e persecutori del rinnovamento, ma con questa scelta si sono dimostrati solo dei pessimi conservatori”. Continua a leggere

Cuori Santa Marinellesi: “basta Grandi Opere. Ci sono interventi più urgenti” La neonata organizzazione politica propone interventi per lo sport, la viabilità e il decoro urbano

Giorgia Mulargia, “Cuori Santa Marinellesi”

Le Grandi Opere non sono una priorità per la città: esistono strutture e servizi importanti, ma ormai lasciati all’abbandono. Così si esprime in un comunicato stampa la neonata formazione politica Cuori Santa Marinellesi, facente parte della galassia dei Cuori Italiani.

“Oggi è davanti agli occhi di tutti che, sia per motivi burocratici che tecnici, anche gravi, delle Grandi Opere restano ancora un cantiere aperto in Via delle Colonie e un edificio chiuso al posto della tanto agognata piscina comunale, oltre a fiumi di polemiche per costi e risultati”: da queste premesse, il gruppo, con a capo Giorgia Mulargia, sottolinea la necessità di ristrutturare gli impianti sportivi come il campo di calcio comunale e le altre infrastrutture adiacenti, come il palazzetto, il campo di allenamento o le palestre scolastiche.

“Una situazione – specificano i Cuori – che costringe gli sportivi della città, amatori e professionisti, a doversi rivolgere ad altre strutture nelle città vicine.

Tutto questo però potrebbe essere risolto: serve la volontà politica di focalizzare le risorse a disposizione verso la ristrutturazione di queste opere, non minori, la cui assenza ha dimostrato ineluttabilmente la loro fondamentale rilevanza al pari della viabilità cittadina”.

Una frase che fa pensare che la giovane organizzazione sia consapevole delle difficoltà economiche in cui versa la città, ma che secondo loro, non sia una scusa per non cercare soluzioni.

La Grande Opera più discussa è proprio limitrofa al campo sportivo: Via delle Colonie. I Cuori Santa Marinellesi, fanno presente che, visto l’ormai percorribilità della strada al traffico automobilistico, forse sarebbe il caso di far tornare a senso unico Via IV Novembre, visti i grandi disagi che la stretta strada che fiancheggia la ferrovia causa al traffico e ai residenti.

Dito puntato anche contro il verde pubblico: non solo viene mossa una critica alla gestione dei parchi, ma si sottolinea come potrebbe essere il caso di sostituire pini, palme e tamerici, buoni solo ad attirare insetti e a distruggere strade e marciapiedi con le loro radici. Vengono proposte piante più facilmente mantenibili come l’albero del pepe o le sterlizie giganti.

“Bisogna avere maggior amore per la propria città, – fa presente il gruppo di Mulargia – per capire che il primo biglietto da visita di qualsiasi municipalità sono le proprie strade: le nostre sono spesso sporche, rotte, piene di buche, principalmente con vecchi marciapiedi mal gestiti e prevalentemente senza alcuna forma di ombreggiatura e spesso buie o poco illuminate per lunghi tratti”.

“Esistono soluzioni – concludono – che sono in grado di coniugare la necessità di risparmiare sulla spesa pubblica, con il decoro e la volontà di risolvere annose problematiche: è una questione di volontà politica. Dare il giusto input a chi deve mettere in opera i lavori pubblici, basandosi sulle risorse a disposizione”.

Santa Marinella, Progetto Centro: ”Un governo di unità cittadina per risollevare le sorti della nostra città”

Santa Marinella.

 “Dopo la pausa per le festività Natalizie, proseguono gli incontri di Progetto Centro con gli altri schieramenti politici cittadini. Grosso successo sta riscuotendo la scesa in campo di Marina Ferullo, unica donna candidato Sindaco certo, alle prossime elezioni comunali del 2018. Il progetto che vogliamo mettere in campo è quello di creare una coalizione alternativa a tutto ciò che fino ad ora è stato proposto: un governo di unità cittadina per risollevare le sorti della nostra città. Continua a leggere

Santa Marinella : oltre 600 mila euro per la Scuola Vignacce

 

La foto.

E’ stato  finanziato il progetto di adeguamento statico e miglioramento sismico del plesso scolastico “Vignacce”, con un contributo di 621.848 euro, erogato dalla Regione Lazio con fondi MIUR, a valere sulla Legge 232/2016. L’intervento, che prevede opere strutturali, opere civili ed impianti, cercherà  di risolvere la difficile situazione venutasi a creare a seguito della chiusura della scuola, nel novembre 2016, e soprattutto si eviterà  ad oltre 160 bambini di continuare ad essere dislocati presso la scuola media Carducci  e l’istituto delle suore Benedettine. Continua a leggere

Santa Marinella, Minghella: “Pronto ad una discussione pubblica sul bilancio”

Emanuele Minghella.

L’apertura della nuova sede di Forza Italia è l’occasione per l’ex delegato al bilancio di Santa Marinella, Emanuele Minghella, di esprimere le proprie considerazioni in merito alle vicende politiche preelettorali. “Il centro destra sta facendo la propria strada in base ai propri circoli, sosterrò Forza Italia – commenta l’ex delegato al Bilancio Emanuele Minghella – e colgo l’occasione per ringraziare tutti coloro che sono intervenuti ieri all’apertura della sede, alla presenza del Senatore Fazzone, della coordinatrice locale Wanda Saccani e del commissario Roberto D’Ottavio”. Continua a leggere

Santa Marinella: in mattinata la conferenza stampa dell’ex sindaco Bacheca

La foto della conferenza stampa.

“Dal punto di vista umano non si rimane benissimo,- commenta, visibilmente commosso, l’ex sindaco di Santa Marinella Roberto Bacheca nella conferenza stampa di questa mattina all’Hotel Le Palme  – soprattutto quando con alcuni di questi ho condiviso Natali, Capodanni e feste di compleanno, con i quali credevo che ci fosse un rapporto di amicizia.  A me naturalmente non  cambia nulla, perché mancano, come ben sapete, sei mesi alla fine del percorso amministrativo: su questo lancio una riflessione”.

“Di solito le sfiducie si fanno a due anni, due anni e mezzo, quattro anni di  mandato del sindaco – continua Bacheca –  e allora lì si motivano dicendo ‘non mi piace più il percorso politico intrapreso; non c’è più un progetto, non c’è più un programma, non stiamo inquadrando bene la situazione; c’è un altro progetto, c’era un altro programma, sto aderendo a un altro percorso’.  Invece a sei mesi dalla fine del mandato, ma soprattutto a due mesi da un appuntamento importante come quello delle elezioni regionali […], mi sembra che ci sia tutto tranne la politica. Non faccio allusioni: qualcuno ha detto che ho subito ricatti. Io questa cosa non l’ho mai detta ne in comunicati stampa: io non ho subito nessun ricatto. L’ultimo messaggio tra me e il consigliere Grimaldi è di tre settimane fa. […] Quindi non ho ricevuto la loro nessuna dichiarazione per la quale comprendere un atto di questo tipo. Ho visto i numerosi attacchi di gente non veramente interessata a questa città: parlo dei consiglieri regionali Marietta Tidei, Piero Vincenzi e Bucci, che credo non sappia nemmeno come si arrivi a Santa Marinella, perché io non l’ho mai visto .Credo che sia lecito pensare che sia una manovra di carattere politico. Ovviamente dietro la regia della mia sfiducia c’è Pietro Tidei: non c’è nessun altro. […] Dichiaro apertamente che sto preparando la campagna elettorale per le elezioni regionali e che il gruppo ne esce più coeso :insieme troveremo un candidato a sindaco”. Di diversa opinione  i consiglieri di minoranza del circolo del Partito Democratico di Santa Marinella e Santa Severa  che accusano l’ex sindaco e la sua amministrazione di una  cattiva gestione della città: “La sfiducia alla giunta Bacheca si è resa necessaria per impedire che venissero messe in atto ulteriori, pesantissime azioni che avrebbero posto una pietra tombale sulla città. Dopo quasi dieci anni di questa Amministrazione possiamo tranquillamente dire che la città è sprofondata nel nulla più assoluto. Tante, troppe le storture che hanno caratterizzato la gestione cittadina”. “Fare un bilancio dei disastri è a dir poco imbarazzante, – continuano dal Pd locale – basti pensare al bando Europeo per la differenziata che impegna oltre 30 milioni di euro, alla piscina comunale, alle precarie condizioni della passeggiata, passando per la completa distruzione degli impianti sportivi, non dimenticando via delle Colonie, oltre a dover godere dello spettacolo indegno di una città sporca e degradata in ogni rione. Stendiamo poi un velo pietoso sull’edilizia scolastica che è finita sulla TV nazionale per le sue condizioni fatiscenti, mentre oltre alle scuole medie il plesso di Vignacce è ancora chiuso”. Anche Massimo Padroni, esponente locale del M5S,  dal suo blog commenta ed esprime dei dubbi sull’intera vicenda: “Quello che non torna è infatti il perché di un atto così plateale a pochi minuti dalla chiusura del sipario. Per certo non esiste un accordo che possa traghettare l’attuale consiglio nella prossima legislatura così com’è, e quindi qualcuno tra i meno scaltri consiglieri avrà voluto ristrutturarsi la facciata. Chi guadagna in questa situazione è sicuramente la maggioranza, che con questo colpo di teatro evita di prendersi la responsabilità di portare un bilancio malconcio in Consiglio Comunale. La cosa sensazionale è l’irresponsabilità della minoranza, l’incoscienza di chi pur di avere un momento di ribalta, di poter fare l’inchino davanti ad un imbambolato pubblico, consente agli artefici del disastro strutturale e finanziario di questa Città di sottrarsi al giudizio del popolo e della Legge. Una cortesia che esprime tutto il consociativismo che sommerge ed immobilizza, nell’interesse di pochi, tutta la Città ed il suo futuro”. Nel frattempo, in mattinata, il nuovo commissario prefettizio Enza Caporali ha fatto il suo ingresso nella sede comunale  di via Aurelia 455. 

IUS SOLI: A SANTA MARINELLA SCENDE IN CAMPO FRATELLI D’ITALIA

Domenica 26 Novembre,  il neonato circolo Pirgy di Fratelli D’Italia ,ha indetto una manifestazione per protestare contro l’approvazione della legge sullo IUS SOLI, ossia un metodo che prevede ai nati in Italia da genitori immigrati in possesso di determinati requisiti, di ottenere la cittadinanza italiana.

Il presidente del circolo Pirgy, Ilaria Fantozzi  in un comunicato invita tutti i cittadini interessati  a recarsi presso i portici della zona centrale (fronte Cinema Arena Lucciola) domenica mattina dalle ore 10.00 alle ore 12.30, per un incontro informativo sulle conseguenze dell’approvazione della legge sullo IUS SOLI.

“ Riteniamo –  dichiara la Fantozzi –  che questa legge, vada contro il principio di giustizia sociale e spalanchi le porte a una serie di problemi che il nostro sistema statale non e in grado di affrontare.  A nostro giudizio, italiani lo si è per diritto di sangue o perché, come prevede il nostro diritto di famiglia, negli anni si è potuto dimostrare di essere un buon cittadino che rispetta lo stato italiano acquisisce lo spiritico nazionalistico”- Continua la giovane Fantozzi: “ il tentativo del PD di creare migliaia di nuovi votanti ,ci trova assolutamente contrari  e gli ultimi dati elettorali ci mostrano un quadro molto semplice. Siamo dell’idea, – conclude Fantozzi – che  creare in”laboratorio” nuovi italiani sia del tutto errato mentre sarebbe giusto tentare di far rinvigorire l’amore per la patria e per la nostra bandiera agli italiani che devono tornare ad aver fiducia dello stato e della politica ben fatta, oggi invece, la maggior parte della popolazione italiana si sente di serie B rispetto alle prerogative del nostro attuale governo. Sarà proprio questo l’intento dell’incontro di domenica, urlare contro una politica nazionale sorda e muta.”

Elezioni comunali: Il Paese che vorrei si candida alla guida di Santa Marinella

Nuovi attori si affacciano sul palco elettorale cittadino: la notizia è che uno dei comitati civici più attivi negli ultimi anni, per proposte, comunicati e iniziative, ha deciso di impegnarsi concretamente nelle elezioni comunali candidandosi al governo del comune di Santa Marinella con una propria lista civica.

“Il Paese che Vorrei” è un nome che abbiamo imparato a conoscere soprattutto per le sue lotte contro alcuni progetti dell’amministrazione in cui il comitato chiedeva, prima di tutto, condivisione delle scelte e partecipazione d’idee aperte ai cittadini e non relegate ai piani alti della politica.

“Lo scenario che si sta preparando  –  scrivono, dando notizia della loro scelta –  vede una assoluta continuità nella proposta di candidati e liste, con finte aggregazioni civiche guidate da persone che per anni hanno fatto parte della attuale compagine di governo […]. Tutto quello che si offre ai cittadini è ormai un’inaccettabile “alternativa del diavolo”: la scelta fra l’incompetenza manifesta e il conclamato disinteresse del bene pubblico e collettivo”.

Un movimento politico dal basso, costituito da persone comuni che sentono il dovere civico di partecipare con impegno per non vedere governare Santa Marinella sempre dalle stesse persone: “Non siamo animati da ambizioni personali, non rappresentiamo gli interessi di parte di speculatori, di costruttori, di pseudo investitori che per decenni hanno saccheggiato le nostre coste e le nostre terre. Non siamo gente di potere ma di servizio”.

Sebbene non dei “professionisti della politica”, ci tengono a sottolineare che “Non siamo sprovveduti: conosciamo il territorio, abbiamo specifiche competenze tecniche e amministrative, abbiamo esperienza e determinazione e abbiamo i necessari rapporti con le altre forze istituzionali, ad iniziare dalla Regione Lazio”.

Infine un’apertura a tutti i cittadini, nel perfetto stile che ha sempre contraddistinto questo comitato: “Chiediamo a tutti di esserci compagni di strada, di voler condividere idee e proposte per partecipare alla liberazione di Santa Marinella, da troppo tempo prigioniera di interessi personali, potentati ristretti, saccheggi indiscriminati”.

1 2 3 38