Eugenio Fratturato

Quattro commissioni di indagine per capire la situazione del Comune Saranno istituite nel prossimo consiglio comunale straordinario

Quattro sono le commissioni d’inchiesta volute dal sindaco Pietro Tidei per fare luce sulla situazione dell’ente comunale di Santa Marinella: il 23 luglio saranno istituite con un voto nel consiglio comunale straordinario indetto proprio per cominciare a dipanare la matassa ingarbugliata ereditata dalle precedenti gestioni.

Centrale, la questione dei bilanci, sia quello del comune, i suoi 14,7 milioni di euro di passivo, sia quello della farmacia comunale in perdita e con debiti verso fornitori di ben 1 milione di euro.

A queste due distinte commissioni si affiancheranno una che si occuperà del sistema informatico dell’ente e una specifica per analizzare la situazione del cimitero.

La decisione di Tidei ha per ora generato poche reazioni. In primo luogo, quella di alcuni giorni fa, sul sito di Terzo Binario, di Eugenio Fratturato in merito alla vicenda della farmacia che, coinvolto dal sindaco per dare spiegazioni, ha risposto sui giornali: “Il sindaco Pietro Tidei sa bene che io ho avuto un incarico annuale per la farmacia, con i conti che erano sul tavolo dell’assessore al bilancio Emanuele Minghella, del responsabile dei servizi finanziari e dell’allora sindaco Roberto Bacheca. Per sapere come andasse basta chiedere a Minghella e sul perché un servizio in attivo sia in passivo così profondo”.

Dura la replica del primo cittadino: “Se non gestiva la farmacia comunale proprio Fratturato con la sua delega, a cosa serviva questa delega che si era fatto attribuire specificamente, in uno con quella del Cimitero? Ce lo dovrebbe spiegare proprio lui, con parole sue, senza chiamare in suo soccorso l’assessore Minghella che invece di criticare sta aiutando fattivamente a rimettere in corsa questa Città”.

Fratturato, a stretto giro, risponde: “Ben venga una commissione di inchiesta o anche ispettiva per la verifica dell’operato della precedente amministrazione su tutte le tematiche riguardanti l’Ente e sul perché e chi ha deciso che con gli incassi della farmacia venissero liquidate fatture riguardanti altri settori del Comune. Per il mio operato non devo né giustificare né chiedere scusa a nessuno, ho sempre svolto la mia attività politica alla luce del giorno in collaborazione con i vertici dell’Amministrazione con i dirigenti e con i dipendenti comunali.
Se Tidei ha la necessita di spostare l’attenzione dei cittadini dalle sue nomine, vedi Assessore Minghella e Presidente del Consiglio Marongiu, con la notizia che sono giacenti in Comune fatture di svariati milioni di euro da pagare, non è una sorpresa per nessuno ne tanto meno per Lui”.

La questione della commissione di indagine sulla informatizzazione del comune diventa invece particolarmente attuale: l’ente e l’azienda che da anni cura il sito internet ufficiale da tempo sono ai ferri corti e in queste ore, per l’ennesima volta, il portale è stato oscurato.

“La società che gestisce il sito – dice il Sindaco Pietro Tidei – è subentrata all’azienda che ha vinto il bando ed è risultata assegnataria del contratto e che poi per vicissitudini economiche ha dovuto lasciare. Tra le prestazioni migliorative della ditta originaria c’era anche la gestione del sito, cosa che non è mai avvenuta. Oggi la Città di Santa Marinella è senza sito internet, peraltro un servizio che è necessario ai fini della trasparenza e della pubblicità degli atti comunali, perché un’azienda che ha lavorato senza contratto, arbitrariamente, oggi sa bene che il vento è cambiato, che non basterà la sciatteria di un’intera amministrazione comunale a tenerla a galla ma che dovrà dimostrare il suo diritto a percepire qualsiasi somma di denaro pubblico e questo non lo può fare”.

Il Sindaco accusa sia l’abuso dell’interruzione sia la detenzione illegale di dati personali da parte di una società in subappalto, fraudolento. “Di questo – sottolinea Tidei – saremo costretti ad interessare la Magistratura, per il tramite della locale Stazione dei Carabinieri, perché una Città ed un’amministrazione comunale non possono rimanere senza un servizio essenziale di punto in bianco”.

Il consiglio comunale straordinario si terrà lunedì 23 luglio a partire dalle ore 18:00 presso la Sala Flaminia Odescalchi. 

TRASPORTO PUBBLICO, SERVIZIO INTEGRATO CON ULTERIORI 64 MILA KM Saranno utili per l’istituzione della Linea 6. Alfè: “Ottimo traguardo”

La firma della Convenzione

“Tramite un accordo con l’Aremol e l’Ufficio TPL di Santa Marinella, siamo riusciti a istituire nuovamente la Linea 6, molto richiesta dalla cittadinanza”. Lo comunica il Consigliere Comunale Eugenio Fratturato.

“In aggiunta alle 5 linee già esistenti – aggiunge Fratturato – è stato sottoscritto un nuovo accordo, e di questo ringrazio il Sindaco Bacheca per avermi delegato a portare avanti questa iniziativa, l’Assessore regionale ai trasporti ed il Presidente Aremol, per incrementare il chilometraggio attuale e permettere l’istituzione della Linea 6, già sperimentata in passato e molto apprezzata dai cittadini, poiché permetteva collegamenti diretti con le strutture sanitarie della città quali il poliambulatorio ASL di Via Valdambrini e l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù”.

La stessa Linea è comunque molto utilizzata, soprattutto nel periodo estivo, per raggiungere le spiagge e gli stabilimenti del Lungomare Capolinaro da parte dei numerosi villeggianti che frequentano abitualmente la nostra città.

“L’obiettivo – conclude Fratturato – è quello di garantire anche per il futuro tale servizio, cercando di inserire nel trasporto urbano ordinario tali chilometri aggiuntivi, senza dover ricorrere necessariamente al rinnovo della convenzione”.

“E’ innegabile il miglioramento del TPL in questi ultimi anni, – aggiunge l’Assessore Alfè – dall’incremento delle corse e degli orari, a quello delle linee urbane, al nuovo parco mezzi cui usufruiscono quotidianamente moltissimi concittadini. Continueremo a lavorare

-conclude- affinché il trasporto pubblico sia sempre più efficiente ed utilizzato dalla cittadinanza all’interno della città”.

Eugenio Fratturato: “Finalmente approvata la legge sull’istituzione del Registro dei tumori”.

Il consigliere Eugenio Fratturato
Il consigliere Eugenio Fratturato

Non è mai troppo tardi, così si intitolava una famosa trasmissione che, negli anni ’60, invitava le persone analfabete ad imparare a leggere e a scrivere. Non è questo il caso ma dico non è mai troppo tardi per la scelta fatta adalla Regione Lazio di approvare la legge sull’istituzione del Registro dei tumori”. A dirlo è il consigliere comunale Eugenio Fratturato. “Non si è trattato di un semplice ritardo – continua il politico – ma di una grave mancanza di attenzione verso la popolazione. Il 21 maggio, la Regione Lazio, ha approvato all’unanimità una legge che permette la costituzione di uno strumento indispensabile per la prevenzione del tumore che già da tempo altre Regioni hanno adottato.

(altro…)

Fratturato interviene in merito alle polemiche sul Consiglio Comunale.

Il consigliere Eugenio Fratturato
Il consigliere Eugenio Fratturato

Sulle critiche riversate nei giorni scorsi sul consigliere comunale Eugenio Fratturato, per aver consentito l’apertura dell’assise pubblica per l’approvazione del bilancio consuntivo, interviene lo stesso esponente del Movimento di Idee l’Ancora di Santa Marinella. “Sono sorpreso del coraggio di chi non ha il coraggio di dire la verità sul ritardo in consiglio comunale da parte dei quattro esponenti di maggioranza in contrasto con i loro colleghi Toppi, Vergati, Marcozzi e Befani – dice Fratturato – dove era all’ordine del giorno l’approvazione del bilancio  consuntivo 2014. (altro…)

Consiglio comunale: fedeli alla giunta, ma vogliamo la massima chiarezza "Perché due consiglieri di minoranza hanno votato a favore del bilancio?"

Lo stemma del Comune di Santa Marinella
Lo stemma del Comune di Santa Marinella

SANTA MARINELLA – I quattro consiglieri comunali di maggioranza politicizzati e vicini ai partiti del centro destra, non ci stanno a fare da capo espiatorio della situazione che si è determinata in maggioranza dopo la costituzione del Polo Civico di cui fanno parte esponenti presenti nella giunta Bacheca, ma anche di minoranza, e precisano la loro posizione in merito alla presenza ritardata in consiglio comunale, che si è potuto aprire grazie alla “buona volontà” dei due consiglieri di opposizione Vincenzi e Fratturato. Toppi, Vergati, Marcozzi e la Befani, giurano fedeltà al sindaco Bacheca, ma non condividono la tolleranza che alcuni esponenti dell’attuale maggioranza hanno nei confronti di chi non è stato eletto nelle liste che appoggiavano l’attuale sindaco.

(altro…)

Consiglio comunale: avvisaglie di terremoto in maggioranza Le prime reazioni politiche alla spinosa situazione creatasi nell'ultima seduta

SANTA MARINELLA – La scossa tellurica che ha colpito la maggioranza lunedì sera, nel corso del consiglio comunale, ha lasciato qualche maceria. A causa della mancanza di alcuni consiglieri di maggioranza, per aprire la seduta ci sono voluti due esponenti dell’opposizione che, contestualmente all’aver consentito di dare il via all’assise, hanno anche votato a favore del bilancio consuntivo del 2014 (di cui parliamo in un altro servizio). Una manovra che non è passata inosservata ne al sindaco Roberto Bacheca, che aveva fiutato che qualcosa non andava tanto da indire una seduta di giunta subito dopo il consiglio comunale, ne agli esponenti di maggioranza “contestatori”, che dopo aver registrato che c’era il numero legale per iniziare l’assise, hanno fatto il loro ingresso in sala. Una sorta di frattura politica nella giunta Bacheca che sicuramente avrà delle ripercussioni in futuro.

(altro…)

La Prefettura chiede di ospitare altri rifugiati politici a Santa Marinella Bacheca: "Pochi soldi per gestire la situazione". Fratturato: "Se ne discuta in consiglio comunale"

SANTA MARINELLA – La circolare emessa dal Prefetto di Roma Gabrielli, che assegna a diversi Comuni del comprensorio, compresa Santa Marinella, una serie di profughi aventi diritto di asilo politico, sta mettendo in difficoltà le amministrazioni locali. La Perla del Tirreno, da oltre sette anni, ospita già 35 rifugiati che, sotto l’egida dell’Arci di Civitavecchia, vivono nella nostra città e fanno numerose attività collaterali che gli consentono una completa integrazione nel territorio. Un progetto che va avanti senza alcun problema per la popolazione, che praticamente neppure conosce chi sono le persone protette. Questo grazie alla discrezionalità delle forze politiche cittadine e di coloro che gestiscono questi ospiti. La nuova circolare della Prefettura, chiede ai Comuni di ospitare altri rifugiati, anche se, a Santa Marinella, ce ne sono già 35.

(altro…)

Pranzetti e la questione Farmacia Comunale

Il Professor Luciano Pranzetti
Il Professor Luciano Pranzetti

Caro Direttore: la precisazione(Civonline 15 aprile 2015) –  relativa alla vexata quaestio della farmacia comunale – con cui il Sindaco Roberto Bacheca ha tenuto a rendere chiara la volontà della sua Amministrazione di mantenere l’istituzione nell’attuale configurazione, è un concreto e positivo segnale che tranquillizza la cittadinanza e pone, speriamo, la parola “fine” alle ansie sollevate dalla oggettiva situazione di inefficienza con cui l’esercizio si è ultimamente palesato. Nella nota affidata alla stampa, però, il primo cittadino ha inserito un polemico e sferzante riferimento a “qualche ciarlatano che si alza e parla a sproposito” – aggettivo indefinito singolare denotante una quantità minima ed imprecisata a ridosso di un termine di negativa semantica – che, facendo bersaglio visibile del consigliere Eugenio Fratturato ha, per logica connessione, tratto secco a rimorchio anche chi, intervenendo in questa vicenda, si è fatto parte interessata e preoccupata.

 

(altro…)

Scaffali vuoti nella farmacia comunale di Santa Marinella C'è il rischio chiusura?

Gli scaffali vuoti della farmacia comunale di Santa Marinella
Gli scaffali vuoti della farmacia comunale di Santa Marinella

Per la farmacia comunale si prospetta un futuro nebuloso. Ieri mattina, infatti, la notizia che l’esercizio commerciale medico rischia di chiudere i battenti, ha creato una serie di polemiche che sono state esternate dai residenti del quartiere Valdambrini, luogo dove è situata la farmacia. A far sentire la loro voce sono stati gli abitanti della zona, ma non solo loro perché all’esterno del centro commerciale, si è sentito un unico coro “la farmacia comunale non si tocca”, anche da chi non ha la propria abitazione nel “rione verde”. Ma perché c’è chi teme che questo servizio medico possa abbassare le serrande?

(altro…)