Santa Marinella

Elezioni comunali 2018: guerra di nomi nel centro sinistra più diviso che mai La posizione rigida dei Dem additata come la causa della debolezza della sinistra santa marinellese

Il ministero degli interni ha stabilito ufficialmente la data per le prossime elezioni amministrative per la scelta dei sindaci e dei consigli comunali: il 10 di giugno, dunque anche Santa Marinella andrà al voto, dopo la relativamente breve parentesi del commissario prefettizio.

Eppure, ad oggi, gli schieramenti politici cittadini non sembrano aver ancora le idee chiare sui nomi dei candidati: anzi a essere sinceri, sembrano concordi solo sui nomi che non vogliono vedere comparire, piuttosto che per quelli che vogliono effettivamente candidare.

L’On. Pietro Tidei (PD)

Una delle poche certezze era la candidatura di Pietro Tidei tra le fila del PD che però aveva lasciato perplessi molti esponenti della sinistra santa marinellese, sia per il metodo scelto dai Dem per decidere il loro candidato, sia per l’intransigenza del partito di Renzi nel sentire altre proposte.

Solo Renzo Barbazza, originariamente presentatosi come indipendente, per ora sembra confluire sulle posizioni di D’Emilio e compagni.

Di tutt’altro avviso altri nomi della sinistra, come il Circolo Sandro Pertini, in passato espressione proprio del PD, che oggi propone, insieme ad altri, il nome dell’ex consigliere d’opposizione Stefano Massera, orfano dell’esperienza di Un’altra città è possibile. Il Circolo fa il nome di Massera come proposta alle altre forze della sinistra e afferma di aver ottenuto la disponibilità al dialogo da Lorenzo Casella, candidato de Il Paese che vorrei, ma ammette di aver trovato lo scoglio della rigida posizione del PD ormai forte dell’appoggio dichiarato di Barbazza. Per il Circolo, con quest’assenza di dialogo si fa solo il gioco del centro destra e del Movimento 5 Stelle.

Stefano Massera

Anche Casella non sembra del tutto in linea con i democratici: punta il dito contro chi chiede a gran voce al commissario prefettizio di dichiarare il dissesto finanziario del Comune di Santa Marinella. “La dichiarazione di dissesto è un fatto tecnico che riguarda il rapporto tra i debiti contratti e la relativa possibilità di risanarli e speriamo che questa eventualità sia scongiurata” – ha sostenuto con preoccupazione – “perché il default finanziario di un Comune si traduce in una serie di automatismi che ricadono sulla collettività. Significa imporre tasse alla massima aliquota a tutti, contrarre l’erogazione dei servizi ai cittadini e aumentare le tariffe dei servizi che non possono essere sospesi. Significa anche l’impossibilità di contrarre mutui per la realizzazione di progetti di sviluppo ma il vincolo a contrarne unicamente per estinguere il debito. Significa infine,la svendita dei beni pubblici, la liquidazione di ciò che è rimasto tra i beni patrimoniali comunali e altre eventuali azioni fortemente penalizzanti”.

Infine, sempre in casa PD, circolano su Facebook alcune affermazioni di Stefano Giannini, membro della Direzione Regionale del partito, che pone l’accento  sulla situazione che ruota attorno alla figura di Andrea Bianchi, ex consigliere d’opposizione che alcune voci vorrebbero in rotta con Tidei.

Ora che la data delle elezioni è stata ufficialmente dichiarata, tutti i partiti, i movimenti e le liste civiche dovranno sbrigarsi perché in soli due mesi dovranno riuscire a convincere gli elettori, anche se il sospetto di molti è che tutti i giochi si concluderanno con strette di mano tra l’11 e il 24 giugno, giorno del ballottaggio.

Elezioni Comunali 2018: si voterà il 10 giugno con ballottaggio 24 giugno.

A Santa Marinella, come in altri comuni d’Italia, si voterà il 10 Giugno 2018, con possibilità di convocare il turno di ballottaggio il 24 giugno 2018.

La notizia è stata confermata qualche ora fa con la pubblicazione del Decreto del Ministro Minniti che prevede anche la convocazione dei comizi elettorali per l’elezione dei consigli circoscrizionali nelle regioni a statuto ordinario.

Dunque si entra nel vivo della campagna elettorale, gli aspiranti sindaci avranno tempo fino a metà aprile per raccogliere le iscrizioni delle candidature e presentarle al Comune di Santa Marinella, oltre all’obbligo, per gli stessi, di depositare un numero considerevole di firme di cittadini a sostegno di ogni candidatura.

Intanto, sul sito del comune sono già disponibili i modelli per i cittadini europei residenti nel nostro comune che intendono esercitare il proprio voto.

Una data abbastanza insolita per le elezioni che spesso si sono concluse in tempi molto più brevi, che vedrà prolungarsi i lavori del Commissario fino a stagione turistica avviata.

Bruno Ricci sindaco: Lucantoni, no al Bacheca Ter Boccoli e Calvo non ammettono la bocciatura

Stefano Lucantoni

Toni duri in questi ultimi giorni tra le fila del centro destra in cui a scontrarsi sono quelli che scongiurano il Bacheca ter e quelli che, invece, sono ancora legati affettivamente e politicamente al sindaco uscente.

In questa diatriba il primo a dichiararsi contro le scelte di Bacheca è stato Stefano Lucantoni, leader del movimento civico Santa Marinella 4.0 che, sulla candidatura di Bruno Ricci, fortemente voluta da Bacheca e dal suo gruppo politico commenta: “La situazione in cui versano Santa Marinella e Santa Severa, sotto gli occhi di tutti, è il risultato di un decennio in cui Bacheca e le sue amicizie, leggiamo negli articoli Massimiliano Calvo, Roberto Boccoli, Bruno Ricci, hanno già dimostrato tutta la loro incapacità gestionale. Hanno avuto il tempo, il modo e l’opportunità  per risollevare le sorti del comune ed invece l’hanno portato a questo punto – e continua – queste persone darebbero vita ad un Bacheca ter che, a nostro sommesso giudizio, è da evitare come la peste perché incarna quel passato che non ha futuro e quel presente che non soddisfa”.

Ma le affermazioni di Lucantoni non passano inosservate e suscitano il disappunto dei fedelissimi di Bacheca, Boccoli e Calvo, coordinatori di “Movimento Civico”, i quali, in un comunicato, augurano stizziti al leader di Santa Marinella 4.0, una buona campagna elettorale, riponendo la loro personale fiducia nella scelta degli elettori.

“A giudicare dalle dichiarazioni di Lucantoni sulla stampa abbiamo constatato che il nostro appello a mettere da parte i personalismi non è stato recepito – scrivono i bachechiani – questa mania di protagonismo ed ergersi a paladini del buon governo e a mettersi sul piedistallo ci piacerebbe sapere da dove deriva. E soprattutto a cosa porta. Noi siamo del parere, come sempre, che saranno i cittadini a giudicare da chi vogliono essere rappresentati. Lucantoni, con le sue dichiarazioni, dimostra di non saper condividere programmi e idee per il futuro, ma solo la capacità di avere pregiudizi su chi ha collaborato all’interno della pubblica amministrazione negli ultimi anni”.

Proprio quest’ultimi, infatti, in un precedente comunicato, lasciavano intendere di essere in cerca di qualche altro gruppo che volesse aderire al loro progetto politico per le future amministrative e per questo, oggi affermano: “Abbiamo proposto dei tavoli di confronto appositamente per cercare di evitare “lotte interne” che interessano a nessuno. Ma è evidente, a questo punto, che la loro lista non è interessata nemmeno a confrontarsi per il bene di Santa Marinella. Ribadiamo che il nostro movimento è invece aperto al confronto con chi vorrà condividere idee e programmi e non abbia pregiudizi personali”. 

Dunque un centro destra ancora ostaggio delle diatribe interne dove il maggior ostacolo è rappresentato proprio da Roberto Bacheca e da chi persegue la sua stessa politica, che, come si legge continuamente sui social, non è stata accolta, né per il territorio di Santa Marinella, né per quello della Regione Lazio visto che, come più volte ha ribadito il PD, il sindaco uscente ha conquistato un  numero irrisorio di preferenze.

Elezioni Santa Marinella: spunta la figura di Bruno Ricci anche con il sostegno di Bacheca

Bruno Ricci

In una riunione a Santa Severa, con il proprio gruppo più stretto di elettori, l’ex Sindaco Bacheca, qualche sera fa, ha cominciato a sciogliere le sue riserve sul probabile candidato Sindaco.

Si tratterebbe di Bruno Ricci, noto professionista di Santa Marinella, appartenete alla storica famiglia Ricci, di cui il più conosciuto è indubbiamente l’ex consigliere regionale per Forza Italia nonché sindaco della Perla dai primi anni ’90, Achille Ricci.

Bruno Ricci ha anche svolto particolari incarichi durante le passate amministrazioni Bacheca, occupando per un periodo il posto di Presidente della Santa Marinella Servizi. Dunque un volto nuovo ma non troppo che potrebbe avere, oltre a Bacheca, altri estimatori che ruotano intorno alle decisioni importanti della politica santamarinellese e che coinvolgerebbe, forse, anche le decisioni prese nei tavoli di lavoro dei partiti del centro destra cittadino.

La scelta sembrerebbe anche confermata dall’identikit che i rappresentanti di Movimento Civico, Roberto Boccoli e Massimiliano Calvo, hanno ufficializzato in un loro comunicato, in cui si dicono pronti a colloquiare con le altre forze politiche nella scelta di una figura moderata da collocare a capo del governo cittadino.

Rimane comunque in pole position Roberto Marongiu, storico personaggio politico del territorio. Di professione architetto, proveniente da una famiglia di imprenditori, Marongiu è da sempre aperto al dialogo con tutte le forze politiche, come dimostra la sua esperienza sia tra le fila dell’amministrazione Tidei (anche se poi fu proprio lui che insieme a Fabio Quartieri, ristoratore di Santa Severa, firmarono la sfiducia allo stesso Tidei) che nella gestione bachechiana.

Gara Rifiuti: la GESAM prima in graduatoria, si aggiudica il bando Ottiene l'aggiudicazione provvisoria fino alla verifica dei requisiti

La gara per la gestione della raccolta dei rifiuti porta a porta sta per volgere al termine. Questa mattina alle 11.00 in biblioteca è stata convocata l’ottava seduta pubblica in cui la commissione ha dato lettura della graduatoria dei progetti tecnici ed aperto le offerte economiche.

Proprio in questa fase, infatti, il codice dei contratti prevede l’approvazione, da parte della commissione, della proposta di aggiudicazione a chi, sommando al punteggio ottenuto dalla valutazione del progetto tecnico, la percentuale di ribasso offerto, presenta l’offerta economicamente più vantaggiosa per il comune di Santa Marinella; offerta che prevede sia i servizi tecnici previsti nel bando di gara ad un prezzo conveniente sia prestazioni aggiuntive, cosiddette migliorative.

E dunque, alla luce di quanto sopra, sembrerebbe essere la GESAM srl la concorrente ad aver avuto la meglio in termini di competitività. Ora sarà compito del RUP, Arch. Maia, procedere alla verifica dei requisiti per contrarre con la pubblica amministrazione e cioè, principalmente, i certificati antimafia, i casellari e carichi pendenti di tutti i soci, la regolarità contributiva e fiscale e qualsiasi altro procedimento dichiarato presso l’Autorità Nazionale Anticorruzione.

Ecco le informazioni più significative.

LA GARA: il bando risale al Febbraio 2017 con scadenza affissione il 10/04/2017.

LA COMMISSIONE DI GARA: Ing. Paolo Maria De Felice (Presidente), Ing. Ernesto Cipriani, Ing. Paolo Boitani, Ing. Giuseppe Sappa, Ing. Monica Pasca – membri esperti.

LE PARTECIPANTI AMMESSE: AVR spa (Roma) – Impresa San Galli Giancarlo & C. srl (Monza) – CNS Consorzio Nazionale Servizi (Bologna) – ATI costituenda Tekno Service srl (Torino) – Ecosud srl (Agrigento) – Consorzio Formula Ambiente Soc. Coop. Sociale (Forli Cesena) – Gesam srl (Roma) – Diodoro Ecologia srl (Teramo) – Sarim srl (Salerno) – ATI costituenda Ecotrasporto srl di Paoletti Ecologia srl (Fiumicino- Grosseto).

I PROGETTI TECNICI: il miglior progetto tecnico presentato è quello della GESAM srl che totalizza il punteggio di 70 punti, secondo classificato con 65,26 la ATI Ecotrasporti Paoletti, terzo arrivato il Consorzio Formula Ambiente con il punteggio di 65,05. A seguire la ATI AVR Impresa Sangalli, la Diodoro Ecologia srl, il CNS Consorzio Nazionale Servizi, la Ecosud srl ed infine la SARIM srl.

LE OFFERTE ECONOMICHE: l’offerta economica più bassa è quella presentata dalla Soc. Formula Ambiente con un ribasso dello 0,31%, a seguire la Ecotrasporti Paoletti con un ribasso dello 0,41 %. Lo 0,69% lo ha offerto la Sarim mentre la Gesam si attesta allo 0.99%. Sulla base della formula applicata per il calcolo del punteggio, che viene stabilito in base ad un rapporto proporzionale tra il prezzo a base d’asta, il miglior prezzo offerto e la singola offerta, è stata la Gesam ad aggiudicarsi il primo posto in graduatoria dato dalla somma del punteggio di 70 ottenuto nel progetto tecnico e 28,9 per l’offerta economica, posizionandosi prima su tutte. Seconda classificata la ATI formata da Ecotrasporti Paoletti e, a seguire, la Formula Ambiente.

DURATA E COSTO DELL’APPALTO: l’appalto durerà 7 anni ad un canone annuo lordo di 4 milioni e 300 mila euro

Anche Boccoli e Calvo si buttano nella mischia: a braccetto in un Movimento Civico

Massimiliano Calvo

Per le comunali di Santa Marinella è nata una galassia di gruppi civici sorti dalle ceneri della passata Amministrazione e che fanno capo a questo o a quel nome dell’ultima giunta Bacheca: ultimi, almeno per il momento, alla linea di partenza l’ex consigliere Massimiliano Calvo e l’ex addetto stampa Roberto Boccoli.

Il loro gruppo si presenta con il semplice nome di Movimento Civico e vede i due quali coordinatori pari merito.

“In questo clima di incertezza sulle future scelte di programmi – scrivono nel loro primo comunicato –, di candidati ed alleanze in vista delle elezioni comunali del prossimo maggio, ribadiamo che il Movimento Civico da noi costituito è a disposizione di tutte le forze moderate e le componenti civiche che abbiano a cuore il solo interesse a risolvere i problemi della città e mettano da parte i protagonismi e gli egoismi”.

“Non abbiamo preclusioni verso alcuni – concludono –, ma crediamo che la scelta del candidato Sindaco e delle liste di supporto vadano condivise e sopratutto si basino su un programma concreto e fattibile. 
Siamo fiduciosi sull’apertura di tavoli di confronto e discussione nei prossimi giorni”.

Un messaggio simile ad altre forze politiche che ufficialmente si sono messe in campo, come L’Ancora che insieme all’Associazione Valori Comuni, il sindacato Il Quadricredito con l’appoggio di alcune associazioni di volontariato e alcuni comitati spontanei, ha pubblicamente presentato Eugenio Fratturato come candidato sindaco.

Il numero di gruppi civici dichiaratamente di centro destra, ma al di fuori dei partiti del corso parlamentare, aumenta, ma ad oggi si presentano al pubblico solo con la disponibilità di un dialogo o vantando la candidatura di qualche nome noto della politica locale.

Comunali Santa Marinella: manca l’unione sia a destra che a sinistra. Il toto Sindaco raggiunge quote inaspettate a meno di due mesi dal voto

La villa comunale di Santa Marinella

Fumata nera per le forze partitiche di Santa Marinella che non trovano l’unione su un candidato Sindaco comune all’interno di coalizioni stabili.

In questa settimana i primi problemi sono emersi in casa PD quando il Segretario D’Emilio ha dovuto smentire alcune informazioni e notizie che mettevano in discussione la figura dell’Ex Onorevole Tidei  sottolineando la necessità e la prerogativa del confronto con le altre forze del centro sinistra, chiarendo dunque la posizione del partito: ”Riteniamo che solo dal confronto tranquillo basato sui contenuti si possa ricercare una sintesi strutturale e concreta che possa portare all’unità”

Ma qualche giorno dopo è il gruppo Il Paese che vorrei a trovarsi costretto a smentire alcune notizie pubblicate dal quotidiano la Provincia del 10 Marzo 2018, che vedevano l’indisponibilità dello stesso gruppo a fare un passo indietro sulla scelta del Candidato Sindaco: “Nel corso dell’incontro il PD è risultato essere l’unica forza politica indisponibile a considerare ipotesi di candidato sindaco che non fossero quella di Pietro Tidei, candidatura, peraltro, che palesemente nel corso della riunione, non ha riscosso adesioni da parte degli altri partecipanti”. Il Paese che vorrei ha invece ribadito, come sempre pubblicamente espresso, “che la candidatura di Lorenzo Casella può essere ridiscussa in caso di un generale accordo della coalizione su altro nome”. E continuano: “La candidatura di Tidei è stata giudicata divisiva e tale da non permettere una aggregazione del centro sinistra; la riunione ha infatti evidenziato come l’arroccamento dimostrato non consente in alcun modo di convergere su una alleanza plurale ed ampia”.

 Ma il PD, per il tramite dello stesso segretario, non si fà distrarre dai problemi casalinghi e continua la sua lotta nei confronti dell’ex consigliere al bilancio Emanuele Minghella, ribadendo la vittoria del partito di centro sinistra nel territorio di Santa Marinella alle scorse elezioni regionali invitando l’esponente di Forza Italia a non crogiolarsi dietro la vittoria di Alessandro Battilocchio, esponente della coalizione di centro destra, neo eletto alla Camera dei Deputati.

Anche il centro destra  naviga nell’indecisione: tra partiti e liste civiche, sono tutti nella convinzione di poter esprimere la figura innovativa e vincente. Così oltre ai partiti che hanno ottenuto il maggior numero di preferenze per i candidati regionali,tanti altri nomi si aggiungono al corollario dei papabili, con Roberto Bacheca che ha espresso di nuovo l’intenzione di concentrarsi sul territorio e forse con il nome di Salvatore Nocerino, come pubblicato dal Messaggero di oggi. Accanto a Capo Nocerino, ex comandante del Locamare Santa Marinella concorrono Stefano Lucantoni, dietro l’aura di Achille Ricci e Bruno Ricci, già presidente della Multiservizi durante l’amministrazione Bacheca, oltre Roberto Marongiu e Carlo Pisacane entrambi sicuri di rappresentare l’uomo giusto per il futuro della città. 

Infine, come tanti avranno notato, mancano all’appello gli ex consiglieri dell’amministrazione Bacheca che nulla fanno sapere in merito alle loro decisioni future eccetto l’ex delegata al turismo Patrizia Befani che, in un selfie pubblicato su facebook insieme e Marietta e Pietro Tidei, festeggia la vittoria della neo consigliera regionale Marietta Tidei con Zingeretti presidente ed Eugenio Fratturato, probabilmente ancora legato alle decisioni del patron Bacheca, come forse, il giovane Marcozzi che fiero di essere stato il primo degli eletti del Bacheca 2.0, si dichiara pronto a scendere in campo.

Restano Settanni per il M5S e Marina Ferullo con la sua lista civica, le uniche pubbliche conferme.

Castello di Santa Severa: arrivano i Legionari nella “ Excertationem pro tirobonus”

Domenica 18 marzo,  dalle ore 14.30, fino alle 17.00 e con ingresso libero,  avrà luogo tra il Cortile delle Barrozze e la Spianata dei Signori, la rievocazione storica ispirata alla legione romana di cui porta il nome,  dell’Associazione Legio I Minervia. L’evento è organizzato in collaborazione con la Regione Lazio, LAZIOcrea, Mibact, Comune di Santa Marinella e Coopculture.

Questa volta i “legionari” tornano al castello oltreché per tutti gli appassionati anche  per i giovani studenti partecipanti a uno scambio culturale Italia-Germania,  tra l’Istituto Comprensivo “Corrado Melone” – Ladispoli (Lazio) e l’istituto “Adolf Reichwein” Schule  di Heusenstamm (Hessen).

I rievocatori si addestrano per le  attività almeno una volta al mese per rimanere in esercizio e in abitudine ai pesi delle panoplie vestite.

Il programma prevede la simulazione di una vera e propria  giornata di addestramento. La legione entrerà nel castello e il centurione chiamerà e controllerà la forza in campo. Una piccola preghiera accompagnerà l’inizio di tutte le attività dei legionari anche nelle loro esercitazioni.

La formazione in assetto e equipaggiata si addestrerà alla marcia, mantenendo l’ordine delle file e la distanza fra i militi. Si praticheranno  le forme di autodifesa come il muro o la testudo o la difesa al vessillo. Inoltre singolarmente i legionari si alleneranno al palo  e al combattimento due contro due.

A contorno delle attività di esercitazione, ci sarà la possibilità di poter assistere alle tecniche per combattere come i legionari e, i bambini,  coadiuvati da scudi leggeri e gladi in legno leggero, in totale sicurezza potranno provare dal vivo le tecniche principali. Inoltre i legionari saranno  pronti a rispondere a qualsiasi domanda del pubblico inerente le attività e la storia della legione.

Mtb Santa Marinella Cicli Montanini: nuovo trionfo di Gianfranco Mariuzzo alla Veneto Cup

Ancora un fine settimana di ottimi risultati per la Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini impegnata sul duplice fronte mountain bike e strada.

A Vidor il Trofeo Eclisse-Gran Premio Sogno Veneto, prova di Veneto Cup della specialità cross country, ha sorriso a Gianfranco Mariuzzo, al secondo successo consecutivo nella sua categoria master 5 di stretta misura su Paolo Alverà con il quale ha condiviso a lungo la testa della gara.

A Medole, in Lombardia, prima gara della stagione 2018 in mountain bike per Lorenzo Bedegoni alla Southgarda Bike Marathon dove si è reso protagonista tra i 750 bikers partenti in una giornata da tregenda tra pioggia e freddo.

La Orvieto Wine Marathon, in Umbria, ha fatto registrare le presenze dello juniores Giacomo Ragonesi, del master 2 Francesco Farinato e del master 3 Mauro Iacobini.

Stradisti impegnati alla Granfondo Città di Cerveteri, apertura del circuito Fantabici: nonostante il cattivo tempo, onorevole partecipazione per Pierluigi Stefanini (quarto di categoria tra i master 5 nel percorso corto di 85 chilometri) e Diego Antimi (ottavo tra i master 1 nel percorso lungo di 127 chilometri).

Poseidon 3 categoria: esultano i giallo blu di mister Mauceri primi in classifica. Barbazza e Bruselles protagonisti del due a zero

Che fosse stata una partita piena di tensione lo aveva già annunciato il Mister Mauceri al nostro tg, invitando tutti i cittadini a tifare per la maglia giallo blu sul campo cerveterano del K4ysra.

Dopo le convocazioni che hanno visto scendere in campo Baffioni D., Fantozzi, Aiello, Galano, D’orinzi, Lupi, Piccolo, Pulcini, Bassaneli, Bruselles, Carrino, Mecozzi, Pericarà, Salerno, Baffioni R., Barbazza, Mobili e Papale, la formazione di Mauceri conquista il big mach tra le prime della classe e si porta lanciata verso la vetta in solitaria.

Partita giocata sotto una pioggia fortissima, con i padroni di casa che puntano sulla velocità ma i ragazzi della Poseidon riescono a contenere  la furia trascorrendo un primo tempo senza azioni importati. Il vantaggio arriva al 10° del secondo tempo ad opera di capitan Barbazza che su calcio d’angolo ben assestato da Mecozzi di testa, insacca alle spalle del portiere avversario.

La partita si conclude con il raddoppio firmato da Marco Bruselles, che dal limite sinistro disegna una parabola perfetta  e lancia un pallone che finisce tra i pali per poi trasformarsi in goal.

Dunque una vittoria che proietta la Poseidon in testa da sola a 6 giornate dal termine: ” ma il cammino è ancora lungo e tortuoso – commenta Mister Mauceri – e sono orgoglioso della mia squadra che ha saputo interpretare la partita con intelligenza e passione”.

“I miei complimenti, in questo caso – continua Mauceri – vanno alla squadra avversaria che ha dimostrato un grande senso di sportività alla fine del mach”

Conclude il Mister giallo blu:“ora ci aspetta un altro scontro, domenica prossima al Tamagnini di Civitavecchia –  giocheremo contro il CFC Cerveteri e mi sento di rinnovare l’invito ai tifosi santamarinellesi affinchè affollino gli spalti.

Castello di Santa Severa: arrivano la Fiat 500 d’epoca

Tornano di nuovo gli appuntamenti al Castello di Santa Severa che ormai offre eventi durante tutto l’anno. Domenica 11 marzo, infatti, a partire dalle ore 10.30, ci sarà un raduno delle piccole Fiat 500 nel piazzale del fontanile al Castello di Santa Severa, che saranno esposte e visibili al pubblico presente.

L’evento è organizzato a cura del “ 500 Tuscia club Viterbo”, nato 21 anni fa dalla passione per le piccole Fiat 500, in collaborazione con la Regione Lazio, LAZIOcrea, Mibact, Comune di Santa Marinella e Coopculture.

L’auto più amata della storia del brand Fiat considerata l’icona che ha “motorizzato” gli italiani è considerata anche l’ambasciatrice del “made in Italy” nel mondo, tanto da essere entrata a far parte della galleria permanente del Museo di Arte Moderna di New York, meglio noto come MoMA.

Le Fiat 500 hanno fatto la storia di una epoca passata, ma non è passato il gusto ed il piacere di fare un bel viaggio o una bella gita a bordo di colorate e rombanti autovetture che nel corso degli anni hanno subito restailing per renderle sempre efficienti al massimo. Gli associati raggiungeranno il Castello di Santa Severa a bordo delle piccole d’epoca e resteranno esposte fino alle 13.30.

Bacheca: “campagna elettorale avvincente e faticosa anche se il risultato non è quello sperato” Il candidato dello Scarpone di Pirozzi tira le somme delle sue quasi 4.000 preferenze regionali

Roberto Bacheca

La reazione di Roberto Bacheca alla sconfitta elettorale arriva in queste ore con un breve e conciso comunicato stampa che apre, in realtà, nuove prospettive politiche all’ex sindaco di Santa Marinella. Anche per Bacheca la priorità è la prossima tornata elettorale, quella per la poltrona di Via Rucellai. L’unico dubbio è quale sarà il suo ruolo, visto che non potrà ricandidarsi a quella carica.

Bacheca analizza il voto che lo ha visto sconfitto: “Nonostante tutto credo sia un ottimo punto di partenza – scrive. Le quasi 4.000 preferenze prese in una lista di fatto “inesistente”, mi riempiono di orgoglio e ci indicano la volontà di continuare il nostro percorso, che è sempre quello di tutelare il territorio e risolvere i problemi quotidiani dei cittadini. 
Il dato di Santa Marinella è esattamente ciò che mi aspettavo. Tengo presente infatti, che non sono stato supportato da parte di alcuni esponenti della maggioranza uscente e che quindi in settimana decideremo di conseguenza come relazionarci per le imminenti elezioni comunali”. 

Egli interpreta dunque il risultato come una conferma a veder proseguire il proprio percorso politico nel territorio, ma, almeno per il momento non specifica come.

Bacheca conclude dichiarando che “in politica si può vincere e si può perdere, l’importante è essere coerenti con se stessi e con il proprio credo “politico” ed è ciò che abbiamo dimostrato”.

Forza Italia e PD tirano le somme: per entrambi i partiti gli occhi sono su Via Rucellai Le analisi del voto dei due partiti che già da settimane si confrontano direttamente

Emanuele Minghella (FI)

Le prime reazioni alle elezioni di domenica scorsa non tardano ad arrivare: già con lo spoglio delle regionali non ufficialmente concluso, un comunicato di Forza Italia a firma di Emanuele Minghella sottolinea l’importante risultato ottenuto in città con l’elezione all’uninominale di Alessandro Battilocchio, anche se va detto che il risultato non può essere attribuito solo al partito di Berlusconi, visto il poco scarto con la Lega registrato per la Camera e il Senato e l’appoggio di Fratelli d’Italia.

Poche righe sul risultato regionale: dei candidati alla Pisana, Minghella fa il nome solo dei due più legati a Santa Marinella, Tidei e Bacheca, puntando il dito sul basso risultato di Marietta in città con appena 499 preferenze e sottolineando il risultato dell’ex sindaco, anche se questi si è candidato sotto lo Scarpone di Pirozzi, come la dimostrazione che il lavoro della passata amministrazione non può essere stato tanto disastroso se 753 cittadini hanno scelto l’uscente da Via Rucellai.

Pierluigi D’Emilio (PD)

Di diverso avviso invece Pierluigi D’Emilio, presidente del PD cittadino che afferma senza mezzi termini che il risultato del voto del suo PD è da considerarsi positivamente in quello che si è spesso dimostrato un feudo del Centro Destra e dopo dieci anni di Bacheca sindaco.

L’analisi del voto del PD a livello nazionale ruota attorno alle scelte sbagliate di Renzi e dell’eccessivo protagonismo del presidente del partito di cui apprezza le dimissioni. Secondo D’Emilio il buon risultato di Movimento 5 Stelle e Lega è da attribuirsi nella irrealizzabile promessa elettorale di redditi di cittadinanza e flat tax: “Ci siamo concentrati su quelle che erano le emergenze paese ed abbiamo perso di vistala frantumazione di un elettorato che oramai è evidente si divide, tra chi ancora è legato ad un passato si importante ma comunque passato e chi quel passato lo ha voluto liquidare con troppa fretta”.

D’Emilio invita le forze minori di Sinistra: “La regione dimostra che uniti si vince, quando proposi alle forze a sinistra del PD di entrare nel partito non se la sentirono e compresi quella posizione, ma oggi il tema si pone nuovamente proprio perché c’è un congresso nazionale”.

Anche Minghella, tra le righe, propone Forza Italia come leader della coalizione di Centro Destra in città: “Ai cittadini che hanno ancora una volta riposto la loro fiducia in Forza Italia, più che dire grazie prometto tutto l’impegno possibile per iniziare questa campagna elettorale con un nuovo passo verso un cammino condiviso con gli altri partiti del centro destra;  unico obiettivo: onorare la fiducia dei nostri elettori”.

In entrambi i casi, sia Forza Italia che il PD si proiettano verso la campagna elettorale per le Comunali, che voci ufficiose dicono potrebbe tenersi a fine maggio.

In tutto questo, però, entrambi i rappresentanti, si limitano a registrare l’ottimo risultato del Movimento 5 Stelle che si attesta come primo partito cittadino, superato indubbiamente dalla coalizione di Centro Destra: coalizione, però, composta da ben cinque liste alle regionali e quattro alle nazionali. 

Elezioni Regionali 2018: a Santa Marinella Centro Destra di misura. Bacheca non passa Dei candidati zonali, buon risultato solo di Marietta Tidei. Insufficiente lo sforzo dell’ex sindaco

L’elezione del consiglio regionale del Lazio e del suo presidente è stata molto sentita, soprattutto in città per via della candidatura dell’ex sindaco Roberto Bacheca nella lista di Sergio Pirozzi, ma anche per la partecipazione di Marietta Tidei, candidata per il PD, che sebbene civitavecchiese, è una figura legata, tramite suo padre Pietro, al nostro territorio.

Proveniente da Civitavecchia anche Alessandra Riccetti, candidata con la Lega.

I risultati delle regionali di Santa Marinella disegnano un quadro simile alla tendenza di altre aree della regione, con Parisi che si è attestato come il più votato in città, ma di poco rispetto al presidente uscente Zingaretti.

Dei 15.053 aventi diritto al voto, solo il 64,48% (9.707 persone) sono riuscite a veder imbucare la scheda verde nell’urna dal presidente del proprio seggio. Un dato percentuale inferiore rispetto al 73,02% del 2013, dove però erano presenti 324 elettori in meno.

Buona, ma non eclatante in città, la performance di Sergio Pirozzi Presidente che con i suoi 1.147 voti santa marinellesi si attesta a un 12,10% cittadino e che dimostra come il sindaco di Amatrice abbia molti estimatori nella nostra città, anche se questo però non gli permette di superare lo scoglio regionale del 5% per il candidato presidente, ma solo di superare lo sbarramento in consiglio regionale, cosa questa che comunque non giova a Roberto Bacheca che ottiene solo 3.485 preferenze, di cui 753 nella sola Santa Marinella, non sufficienti per entrare alla Pisana.

Di gran lunga migliore il risultato di Marietta Tidei, che ha potuto raccogliere 11.174 preferenze che la pongono dietro a Leodori, Di Biase, Califano e Valeriani e le garantiscono uno scranno affianco a Zingaretti, anche se a Santa Marinella raccoglie appena 499 voti.

Tra i candidati passati dalla nostra città, hanno ottenuto buoni risultati nella provincia di Roma, Adriano Palozzi per Forza Italia (13.590 voti) che supera di misura i compagni di partito Aurigemma, Cangemi e Cartaginese e l’indipendente Roberta Angelilli, prima dei non eletti con 8.353.

Daniele Giannini è il più votato nella Lega, mentre la civitavecchiese Alessandra Riccetti, ex presidente del consiglio comunale di Civitavecchia, ha raccolto in tutto 1.031 preferenze e anche lei vede fermarsi la sua corsa al consiglio regionale.

Il Movimento 5 Stelle fa avere alla Lombardi 2.282 voti: 116 voti in più rispetto al 2013. Attestandosi al 24,07%. In virtù della natura “doppia” della votazione, il listino dei penta stellati si attesta, comunque a un dignitoso 19,42% che li consacra anche in questo caso, primo partito.

Per Fratelli d’Italia, Fabrizio Ghera ha ottenuto un buon risultato con 10.969 preferenze, seguito da Giancarlo Righini e Paolo Della Rocca.

Nel Movimento 5 Stelle, Roberta Lombardi ha ottenuto 13.225 voti superando di misura l’ex candidato del 2013 Davide Barillari, doppiato anche da Valentina Corrado con 3.702 preferenze.

In conclusione, il grande uscente, Zingaretti, vede ridurre il suo consenso cittadino da 3.367 a 2.708 preferenze. Cala in realtà anche il Centro Destra che quest’anno porta in dote al suo candidato 2.960 voti, contro i 3.403 offerti cinque anni fa a Storace, candidato per la stessa coalizione. La Lega, sostanzialmente “nuova” nel nostro territorio, esordisce con 926 voti (11,36%).

La città di Santa Marinella ora si avvia verso il prossimo incontro elettorale, il più sentito, quello dell’elezione del sindaco della città. I partiti e i movimenti si sono “contati” e staremo a vedere la lunga campagna elettorale, in realtà già iniziata da settimane, cosa porterà.

Fonti:

Elezioni 2018: per Camera e Senato i santamarinellesi scelgono il Centro Destra Il Movimento 5 Stelle è il primo partito. Grandi disagi per le votazioni

In attesa degli ultimi dati ufficiali sul voto regionale, si possono tirare le prime somme della giornata di Domenica 4 marzo. Come in tutta Italia, anche a Santa Marinella, la giornata elettorale è stata tra le più difficoltose per gli elettori.

I motivi che hanno portato all’incredibile rallentamento delle operazioni di voto non sono semplici da individuare: come per il resto d’Italia, a creare i maggiori problemi è stata l’introduzione all’elezione di Camera e Senato del famigerato tagliando antifrode che, per via della necessità di riportare sui registri i codici di dieci cifre alfanumeriche e di doverle poi verificare dopo la votazione dell’elettore, hanno causato notevoli ritardi, al punto di costringere la Prefettura a diramare circolari con consigli per accelerare le operazioni di voto. (altro…)

MTB Santa Marinella – Cicli Montanini in gran spolvero tra mountain bike e strada

Negossi, Ruggiero e Mattacchioni

La Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini ha archiviato la prima domenica di marzo all’insegna delle grandi soddisfazioni tra mountain bike e strada. Prima prova del circuito Veneto Cup cross country a Mussolente con la partecipazione di Gianfranco Mariuzzo che ha lasciato il segno con la vittoria di categoria master 5 e il miglior tempo sul giro (13’18”). Ancora cross country nel Lazio ad Aprilia con Edmondo Belleggia che ha ottenuto il terzo posto di categoria tra i master 4. Team altolaziale protagonista anche su strada con le Strade Bianche per gli amatori a Siena dove Gianluca Magnante ha voluto provare l’emozione della corsa disputata il giorno dopo a quella dei professionisti: tra gli oltre 5000 amatori alla partenza, Magnante ha optato per la mediofondo di 86,6 chilometri con 21,6 chilometri di strada bianca (otto settori, il 24,9% del percorso), concludendo la corsa con il tempo di 5.06’03”, il 42°posto di categoria élite sport: onore al merito per la gran fatica ma tanta la gioia di aver pedalato nella classica del Nord più a Sud d’Europa.

Ad Aprilia si sono svolte le premiazioni finali del Trofeo Romano Scotti-Gruppo Forte di ciclocross dove il club santamarinellese ha colto la sesta posizione nella classifica per società ed ottenuto il trionfo individuale con Armando Mattacchioni tra i master 6, in aggiunta agli altri piazzamenti ottenuti da Gianluca Magnante (quarto tra gli élite sport) e Libero Ruggiero (secondo tra i master 2). Prosegue la striscia positiva di risultati per la felicità del suo presidente Stefano Carnesecchi e degli sponsor che hanno riposto fiducia per tutto il 2018 nel progetto Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini.

Sabato 10 Marzo concerto nella Chiesa di San Giuseppe Concerto per Organo e voce, sabato 10 Marzo ore 21,00

La chiesa San Giuseppe di Santa Marinella.

Ancora una volta la Parrocchia di San Giuseppe assurge a faro culturale della “Perla del Tirreno”. Tornano i grandi concerti, e per il ciclo di festeggiamenti del Santo Patrono si ricomincia là dove si era concluso il precedente ciclo “Note di notte, notti di note”: verrà infatti recuperato il Concerto che lo scorso agosto non era stato possibile eseguire per problemi tecnici sul grande organo a canne. Sabato 10 marzo la chiesa di San Giuseppe in S.Marinella, (via della Libertà 17) ospiterà alle 21,00 un Concerto per organo e voce. L’assoluta protagonista sarà la Musica Sacra: verranno eseguite pagine celeberrime come, giusto per citare solo qualche esempio, “Ave Verum Corpus” di Mozart, “La Vergine degli Angeli” di Verdi, “Ascendit Deus” di Giordani e “O mio Signor” di Haendel, unitamente a brani d’organo di Léon Boellmann ed Edward Elgar.  Gli interpreti sono espressione della vivacità culturale del nostro territorio, visto che i soprani Cinzia Barretta e Viviana Loriga, il baritono Simone Barretta e l’organista Silvio Ujcic si sono formati artisticamente, vivono ed operano a Ladispoli. Come sempre il Concerto è ad ingresso libero e ad offerta libera: si richiede ai melomani un piccolo contributo per far fronte alla costosa manutenzione dell’organo, che si traduce ogni anno in due interventi di salvaguardia e ripristino, entrambi oltremodo costosi. E’ un appuntamento assolutamente da non perdere! 

 
 
Confidiamo che vorrete dare il massimo risalto anche a  questo evento, e fin d’ora vi esprimiamo i nostri più sentiti ringraziamenti.
 
 
PARROCCHIA DI S. GIUSEPPE
Dr. Francesco M. Giuli
Resp. Servizi Musicali

“Sette Sabati”a Santa Marinella. Ecco i racconti di scrittura creativa

La biblioteca “A. Capotosti” di S. Marinella ospita l’associazione culturale “Book Faces”
Sabato 10 marzo alle 17.00 presso la biblioteca civica “A. Capotosti” in Via Aurelia 310 a
Santa Marinella si terrà la presentazione del libro di racconti dal titolo “Sette Sabati”,
pubblicato sotto il marchio di “Book Faces”.
Si tratta di un’antologia dove sono contenuti i migliori racconti scritti dagli allievi del corso
di scrittura creativa di 1° livello, organizzato dall’associazione culturale “Book Faces” di
Civitavecchia e condotto dalla Scuola di Scrittura “Omero” di Roma durante il periodo
aprile-giugno 2017.
I racconti sono stati successivamente selezionati da un qualificato gruppo di lettura e
inseriti nel volume, che raccoglie ben 30 racconti scritti da 19 diversi autori.
L’evento sarà introdotto dalla direttrice della biblioteca “A. Capotosti” Cristina PERINI e
vedrà presenti Claudia TISSELLI per l’associazione “Book Faces” e Marilena VOTTA e
Maura CHEGIA, allieve e autrici formatesi alla Scuola “Omero”.
Sarà anche l’occasione per fare avvicinare al fantastico mondo della scrittura coloro che
fossero interessati a frequentare questi corsi e conoscere da vicino l’associazione culturale
“Book Faces”

Si classifica secondo al contest con una foto della Peschiera Romana Samuele Alessandro del  Movimento Archeoetruria si è classificato secondo classificato al Photocontest "Geometrie dal Cielo"

Samuele Alessandro del  Movimento Archeoetruria si è classificato secondo classificato al Photocontest “Geometrie dal Cielo” organizzato da Drone House Cafè Italia, con la Peschiera romana di Punta della Vipera di Santa Marinella,” questo – dichiarano dall’Associazione-  è uno dei tanti modi con cui noi siamo sempre pronti a diffondere la conoscenza del nostro bellissimo territorio”.

Il Movimento Archeoetruria

Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini: Abruzzese e Mariuzzo a podio in mountain bike

Nell’ultima domenica di febbraio ancora in gran spolvero la Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini impegnata tra cross country e granfondo. A Rocca Priora si è chiuso il Trittico Laziale dove i bikers santamarinellesi si sono presentati ai nastri di partenza solo con Diego Antimi (15° tra i master 1) e Claudio Albanese (sesto tra i master 5). Con la classifica ristretta ai tesserati CSI Lazio per aggiudicarsi il campionato regionale cross country in più prove, Antimi è ottavo tra i master 1. La classifica finale del Trittico Laziale di cross country ha proiettato Albanese al quinto posto tra i master 5, Antimi al settimo tra i master 1 e Lorenzo Borgi sesto tra i master 6. In classifica figurano anche Federico Forti (undicesimo tra i master 2), Massimiliano Chiavacci (sedicesimo tra i master 4), Cabbirio Capati (undicesimo tra i master 4), Mauro Iacobini (undicesimo tra i master 3) e Francesco Farinato (sedicesimo tra i master 3).

In Friuli Venezia Giulia, a Zoppola, terzo posto assoluto e primo di categoria master 5 per Gianfranco Mariuzzo in occasione della cross country Grava Bike. In Puglia al Trofeo Bosco Calmerio, disputato ad Alberobello, prima gara della stagione fuoristrada e da protagonista per Domenico Abruzzese che ha centrato il terzo posto nella categoria open ma premiato dagli organizzatori della Spes Alberobello al primo posto in quanto i suoi diretti avversari Paolo Colonna (Scott Racing Team) e Girolamo Ceci (Scott Racing Team) sono stati premiati per aver conquistato anche l’assoluta. Un’altra striscia positiva di risultati che danno lustro all’intera attività e all’operato del team santamarinellese per la felicità del suo presidente Stefano Carnesecchi e degli sponsor che hanno riposto fiducia per tutto il 2018 nel progetto Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini.