Dott. Flavio Enei

Santa Marinella: il Museo del Mare e della Navigazione antica di Santa Severa in esposizione al Museo del mare del Comune di Noto

Il Castello di Santa Severa
Il Castello di Santa Severa

Sarà il Direttore Flavio Enei che insieme al Sindaco ed al Vice Sindaco, parteciperanno all’inaugurazione del museo del mare del Comune di Noto, città dell’area del Val di Noto, a Siracusa, inserita nella lista del patrimonio dell’Umanità. Lo scambio, iniziato già nel 2015, prevede l’esposizione di una mostra dedicata al lavoro del Museo del Mare di Santa Severa con alcuni oggetti, pannelli didattici e modelli ricostruttivi delle navi antiche in nostro possesso. (altro…)

Al via la seconda lezione di Archeologia del Dott. Flavio Enei Oggi pomeriggio alle 18,00 presso Palazzo Ruspoli in piazza Santa Maria a Cerveteri.

Grande successo di pubblico per il Corso gratuito dal titolo: “Storia e Archeologia della Città di Cerveteri e del suo Territorio” realizzato,  giovedì  18 Febbraio  scorso, presso Palazzo Ruspoli,  in piazza Santa Maria a Cerveteri ,dal noto archeologo dott.  Flavio Enei, direttore del  Museo Civico di Santa Marinella – Museo del Mare e della Navigazione Antica, sito presso lo stupendo Castello di Santa Severa. (altro…)

Storia e Archeologia della città di Cerveteri e del suo territorio

Locandina corso Cerveteri 2016Inizierà il 18 febbraio prossimo il corso dedicato ad illustrare la storia e l’archeologia della città di Cerveteri, dai presupposti preistorici fino all’epoca moderna, attraverso l’epoca etrusca, romana e medievale. In otto lezioni e due uscite il Dott. Flavio Enei, archeologo, direttore del Museo del Mare e della Navigazione Antica di Santa Marinella, illustrerà il divenire storico della città e del suo antico hinterland, nel corso dei millenni. Un’occasione di grande divulgazione scientifica, utile per introdurre i cittadini alla conoscenza della realtà attuale, partendo dalle radici più lontane. (altro…)

Il Dott. Falvio Enei, terrà una conferenza presso la Biblioteca Vallicelliana Il 13 gennaio alle ore 17:00 una conferenza presso la Biblioteca Vallicelliana di Roma in Piazza della Chiesa Nuova, 18

Dott. Flavio Enei
Dott. Flavio Enei

Il Dott. Falvio Enei, archeologo di chiara fama, spesso anche all’estero per tenere conferenze – Parigi Sorbona inclusa – che è anche direttore del Museo del Mare e della Navigazione Antica sito nello splendido castello di Santa Severa ove già sorgeva, quasi 3.000 anni, fa l’etrusca Pyrgi, terrà, il 13 gennaio alle ore 17:00 una conferenza presso la Biblioteca Vallicelliana (Roma, Piazza della Chiesa Nuova n. 18) dedicata al racconto di alcuni viaggi oceanici effettuati dagli antichi prima dell’epoca delle grandi scoperte geografiche. Il Dott. Enei è un più che ottimo divulgatore ed uno specialista d’eccezione sui popoli antichi che solcavano sia il Mare Nostrum ma anche, uscendo dalle Colonne d’Ercole, gli Oceani (Atlantico ed Indo-Pacifico incluso).

Emerse le mura della città antica di Castrum Novum Scoperte archeologiche a Santa Marinella

Le mura della città
Le mura della città

Questo è ciò che ha annunciato durante la nostra intervista il Dott. Flavio Enei, direttore dei scavi e del museo del Mare e della Navigazione, che troverete all’interno del nostro TG n. 36 con le relative immagini descrittive della scoperta.

Larghe tre e lunghe oltre novanta metri, sono emerse proprio in questi giorni durante la campagna di scavi che il direttore sta portando avanti insieme agli archeologi volontari del GATC, il Gruppo Archeologico del Territorio Cerite, alle Università francesi di Amiens e Lille 3 e alla soprintendenza. “Sono una parte importante, perché sarebbero le mura della città antica di Castrum Novum”, prosegue poi il direttore Flavio Enei. “Dopo la scoperta del teatro e di altri ambienti e strade, finalmente dopo anni di ricerca, eccole venire alla luce le mura dell’antica Castrum, risalenti al III secolo a.C., che sarebbero servite per la protezione della città. Avevamo avuto già una conferma dell’esistenza di questo muro, grazie alle prospezioni magnetometriche di due anni fa, ma ora abbiamo la certezza avendolo scoperto e iniziato a studiare sul posto, un angolo di città che ci aiuterà molto”.

Un altro tassello importante è finalmente uscito alla luce e va ad impreziosire le già straordinarie scoperte degli ultimi tempi. Castrum Novum col tempo potrebbe diventare un parco archeologico aperto al pubblico, che andrebbe ad impreziosire il territorio regalando un percorso turistico culturale molto vasto, tanto da poter inserire Santa Marinella e Santa Severa tra le mete turistiche più ricche dell’Alto Lazio.

TeleSantaMarinella.tv sta lavorando ad un nuovo programma, già presente lo scorso anno nei nostri TG, ovvero la rubrica di archeologia “A Spasso nel Tempo” condotta dall’archeologa Alessandra Squaglia e che quest’anno proporremo in forma ampliata con un format completamente dedicato alle ricchezze storico-culturali del nostro territorio con il commento scientifico dell’archeologa direttamente sul posto e con il contributo tecnico della Cinefantacy, che grazie alle riprese video realizzate con l’impiego del loro drone faranno vivere momenti emozionanti ai telespettatori.

Alessandro Fiorucci

Sensazionali scoperte archeologiche emerse a Santa Marinella

12025574_10207160125028783_375321091_nSANTA SEVERA. Sabato 19 settembre alle ore 18.00 si è svolta la conferenza stampa sulla nuova campagna di scavo che si sta svolgendo in questi giorni sul sito dell’antica città di Castrum Novum e precisamente sul rilievo prospiciente la fascia costiera tra Casale Alibrandi e la Via Aurelia, presso il Museo del Mare e della Navigazione Antica al Castello di Santa Severa. Gli scavi sono diretti dal Dott. Flavio Enei, direttore del Museo Civico di Santa Marinella – Museo del Mare e della Navigazione Antica di Santa Severa – e dalle Università francesi di Amiens e Lille 3 sotto la direzione rispettivamente della Prof.ssa Sara Nardi Combescure e dal Prof. Gregoire Poccardi.

 

(altro…)

Ciclo di conferenze al castello di Santa Severa “Cose, Uomini e Paesaggi del Mondo Antico”

scavi  (2)SANTA SEVERA – Prenderà il via sabato prossimo, il ciclo di conferenze di divulgazione scientifica, un progetto denominato “Cose, Uomini e Paesaggi del Mondo Antico” in programma nel Cortile delle Barrozze al castello. La prima lezione riguarda l’Insularità, spostamenti di Homo Sapiens nel Mediterraneo, con Fabrizio Antonioli, Maria Rita Palombo e Valeria Lo Presti. Venerdì 3 luglio “Scritto nelle ossa. Ricostruzione paleobiologica della popolazione medievale di Santa Severa” con Micaela Gnes, Cristina Martinez-Labarga dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata. Sabato 18 luglio “Gli antichi sugli oceani ai confini del Mondo: nuove ipotesi e scoperte” di Elio Cadelo, saggista, giornalista scientifico Rai e Flavio Enei Direttore del Museo Civico.

(altro…)

Archeologia sperimentale, dalla materia prima all’analisi Conferenza nel suggestivo contesto del Castello di Santa Severa

Il Castello di Santa Severa
Il Castello di Santa Severa

Si è svolta nel suggestivo contesto del castello presso il Museo del Mare e della Navigazione Antica, la conferenza dal tema: Archeologia sperimentale, dalla materia prima all’analisi, l’approccio sperimentale e tecnologico per lo studio dei manufatti archeologici, organizzata all’associazione Paleoes e dal Gruppo Archeologico del Territorio Cerite. Relatori della serata l’archeologo Massimo Massussi, e l’archeometra Giorgio Trojsi. Un pubblico attento ha seguito con interesse gli interventi dei due professionisti introdotti dal direttore del Museo Flavio Enei.

(altro…)

“Archeologia sperimentale. Dalla materia prima all’analisi: l’approccio sperimentale e tecnologico per lo studio dei manufatti archeologici”

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: Si è svolta sabato pomeriggio nel suggestivo contesto del Castello di Santa Severa presso il “Museo del Mare e della Navigazione Antica” la conferenza Archeologia sperimentale. Dalla materia prima all’analisi: l’approccio sperimentale e tecnologico per lo studio dei manufatti archeologici”, organizzata dall’Associazione Paleoes e dal Gruppo Archeologico del Territorio Cerite. Relatori della serata l’archeologo sperimentale, Dott. Massimo Massussi, e l’archeometra Dott. Giorgio Trojsi. Un pubblico attento e partecipativo ha seguito con interesse gli interventi dei due professionisti introdotti dal direttore del Museo Dott. Flavio Enei. Il primo intervento del tecnologo Massimo Massussi ha delineato l’ambito in cui opera l’archeologia sperimentale, chiarendo che essa è prima di tutto una disciplina, non in competizione, ma complementare all’archeologia tradizionale; è essenzialmente uno strumento interpretativo che indaga sulle tecnologie dell’uomo del passato avvalendosi dell’osservazione del fenomeno o del manufatto, della riproduzione con metodo empirico dello stesso e dello studio delle leggi che quindi lo governano. (altro…)