Carabinieri

Cerveteri: quattro arresti per estorsione aggravata

Carabinieri
Carabinieri

CERVETERI (RM) – I Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia hanno arrestato, in esecuzione di provvedimento cautelare emesso dal GIP del Tribunale di Civitavecchia, G.M. 37enne, F.M. 43enne, B.D 43enne e M.C. 22enne, tutti nomadi di etnia Sinti da anni residenti in Cerveteri e già noti alle Forze dell’Ordine, per estorsione aggravata e continuata in concorso.

Era il settembre del c.a quando una donna del luogo si è presentata presso la Stazione Carabinieri di Campo di Mare per denunciare le continue richieste di esose somme di denaro, a partire dalla precedente primavera, da parte di 4 soggetti, tra cui una coppia di noti pregiudicati del luogo. Le richieste degli stessi scaturivano da una precedente consegna di 5.500 euro da parte di uno di questi al padre della denunciante, quale acconto per la compravendita di un terreno che, per ragioni tecniche, non si era perfezionata.

(altro…)

Ladispoli: uomo minaccia suicidio, salvato dai carabinieri

Carabinieri
Carabinieri

LADISPOLI (RM): Nella mattina di oggi sono giunte al numero di emergenza 112 varie chiamate che segnalavano che a Ladispoli, in via Palo Laziale, vi era un uomo che, verosimilmente in preda a crisi depressiva, dopo essere salito sul ponte che sovrasta la ferrovia, minacciava di lanciarsi nel vuoto.

La Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Civitavecchia ha immediatamente inviato sul posto, per prestare soccorso all’uomo e scongiurare il peggio, due pattuglie di militari della Stazione Carabinieri di Ladispoli  che, a seguito di un lungo ed estenuante colloquio con lo stesso, lo hanno convinto a desistere dal commettere l’insano gesto. Il soggetto, un cinquantenne residente a Ladispoli, è stato visitato dai sanitari nel frattempo accorsi e trasportato presso l’Ospedale San Paolo di Civitavecchia per gli accertamenti del caso.

Arrestato l’uomo che aveva noleggiato il suv

La foto dell'incidente stradale.
La foto dell’incidente stradale.

Svolta nell’indagine relativa all’incidente mortale di domenica notte. E’ stato posto in arresto l’uomo residente a Santa Severa fermato ieri mattina, che aveva negato qualsiasi coinvolgimento e che avrebbe noleggiato l’automobile con cui poi è avvenuto il sinistro. L’uomo aveva dichiarato di aver lasciato la sua auto sotto casa e di essere andato a dormire. A commettere l’incidente sarebbe quindi stato il ladro della sua vettura. Ma la versione non sembra aver convinto gli organi inquirenti che hanno optato per la misura cautelare. Intanto la perdita di due giovanissimi e promettenti ragazzi ha sconvolto la città di Santa Marinella. Tutti i profili dei social della zona sono pieni di commenti e foto che raccontano e ci fanno conoscere meglio, parte della loro storia, che hanno lasciato qui in sospeso, Matteo e Alessandra. Tanti sorrisi nelle loro foto e tante domande che rimangono sospese nei social, una su tutte il “Perché?”. Il tema degli omicidi stradali inoltre piombano nel territorio proprio in coincidenza con l’evento di domani pomeriggio alle ore 17:30 dell’associazione Afap, inerente al tema “omicidio stradale e lesioni personali”.

Ennesimo soccorso nelle colline tolfetane, disperso uomo.

E’ stato ritrovato l’uomo settantenne originario di Acilia, disperso questa mattina nelle colline tolfetane mentre era a funghi con un suo amico. Non vedendolo tornare al punto di partenza per l’ora prestabilita l’amico ha subito fatto partire le telefonate per la segnalazione. Per fortuna dopo poche ore è stato rintracciato. Sul posto  sono intervenute le squadre dei Carabinieri di Santa Marinella e Santa Severa e del Comune di Tolfa, in sopporto come sempre la Pro Pyrgy ed il Nucleo Sommozzatori.

 

ore 14:44 Su chiamata dei Carabinieri di Santa Marinella sono partite pochi minuti fa le ricerche per un’altro disperso, un uomo settantenne, una squadra di soccorso formata dai Carabinieri di Santa Marinella e una squadra della protezione civile Pro Pyrgi e Nucleo Sommozzatori si sta portando sul posto della segnalazione,  presso il km6 dela strada statale Santa Severa – Tolfa. Presto ulteriori notizie.

 

Alessandro Fiorucci.

Ritrovato uomo di 65 anni: era scomparso ieri da Santa Severa Perso tra i boschi al confine con Tolfa mentre cercava funghi con gli amici

I volontari davanti alla caserma dei Carabinieri di Santa Marinella dopo il ritrovamento del cittadino rumeno scomparso.
I volontari davanti alla caserma dei Carabinieri di Santa Marinella dopo il ritrovamento del cittadino rumeno scomparso.

È stato ritrovato questa mattina in buone condizioni il sessantacinquenne rumeno scomparso ieri sera nelle campagne tra Santa Severa e Tolfa. Ieri pomeriggio, l’uomo insieme ad alcuni amici si era introdotto nella macchia locale in cerca di funghi, ma al calare della sera si era smarrito perdendo il senso dell’orientamento. I compagni d’escursione non vedendolo arrivare al punto di partenza hanno allertato i Carabinieri di Santa Marinella della sua scomparsa. Alle 20:00 circa si è messa in moto la macchina dei soccorsi per la ricerca del disperso. A partire per primi sono stati i volontari del Nucleo Sommozzatori di Santa Marinella insieme ai Carabinieri e ai volontari della Pro Pyrgi: le ricerche erano state interrotte senza successo all’una di questa notte. Alle prime luci dell’alba i volontari hanno effettuato un breefing presso la caserma dei Carabinieri per coordinare i soccorsi. La vicenda si è conclusa positivamente attorno alle 8:30 del mattino di oggi quando i volontari hanno ritrovato in buone condizioni l’uomo che alla vista dei soccorritori ha tirato un sospiro di sollievo visto la notte passa nelle campagne. Enorme soddisfazione da parte dei volontari e dei Carabinieri che in tempi brevi hanno risolto il caso.

Nel TG7 n.36 di questa settimana sarà presente un servizio con intervista in merito a questa vicenda.

 

Alessandro Fiorucci

Arresto brillante da parte dei Carabinieri di Santa Marinella Topo d'appartamento colto sul fatto

imagesIeri sera a Santa Marinella intorno alle 21:30 circa, in zona Valdambrini, è andata male ad un topo d’appartamento, arrestato dai Carabinieri della caserma locale, che allertati da una segnalazione si sono portati sul posto immediatamente. L’uomo di origine rumena stava effettuando un colpo in una casa disabitata al pian terreno, uno dei tanti appartamenti estivi lasciati chiusi da poco.

(altro…)

Furti a Santa Marinella: tentativo in pieno giorno Arrestati dai Carabinieri, allertati dalla proprietaria che era in casa.

La caserma dei Carabinieri di Santa Marinella
La caserma dei Carabinieri di Santa Marinella

I carabinieri della stazione cittadina, comandati dal maresciallo Bernardini e coordinati dal maggiore Ceccarelli, hanno tratto in arresto questa mattina due rumeni, presi con le mani nel sacco, mentre stavano svaligiando una villetta in via IV Novembre. I due Sonda Valentin Marcel di 23 anni e la sua compagna Golfita Nicoleta Alexandra di 20, arrivati questa mattina in città con il treno proveniente da Roma, dove risiedono in un albergo della Stazione Termini, hanno individuato, probabilmente indirizzati da uno “stanziale”, l’abitazione dove mettere in atto il loro obiettivo e sono quindi passati all’azione. Mentre la ragazza faceva da palo davanti al cancello d’ingresso, il rumeno scavalcava una siepe e tentava di forzare il portone. All’interno, però, la proprietaria, sentendo dei rumori provenire dalla porta principale, si spaventava ed immediatamente avvertiva i Carabinieri, quest’ultimi, in pochi minuti si portavano all’indirizzo indicato dalla titolare dell’abitazione, ma i topi di appartamento, sentendo le grida, si davano alla fuga. La loro libertà però durava appena qualche minuto, visto che i militi li pescavano e li arrestavano a qualche centinaio di metri dall’abitazione.Da una prima verifica delle generalità, i Carabinieri hanno scoperto che i due sono facce particolarmente note alle forze dell’ordine in quanto autori di furti seriali. Tra le altre cose, al romeno è stato trovato in tasca un telefonino rubato a Frascati il cui proprietario è stato rintracciato e nella giornata di oggi gli verrà riconsegnato. I due invece sono finiti nella cella di sicurezza e questa mattina saranno giudicati per direttissima.

“Arrestato dai Carabinieri per furto, si giustifica dicendo: ero a fare Asparagi” due tentati furti in pochi giorni nella Perla del Tirreno, a mani vuote i topi di appartamento.

tsm
tsm

SANTA MARINELLA – Gli è stato convalidata l’accusa e gli sono stati dati gli arresti domiciliari, al giovane P.E. un cerveterano trentenne pluripregiudicato che l’altra sera, invece di essere andato ad asparagi come aveva detto ai Carabinieri al momento che lo avevano arrestato e che poi aveva confermato il giorno seguente al Gip, forzando un cancello del Vivaio Agriverde in località Quartaccia, aveva prelevato una gran quantità di prodotti chimici e poi nascosto, tra i rovi, una serie di riproduzioni di antichi capitelli, marmi e statue da giardino, che avrebbe poi portato via in un secondo tempo. L’uomo, probabilmente spalleggiato da un complice che è riuscito a fuggire, aveva tentato il furto intorno alle 19,30 ma era stato visto da un abitante che confina con l’esercizio commerciale che aveva avvertito la proprietaria dell’area verde. (altro…)

“Consulta… mi” le nostre associazioni danno sicurezza, no alla “Comunale”.

conosciamo.. ci
conosciamo.. ci

SANTA MARINELLA: Giovedì 26 marzo presso la sala Flaminia Odescalchi si è svolta difronte una sala completamente piena di divise variopinte e molti cittadini la conferenza stampa sul volontariato promossa da tutte associazioni di protezione civile presenti sul territorio comunale dal titolo “Consultami.. mi “ . Il motivo di questa manifestazione nasce dall’idea di far conoscere e incontrare tutti i volontari e i loro rappresentanti di protezione civile operative presenti sul nostro territorio e con l’occasione è stato rilasciato un piccolo riconoscimento alle associazioni che sono intervenute il 27/28 novembre 2014 dei comuni limitrofi mandati dalla sala operativa della Regione Lazio per l’alluvione che ha colpito Santa Marinella. (altro…)

Brillante operazione dei Carabinieri hanno tratto in arresto un pregiudicato.

Foto arresto
Foto arresto

SANTA MARINELLA – Brillante operazione dei Carabinieri che, in un blitz effettuato ieri l’altro verso le 11 in via Leonardo Da Vinci a Santa Marinella, hanno tratto in arresto un pregiudicato di origine napoletana ma residente a Santa Marinella. L’uomo, accusato di traffico di droga, detenzione di materiale esplosivo e possesso illegale di armi, è finito in carcere, dopo un perfetto intervento degli uomini del Maggiore Ceccarelli e del Maresciallo Bernardini che, da giorni, pedinavano il pregiudicato trentenne. I militi dell’arma, infatti, lo hanno atteso nei pressi della sua abitazione, e quando questi è arrivato con il suo furgone cercando di parcheggiarlo davanti casa, hanno cercato di fermarlo. Con una messa fulminea, però, ha messo in quarta ed ha tentato la fuga. I Carabinieri comunque lo hanno inseguito e poco dopo lo hanno bloccato, sequestrandogli il mezzo e trasferendolo nella caserma cittadina. (altro…)

Furto nel rione Pirgus, arrestato un santamarinellese.

SANTA MARINELLA – E’ stato pescato con le “mani nel sacco” dai Carabinieri ed è finito dritto dritto in carcere. Si tratta di un cittadino santamarinellese, che ieri l’altro, intorno alle 18,30 e quindi in pieno giorno, si è introdotto in un villino del quartiere Pirgus e, dopo aver forzato una porta finestra al pianterreno, è entrato nello stabile facendo razzia di tutto quello che di valore ha trovato all’interno. Monili d’oro, oggetti personali ed orologi, per un valore di circa tremila euro. Mentre scendeva dalla scala, che aveva issato per entrare nella casa, è stato fermato da una pattuglia dei militi dell’Arma che stava effettuando un giro di perlustrazione, grazie al consueto servizio di prevenzione contro i reati, fortemente voluto dal Maggiore Ceccarelli in collaborazione con il maresciallo Bernardini. L’operazione casa sicura era stata riservata alle abitazioni dei rioni Prato del Mare, Valdambrini e Fiori, che secondo le statistiche dei Carabinieri sono quelle maggiormente interessate all’attività di svaligiamento e scasso da parte dei topi di appartamento. (altro…)

Topo d’appartamento finisce agli arresti domiciliari.

SANTA MARINELLA – Topo d’appartamento finisce in gabbia e viene condannato con rito direttissimo agli arresti domiciliari in attesa del processo che si terrà ad aprile. A “scovarlo”, sono stati i Carabinieri comandati dal maresciallo Roberto Bernardini nel corso di un pattugliamento di servizio finalizzato alla repressione dei reati che solitamente nelle festività subiscono un evidente impennamento, mentre stavano controllando la zona di Lungomare Marconi. Durante il giro di perlustrazione hanno notato una finestra aperta in una villa disabitata. I militi, insospettitisi del movimento che c’era all’interno dell’abitazione, sono entrati con circospezione cercando di non farsi sentire. (altro…)

Arrestato nella notte uno Stalker

SANTA MARINELLA – E’ stato tratto in arresto ieri sera, dopo una lunga serie di indagini, l’operaio civitavecchiese che da mesi commetteva atti persecutori nei confronti di una donna di 35 anni di Santa Marinella. Gli uomini del Maggiore Ceccarelli, comandati dal Maresciallo Roberto Bernardini, sono entrati in azione nella serata di ieri, dopo l’ennesimo episodio di stalking subito dalla donna. Una pattuglia dei Carabinieri si è diretta nell’abitazione di A.B. e lo ha arrestato e trasportato al supercarcere di Borgata Aurelia. La storia inizia nel mese di agosto quando il B. conosce, in occasione di un incontro avuto sul treno, la giovane di Santa Marinella che lavora nella città portuale ma ha la residenza nella Perla del Tirreno. Dopo aver capito che colui che aveva davanti non era solo un ragazzo dal bell’aspetto ma un uomo con qualche problematica ossessiva nei suoi confronti, ha cercato di scaricarlo. (altro…)

Incendio al complesso residenziale” Triangolone”, tragedia sfiorata.

SANTA MARINELLA – Una persona ricoverata in codice rosso, quattro bambini e due donne sotto osservazione all’Ospedale S.Paolo di Civitavecchia, per un incendio che si è sviluppato ieri mattina alle 3,10 in un appartamento in via Etruria al residence “Il Triangolone”. Una vera e propria tragedia sfiorata, per l’imperizia di un condomino abitante all’appartamento n° 44, una persona che i vicini descrivono come particolarmente instabile che ieri notte, probabilmente per una candela accesa, ha causato un vastissimo incendio che praticamente ha distrutto l’abitazione in cui era in affitto e danneggiato le case confinanti. L’uomo, che al momento del fatto non era nelle condizioni di poter prendere una decisione, nonostante si fosse accorto che l’appartamento stava andando a fuoco, non riusciva a trovare una via di fuga. (altro…)

Attività illecita scoperta dai Carabinieri.

foto attivita abusiva
foto attivita abusiva

SANTA MARINELLA – Scovato un carrozziere che lavorava senza licenza. Lo hanno scoperto ieri mattina i Carabinieri della stazione di Santa Marinella comandati da Roberto Bernardini che, in un blitz congiunto con il Comando del Corpo Forestale dello Stato diretto dal generale Donato Monaco, hanno individuato un’attività illecita all’interno di un capannone in zona Perazzeta. Il manufatto è stato immediatamente chiuso e denunciati sia il titolare del terreno che il carrozziere abusivo. Quando i militi sono arrivati nel capannone, che negli anni passati veniva utilizzato come punto di ritrovo dei volontari del Rione Pirgus dove vi costruivano il carro allegorico che partecipava alla manifestazione folkloristica estiva, hanno trovato un civitavecchiese intento a svolgere l’attività di carrozziere senza però avere la licenza in regola, i presidi infortunistici richiesti e le attrezzature di legge per lo smaltimento dei rifiuti speciali. (altro…)

Arrestato per violenza a pubblico ufficiale.

Carabinieri
Carabinieri

SANTA MARINELLA – Arrestato un rumeno accusato di violenza a pubblico ufficiale. Un episodio accaduto la notte scorsa quando, sono stati allertati gli uomini del Commissariato in quanto un rumeno stava minacciando una donna e il suo genitore perché voleva vedere la figlia. L’uomo,   in preda ai fumi dell’alcol, ha iniziato a distruggere tutto quello che gli è capitato davanti sfogandosi per il rifiuto della ex a non aprire la porta della casa dove abitava. Sul posto si sono portate due macchine dei Carabinieri, una del nucleo radiomobile e una della stazione di Santa Severa, oltre a un’ambulanza del 118. Sul posto giungevano anche altre cinque pattuglie della Polizia. (altro…)