archeologia

23 -24 settembre al Castello di Santa Severa  le giornate Europee del patrimonio

Un nutrito programma  per le Giornate Europee del Patrimonio (GEP) al Castello di Santa Severa, una manifestazione del Mibact promossa dal 1991 dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea con l’intento di potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra le Nazioni europee. Quest’anno il tema scelto per la nuova edizione è “Cultura e Natura”, un argomento di grande attualità che permette di approfondire in modo critico il rapporto tra l’uomo e la natura e l’interazione dell’uomo con l’ambiente che lo circonda, in un ampio arco cronologico che va dalla preistoria all’epoca contemporanea. Nelle giornate di sabato e domenica tantissimi appuntamenti  e attività culturali al Castello di Santa Severa, nell’ambito delle giornate Gep organizzate dal Mibact in collaborazione con la Regione Lazio, LAZIOcrea, Comune di Santa Marinella e Coopculture.  Si inizia sabato 23 settembre  alle ore 11,00 con Un castello  tra cultura e natura: introduzione al borgo e a seguire passeggiata nella riserva di Macchiatonda, (lo spostamento tra il borgo e la riserva avverrà con propri mezzi).  Alle 11,20 e alle 16.30   il Castello di Santa Severa: percorso  medievale, Un percorso alla scoperta del Borgo, partendo dal Cortile della Guardia e delle Barrozze per raggiungere la Chiesa dell’Assunta, proseguendo con la visita al Battistero, alla Piazza della Rocca, alla Casa della Legnaia, agli Scavi Chiesa Paleocristiana, alla Casa del Nostromo fino al Museo della Rocca.  Alle 17 conferenza Costruire il sacro: cultura e natura nel santuario di Pyrgi, a cura di Rossella Zaccagnini e dell’Università Sapienza di Roma. Alle 17,15 visita tematica le mura e il porto di Pyrgi:  focus sulle mura poligonali e sul porto dell’insediamento etrusco-romano e, infine, alle 18,00 conferenza su “pyrgi sommersa”: nuovo allestimento della sala VII del Museo Civico del mare e della navigazione antica a cura di Flavio Enei. Mentre domenica 24 settembre alle ore  10,30, 11,20 e 16,30 si replica    il percorso  medievale, alle ore 11,00  un castello  tra cultura e natura: introduzione al borgo e a seguire passeggiata nella riserva di Macchiatonda.

Infine a partire dalle 16,30 anche uno spazio dedicato ai più piccoli con il  laboratorio per bambini “I signori del mare” (acquerello multimaterico con passeggiata sulla spiaggia, bambini 6-10 anni). Prenotazione consigliata: tel 06.3996.7999

 

C’è un ponte di epoca romana a via Roma, Bacheca ne sa qualcosa?

13988226_851543821613372_2813477201849319351_o (1)“Un anno fa alcuni ragazzi di ‘’noi con Salvini’’ e di ‘’CPI’’ pulirono volontariamente il ponte e l’area circostante, dopo un anno la situazione e vergognosa. Il ponte è ricoperto di vegetazione, l’ingresso transennato e la sporcizia intorno da far rabbrividire chiunque, eppure quel ponte è un monumento storico importantissimo e un pezzo della storia di quest’angolo di mondo, ma al sindaco non interessa o forse non se n’è mai accorto. Nel pieno della stagione turistica, ci domandiamo quale impressione dà questa città ai tanti turisti stranieri e non che frequentano Santa Marinella, la risposta è facile l’impressione dell’abbandono più totale”.

“Come e possibile nel 2016″, -proseguono gli esponenti locali di Noi Con Salvini – ” non poter intervenire per tagliare l’erba e restituire decoro al quel sito archeologico? cosa ci vuole per farlo? Forse si aspetta il crollo? O magari che la vegetazione lo ricopra del tutto, cosi magari ce ne dimentichiamo. Fare turismo, non vuol dire fare intrattenimento ma valorizzare ogni angolo di questa città e creare una rete d’imprese regolamentata ed efficiente, vuol dire offrire a ogni turista che mette piede a Santa Marinella il meglio che abbiamo e se quello scempio è l’ingresso al porticciolo e al centro storico, siamo sull’orlo del baratro”.

Il direttivo di’’ Noi con Salvini-Santa Marinella’’.

Area archeologica di Pyrgi, via libera al protocollo d’intesa Sottoscritto tra il Comune e la Soprintendenza. Servizi gestiti dalla Coop. Culture

Comune di Santa Marinella
Comune di Santa Marinella

La Giunta Comunale di Santa Marinella ha dato il via libera ad un protocollo d’intesa con la Soprintendenza Archeologia dell’Etruria Meridionale per la fruizione e la valorizzazione dell’area archeologica di Pyrgi e dell’Antiquarium, adiacenti al Castello di Santa Severa.

 

Accertata la disponibilità della Società Cooperativa Culture, affidataria definitiva dei servizi museali, ad organizzare il servizio di accesso e fruizione dell’Area Archeologica con proprio personale, per la regolamentazione dei flussi di pubblico e della pulizia ordinaria del sito, l’Amministrazione Comunale intende promuovere e tutelare un sito archeologico di importanza strategica, laddove insistono i ritrovamenti dei templi “A” e “B” di epoca romana e dove sono state rinvenute le tre lamine d’oro, oggi conservate e custodite presso il Museo di Villa Giulia a Roma.

(altro…)

Al via la seconda lezione di Archeologia del Dott. Flavio Enei Oggi pomeriggio alle 18,00 presso Palazzo Ruspoli in piazza Santa Maria a Cerveteri.

Grande successo di pubblico per il Corso gratuito dal titolo: “Storia e Archeologia della Città di Cerveteri e del suo Territorio” realizzato,  giovedì  18 Febbraio  scorso, presso Palazzo Ruspoli,  in piazza Santa Maria a Cerveteri ,dal noto archeologo dott.  Flavio Enei, direttore del  Museo Civico di Santa Marinella – Museo del Mare e della Navigazione Antica, sito presso lo stupendo Castello di Santa Severa. (altro…)

Il progetto del parco archeologico e le scoperte di Catrum Novum

Le mura della città
Le mura della città

Sabato pomeriggio alle ore 16,30 presso la sala Flaminia Odescalchi di Santa Marinella, nell’ambito della conferenza Castrum Novum è stato proiettato un film documentario sulle ultime scoperte archeologiche dell’area, realizzato dalla Cinefantasy per la regia di Giulio Cesare Pacchiarotti.Erano presenti il consigliere al Centro Storico Patrizia Befani, il direttore del Museo del Mare e della navigazione antica Dott.Flavio Enei e, sempre per l’amministrazione il sindaco Roberto Bacheca, il vicesindaco Carlo Pisacane,, i consiglieri Maggi e Passerini.Si è parlato della proposta di realizzare un parco archeologico proprio lì dove attualmente sono in corso gli scavi dell’antica città romana. Presente la Dott.ssa Zaccagnini per la sovrintendenza dell’Etruria meridionale che ha ringraziato i volontari italiani e francesi che hanno permesso materialmente lo scavo, auspicando che questo progetto di scavo possa in un prossimo futuro divenire un motore importante per il turismo culturale e quindi per l’occupazione nel nostro territorio.

Archeologia sperimentale, dalla materia prima all’analisi Conferenza nel suggestivo contesto del Castello di Santa Severa

Il Castello di Santa Severa
Il Castello di Santa Severa

Si è svolta nel suggestivo contesto del castello presso il Museo del Mare e della Navigazione Antica, la conferenza dal tema: Archeologia sperimentale, dalla materia prima all’analisi, l’approccio sperimentale e tecnologico per lo studio dei manufatti archeologici, organizzata all’associazione Paleoes e dal Gruppo Archeologico del Territorio Cerite. Relatori della serata l’archeologo Massimo Massussi, e l’archeometra Giorgio Trojsi. Un pubblico attento ha seguito con interesse gli interventi dei due professionisti introdotti dal direttore del Museo Flavio Enei.

(altro…)

Le arti viste dalle Donne Conferenza sull’anima femminile dell’Europa musicale, dal Medioevo a oggi

La "Casetta Rosa": l'attuale sede della Biblioteca Comunale di Santa Marinella
La “Casetta Rosa”: l’attuale sede della Biblioteca Comunale di Santa Marinella

La biblioteca comunale, collocata dal 2012 presso la Casetta Rossa, in collaborazione con Archeoetruria, ospiterà da domenica prossima la terza edizione de “Le arti viste dalle Donne”. La conferenza, introdotta dalla direttrice della biblioteca Cristina Perini e da Eleonora Roscioni di Archeoetruria, sarà articolata in tre interventi tenuti da storiche e artiste che rappresentano le declinazioni femminili nella storia e nella critica dell’arte italiana. Aprirà l’evento la professoressa Annamaria Bonsante, docente di Storia della Musica presso il conservatorio “A. Casella” di L’Aquila.

(altro…)

Santa Marinella e la sua storia….un viaggio alla scoperta degli antichi ponti della Via Aurelia

 

 

Foto 1
Foto 1

Lungo il tratto stradale dell’attuale Via Aurelia, si conservano resti imponenti di antichi ponti di epoca romana a testimonianza dell’antico tracciato viario che dirigendosi verso Centumcellae congiungeva Pyrgi a Punicum e Castrum Novum (fig.1).

La via Aurelia trae il nome dal suo fondatore, probabilmente Caio Aurelio Cotta, censore nel 241. Estendendosi lungo il territorio costiero dell’Etruria, ricalcava nel suo  tratto iniziale l’antica strada che collegava Roma a Caere. La via ebbe all’inizio funzioni strettamente strategiche e militari, in seguito alla conquista dei territori etruschi,  per il controllo del versante tirrenico settentrionale fino a Vada Volaterrana, alla foce del Cecina. Divenne poi un’importante arteria di collegamento tra Roma e le province della Gallia e della Spagna. La Via Aurelia  usciva dal circuito delle mura Aureliane attraverso due diramazioni: la prima, detta Aurelia Vetus partiva da  Porta San Pancrazio sul Gianicolo, mentre la seconda, denominata  Aurelia Nova,usciva dalla porta Aurelia presso Ponte Elio. La Vetus era probabilmente una via strettamente litoranea, mentre la Nova, dopo aver seguito il tracciato della Vetus fino a Malagrotta, si diramava in direzione del porto di Pyrgi. Da qui fino a Civitavecchia probabilmente il tracciato della Vetus e della Nova riprendeva a coincidere. (altro…)

Archeologia: Secondiano, Veriano e Marcelliano martiri di Castrum Novum

 Castrum Novum
Castrum Novum

Secondiano, Veriano e Marcelliano

martiri di Castrum Novum

di Alessandra Squaglia

Castrum Novum,colonia romana dedotta nel III secolo a.C. e situata nel territorio di Santa Marinella, in corrispondenza all’attuale Casale Alibrandi lungo la Via Aurelia presso Torre Chiaruccia,oltre ai preziosi dati di scavo desunti dalle campagne archeologiche condotte a partire dal 2010 dal Museo del Mare e della Navigazione Antica e dalle Università di Lille e Amiens, ha restituito all’interesse degli studiosi una complessa questione agiografica riguardante i santi Secondiano, Veriano e Marcelliano, considerati dalle fonti antiche martiri dell’antica città romana. (altro…)

Archeologia nella scuola: i ragazzi di Santa Marinella alla scoperta di Castrum Novum

 

Riceviamo e pubblichiamo

Martedì 10 febbraio avrà luogo una manifestazione che vedrà molti ragazzi di Santa Marinella alle prese con l’archeologia e la storia del territorio della loro città, organizzata dai volontari del Gruppo Archeologico del Territorio Cerite (GATC), in collaborazione con il Museo Civico, la Scuola Media Carducci e l’assessorato comunale alla Pubblica Istruzione. Presso la grande sala Flaminia Odescalchi, vicino la parrocchia di San Giuseppe, a partire dalle ore 10, verrà illustrato dal direttore del museo civico agli studenti il notevole patrimonio storico-archeologico presente nel territorio comunale di Santa Marinella con particolare attenzione al sito dell’antica colonia romana di Castrum Novum, dove da alcuni anni si stanno scavando i resti dell’antico insediamento che già nei secoli scorsi ha restituito importanti reperti, oggi parte delle collezioni dei Musei Vaticani. (altro…)

Gruppo Archeologico del Territorio Cerite, grandi risultati in quindici anni.

SANTA MARINELLA – E’ in programma oggi pomeriggio alle 16, presso la sala Flaminia Odescalchi, il convegno per festeggiare il 15° anno di attività del Gruppo Archeologico del Territorio Cerite, che da tre lustri opera nei comuni di Santa Marinella, Cerveteri, Ladispoli e Fiumicino con grandi risultati per la ricerca, la tutela e la valorizzazione dei beni culturali. In occasione dell’incontro, saranno presentate le “res gestae” raccolte in un volume di 160 pagine che ripercorre la storia dell’associazione con testi, numerose foto e documenti. (altro…)