GESAM

Tidei: “Il verde va conferito in discarica: risparmiamo ed evitiamo che la gente butti di tutto” Settanni (M5S): “Il servizio porta a porta è già stato addebitato ai cittadini a maggio”

La questione dei rifiuti a Santa Marinella è difficile e annosa e da sempre è stata oggetto di scontro per i costi commisurati al servizio offerto. Ora, anche il centro sinistra si confronta con una situazione che unisce più che altro disagi e difficoltà di servizio, con la rabbia dei cittadini per i costi elevati.

Tidei ha emesso la sua prima ordinanza sindacale che verte proprio sulla raccolta differenziata: già nei giorni scorsi aveva parlato di possibilità di revisione del contratto, ma per ora la sua prima azione è stata quella di annullare la raccolta porta a porta del verde.

“Il Comune – spiega il Sindaco- paga oltre 140 euro ogni tonnellata di indifferenziato che porta in discarica, costo che si ribalta pro quota su tutti i contribuenti. Per il verde invece il costo di conferimento è inferiore alla metà per ogni tonnellata. Sempre nell’otica del progressivo decremento della spesa per i rifiuti stiamo pensando di acquistare una macchina per il pre trattamento del verde, per renderne più facile il trasporto e lo stoccaggio”.

Per questa ragione i cittadini saranno costretti a conferire il verde di persona alla discarica della Perazzeta, dove sarà controllata la qualità del rifiuto. Con questo sistema, il Sindaco si augura che la Gesam possa smaltire correttamente il verde e non debba più confluire gli sfalci nel circuito di stoccaggio dell’indifferenziato.

Anche perché Tidei sottolinea un altro problema non secondario delle discariche che accolgono i rifiuti raccolti in città: “Tutti gli impianti hanno serrato i cancelli a causa della elevata esposizione creditoria nei confronti della Città fatta di fatture no pagate per mesi e mesi ed ormai ammucchiate sui loro tavoli in castelli che non possono più crescere”.

Tidei assicura di aver avviato dei contatti con Viterbo e Tarquinia per trovare una soluzione e di aver avviato un tavolo con i rappresentanti di Gesam, affiancato dal vicesindaco Andre Bianchi.

La prima reazione ufficiale è del consigliere penta stellato Francesco Settanni che, su Facebook, scrive in calce alle foto dell’ordinanza: “[…] nel tariffario del porta a porta paghiamo, tra l’altro, anche per il servizio asporto piccoli sfalci nella misura di 3 sacchi condominiali. La Gesam ha sempre svolto tale servizio, anche se a volte con ritardi e salti di turno, per propri problemi organizzativi. Del resto, poiché la tariffazione della Ta.Ri. non è calcolata sul solo peso del rifiuto indifferenziato prodotto ma parametrata sul numero dei componenti del nucleo famigliare e sull’estensione dell’immobile abitato, è una tassa che noi cittadini paghiamo a prezzi molto elevati e, per l’anno solare in corso ci è già stata attribuita con le cartelle esattoriali recapitate nel periodo maggio – giugno. L’ordinanza al di là degli obiettivi che si propone, che a mio parere potrebbero essere raggiunti anche in altri modi, in realtà procura solo seri disagi ai cittadini, che peraltro quel servizio se lo sono già visto addebitato in cartella”.

Dunque per il Movimento 5 Stelle, i cittadini non trarrebbero alcun beneficio immediato, avendo già ricevuto le richieste di pagamento per il servizio di nettezza urbana. 

Gara Rifiuti: la GESAM prima in graduatoria, si aggiudica il bando Ottiene l'aggiudicazione provvisoria fino alla verifica dei requisiti

La gara per la gestione della raccolta dei rifiuti porta a porta sta per volgere al termine. Questa mattina alle 11.00 in biblioteca è stata convocata l’ottava seduta pubblica in cui la commissione ha dato lettura della graduatoria dei progetti tecnici ed aperto le offerte economiche.

Proprio in questa fase, infatti, il codice dei contratti prevede l’approvazione, da parte della commissione, della proposta di aggiudicazione a chi, sommando al punteggio ottenuto dalla valutazione del progetto tecnico, la percentuale di ribasso offerto, presenta l’offerta economicamente più vantaggiosa per il comune di Santa Marinella; offerta che prevede sia i servizi tecnici previsti nel bando di gara ad un prezzo conveniente sia prestazioni aggiuntive, cosiddette migliorative.

E dunque, alla luce di quanto sopra, sembrerebbe essere la GESAM srl la concorrente ad aver avuto la meglio in termini di competitività. Ora sarà compito del RUP, Arch. Maia, procedere alla verifica dei requisiti per contrarre con la pubblica amministrazione e cioè, principalmente, i certificati antimafia, i casellari e carichi pendenti di tutti i soci, la regolarità contributiva e fiscale e qualsiasi altro procedimento dichiarato presso l’Autorità Nazionale Anticorruzione.

Ecco le informazioni più significative.

LA GARA: il bando risale al Febbraio 2017 con scadenza affissione il 10/04/2017.

LA COMMISSIONE DI GARA: Ing. Paolo Maria De Felice (Presidente), Ing. Ernesto Cipriani, Ing. Paolo Boitani, Ing. Giuseppe Sappa, Ing. Monica Pasca – membri esperti.

LE PARTECIPANTI AMMESSE: AVR spa (Roma) – Impresa San Galli Giancarlo & C. srl (Monza) – CNS Consorzio Nazionale Servizi (Bologna) – ATI costituenda Tekno Service srl (Torino) – Ecosud srl (Agrigento) – Consorzio Formula Ambiente Soc. Coop. Sociale (Forli Cesena) – Gesam srl (Roma) – Diodoro Ecologia srl (Teramo) – Sarim srl (Salerno) – ATI costituenda Ecotrasporto srl di Paoletti Ecologia srl (Fiumicino- Grosseto).

I PROGETTI TECNICI: il miglior progetto tecnico presentato è quello della GESAM srl che totalizza il punteggio di 70 punti, secondo classificato con 65,26 la ATI Ecotrasporti Paoletti, terzo arrivato il Consorzio Formula Ambiente con il punteggio di 65,05. A seguire la ATI AVR Impresa Sangalli, la Diodoro Ecologia srl, il CNS Consorzio Nazionale Servizi, la Ecosud srl ed infine la SARIM srl.

LE OFFERTE ECONOMICHE: l’offerta economica più bassa è quella presentata dalla Soc. Formula Ambiente con un ribasso dello 0,31%, a seguire la Ecotrasporti Paoletti con un ribasso dello 0,41 %. Lo 0,69% lo ha offerto la Sarim mentre la Gesam si attesta allo 0.99%. Sulla base della formula applicata per il calcolo del punteggio, che viene stabilito in base ad un rapporto proporzionale tra il prezzo a base d’asta, il miglior prezzo offerto e la singola offerta, è stata la Gesam ad aggiudicarsi il primo posto in graduatoria dato dalla somma del punteggio di 70 ottenuto nel progetto tecnico e 28,9 per l’offerta economica, posizionandosi prima su tutte. Seconda classificata la ATI formata da Ecotrasporti Paoletti e, a seguire, la Formula Ambiente.

DURATA E COSTO DELL’APPALTO: l’appalto durerà 7 anni ad un canone annuo lordo di 4 milioni e 300 mila euro

Santa Marinella, ACP:” Siamo alla vigilia di un’altra proroga a Gesam ?”

La foto del logo di Acp.

“Su Gesam potremmo essere alla vigilia di un’altra probabile proroga. “Io so”, diceva un grande che non è il caso di citare in simili questioni. Ebbene,nel surreale scambio di comunicati tra il PD e il Sindaco Bacheca io vorrei trovare un solo cittadino che in cuor suo trovi normale che un bando sui rifiuti  venga prorogato di sei mesi in sei mesi, quando la sua scadenza si conosceva da cinque anni”. (altro…)

Bando raccolta differenziata: prorogato affidamento alla Gesam fino al 2017. Aperto l’Ecosportello in Piazza Civitavecchia.

I cassonetti per la raccolta differenziata a S. Severa
I cassonetti per la raccolta differenziata a S. Severa

Sarà ancora la Gesam ad occuparsi della raccolta differenziata a Santa Marinella e Santa Severa, almeno fino al 28 Febbraio 2017.

Così deciso stamattina dal Sindaco Roberto Bacheca che, con propria ordinanza ha reiterato il suo precedente atto del 26 febbraio 2016 che prevedeva una prima proroga dell’affidamento, ricordiamo scaduto a dicembre 2015, fino al 31 agosto 2016.

Un iter amministrativo, quello della gara d’appalto per il servizio della raccolta differenziata di Santa Marinella, veramente sfortunato dal punto di vista amministrativo che vede costretto il Sindaco della Perla ad assumere ordinanze contingibili ed urgenti in materia di tutela ambientale.

(altro…)

Raccolta Differenziata: prorogato il contratto alla Gesam

Santa Marinella.
Santa Marinella.

È datata 26 febbraio 2016 l’ordinanza del sindaco di Santa Marinella Roberto Bacheca con la quale, di fatto, a norma dell’art 191 del testo unico in materia di ambiente, dispone, per motivi eccezionali ed urgenti a tutela della salute pubblica e dell’ambiente, di prorogare il contratto alla Gesam, società che da cinque anni gestisce la raccolta differenziata nel territorio di Santa Marinella e Santa Severa. (altro…)

Proroghe alla Gesam, ma perchè?

La prof.ssa Paola Rocchi, consigliere per "Un'altra città è possibile"
La prof.ssa Paola Rocchi, consigliere per “Un’altra città è possibile”

Riceviamo e pubblichiamo. Stavamo aspettando di leggere la delibera, ma sono già sufficienti le notizie ufficiose quanto certe che trapelano dalle stanze dei bottoni e dai giornali: il contratto della Gesam scade a febbraio, ma la ditta avrà una proroga,perchè la giunta non ha ancora deliberato il bando europeo per la raccolta dei rifiuti e l’igiene urbana.

Come consigliera che ha seguito la vicenda, sebbene dai banchi dell’opposizione,ritengo questa proroga  del tutto ingiustificata.
Il 9 novembre scorso come consiglieri di minoranza siamo stati convocati per conoscere i contenuti del bando a quella data già pronto in tutte le sue parti,  contenuti che ci sono stati illustrati da uno degli ingegneri che ne hanno seguito la progettazione.
Alla richiesta di quanto tempo avevamo a disposizione per eventuali proposte, ci è stato detto di fare presto perchè il bando era pronto e sarebbe passato in giunta per la sua approvazione.
Noi abbiamo presentato le proposte entro i termini (una settimana), ma poi è stata la Giunta a non rispettarli, e non devonoe ssere stati di certo i nostri suggerimenti a determinare lo stop. Anzi sarà interessante conoscere cosa delle nostre proposte è stato preso eventualmente in considerazione e cosa no, visto che non abbiamo ricevuto risposta.
Sono così  passati due mesi e come al solito la maggioranza è rimasta immobile.
Come nel caso del Piano di Emergenza Comunale, dei lavori di ristrutturazione in Passeggiata, della biblioteca, di via delle Colonie, delle aule per la scuola primaria e dell’infanzia, della piscina, del campo sportivo.
Lo schema è sempre quello: i mesi passano, l’amminsitrazione resta in silenzio e poi all’improvviso si sveglia, quando ormai per la comunità non ci sono che perdite. Economiche, di immagine, di fiducia dei cittadini nei confronti della cosa pubblica.
Il Piano di Emergenza poteva essere attivo e così non è (l’aggiornamento imposto dalla Regione non ne avrebbe inficiato la validità).
Per la Passeggiata c’è un contenzionso legale in corso e probabilmente la società non pagherà per intero il canone del 2014 (i lavori di ristrutturazione sono terminati troppo tardi).
Per quanto riguarda la biblioteca, i ritardi sono stati tali che la prima ditta ha fatto in tempo a fallire. La seconda doveva terminare a giugno 2015.
Quanto alle aule, si è penato fino a ottobre.
Quanto alla piscina, ci sono voluti tre anni affinchè l’amministrazione ordinasse una perizia che si è rivelata pesantissima.
E così via.
Ora è la volta della Gesam.
Intanto ricordiamo che la stessa percepisce dallo scorso giugno 60mila euro al mese  in più  rispetto al contratto. La motivazione è che questa cifra serve a coprire la raccolta differenziata di Santa Severa, che non era prevista dal bando del  2010.
In tutte le salse abbiamo dimostrato che così non è, che questa è un palese deformazione: per Santa Severa era prevista una raccolta differenziata ridotta, ma comunque tale per umido e indifferenziato.
Sarebbe bastato documentarsi, ma la cosa non ha scalfito la solidità della Maggioranza.
Neppure la sporcizia delle strade, per cui non è stata elevata neppure un multa alla Gesam, perchè pare che il contratto non prevedesse la pulizia di tutte le strade. Una cosa del genere non ci risulta proprio e comunque è singolare che nel modificare il contratto con una delibera dello scorso giugno, la giunta si sia dimenticata di questo particolare, che avrebbe potuto sanare facilmente imponendo una nuova mappa delle strade da spazzare. Invece no.
E  così ora proroga alla Gesam.

E non è neppure questione di Giunta. Ai consiglieri di Maggioranza sta bene così, e anche all’Ancora evidentemetne sta bene così.

Paola Rocchi

Nuovo calendario differenziata: poca informazione inadeguata Andrea Bianchi: "Non è più tollerabile che si vada avanti in maniera approssimativa, senza nessun vantaggio per i cittadini ma, al contrario, con maggiori disservizi"

Il consigliere Andrea Bianchi
Il consigliere Andrea Bianchi

SANTA MARINELLA – “Quasi in sordina è partito il nuovo calendario della raccolta differenziata. A quasi una settimana dall’avvio, i cittadini e i villeggianti non essendo stati adeguatamente informati, brancolano nel buio più totale creando moltissimi problemi alla città e ai lavoratori della ditta Gesam”. A dichiararlo è il consigliere comunale Andrea Bianchi che annuncia di aver presentato una interrogazione sulla vicenda del “porta a porta”. “Non è più tollerabile che, a più di tre anni dall’avvio di tale servizio, si vada avanti in maniera approssimativa, senza nessun vantaggio per i cittadini ma, al contrario, come l’Amministrazione prova a porre rimedio a tale disservizio la situazione peggiora. E’ incapacità politico gestionale o c’è qualcosa che vanifica ogni possibile risoluzione alle problematiche? – si domanda Bianchi – noi siamo stanchi di denunciare tale situazione, ed è per questo che ho protocollato una interrogazione sulla vicenda”.

(altro…)

Importanti novità in merito al servizio di raccolta differenziata a Santa Marinella

I cassonetti per la raccolta differenziata a S. Severa
I cassonetti per la raccolta differenziata a S. Severa

Sono state presentate delle importanti novità in merito al servizio della raccolta differenziata. Dopo un’attenta valutazione, il delegato al porta a porta Marco Maggi, ha dato il via libera ad alcune modifiche sostanziali sulla modalità del ritiro degli indifferenziati, per dare una svolta migliorativa a questo servizio così importante e di grande impatto ambientale. La modifica più radicale riguarderà Santa Severa. Nella località turistica, infatti, la raccolta avverrà totalmente a domicilio. Scompariranno dalle strade gli attuali contenitori, divenuti ormai pattumiere a cielo aperto all’interno delle quali, a causa dello scarso senso civico di alcuni concittadini e villeggianti, vi riversavano rifiuti di ogni genere.

(altro…)

Rifiuti: per l’Opposizione la raccolta differenziata ha fallito La tassa sui rifiuti non si abbassa: la raccolta è fatta male e non c'è ricavo dal riciclo

Nel corso dell’ultimo consiglio comunale, all’atto di discutere il punto relativo alla tassa sui rifiuti, il gruppo di minoranza ha contestato duramente il consigliere comunale delegato al settore Marco Maggi, reo di non essere riuscito a realizzare il progetto della raccolta differenziata, nonostante siano trascorsi tre anni dal suo inizio. Per le opposizioni, infatti, non è logico che il Comune sia impegnato in un servizio che costa alla collettività oltre tre milioni di euro all’anno e non produca profitti.

(altro…)

Recuperata la carcassa di un bovino.

bovino deceduto
bovino deceduto

SANTA MARINELLA: Questa mattina alle ore 8:30 circa è arrivata una chiamata ai Vigili Urbani di Santa Marinella per una segnalazione di un cadavere di un bovino presso la spiaggia sottostante l’eco mostro.I Vigili hanno allertato immediatamente il Nucleo Sommozzatori, l’Asl e gli operatori della Gesam per il recupero e del povero bovino ormai spiaggiato. L’animale è marchiato e verranno effettuate tutte le ricerche per risalire al suo padrone che in caso non avesse effettuato già, la denuncia di smarrimento del bovino, riceverà anche una multa. Si presume che l’animale sia morto per le forti piogge che hanno alimentato i nostri fossi anche in collina in quest’ultimi tempi e che il mal capitato animale presumibilmente per attraversare uno di questi sia stato trascinato a valle dalla forte corrente nei giorni scorsi. L’animale è stato rimosso in mattinata dopo tutti i rilievi del caso. (altro…)

Insediamento abusivo di animali e i problemi dei rifiuti in collina. Indagano i Rangers

TERRENO OCCUPATO
TERRENO OCCUPATO

SANTA MARINELLA – Il problema dell’abbandono di ogni sorta di rifiuti pericolosi sulle colline santamarinellesi, spesso è addebitabile all’impossibilità da parte dei cittadini di poter conferire gli indifferenziati nell’isola ecologica. Due giorni fa, infatti, un volontario dei Rangers D’Italia, ha bloccato un residente che stava svuotando la sua automobile in zona Poggio del Principe. Il Rangers, dopo essersi qualificato, ha invitato l’uomo a riprendersi tutti i rifiuti sversati ed a riportarli via. (altro…)

Protestano contro la Gesam nel centro città.

CASSONETTI STRACOLMI
CASSONETTI STRACOLMI

SANTA MARINELLA – Nei giorni scorsi, c’era stata una vibrata protesta da parte dei residenti di via Aurelia 283, che accusano la Gesam di non rispettare il capitolato d’appalto che stabilisce in quali giorni vengono raccolti plastica, carta, indifferenziati e umido. Gli inquilini dello stabile sito in pieno centro cittadino, rimarcavano il fatto che da giorni facevano salti mortali per cercare di tenere in ordine i contenitori della plastica che, a causa del ritardato ritiro da parte degli operatori della Gesam, erano colmi di rifiuti, residuati delle feste natalizie. (altro…)